Sempre più Sun nelle scuole italiane

Nuovo accordo a tutto campo tra il MIUR, il ministero dell'Istruzione, e Sun Microsystems: oltre a StarOffice sui PC degli studenti il Java Desktop System

Roma - Si piacciono Sun Microsystems e Ministero dell'Istruzione e della Ricerca, il MIUR, si piacciono al punto che non solo hanno rinnovato l'intesa per portare StarOffice nelle scuole ma hanno anche adottato una serie di nuovi accordi. Al centro l'open source.

Le intese prevedono, come già annunciato di recente, l'acquisizione da parte del Ministero (direzione generale dei sistemi informativi) del Sun Java Desktop System, un ambiente tutto open source pensato per girare sui sistemi già utilizzati dalle scuole. Un'acquisizione che, stando ad una nota di Sun, è avvenuta "a condizioni significativamente vantaggiose".

Tutto questo non rappresenta una sorpresa. Sono ormai circa 3mila gli istituti italiani che si sono dotati di StarOffice, questa volta gratuitamente, e il nuovo Desktop basato su Linux comprende, oltre a StarOffice 7, la piattaforma Java 2 Standard Edition (J2SE) e il "mozillone", il browser Mozilla con gestione email e instant messaging.
Secondo Alessandro Musumeci, direttore generale dei sistemi informativi del MIUR, l'accordo rappresenta la volontà di "garantire alle istituzioni scolastiche la libertà di scelta anche in campo tecnologico e informatico e quella di permettere a studenti e docenti di scoprire strumenti aperti e alternativi a quelli tradizionali. Sun Microsystems garantisce alternative basate su software Open Source di eccellente livello che hanno già conquistato la fiducia di molti".

La convenzione inoltre prevede una riduzione del 50% rispetto al prezzo di listino sul costo di ogni postazione e l'accesso ai corsi di formazione on line della Sun Academic Iniziative. "In questo modo - recita la nota diffusa da Sun - con poco meno di 23 euro, le scuole italiane potranno acquisire un ambiente desktop che è fra le più valide alternative presenti sul mercato ai sistemi tradizionali".
TAG: mercato
12 Commenti alla Notizia Sempre più Sun nelle scuole italiane
Ordina
  • perchè star office e non open office. Certo che i soldi i ministri non li cacciano fuori di tasca loro, ma devono SEMPRE fare gli interessi di aziende estere? O (come al solito) sono circondati, oltre ad esserlo, di persone ignoranti nel settore informatico.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > perchè star office e non open office.
    > Certo che i soldi i ministri non li
    > cacciano fuori di tasca loro, ma devono
    > SEMPRE fare gli interessi di aziende estere?
    > O (come al solito) sono circondati, oltre ad
    > esserlo, di persone ignoranti nel settore
    > informatico.

    Lavoro in molte scuole, tra tutte se ne salva una, le altre sono un inno all'ignoranza informatica. Quindi meglio uno star office con numero di assistenza (ed è ancora insufficiente), piuttosto che un openoffice dove l'unico supporto è on-line.
    Non solo, ti dirò che staccarli da windows è già difficile, molti non sanno neppure che esistono altri sistemi operativi.
    non+autenticato

  • > Non solo, ti dirò che staccarli da
    > windows è già difficile, molti
    > non sanno neppure che esistono altri sistemi
    > operativi.

    infatti va bene cosi: vista l'euqazione computer=windows, office, micorsoft qualunque situazione che mostri a insegnanti e studenti che ESISTONO altri ambienti non può che essere salutato con gioia

    (ho appena finito di preparare un auletta informatica per una scuola, sui PC degli alunni ho messo windows per un fattore di compatibilità prodotti, però ho installato OpenOffice su tutti e su quello dell'insegnante anche Linux, almeno può far vedere che esistono alternative, poi sta a chi li usa valutare)
    non+autenticato

  • - Scritto da: ishitawa
    >
    >
    > (ho appena finito di preparare un auletta
    > informatica per una scuola, sui PC degli
    > alunni ho messo windows per un fattore di
    > compatibilità prodotti, però
    > ho installato OpenOffice su tutti e su
    > quello dell'insegnante anche Linux, almeno
    > può far vedere che esistono
    > alternative, poi sta a chi li usa valutare)

    spero che te l'abbiano chiesto loro, anche perchè queste cose non puoi farle di testa tua, ...a meno che non vuoi far parte anche tu della grande schiera italiana dei disoccupati informatici
    non+autenticato
  • Anonimo wrote:
    > spero che te l'abbiano chiesto loro [...]

    -_-''

    Visto ke non hai la piu' pallida idea di come funzionano le cose nella scuola (= visto ke nessuno sa qualcosa di computer, il tecnico e' un dio... a prescindere dalle reali competenze e dalla parcella ke si fa pagare) ti conviene evitare commenti senza ne' capo ne' coda.

