Grande retata contro il pedoporno sul P2P

Sono migliaia le persone coinvolte e decine gli arrestati in 65 diversi paesi, tutti con l'accusa di aver fruito, prodotto, diffuso immagini di pornografia infantile. Inchiesta della Procura di Venezia sul P2P

Venezia - C'è la sensazione di aver dato un segnale di enorme importanza nella città lagunare all'indomani dell'annuncio di una operazione internazionale contro la pornografia infantile, indagine che per ampiezza e caratteristiche non ha precedenti.

L'operazione Canalgrande, condotta dalla Polizia Postale e coordinata dalla Procura di Venezia, ha portato a denunce, sequestri ed arresti in 65 diversi paesi del mondo. Le polizie internazionali, in collaborazione con Interpol ed Europol, hanno effettuato blitz in quasi tutti i paesi europei, ma indagini sono state condotte anche in America, Asia, Africa ed Oceania.

Stando a quanto riferito in una conferenza stampa con cui ieri è stata presentata l'operazione coordinata dal sostituto procuratore veneziano Maria Rosaria Micucci, i blitz nei diversi paesi e in Italia sono stati effettuati a partire dalle prime ore di ieri mattina e sono proseguiti per l'intera giornata. Solo in Italia sono stati coinvolti almeno 400 uomini delle forze dell'ordine, che a fine giornata avevano effettuato cento perquisizioni su tutto il territorio nazionale e quattro arresti. Sequestrate anche grandi quantità di materiale informatico, da computer a supporti ottici, che contenevano il materiale illegale.
Di interesse segnalare come l'indagine che ha portato all'individuazione delle migliaia di persone che risultano coinvolte nell'inchiesta sia nata dall'intercettazione di un giro di pornografia infantile sulle reti del peer-to-peer.

La Polizia Postale di Venezia, infatti, nel dicembre del 2003 era riuscita ad inserirsi in un giro di sharing di materiale illegale che avveniva attraverso uno dei più celebri software di condivisione. In pochi giorni, hanno spiegato gli agenti, sono state individuate migliaia di immagini e video pedopornografici, che hanno per protagonisti persino neonati e bambini fino a 10 anni. Come sempre accaduto nelle inchieste di questo tipo, anche in questa occasione gli abusi rilevati sono stati compiuti su bimbi di molti diversi paesi, che gli autori del materiale hanno coinvolto in attività sessuali tra di loro o con adulti.

Stando a quanto rilevato dalla Polizia Postale, la richiesta per questo genere di contenuti è elevatissima, cosa che ha consentito di individuare moltissimi fruitori di queste immagini sparsi appunto sui cinque continenti. Stando a quanto reso noto, in Italia tra gli indagati anche un pugno di minori che in forza della giovane età non saranno perseguiti.

Secondo gli inquirenti, l'operazione di ieri è parte di una "articolata strategia di contrasto al fenomeno della diffusione per via telematica della pornografia minorile sviluppatasi per oltre un anno in uno dei servizi più conosciuti della rete". "Fra gli indagati - è stato detto - oltre a soggetti già coinvolti in indagini su reati sessuali nei confronti di minori o in tema di pornografia minorile, anche liberi professionisti, pubblici dipendenti, studenti nonché persone impegnate in attività a diretto contatto con ambienti giovanili, cioè proprio coloro che dovrebbero dare l'esempio sono fra quelli maggiormente coinvolti".

Non è ancora chiaro quanta parte degli arrestati e degli indagati sia ritenuta coinvolta direttamente nella produzione delle immagini.

Va detto, infine, che l'indagine non si ferma qui. Gli inquirenti sono stati infatti molto chiari sul fatto che quanto emerso in questa indagine ha dato la stura ad una serie di ulteriori attività investigative che proseguiranno nei prossimi mesi. Un annuncio che vuole suonare come un avvertimento verso chi fruisce di questo materiale, talvolta acquistandolo e dando così maggiore impulso alla criminalità che produce film e fotografie pedopornografiche.

