DiscoMark Benchmark

Quant'Ŕ veloce il tuo smartphone/tablet? Scoprilo con l'app che testa le prestazioni reali dei device Android

Sistema Operativo:Android
Lingua:Non in italiano
Prezzo:gratuito
Dimensione:1.950 KB
Click:42
Commenti:Leggi | Scrivi
Feed:Xml
downloadScarica dal sito originale
Alternativo
Gli amanti del modding o comunque chi preferisce stare sempre al passo con la tecnologia avrà effettuato almeno una volta nella vita un benchmark del proprio notebook o PC desktop. Non tutti sanno, però, che è possibile effettuare un test prestazionale anche del proprio smartphone Android. Di applicazioni nate con questo scopo ce ne sono a bizzeffe. Tra le più apprezzate, però, abbiamo deciso di mettere alla prova DiscoMark Benchmark che, rispetto alle altre alternative disponibili, ha una particolarità: è in grado di lanciare automaticamente una lista di app già installate sullo smartphone per valutare anche i tempi di apertura e, di fatto, stressando il telefonino come se lo stessimo utilizzando in maniera intensiva. Questo benchmark misura quindi le "real-world performance", ossia le "prestazioni reali" di un dispositivo.
La lista delle app da lanciare può essere definita dall'utente e ciò è un grande vantaggio: possiamo infatti selezionare le app che utilizziamo costantemente (ad esempio Facebook o vari giochi). Al termine del test, DiscoMark mostra un risultato paragonato anche agli altri modelli di smartphone in circolazione e sui quali è stato effettuato lo stesso test.

Verifichiamo che il nostro smartphone o tablet Android (versione 4.1 o successive) sia connesso a Internet, accediamo al Play Store di Google e da qui, installiamo l'app gratuita DiscoMark Benchmark.


Al temine avviamo l'app: una schermata informativa ci consiglia di selezionare almeno 10 applicazioni per effettuare un test più affidabile. Tappiamo poi su Enable.


Appare l'elenco delle applicazioni installate nel dispositivo Android. Selezioniamo quelle che vogliamo utilizzare per il test (consigliamo di scegliere app che utilizziamo quotidianamente). Al termine tappiamo Start.


Prima di iniziare effettivamente il test è necessario fornire a DiscoMark le giuste autorizzazioni: senza di esse l'applicazione non sarà in grado di avviare e chiudere autonomamente le altre applicazioni installate nel device. Tappiamo quindi OK.


DiscoMark ci rimanda così alle Impostazioni di Android. Nella nuova schermata che appare non dobbiamo fare altro che tappare su OK per autorizzare l'app ad esplorare in autonomia il contenuto del telefonino/tablet (e anche avviare applicazioni).


Ritorniamo all'interfaccia di DiscoMark: il test ha inizio. Lasciamo lo smartphone o il tablet e attendiamo pazientemente: ogni app selezionata verrà avviata 5 volte. Di conseguenza potrebbero passare diversi minuti. Al termine premiamo OK.


Appare il risultato ottenuto che mostra, per ogni applicazione selezionata, il tempo medio di apertura. Total time, invece, indica il tempo totale medio di apertura di tutte le app selezionate ai fini del test (varia, ovviamente, in base al numero di app testate).


Tappando su uno dei risultati (ad esempio Chrome), si apre una nuova schermata che mostra un risultato più dettagliato. Il tempo medio di apertura impiegato dal nostro device viene comparato a quello degli altri utenti che hanno eseguito lo stesso test.


Il risultato ottenuto può essere esportato per consentirne una più comoda lettura dal PC. Per fare ciò, nella schermata dei risultati, tappiamo sul menu in alto a destra (3 puntini) e selezioniamo CSV. Indichiamo un nome per il file e confermiamo con Export.


Dal menu principale dell'app (3 lineette in alto a sinistra) tappiamo su Settings. Da qui possiamo variare il numero di volte che ogni app selezionata dovrà essere avviata (di default 5). Per cambiarlo, tappiamo su Runs e indichiamo il nuovo numero. Salviamo con OK.