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > perchè star office e non open
    > office.
    > > Certo che i soldi i ministri non li
    > > cacciano fuori di tasca loro, ma devono
    > > SEMPRE fare gli interessi di aziende
    > estere?
    > > O (come al solito) sono circondati,
    > oltre ad
    > > esserlo, di persone ignoranti nel
    > settore
    > > informatico.
    >
    > Lavoro in molte scuole, tra tutte se ne
    > salva una, le altre sono un inno
    > all'ignoranza informatica. Quindi meglio uno
    > star office con numero di assistenza (ed
    > è ancora insufficiente), piuttosto
    > che un openoffice dove l'unico supporto
    > è on-line.
    > Non solo, ti dirò che staccarli da
    > windows è già difficile, molti
    > non sanno neppure che esistono altri sistemi
    > operativi.

    Mi spieghi che razza di assistenza hanno bisogno
    OpenOffice e StarOffice o lo stesso Office?
    L'unica assistenza di cui potrebbero avere
    riguarda i conflitti di installazione: ma quelli generalmente
    non sono in grado di risolverteli, se non consigliandoti
    di spianare tutto e reinstallare. In tal caso spulciando
    su Google magari viene fuori che installando la Service
    Pack XX, va in conflitto con il registro ZZ, etc.

    Quanto all'uso, la maggior parte degli utenti,
    usa Office o OpenOffice come userebbe una
    macchina per scrivere... (tonnellate di spazi al posto
    delle tabulazioni), per scrivere la letterina (tonnellate
    di carta inutile, quando un'email in formato "testo"
    sarebbe piu' che sufficiente.
    non+autenticato
  • > Quanto all'uso, la maggior parte degli
    > utenti,
    > usa Office o OpenOffice come userebbe una
    > macchina per scrivere... (tonnellate di
    > spazi al posto
    > delle tabulazioni), per scrivere la
    > letterina (tonnellate
    > di carta inutile, quando un'email in formato
    > "testo"
    > sarebbe piu' che sufficiente.

    A proposito delle tonnellate di carta inutile, hai dimenticato di dire che l'e-mail viene stampata per leggerla...
    non+autenticato
  • Anonimo wrote:
    > Mi spieghi che razza di assistenza hanno bisogno
    > OpenOffice e StarOffice o lo stesso Office?

    Hai presente la leggenda metropolitana del portabicchieri e del PC ke non s'e' misteriosamente "rotto" in corrispondenza d'un balckout?
    Ecco: non sono leggende metropolitane.

    A me e' capitata un'insegnante della primaria alla quale non funzionava la stampante nonostante avesse messo la cartuccia.
    Effettivamente lei aveva aperto il vano del carrello, fatto canestro con la cartuccia e quindi rikiuso il tutto.

    Causa ufficiale del guato: "E' stato il bambino!"
    Peccato ke il pargoletto avesse 2 anni e ke la stampante fosse ad 1.2-1.5 m d'altezza......

  • - Scritto da: Anonimo

    > Lavoro in molte scuole, tra tutte se ne
    > salva una, le altre sono un inno
    > all'ignoranza informatica.

    Drammaticamente vero. Incaxxatura di ieri: la segreteria della scuola mi chiama per chiarimenti, perchè gli insegnanti delle medie si sono lamentati di non poter usare le macchine del laboratorio da quando c'è Linux installato.
    Faccio notare che:
    1) nel lab. tutti i pc hanno installato Win XP Home
    2) all'accensione compare regolare logo. Se si sa leggere non dovrebbe essere difficile sincerarsi della mia affermazione (p.s: tutte lic. regolari, con tanto di etichetta appiccicata al case)
    3) i problemi dei prof _forse_ sono legati alla presenza di openoffice: faccio presente che ho fornito ai suddetti insegnanti cd con tale sw per l'installazione sui propri pc casalinghi, che a settembre ho svolto 12 ore di formazione sempre per i suddetti prof, che tutti i lunedì sono presente a scuola per _ogni_ sorta di problema e che, infine, su ogni pc c'è un'etichetta con il mio numero di telefono.
    4) Suggerisco di reperire i seguenti fondi: moltiplicando $costo_licenza_office per n° 20 pc ottengo $costo_ complessivo da spendere per permettere a quei lobotomizzati di poter scrivere le letterine sul pc.

    Sto aspettando risposte.