Ieri anche in Spagna si è assistito ad una imponente operazione contro il traffico pedopornografico via Internet. La polizia di Madrid ha arrestato quasi 90 persone e sequestrato moltissimo materiale informatico, compresi migliaia tra DVD e CD che contenevano i prodotti illegali.
TAG: italia
538 Commenti alla Notizia Grande retata contro il pedoporno sul P2P
Ordina
  • non c'entrera' niente, ma io penso che molte persone proteggano piu' del dovuto i propri figli.
    oggi sono andato ad arbitrare una partita di esordienti, tutto sommato abbastanza tranquilla, alla fine della partita dal mio spogliatoio sentivo i bambini di una squadra cantare : "arbitro di merda, arbitro di merda". l'hanno fatto per 10 minuti (presumo che lo facciano tutte le partite). quando sono uscito c'erano gli allenatori e i genitori che se la ridevano.
    ma cosa insegnate ai vostri figli?
    prima di puntare il dito contro qualcuno, guardate in casa vostra!
    se si andra' avanti di questo passo il bambino avra' la facolta' di denunciare il padre perche' gli ha dato una sberla.
    diritti, diritti, e ancora diritti. ma il dovere di avere rispetto delle persone loro non ce l'hanno?
    uno fa l' arbitro per far si' che i ragazzi si divertano, sia piccoli che grandi, e la gente ripaga la gentilezza in questo modo.
    ma per 16 euro a partita, ne vale la pena? conviene fare del bene alla gente?
    forse non sara' il luogo adatto per questo sfogo, ma voglio che mi rispondiate, specialmente qualche genitore
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > non c'entrera' niente, ma io penso che molte
    > persone proteggano piu' del dovuto i propri
    > figli.
    > oggi sono andato ad arbitrare una partita di
    > esordienti, tutto sommato abbastanza
    > tranquilla, alla fine della partita dal mio
    > spogliatoio sentivo i bambini di una squadra
    > cantare : "arbitro di merda, arbitro di
    > merda". l'hanno fatto per 10 minuti (presumo
    > che lo facciano tutte le partite). quando
    > sono uscito c'erano gli allenatori e i
    > genitori che se la ridevano.
    > ma cosa insegnate ai vostri figli?
    > prima di puntare il dito contro qualcuno,
    > guardate in casa vostra!
    > se si andra' avanti di questo passo il
    > bambino avra' la facolta' di denunciare il
    > padre perche' gli ha dato una sberla.
    > diritti, diritti, e ancora diritti. ma il
    > dovere di avere rispetto delle persone loro
    > non ce l'hanno?
    > uno fa l' arbitro per far si' che i ragazzi
    > si divertano, sia piccoli che grandi, e la
    > gente ripaga la gentilezza in questo modo.
    > ma per 16 euro a partita, ne vale la pena?
    > conviene fare del bene alla gente?
    > forse non sara' il luogo adatto per questo
    > sfogo, ma voglio che mi rispondiate,
    > specialmente qualche genitore

    Al giorno d'oggi c'è un'isteria generale sulla sicurezza e in particolare sulla protezione dei bambini.
    I bambini di oggi sono quasi conservati sotto una campana di vetro, con un uso sproporzionato di antibiotici e disinfettanti (che causa non pochi problemi di sanità pubblica) e vengono quasi costantemente tenuti chiusi in casa.
    La vita di un bambino si svolge quasi completamente casa-scuola ed eventualmente centro sportivo (ma solo se accompagnato dai genitori). Di bambini liberi di andare un po' dove gli pare e di giocare nei prati o nei boschi (come si poteva ancora fare quando ero bambino io, anche se già allora trovare un posto verde era difficile), ce ne sono pochi.
    Inoltre quest'iper protezionismo si è esteso anche a tutto il sistema scolastico (e pure quello legale), con il divieto di punire (attenzione, non parlo di punizioni corporali) che lascia il bambino con un senso di completa impunità, che lo portano a insultare gli adulti o a commettere atti di vandalismo vario ("tanto non possono farmi nulla, sono minorenne").

    Non so dove ci ritroveremo tra 20 anni, ma se si continua così non la vedo per niente bene.
    non+autenticato
  • http://www.mytech.it/news/articolo/idA006013010817...

    In Spagna la polizia ha arrestato 90 persone, tra le quali 21 minorenni,:|
    non+autenticato

  • Il bello che lo posti in una notizia di PI che dice:A bocca aperta:D:D

    eri anche in Spagna si è assistito ad una imponente operazione contro il traffico pedopornografico via Internet. La polizia di Madrid ha arrestato quasi 90 persone e sequestrato moltissimo materiale informatico, compresi migliaia tra DVD e CD che contenevano i prodotti illegali.
    non+autenticato
  • scusate la domanda ot, ma ho letto il messaggio di una donna che vorrebbe palpare i ragazzini... diceva per scherzo o esistono anche le donne pedofile?

    grazie per la risposta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > scusate la domanda ot, ma ho letto il
    > messaggio di una donna che vorrebbe palpare
    > i ragazzini... diceva per scherzo o esistono
    > anche le donne pedofile?
    >
    > grazie per la risposta

    Si perchè ?
    Ci sono stati dei precedenti, cerca su
    http://news.google.it
    non+autenticato
  • era solo una curiosità, dato che non ne avevo mai sentito parlare.
    grazie della risposta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > era solo una curiosità, dato che non
    > ne avevo mai sentito parlare.
    > grazie della risposta

