Bit Che

Un efficiente motore di ricerca per Torrent. Gratuito, per Windows

Sistema Operativo:WindowsXpWindows VistaWindows Seven
Lingua:Non in italiano
Prezzo:gratuito
Dimensione:1.310 KB
Click:14.867
Commenti:Leggi | Scrivi (1)
Feed:Xml
downloadScarica dal sito originale
Chi utilizza i sistemi torrent sa quanto a volte sia difficile individuare il proprio download fra i molteplici risultati offerti dai differenti provider. Bisogna collegarsi ai diversi portali, digitare la propria stringa di ricerca e sperare di riuscire a individuare la risorsa a cui si è interessati senza troppa difficoltà. Il sistema è un po' più scomodo, soprattutto se paragonato al motore di ricerca interno offerto, ad esempio, da eMule. Molti utenti che quindi migrano dal mulo verso il sistema torrent individuano proprio nella ricerca una delle principali difficoltà per avviare i propri download. D'ora in poi, però, sarà possibile avvantaggiarsi di un sistema di ricerca simile a quello di eMule anche per i torrent, grazie al gratuito Bit Che.

Questo strumento è completamente gratuito e permette tramite un'unica interfaccia di ricercare la propria risorsa su oltre 60 motori di ricerca torrent. In questo modo, si può effettuare la ricerca su tutti i search engine del Web, senza doversi collegare ad ognuno di essi singolarmente. Vediamo quindi come funziona questo comodo strumento.

Una volta scaricato l'eseguibile dal link riportato, è sufficiente avviare la procedura di setup con un doppio clic sul file. Qualche clic su Avanti, l'accettazione delle condizioni d'uso e ancora qualche clic su Avanti e un clic su Fine consentono di terminare il setup e di avviare Bit Che.







All'avvio, dal menù a tendina che compare, scegliere Italiano e cliccare su OK per visualizzare l'interfaccia del programma nel nostro idioma. Il software supporta oltre 35 lingue differenti.



Il programma è già pronto all'uso, ma prima di usarlo è opportuno dare uno sguardo alle opzioni dell'applicativo. Cliccare quindi su Opzioni/Preferences. Si scopre che questa finestra non è ancora stata tradotta, ma in realtà l'inglese in essa contenuto è di facile comprensione. Da qui è possibile attivare/disattivare gli aggiornamenti automatici, impostare a 50 i risultati massimi per ogni motore, far scomparire dalla lista i risultati con zero seeder, rimuovere i duplicati dall'elenco dei risultati, impostare l'azione del doppio clic e la modalità di visualizzazione del rapporto seeder/leech. Vi è anche una funzionalità (Open searches in new tabs) riservata solo alla versione premium del programma (Bit Che Guevara Edition) di cui vengono dati maggiori dettagli alla fine dell'articolo. Un clic su Applica o su OK permette di salvare le impostazioni e, nel secondo caso, di uscire dalla finestra.



Cliccando su Opzioni/Mostra/Nascondi la barra degli Scripts o premendo F2 sulla tastiera si ha la possibilità di vedere quali sono i motori di ricerca che verranno interrogati per individuare la risorsa di interesse. Un clic su All consente di selezionare tutti i servizi elencati senza troppa fatica.



A questo punto non resta che indicare cosa si vuole scaricare e cliccare su Cerca. Con un clic su All si ha anche la possibilità di restringere la ricerca in base alla tipologia di risorsa individuata, mentre un segno di spunta su Cerca Anche nella Descrizione permette di cercare la stringa anche nelle descrizioni dei torrent offerti dai motori.



Una volta effettuata la ricerca è possibile cliccare su Strumenti per usare differenti filtri, come quello per la rimozione delle corrispondenze simili o esatte.



Alla fine, ristretto al massimo l'elenco dei risultati, è possibile fare clic destro su una risorsa qualsiasi per aprire il torrent, salvarlo in locale, aprirne la pagina d'origine, copiarne l'URL o visualizzarne i dettagli. Nella schermata dei dettagli è possibile effettuare le stesse operazioni, come mostrato in figura.





Una volta individuata la risorsa di interesse, non resta che scaricarla e avviarne il download con il proprio software torrent preferito.
Oltre a questa edizione gratuita, esiste un'edizione a pagamento chiamata Bit Che Guevara Edition, che consente di accedere a funzionalità avanzate come la visualizzazione delle ricerche in schede, la possibilità di selezionare il formato esatto dei file desiderati e sfruttare un'estensione che permette la visualizzazione dei torrent della giornata. Questa versione deve essere attivata tramite donazione di 5 dollari agli autori, eseguibile via PayPal. (G. Barbieri)
1 Commenti alla Notizia Bit Che
Ordina