    Per lunedì prossimo l'amministratore mi ha convocato, che ne pensate, sarà per un aumento o per licenziarmi?

    ciao
    fb
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Lavoro in molte scuole, tra tutte se ne
    > > salva una, le altre sono un inno
    > > all'ignoranza informatica.
    >
    > Drammaticamente vero. Incaxxatura di ieri:
    > la segreteria della scuola mi chiama per
    > chiarimenti, perchè gli insegnanti
    > delle medie si sono lamentati di non poter
    > usare le macchine del laboratorio da quando
    > c'è Linux installato.
    > Faccio notare che:
    > 1) nel lab. tutti i pc hanno installato Win
    > XP Home
    > 2) all'accensione compare regolare logo. Se
    > si sa leggere non dovrebbe essere difficile
    > sincerarsi della mia affermazione (p.s:
    > tutte lic. regolari, con tanto di etichetta
    > appiccicata al case)
    > 3) i problemi dei prof _forse_ sono legati
    > alla presenza di openoffice: faccio
    > presente che ho fornito ai suddetti
    > insegnanti cd con tale sw per
    > l'installazione sui propri pc casalinghi,
    > che a settembre ho svolto 12 ore di
    > formazione sempre per i suddetti prof, che
    > tutti i lunedì sono presente a scuola
    > per _ogni_ sorta di problema e che, infine,
    > su ogni pc c'è un'etichetta con il
    > mio numero di telefono.
    > 4) Suggerisco di reperire i seguenti fondi:
    > moltiplicando $costo_licenza_office per n°
    > 20 pc ottengo $costo_ complessivo da
    > spendere per permettere a quei lobotomizzati
    > di poter scrivere le letterine sul pc.
    >
    > Sto aspettando risposte.
    >
    > Per lunedì prossimo l'amministratore
    > mi ha convocato, che ne pensate, sarà
    > per un aumento o per licenziarmi?
    >
    > ciao
    > fb
    L'ignoranza non ha confini e secondo me sarà per acquistare OFFICE, ma ne risulterà che non saranno capaci lo stesso e che avranno speso mooooolti soldi dei contribuenti.
    Saluti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > > Lavoro in molte scuole, tra tutte
    > se ne
    > > > salva una, le altre sono un inno
    > > > all'ignoranza informatica.
    > >
    > > Drammaticamente vero. Incaxxatura di
    > ieri:
    > > la segreteria della scuola mi chiama per
    > > chiarimenti, perchè gli
    > insegnanti
    > > delle medie si sono lamentati di non
    > poter
    > > usare le macchine del laboratorio da
    > quando
    > > c'è Linux installato.
    > > Faccio notare che:
    > > 1) nel lab. tutti i pc hanno installato
    > Win
    > > XP Home
    > > 2) all'accensione compare regolare
    > logo. Se
    > > si sa leggere non dovrebbe essere
    > difficile
    > > sincerarsi della mia affermazione (p.s:
    > > tutte lic. regolari, con tanto di
    > etichetta
    > > appiccicata al case)
    > > 3) i problemi dei prof _forse_ sono
    > legati
    > > alla presenza di openoffice: faccio
    > > presente che ho fornito ai suddetti
    > > insegnanti cd con tale sw per
    > > l'installazione sui propri pc
    > casalinghi,
    > > che a settembre ho svolto 12 ore di
    > > formazione sempre per i suddetti prof,
    > che
    > > tutti i lunedì sono presente a
    > scuola
    > > per _ogni_ sorta di problema e che,
    > infine,
    > > su ogni pc c'è un'etichetta con
    > il
    > > mio numero di telefono.
    > > 4) Suggerisco di reperire i seguenti
    > fondi:
    > > moltiplicando $costo_licenza_office per
    > n°
    > > 20 pc ottengo $costo_ complessivo da
    > > spendere per permettere a quei
    > lobotomizzati
    > > di poter scrivere le letterine sul pc.

    per non parlare di quelli che mettono tutti i file
    nel desktop (centinaia di icone)...
    oppure usano ancora i floppy per
    passarsi i documenti, quando hanno LAN a gigabit,
    hard disk ultra veloci, etc...
    O quelli che da in uno stesso ufficio con due
    PC sulla stessa LAN per passarsi un file,
    se lo spediscono via mail, passando dal provider
    esterno (che magari non e' neppure in flat ma in dialup...: e io pago!).

    > >
    > > Sto aspettando risposte.
    > >
    > > Per lunedì prossimo
    > l'amministratore
    > > mi ha convocato, che ne pensate,
    > sarà
    > > per un aumento o per licenziarmi?
    > >
    > > ciao
    > > fb
    > L'ignoranza non ha confini e secondo me
    > sarà per acquistare OFFICE, ma ne
    > risulterà che non saranno capaci lo
    > stesso e che avranno speso mooooolti soldi
    > dei contribuenti.
    > Saluti

    Per non parlare di quelli che non vogliono OpenOffice,
    perche' impagina male: una riga anziche' essere in una
    pagina e' nella successiva. Faccio notare che
    anche Office stesso impagina male...: due installazioni
    di Office 2000 su due macchine diverse, producono
    stampe diverse...
    La cosa incredibile e' poi la quantita' di cazzate
    che stampano in Office, che non valgono neanche
    la carta e nemmeno i bit necessari per immagazzinarli...
    non+autenticato
  • Moratti 1 Gasparri 0.

    Ma i ministri si parlano mai tra loro? Linee comuni = 0.
    non+autenticato