    Pensa che ci fu un caso in cui erano implicate Suore di un asilo!:|
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > era solo una curiosità, dato che
    > non
    > > ne avevo mai sentito parlare.
    > > grazie della risposta
    >
    > Pensa che ci fu un caso in cui erano
    > implicate Suore di un asilo!:|

    Io mi ricordo di una prof di matematica (zitella) che dava ripetizioni a casa sua a certi suoi allievi. Gratuitamente
    :D
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > era solo una curiosità,
    > dato che
    > > non
    > > > ne avevo mai sentito parlare.
    > > > grazie della risposta
    > >
    > > Pensa che ci fu un caso in cui erano
    > > implicate Suore di un asilo!:|
    >
    > Io mi ricordo di una prof di matematica
    > (zitella) che dava ripetizioni a casa sua a
    > certi suoi allievi. Gratuitamente
    >A bocca aperta

    E gli allievi ci andavano? E poi riuscivano a scuola?
    Significa che era sicuramente una brava maestra e che aveva a cuore l'instruzione dei suoi allievi. Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > era solo una curiosità,
    > dato che
    > > non
    > > > ne avevo mai sentito parlare.
    > > > grazie della risposta
    > >
    > > Pensa che ci fu un caso in cui erano
    > > implicate Suore di un asilo!:|
    >
    > Io mi ricordo di una prof di matematica
    > (zitella) che dava ripetizioni a casa sua a
    > certi suoi allievi. Gratuitamente
    >A bocca aperta

    Dov'è?:p
    non+autenticato
  • certo, se ricordi e' di poche settimane fa la notizia di quella maestra che insieme al bidello e ad altri produceva film pedofili in un asilo italiano.

    - Scritto da: Anonimo
    > scusate la domanda ot, ma ho letto il
    > messaggio di una donna che vorrebbe palpare
    > i ragazzini... diceva per scherzo o esistono
    > anche le donne pedofile?
    >
    > grazie per la risposta
    non+autenticato
  • arrestato perchè gestiva un sito in cui giustificava
    la legittimità dei rapporti sessuali tra adulti e minori è ancora in galera ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > arrestato perchè gestiva un sito in
    > cui giustificava
    > la legittimità dei rapporti sessuali
    > tra adulti e minori è ancora in
    > galera ?


    Era veneto, di Catania era la Polizia Postale che lo ha arrestato.

    http://www.repubblica.it/2004/c/sezioni/cronaca/ap...

    Invece di minacciare denunce sarebbe molto meglio stare attenti a cosa si scrive, l'apologia è un reato molto subdolo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > arrestato perchè gestiva un
    > sito in
    > > cui giustificava
    > > la legittimità dei rapporti
    > sessuali
    > > tra adulti e minori è ancora in
    > > galera ?
    >
    >
    > Era veneto, di Catania era la Polizia
    > Postale che lo ha arrestato.
    >
    > www.repubblica.it/2004/c/sezioni/cronaca/apol
    >
    > Invece di minacciare denunce sarebbe molto
    > meglio stare attenti a cosa si scrive,
    > l'apologia è un reato molto subdolo.

    Mentre la diffamazione non lo e', quindi e' meglio guardarsi da quella prima di tutto.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Mentre la diffamazione non lo e', quindi e'
    > meglio guardarsi da quella prima di tutto.
    >


    Per diffamare l'onore di qualcuno occorre che questo qualcuno abbia un nome per cui se vuoi sfruttare questa possibilità devi iscriverti almeno usando un nick.
    Altrimenti "ciccia"....
    Invece per finire in galera per apologia basta scrivere ( anche in forma anonima, come qualcuno sta facendo da giorni su questo forum) che i rapporti tra adulti e bambini sono perfettamente legittimi.
    Giusto per mettere in chiaro come funziona la legge.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > Mentre la diffamazione non lo e',
    > quindi e'
    > > meglio guardarsi da quella prima di
    > tutto.
    > >
    >
    >
    > Per diffamare l'onore di qualcuno occorre
    > che questo qualcuno abbia un nome per cui
    > se vuoi sfruttare questa possibilità
    > devi iscriverti almeno usando un nick.
    > Altrimenti "ciccia"....
    > Invece per finire in galera per apologia
    > basta scrivere ( anche in forma anonima,
    > come qualcuno sta facendo da giorni su
    > questo forum) che i rapporti tra adulti e
    > bambini sono perfettamente legittimi.
    > Giusto per mettere in chiaro come funziona
    > la legge.

