GMail Backup

Tutta la posta di Google, dal Web in un archivio sul vostro computer

Sistema Operativo:WindowsNT-2000WindowsXpWindows VistaLinuxWindows Seven
Lingua:Non in italiano
Prezzo:gratuito
Dimensione:4.370 KB
Click:2.416
Commenti:Leggi | Scrivi (4)
Feed:Xml
downloadScarica dal sito originale
Vi ricordate cosa è accaduto poco meno di un anno fa a circa 150 mila utenti Gmail? Giusto per rinfrescarvi la memoria, questi utenti si sono svegliati una mattina e si sono ritrovati il proprio account di posta privato di tutta la corrispondenza elettronica accumulata nel corso degli anni. Ci sono voluti un paio di giorni prima che tutto tornasse nella norma e anche gli utenti non colpiti dalla falla hanno iniziato a dubitare della sicurezza del provider e a cercare soluzioni alternative per mettere al sicuro tutte le email.

Pur sperando che una cosa del genere non accada mai più, bisogna comunque usare prudenza e soprattutto utilizzare i giusti strumenti in modo preventivo, prima di giungere alla disperazione più totale, senza neanche possibilità di ricorrere ai ripari.
A tal proposito, esiste un software gratuito, capace di effettuare una copia perfetta di backup di tutte le email attestate sul proprio account Google.
Si chiama GMail Backup, si installa in pochi clic e lo si usa anche con meno.



Una volta avviato, è sufficiente, inserire il proprio indirizzo email per esteso, la password dell'account e selezionare la destinazione del backup, cliccando su Directory.



Fatto ciò, si può lasciare il segno di spunta sull'opzione Newest emails only, affinché venga effettuato un backup delle sole nuove email oppure, togliendo il segno di spunta, è possibile selezionare l'intervallo temporale dal quale estrapolare la posta, selezionando le date opportune nei campi Since date e Before date.



A questo punto è sufficiente un clic su Backup per avviare il processo di salvataggio. Ovviamente, in base al numero di email ricevute e all'intervallo temporale selezionato, l'operazione potrebbe durare parecchi minuti. È vero anche che, una volta effettuato un backup completo, si può di volta in volta effettuare un salvataggio incrementale, lasciando spuntata l'opzione Newest emails only vista in precedenza.

Con il pulsante Restore, invece, si potrà procedere al ripristino del backup. Alcune note operative sono degne di attenzione. In primis, durante il backup tutte le email verranno salvate in formato EML, consultabile poi con qualsiasi client. Questo significa che verranno anche recuperati tutti gli allegati alla posta presenti sulla casella. Infine c'è da sapere che, per usare il programma, è necessario attivare il protocollo di trasmissione IMAP dall'account, accedendo a Gmail, cliccando sulla ruota dentata e scegliendo Impostazioni Gmail/Inoltro e Pop/IMAP/Attiva IMAP.



GMail Backup è dunque una buona soluzione per ottenere in modo semplice e veloce un archivio in locale di tutta la posta ricevuta grazie a Google. (G. Barbieri)
4 Commenti alla Notizia GMail Backup
Ordina
  • Mi piace perché non ha praticamente niente da configurare se non email, password e destinazione email, quindi alla portata di chiunque, inoltre salva anche le labels, senza duplicare inutilmente i messaggi (con spreco di spazio su disco e tempo di download e banda) come invece fanno i client IMAP che ho provato, però purtroppo soffre di un grave BUG che ne mina l'affidabilità!
    Siccome salva i messaggi sulla filesystem fornendo come nome files, proprio l'oggetto del messaggio, quando si trova a dover salvare dei messaggi con oggetto più lungo del massimo numero di caratteri possibile per la filesystem .... PUUF .. il messaggio non viene salvato! E' vero che c'è un report finale che lo dice, però abbastanza noiosa la cosa!
    non+autenticato
  • In realtà, quello che fa GMail Backup lo si può fare si con qualsiasi client di posta via IMAP.

    Peccato che molti non sappiano cos'è un client di posta, non sanno se lo hanno installato sul PC, non sanno da dove recuperarlo e magari, se sapessero tutte queste cose, non saprebbero neanche come si configura per scaricare la posta dal proprio account GMail.

    Invece, tutti sanno il proprio indirizzo email, la password di Google e sanno anche scegliere dove scaricare un backup, e guarda caso sanno anche cliccare su un solo pulsante.

    E' molto semplice, per tutti i neofiti, che comunque usano o iniziare ad usare la posta di BigG.

    Ciauz...
    non+autenticato
  • Vince il premio "acqua calda" della settimana... "Gmail Backup".

    Motivazione: si propone come mezzo per salvare la posta di gmail in locale dimenticando che gmail offre sia l'accesso in modalita' POP3 che IMAP e che quindi il salvataggio in locale delle mail puo' essere effettuato con QUALUNQUE client di posta.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Vince il premio "acqua calda" della settimana...
    > "Gmail
    > Backup".
    >
    > Motivazione: si propone come mezzo per salvare la
    > posta di gmail in locale dimenticando che gmail
    > offre sia l'accesso in modalita' POP3 che IMAP e
    > che quindi il salvataggio in locale delle mail
    > puo' essere effettuato con QUALUNQUE client di
    > posta.

    Strasupermegaquoto!
    non+autenticato