Synfig

Realizzare animazioni digitali in 2D

Sistema Operativo:LinuxMac-OSX
Lingua:In italiano
Prezzo:gratuito GNU GPL
Dimensione:118.000 KB
Click:4
Commenti:Leggi | Scrivi
Feed:Xml
downloadScarica dal sito originale
Alternativo
Le animazioni sono uno dei generi più comuni di video su internet. Prima ancora della comparsa di YouTube, il web italiano impazziva per gino il pollo. All'epoca, per realizzare le animazioni si utilizzavano degli strumenti prodotti dalla società Macromedia, poi acquisita da Adobe, chiamati Fireworks e Flash. Sul lato del software libero, il programma più utilizzato per le animazioni è Blender, ma ha uno scopo differente: è pensato per il 3D. E per chi vuole realizzare animazioni bidimensionali? L'opzione più completa e comoda è Synfig, che combina le opzioni di disegno offerte da programmi come GIMP o MyPaint con il meccanismo di animazione basato su frame chiave familiare a chiunque abbia usato Blender. Pur non essendo semplicissimo, ha molte funzioni e può disorientare chi non ha molta pratica nell'animazione digitale, la sua curva di apprendimento non è troppo ripida, soprattutto rispetto ad altri programmi del settore.



A un primo sguardo, l'interfaccia di Synfig Studio ricorda quella di GIMP: il pannello degli strumenti è molto simile, e anche l'area di disegno. Per il resto, comunque, il programma ha delle specificità dovute al fatto che si vuole realizzare una animazione. Per esempio, i vari oggetti si possono gestire con una struttura ad albero, così si possono creare macro aree. Se, per esempio, si disegna una gamba, è possibile inserire tutti i suoi componenti (piede, stinco, ginocchio, coscia) in un unico gruppo per poterlo spostare tutto assieme.



Le funzioni di disegno sono quelle tipiche di un qualsiasi programma per il disegno, orientato principalmente all'uso della tavoletta grafica. Synfig non è un vero e proprio programma di disegno, non ha le varie funzioni di Krita o MyPaint: sotto questo aspetto è relativamente semplice, ma comunque efficace. Inoltre, si possono importare disegni realizzati in SVG con altri programmi, il che è ovviamente comodo per chi usa già altri software per il disegno.



Il meccanismo di animazione permette di realizzare degli scheletri, associando un osso a ciascun componento del disegno. In questo modo, per realizzare l'animazione basta creare i frame chiave spostando le varie ossa: il programma si occuperà di rendere l'animazione fluida calcolando i frame intermedi e spostando coerentemente i vari pezzi del disegno.


Luca Tringali
TAG: