Testate online? Milano complica tutto

Il tribunale milanese recepisce le indicazioni dell'Ordine dei Giornalisti. Più difficile registrare una testata giornalistica elettronica. Tra legge sulla stampa del 1948 e legge sull'editoria, incredibilmente del 2001

Testate online? Milano complica tuttoRoma - Se nella capitale è decisamente semplice registrare una testata giornalistica elettronica diffusa via internet, non altrettanto semplice sembrano essere le procedure imposte in questi giorni dal Tribunale milanese.

Stando a quanto riferito a Punto Informatico, infatti, la registrazione della testata giornalistica è soggetta a nuova burocrazia, dovuta al fatto che nella domanda con cui si richiede la registrazione occorre indicare anche lo stampatore del sito attraverso il quale la testata verrebbe diffusa. Lo "stampatore", secondo le indicazioni dell'Ordine dei Giornalisti di Milano, sarebbe il provider, del quale dovrebbe dunque apparire una dichiarazione; in alternativa, la testata deve produrre il contratto di servizio stretto con il provider stesso. Una norma che taglia fuori tutte quelle testate, le cui domande vengono in effetti rifiutate in questi giorni, che intendono registrarsi senza stabilire con un provider italiano un contratto di servizio che possa rientrare nei canoni stabiliti dal tribunale...

L'equiparazione del provider al ruolo di stampatore, necessaria secondo l'Ordine a creare un diretto parallelo tra pubblicazione internet e pubblicazione cartacea sottoposta alla legge sulla stampa del 1948, è stata più volte sostenuta dai rappresentanti dell'Ordine sull'onda delle polemiche seguite all'approvazione della legge sull'editoria di quest'anno.
Inutile chiedersi, a quanto pare, quale tipo di registrazione potrebbe chiedere una testata giornalistica che intenda reggere la propria attività online su una molteplicità di server per il proprio sito, su altri server per le proprie newsletter e, perché no?, su altri server ancora per i propri forum o i propri "supplementi". Si tratta di contraddizioni destinate ad appesantire, tanto per cambiare, la burocrazia per ottenere il diritto a produrre informazione. Contraddizioni che, con la nuova legge sull'editoria, sono state ulteriormente acuite.

Rimane da vedere se l'iniziativa del Tribunale di Milano rimarrà isolata o se, come già accaduto in passato per vari adempimenti burocratici, contaminerà anche altri Tribunali.
TAG: italia
18 Commenti alla Notizia Testate online? Milano complica tutto
Ordina
  • Per chi avete votato alle ultime elezioni? E per chi avevate votato a quelle prima? La sinistra ha fatto la legge che equipara internet alla carta stampata, e la destra non l'abroga. Ci sara' qualche partito che si occupi di diritti civili, da qualche parte in italia?

    (Speriamo che cosi' il post risulti piu' chiaramente attinente al tema, e che non offenda nessuno, a differenza di quello da ultimo che PI ha finito con lo spostare tra gli OT Sorride

    ciao a tutti
    non+autenticato
  • Quando una legge è stupida (questa, quella sui bollini Siae) è doveroso ignorarla (aggirarla, infrangerla, ...).
    A che serve protestare e basta ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Orsogrigio
    > Quando una legge è stupida (questa, quella
    > sui bollini Siae) è doveroso ignorarla
    > (aggirarla, infrangerla, ...).

    Se hai soldi da buttare in avvocati, danni, risarcimenti fai pure.
    non+autenticato
  • Ecco quel che ci vuole per questo paese. Finiamola con queste testate che dicono tutto e il contrario di tutto e non vengono controllate e non si sa chi e' chi scrive chi stampa chi ci campa e chi produce.
    W LA LEGGE
    non+autenticato
  • - Scritto da: The Legislator
    > Ecco quel che ci vuole per questo paese.
    > Finiamola con queste testate che dicono
    > tutto e il contrario di tutto e non vengono
    > controllate e non si sa chi e' chi scrive
    > chi stampa chi ci campa e chi produce.
    > W LA LEGGE

    spero fosse uno scherzo....o no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: crucco
    > - Scritto da: The Legislator
    > > Ecco quel che ci vuole per questo paese.
    > > Finiamola con queste testate che dicono
    > > tutto e il contrario di tutto e non
    > vengono
    > > controllate e non si sa chi e' chi scrive
    > > chi stampa chi ci campa e chi produce.
    > > W LA LEGGE
    >
    > spero fosse uno scherzo....o no?

