Anche l'Italia nel mega radiotelescopio

Grazie alle connessioni ultraveloci del GARR si realizza con altri 18 radiotelescopi un'antenna virtuale grande quanto l'Europa

Bologna - Un radiotelescopio più grande dell'Europa è l'obiettivo del progetto EVN (European VLBI Network) a cui sarà agganciata anche la parabola da 32 metri di Medicina nei pressi di Bologna che, grazie ad un collegamento ad altissima velocità fornito dalla rete GARR-G, sarà presto in continuo contatto con altri radiotelescopi europei.

L'EVN è una rete voluta dal Consorzio Europeo per il VLBI (Very Long Baseline Interferometry) che vede la collaborazione di 18 tra i più importanti e sensibili radiotelescopi presenti in Europa, Asia e Sud Africa ed il cui lavoro di squadra è equivalente ad un radiotelescopio più grande dell'intera Europa.

Per funzionare l'EVN deve combinare osservazioni ad alta definizione di sorgenti radio e permettere di ottenere immagini con una risoluzione pari a quella di un ipotetico radiotelescopio grande quanto la massima distanza tra gli Osservatori. Da qui la necessità di collegamenti ad altissima velocità che, per la struttura di Medicina, è messa a disposizione dalla Regione Emilia Romagna che si occuparà del collegamento della struttura con il PoP GARR (Gruppo per l'Armonizzazione delle Reti della Ricerca) di Bologna.
L'utilizzo di una rete ad alta velocità permette di combinare nello stesso millesimo di secondo le osservazioni effettuate dai diversi radiotelescopi in immagini con uguale risoluzione che altrimenti potrebbero essere realizzate solo da un radiotelescopio con un diametro pari alla massima distanza tra le antenne.

La partecipazione dell'Italia al progetto EVN è possibile grazie alla dorsale GARR-G entrata in funzione nello scorso maggio, che permette di raggiungere velocità di 10 Gb/sec.

Oltre al sito di Medicina, in Italia esistono altri due siti di rilevanza internazionale per la radioastronomia, che però non ancora collegati alla rete GARR-G: la Stazione VLBI di Noto, in provincia di Siracusa, e il Sardinia Radio Telescope di San Basilio, vicino Cagliari.
TAG: italia
8 Commenti alla Notizia Anche l'Italia nel mega radiotelescopio
Ordina
  • «La partecipazione dell'Italia al progetto EVN è possibile grazie alla dorsale GARR-G entrata in funzione nello scorso maggio, che permette di raggiungere velocità di 10 GB/sec. »

    Si tratta di 10 gigabit al sec, quindi 10 Gb/sec

    scritto in maiuscolo si confonde con 10 Gbyte al sec, che sono pari a 80 Gbit/s
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > «La partecipazione dell'Italia al progetto
    > EVN è possibile grazie alla dorsale
    > GARR-G entrata in funzione nello scorso
    > maggio, che permette di raggiungere
    > velocità di 10 GB/sec. »
    >
    > Si tratta di 10 gigabit al sec, quindi 10
    > Gb/sec
    >
    > scritto in maiuscolo si confonde con 10
    > Gbyte al sec, che sono pari a 80 Gbit/s

    per conferma, vedere comunicato del GARR

    "E' la prima volta nella storia del Networking" ha dichiarato il prof. Enzo Valente, Direttore del Progetto GARR-B" che, l'Europa dispone di una infrastruttura di trasmissione dati per l'Università e la Ricerca con una dorsale a 10Gb/s, di capacità quattro volte superiore alla rete Internet2 delle Università Americane".
    http://www.garr.it/docs/garr-pr-021.shtml
    non+autenticato
  • > "E' la prima volta nella storia del
    > Networking" ha dichiarato il prof. Enzo
    > Valente, Direttore del Progetto GARR-B" che,
    > l'Europa dispone di una infrastruttura di
    > trasmissione dati per l'Università e
    > la Ricerca con una dorsale a 10Gb/s, di
    > capacità quattro volte superiore alla
    > rete Internet2 delle Università
    > Americane".

    Che io sappia la dorsale di Internet 2 è a 10Gb/s:
    http://abilene.internet2.edu/
    Ma è un po' di tempo che i ricercatori italiani continuano a ripetere "noi ce lo abbiamo più grosso", tipico atteggiamento di chi soffre di complessi di inferiorità, tanto da farmi smettere di leggere certe riviste scientifiche, perché, come diceva mia nonna, "chi si loda (troppo) si imbroda".

  • - Scritto da: ldsandon
    > > "E' la prima volta nella storia del
    > > Networking" ha dichiarato il prof. Enzo
    > > Valente, Direttore del Progetto GARR-B"
    > che,
    > > l'Europa dispone di una infrastruttura
    > di
    > > trasmissione dati per
    > l'Università e
    > > la Ricerca con una dorsale a 10Gb/s, di
    > > capacità quattro volte superiore
    > alla
    > > rete Internet2 delle Università
    > > Americane".
    >
    > Che io sappia la dorsale di Internet 2
    > è a 10Gb/s:
    > abilene.internet2.edu /
    > Ma è un po' di tempo che i
    > ricercatori italiani continuano a ripetere
    > "noi ce lo abbiamo più grosso",
    > tipico atteggiamento di chi soffre di
    > complessi di inferiorità, tanto da
    > farmi smettere di leggere certe riviste
    > scientifiche, perché, come diceva mia
    > nonna, "chi si loda (troppo) si imbroda".


    Che latenze medie hanno tali reti?

    Cioè 10 Gb/s con un ping da 200ms precludono un set considerevole di applicazioni altamente distribuite.
    non+autenticato
  • > Che latenze medie hanno tali reti?

    Andare a vedere i link no, eh?

    http://abilene.internet2.edu/ami/owamp_status.cgi/...

    > Cioè 10 Gb/s con un ping da 200ms
    > precludono un set considerevole di
    > applicazioni altamente distribuite.

    E sì, giocare a Quake con certe latenze...
    :D
  • E nel mentre nel resto d'Italia, molti continuano ad agognare una banale ADSL...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > E nel mentre nel resto d'Italia, molti
    > continuano ad agognare una banale ADSL...

    Senti, non è per essere cattivo, lo so che è frustrante la situazione di chi non è coperto e vorrebbe esserlo... però non è possibile che ormai qualsiasi notizia che esce su Italia && tecnologia: eh si ma l'adsl...

    E che se adesso un italiano inventa il teletrasporto, stiamo ancora qui a lamentarci, è un po OT non trovi?
    non+autenticato
  • > > E nel mentre nel resto d'Italia, molti
    > > continuano ad agognare una banale
    > ADSL...
    >
    > Senti, non è per essere cattivo, lo
    > so che è frustrante la situazione di
    > chi non è coperto e vorrebbe
    > esserlo... però non è
    > possibile che ormai qualsiasi notizia che
    > esce su Italia && tecnologia: eh si ma
    > l'adsl...
    >
    La rete Garr e' riservata a universita' ed enti di ricerca. Anche la societa' autostrade ha la sua megadorsale privata. Cosa c'entra il privato cittadino e l'adsl in tutto cio'?
    non+autenticato