La prima fantalegge americana

La Camera dei Rappresentanti di Washington approva una norma che affida all'Aviazione civile il controllo sui voli commerciali nello spazio. Ripley e Kirk già pronti a partire

Washington (USA) - Una legge molto concreta per un obiettivo che di concreto ha ancora poco è stata approvata dalla Camera dei Rappresentanti, una normativa che punta a regolamentare il traffico dei voli spaziali commerciali.

Con l'intenzione evidente di anticipare i tempi di un futuro fatto di navette private capaci di superare i confini più elevati della stratosfera, la nuova normativa intende assegnare alla Federal Aviation Administration, ossia all'ente di gestione del volo civile, le competenze per i voli nello spazio commerciali. E disegnare un quadro di diritti e doveri per viaggiatori dello spazio e compagnie specializzate.

La nuova legislazione si deve, evidentemente, alla moltiplicazione delle imprese che si vogliono gettare nel business, soprattutto turistico, dei voli "oltreconfine". Da Richard Branson (Virgin) a Jeff Bezos (Amazon), negli USA ci si sta attrezzando per questo genere di attività. E sono diverse le imprese giapponesi che ci pensano ormai da anni.
RipleyIl volo turistico spaziale è per il momento un fenomeno tecnologico, con i lanci riusciti dei primi prototipi di navetta, ma è soprattutto un argomento caldo di conversazione. Le prenotazioni per i primi lanci sono già esaurite. E tra i tanti in fila per salire molto più in alto di un aereo tradizionale ci sono anche personaggi del cinema fantascientifico, da William Shatner (il "capitano Kirk" di Star Trek) a Sigourney Weaver (la "Ripley" della serie Alien). Sono pronti a sborsare più di 200mila dollari per la sola prenotazione e il loro interessamento naturalmente gonfia lo spessore mediatico dell'insieme.

Va detto però che al Senato la normativa approvata dalla Camera potrebbe essere modificata. I parlamentari infatti sono divisi sulla quantità di tutele che lo Stato dovrebbe garantire ai turisti spaziali.

Secondo uno degli oppositori della legge "dopo essere stata informata dei rischi, la gente dovrebbe poter decidere se acquistare un biglietto e soddisfare il sogno di una vita del volare nello spazio pur sapendo che è un proposito rischioso". Insomma, viene detto, lo Stato non dovrebbe sobbarcarsi rischi o responsabilità per le azioni di un manipolo di imprudenti visionari.
TAG: mondo
22 Commenti alla Notizia La prima fantalegge americana
Ordina
  • Non era meglio Star Trek, semmai?
    Siete peggio di Panorama che mette donne nude in copertina per fare fatturato!!!!!!!!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Non era meglio Star Trek, semmai?
    > Siete peggio di Panorama che mette donne
    > nude in copertina per fare fatturato!!!!!!!!

    Era comandante di una spedizione commerciale.
    Non è nuda.

    Altro di insensato da dire?
    non+autenticato
  • A questo punto mi aspetto una legge che dichiari fuorilegge le mosche, l'utilità è identica... a nulla serve questa ed a nulla serve l'altra...

    Mitico...
    Finirà come in PlanetES

    Ma stiamo scherzando?
    Attualmente vettori capaci di fare di questi viaggi li ha solo la NASA, la Cina, la Russia e l'ESA e già parlano di voli spaziali?
    Parliamo del fatto che in certi posti ancora non arriva il telefono, la corrente elettrica, l'acqua potabile...
    Avete presente il costo del carburante e dei componenti 'one shot' (non riutilizzabili) da usare per ogni volo ?
    E il possibile prezzo di un biglietto ?
    Almeno chi prende un aereo lo fa per andare da un posto ad un altro, chi prende una navetta lo fa per... cosa ?
    Mr.Bush, caro governo americano... anzichè preoccuparvi di queste cose "avveneristiche" perchè non pensate alla vostra moneta, l'euro è quotato quasi 1.33 dollari da 0.70 di un paio d'annetti fa...

    Perchè non vi preoccupate del fatto che non esiste l'assistenza medica gratuita nel vostro paese ?
    Perchè non vi preoccupate della concussione endemica che dilaga nel vostro sistema politico ?
    Perchè non vi preoccupate delle vostre fabbriche che chiudono ?
    Perchè non vi preoccupate delle guerre che avete scatenato e non volete fermare ?
    Perchè non vi preoccupare delle guerre che continuate a sostenere sottobanco per evitare problemi in sudamerica ?

    Prima che i voli spaziali diventino una realtà ci vorrà almeno una trentina d'anni (e strutture nuove... gli Shuttle vanno ancora con gli 8086); non esiste una base spaziale orbitante non militare e, anche se ci fosse, penso che solo un centinaio di persone potrebbero permettersi di andarci.
    Inoltre forse proprio per lo spazio credo che le leggi nazionali siano inutili in quanto solo un organizzazione extranazionale (l'ONU?) ha diritto di assegnare e regolare quanto ha a che fare con lo spazio (con l'eccezione forse dei satelliti geostazionari).
    non+autenticato
  • Proposto da ripley, alien a parte, fa proprio schifo viaggiare su quelle carrette semibuie del film.
    E poi... chi strizzaSorpresa

    Anche kirk non fa una vita di tutto riposo, se la realta' fosse quella sarebbe gia' morto un centinaio di volte.Perplesso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Proposto da ripley, alien a parte, fa
    > proprio schifo viaggiare su quelle carrette
    > semibuie del film.

    Ma che pretendi?
    La Nostromo era un cargo, se non ricordo male trasporti minerari, mica una astronave da crociera di lusso.
  • - Scritto da: Fulmy(nato)
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Proposto da ripley, alien a parte, fa
    > > proprio schifo viaggiare su quelle
    > carrette
    > > semibuie del film.
    >
    > Ma che pretendi?
    > La Nostromo era un cargo, se non ricordo
    > male trasporti minerari, mica una astronave
    > da crociera di lusso.

    ... e la Sulacco era una astronave da guerra. Per non parlare delle navette di cui era dotata che non sembravano certo il massimo del comfort.
    non+autenticato
  • > - Scritto da: Anonimo
    > > Proposto da ripley, alien a parte, fa
    > > proprio schifo viaggiare su quelle
    > carrette
    > > semibuie del film.
    >
    > Ma che pretendi?
    > La Nostromo era un cargo, se non ricordo
    > male trasporti minerari, mica una astronave
    > da crociera di lusso.

    Insomma i camionisti faranno sempre una vita di cacca?A bocca aperta
    non+autenticato
  • che personaggio preferite?
    per me RipleySorride
    voglio andarci anch'iiiiiiiooooooooo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > che personaggio preferite?
    > per me RipleySorride

    Anch' io ho amato molto il personaggio di Ripley nella serie di Alien. Peccato che mi sono andato a vedere "Alien Versus Predator" lunedì scorso e me ne sono pentito amaramente. Raul Bova non c'entrava niente in questo film, ne tantomeno la sua inespressiva partner.

    > voglio andarci anch'iiiiiiiooooooooo

    Quando costerà una cifra decente una passeggiata me la farei pure io, ma probabilmente sarò già vecchio...

    TAD
  • Ironia fuori posto a parte...
    Sono circa vent'anni che gli operatori negli Stati Uniti chiedono una regolamentazione in questa direzione. E' stato uno dei piu' grossi ostacoli per lo sviluppo dell'industria spaziale commerciale, ed uno dei maggiori guadagni per l'Europa spaziale.


    Perisher!
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)