    Si' certo. Aoh! Sono allibito sconcertato tramortito incazzato
    non+autenticato
  • Sono perfettamente d'accordo con te quando affermi:
    "Finiamola con queste testate che dicono tutto e il contrario di tutto e non vengono controllate e non si sa chi e' chi scrive chi stampa chi ci campa e chi produce.
    W LA LEGGE"

    Troppa gente crede una notizia sia vera solo per il fatto che l'ha trovata su un sito Internet qualsiasi.

    non+autenticato
  • e la patente di fonte credibile chi la darebbe? tu, suppongo...ma va a cagher
    non+autenticato
  • i giornalisti e l'ordine dei giornalisti tutelano tutto tranne che i lettori o ascoltatori.


    Tutelano se stessi e le vendite del giornale.grazie anche a miliardi regalatigli.

    Ma guai a dire questa verità.
    Si tochherebbe il diritto alla cronaca.
    Si appellano sempre a quello quando appena li si tocca! L'hanno dimenticato alla laurea il diritto di informazione, l'hanno lasciato nell'aula magna!


    Bruno vespa, il quale sostiene che nel 78 con Moro la stampa ha tenuto insieme l'Italia (nb: dal 78 sono passati 23 anni)
    il 12 settembre aveva davanti a se nel suo studio (di una trasmissione prodotta da lui e venduta alla rai) le due belle torri gemelle,, due bei modellini da vero feticista viscido,, con sotto due aeroplanini--- Ma per favoree, per favoreeeee

    Il piu' grande potere oggi esistente è lòasciato in mano a questa gente. Che va da Fede, Biagi, Vespa, Mentana, Santoro (che si vantava del fatto che gli sponsor avevano seguito lui e non altri programmi)


    Mamma mia che pena, che pena!! Siete la feccia della società. Siete la vera feccia della società.

    Alla mattina calate le braghe e vi viene la bava alla bocca (l'acquolina se l'ascolto sale e la bava di rabbia se scende. Idem per le vendite dei giornali.)


    OOO!!! Se vi danno un finanziamento è per svolgere UN SERVIZIO!!!!! Cazzo!

    Non vi finanziano? Ok fate quello che volete con l'informazione, però lasciate che tutti la facciano, non solo i paraculati dell'ordine!!!

    Vi finanziano? Allora EROGATE IL SERIVIZIO!!
    Porca vacca! Non vendete giornali. I giornali ve li compra lo stato. Cioè noi. E allora lavorate seriamente cazzo!!!! E non mi si dica che tutti quelli che vanno in zone "pericolose" lo fanno per la passione. Ha ha ha- Ma per favore!!!

    Che razza di.. Che gente di...
    Poteri portarne migliaia di esempi.

    Frase tipica:
    "Noi non mostreremo più queste immagini (di corpi con la testa mozzata alle 20.00 quando i bambini sono davanti al televisore), ve li mostriamo ora perchè ci sembra doveroso ma poi non li mostreremo più, giurin giurello.


    Feccia. Il potere è in mano alla feccia.


    Intoccabili perchè ti buttano giù il consenso popolare.
    Non toccano i politici altrimenti non gli arrivano + i finanziamenti..


    Vergogna! Vergogna! Vergogna!


    non+autenticato
  • Dio solo sa quanto sono d'accordo con te!

    - Scritto da: inca&&atissimo imbufalito
    > i giornalisti e l'ordine dei giornalisti
    > tutelano tutto tranne che i lettori o
    > ascoltatori.
    >
    >
    > Tutelano se stessi e le vendite del
    > giornale.grazie anche a miliardi
    > regalatigli.
    >
    >   Ma guai a dire questa verità.
    > Si tochherebbe il diritto alla cronaca.
    > Si appellano sempre a quello quando appena
    > li si tocca! L'hanno dimenticato alla laurea
    > il diritto di informazione, l'hanno lasciato
    > nell'aula magna!
    >
    >
    > Bruno vespa, il quale sostiene che nel 78
    > con Moro la stampa ha tenuto insieme
    > l'Italia (nb: dal 78 sono passati 23 anni)
    > il 12 settembre aveva davanti a se nel suo
    > studio (di una trasmissione prodotta da lui
    > e venduta alla rai) le due belle torri
    > gemelle,, due bei modellini da vero
    > feticista viscido,, con sotto due
    > aeroplanini--- Ma per favoree, per
    > favoreeeee
    >
    > Il piu' grande potere oggi esistente è
    > lòasciato in mano a questa gente. Che va da
    > Fede, Biagi, Vespa, Mentana, Santoro (che
    > si vantava del fatto che gli sponsor avevano
    > seguito lui e non altri programmi)
    >
    >
    > Mamma mia che pena, che pena!! Siete la
    > feccia della società. Siete la vera feccia
    > della società.
    >
    > Alla mattina calate le braghe e vi viene la
    > bava alla bocca (l'acquolina se l'ascolto
    > sale e la bava di rabbia se scende. Idem per
    > le vendite dei giornali.)
    >
    >
    > OOO!!! Se vi danno un finanziamento è per
    > svolgere UN SERVIZIO!!!!! Cazzo!
    >
    > Non vi finanziano? Ok fate quello che volete
    > con l'informazione, però lasciate che tutti
    > la facciano, non solo i paraculati
    > dell'ordine!!!
    >
    > Vi finanziano? Allora EROGATE IL SERIVIZIO!!
    > Porca vacca! Non vendete giornali. I
    > giornali ve li compra lo stato. Cioè noi. E
    > allora lavorate seriamente cazzo!!!! E non
    > mi si dica che tutti quelli che vanno in
    > zone "pericolose" lo fanno per la passione.
    > Ha ha ha- Ma per favore!!!
    >
    > Che razza di.. Che gente di...
    > Poteri portarne migliaia di esempi.
    >
    > Frase tipica:
    > "Noi non mostreremo più queste immagini (di
    > corpi con la testa mozzata alle 20.00 quando
    > i bambini sono davanti al televisore), ve li
    > mostriamo ora perchè ci sembra doveroso ma
    > poi non li mostreremo più, giurin giurello.
    >
    >
    > Feccia. Il potere è in mano alla feccia.
    >
    >
    > Intoccabili perchè ti buttano giù il
    > consenso popolare.
    > Non toccano i politici altrimenti non gli
    > arrivano + i finanziamenti..
    >
    >
    > Vergogna! Vergogna! Vergogna!
    >
    >
    non+autenticato


  • >
    > Vergogna! Vergogna! Vergogna!

    Sei un grande, io non ho il coraggio di scrivere queste cose, ma la penso come te.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Gianfranco
    > Sono perfettamente d'accordo con te quando
    > affermi:
    > "Finiamola con queste testate che dicono
    > tutto e il contrario di tutto e non vengono
    > controllate e non si sa chi e' chi scrive
    > chi stampa chi ci campa e chi produce.
    > W LA LEGGE"
    >
    > Troppa gente crede una notizia sia vera solo
    > per il fatto che l'ha trovata su un sito
    > Internet qualsiasi.
    >


    Certo, allora LO STATO deve tutelare codesti individui, vero?

    MA PER FAVORE. Mio dio quanto LIMITATO sei. Questo si che è essere comunisti! Bah
    non+autenticato
  • ...eliminare questa legge no?

    (sta facendo solo danni)
    non+autenticato
  • Alla faccia della Berlusconiana superiorita' della civilta' occidentale dove a suo dire esiste la liberta' di informazione , cioe' dove lui puo' avere giornali, reti televisive ecc. mentre chi fa un giornalino scolastico o un giornale on-line viene blindato dalla Digos .....
    Comunque il colpevole e' chi lo ha votato, non lui ...auguri italiani (io sono emigrato)
    non+autenticato
  • Ma cosa stai dicendo, questa è una legge che è stata fatta dal governo precedente.

    Naturalmente anche questo governo ha le sue colpe perchè non ancora ha abolito questa legge.

    - Scritto da: Daniele
    > Alla faccia della Berlusconiana superiorita'
    > della civilta' occidentale dove a suo dire
    > esiste la liberta' di informazione , cioe'
    > dove lui puo' avere giornali, reti
    > televisive ecc. mentre chi fa un giornalino
    > scolastico o un giornale on-line viene
    > blindato dalla Digos .....
    > Comunque il colpevole e' chi lo ha votato,
    > non lui ...auguri italiani (io sono
    > emigrato)
    non+autenticato
  • Questa legge e' stata votata da ex maggioranza ed ex opposizione.
    E' stata scritta sotto dettatura della lobby degli editori...
    Comunque, se qualcuno la vuole far applicare....buona fortuna: internet non si puo' fermare...
    non+autenticato
  • Kasomai nn te ne fossi akkorto kuesta legge e' uno
    degli ultimi atti del precedente parlamento (la p
    minuskola e' d'obbligo).
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)