    Ma se non si può neppure discutere della possibile leggittimità di un atto sessuale, dov'è la libertà di parola e di pensiero?
    Ti faccio notare che tantissimi tabu sono decaduti e molte cose che erano considerate oscene solamente 100 anni fa, oggi sono normali.
    E questo grazie a cosa? alla repressione e alla censura oppure alla libertà di esprimersi e di esprimersi anche su soggetti controversi e a volte pure scomodi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Ma se non si può neppure discutere
    > della possibile leggittimità di un
    > atto sessuale, dov'è la
    > libertà di parola e di pensiero?
    > Ti faccio notare che tantissimi tabu sono
    > decaduti e molte cose che erano considerate
    > oscene solamente 100 anni fa, oggi sono
    > normali.
    > E questo grazie a cosa? alla repressione e
    > alla censura oppure alla libertà di
    > esprimersi e di esprimersi anche su soggetti
    > controversi e a volte pure scomodi.


    Io ho solo segnalato che quel ragazzo di Venezia è stato arrestato solo perchè scriveva le stesse cose che si leggono da mesi su questo forum, ogni volta che viene commentata una notizia riguardante la pedofilia.
    Com'è quel proverbio ?
    Uomo avvisato....
    non+autenticato
  • dipende da cosa ha scritto.
    se diceva che adescare e stuprare bambini era giusto, mi sembra il minimo che lo abbiano preso.
    se diceva che prima di dichiarare una persona colpevole bisogna fargli un processo e che la pena di morte é sbagliata, hanno fatto male ad arrestarlo.
    se riteneva che una legge particolare fosse sbagliata portava serie motivazioni (e non sciocche giustificazioni alle sue perversioni) poteva anche averle esposte in modo corretto e legale (parlare "contro" una legge senza incitare a commettere reato è consentito in italia).
    Spero soprattutto che più che qualche anno di galera lo obblighino a curarsi
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > dipende da cosa ha scritto.


    Pedofilia culturale : si nutre di riferimenti filosofeggianti per inneggiare, anche con toni e argomentazioni soft , al libero eros tra maggiorenni e bambini (purchè consenzienti)
    non+autenticato
  • ok, grazie per la precisazione...
    pensa che non sapevo che esistesse una simile cosa.... beh se é un reato lo avranno certo condannato.
    niente per cui strapparci le vesti, credo
    non+autenticato
  • nessuno ha risposto alla domanda però, quindi rispondo io.
    Il tizio è stato scagionato perchè il fatto non costituisce reato (mi pare fosse questa lo formula), notizia di qualche tempo fa' (ascoltata su Radio1 ora non ricordo esattamente se fosse il quello il giornale radio).
    Stranamente quest' ultima notizia però ha avuto una rilevanza di diversi ordini di grandezza inferiore rispetto a quella dell' arresto.
    Scusate le eventuali imprecisioni, ma l' ho sentita per caso alla radio mentre ero in auto, se qualcuno ha riferimenti più precisi da fare magari posti, non è che la cosa mi interessi un gran chè e non mi sono premurato di approfondire.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Il tizio è stato scagionato
    > perchè il fatto non costituisce reato

    Strano perchè da come è descritto in quell'articolo il suo sito il reato sembra esserci e bello grosso.
    Strano pure che la notizia che hai dato tu non si trovi su Internet
    Di sicuro c'è che le affermazioni apologetiche inerenti la c.d. ?pedofilia?, sia quale condotta di violenza sessuale nei confronti di minori, ex art. 609bis e ss. c.p., sia come divulgazione per via telematica di materiale pornografico minorile ex art. 600ter c.p., configurano un reato penale.


    non+autenticato
  • Bisogna pur distinguere un ragionamento da una massa informe di epiteti e di scarico di rabbia. Questo è un argomento non difendibile, nessuno si sogna di elevare i crimini pedofili a crimini accettabili. Tuttavia, cosa apporta alla discussione scrivere di pena di morte, castrazione e "grida" di rabbia se non soltanto impietosi autoscatti delle nostre fobie? Sì, signori, proprio "fobie": non dobbiamo escludere, infatti, che più ci incazziamo contro la pedofilia, più dobbiamo avere il sospetto sul perché la temiamo così tanto. E su perché ci riempiamo la bocca di paroloni eroici e gloriosi quando si tratta di spendere la difesa dei minori. Io sarei più rispettoso delle idee, di *qualunque* idea. La strada tracciata è già quella del "non pensare", cerchiamo di non favorirla... E' questo che sarebbe pornografico davvero.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > nessuno si sogna di elevare i
    > crimini pedofili a crimini accettabili.


    ecco bravo
    tutti i crimini pedofili, anche quelli che riguardano lo scambio di migliaia di filmati con violenze su bambini
    non+autenticato
  • giusto ,sottoscrivo. purtroppo ho letto molti messaggi carichi solo di odio e rabbia, figli certo del giusto sdegno verso questi crimini, ma che parlano più di vendetta che di giustizia, che invece dovrebbe essere il nostro fine.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 26 discussioni)