Intel spinge Linux sui desktop

Pronto un kit per spingere la diffusione di Linux in Asia. Obiettivo: offrire le stesse opportunità al Pinguino di quelle già in uso per Windows

Santa Clara (USA) - Per incoraggiare i produttori asiatici a commercializzare PC desktop basati su Linux e sui propri chip, Intel ha messo a loro disposizione un software, denominato Quick Start Kit for Linux, che semplifica l'installazione, la configurazione e il test del sistema operativo open source.

Il gigante di Santa Clara sostiene che in Asia, e in particolare in India e Cina, c'è un crescente numero di suoi clienti che intendono preinstallare sulle proprie macchine Linux. Il Quick Start Kit permetterà di abbreviare i tempi di introduzione sul mercato dei nuovi sistemi e di risolvere tutti i problemi di compatibilità tra Linux e l'hardware targato Intel.

Sebbene il produttore di chip sia da sempre un grande alleato Microsoft, da qualche anno ha dedicato particolare attenzione al Pinguino considerandolo un'alternativa a basso costo a Windows e, per i dispositivi più piccoli, come flessibile sistema operativo embedded. Idea che potrà trovare riscontro in Asia dove Intel intende spingere il proprio hardware a cavallo di economici PC Linux-based.
"Stiamo iniziando ad estendere a Linux le strategie che in passato abbiamo applicato a Windows", ha affermato Scott McLaughlin, portavoce Intel che ha precisato come, prima d'ora, il Quick Start Kit era disponibile solo per la piattaforma Microsoft.

"Stiamo tentando di fornire una risorsa per i system integrator che possa consentirgli di offrire valide soluzioni ai loro clienti con il minimo sforzo", ha detto McLaughlin. "Non si dovranno più preoccupare di cercare tutti i driver necessari per far funzionare il nostro hardware con Linux".

Quick Start Kit for Linux, disponibile gratuitamente ai membri dell'Intel Channel Program, supporta le distribuzioni Linux Desktop 9 di Novell, Red Hat Desktop e Red Flag Desktop 4.1.
127 Commenti alla Notizia Intel spinge Linux sui desktop
Ordina
  • il sistema Cinese si sta preparando ad attaccare l'occidente e noi felici che loro possano battere gli USA. Stiamo portando tecnologie ai paesi che in futuro ci metteranno alla fame. Il sistema cinese ha infranto tutti i copyright, brevetti e leggi. Il caso del rifiuto del brevetto sul viagra significa che sperano in futuro di poter vendere e distribuire questo farmaco all'interno del proprio paese in barba alla azienda proprietaria. Non è un caso che linux sia l'OS più vantaggioso per loro. Codice aperto, nessuna paura di brevetti (tanto al loro interno non li passeranno mai), milioni di lavoratori che potranno lavorarci. Sfruttando l'alto numero di persone a disposizione faranno prima fallire la microsoft (e qui molti potranno dire urra urra), ma anche sun, IBM, mac e tutti i colossi. Il mondo del software e dei servizi si sposterà. La cina con questa mossa tecnologica potrà diventare il paese più forte del mondo ma con persone ridotte alla fame e private della libertà (censura internet, odio diffuso per i prodotti e la cultura occidentale come le leggi che ultimamente vorrebbero dare la pena di morte ai siti a carattere pornografico e censura sugli sms). Forse non sarà bello da dire, ma morte tua, vita mea se Cina va su noi andiamo giù.
    Ricordiamo che la cina sta sviluppando standard proprietari proprio per chiudersi al nostro mercato. E' il caso dello standard per la telefonia mobile TD-SCDMA. La cina ha creato uno standard interno per bloccare l'ingresso ai prodotti esteri. In definitiva la Cina non sta rispettando nessuna buona condotta bloccando da un lato tutti i prodotti esteri tramite censura e antipropaganda, dall'altro sta sviluppando i prodotti che lei vorrà mettere sul mercato. Questo si che si chiama libero mercato. Ricordo anche che la Cina ha intenzione di eliminare le protezioni da DVD e supporti multimediali in generale. Questo proprio per una naturale operazione di boicattaggio delle industrie cinematografiche. In cina la pirateria regna sovrana ed il governo non ha la minima intenzione di mettere un freno mentre per le libertà individuali non esiste limite. Chiudo con una critica sia a chi esulta senza avere chiari i rischi per se stessi (siete Italiani, Europei ed occidentali e non ne siete affatto orgogliosi a differenza di questi Paesi che hanno un grande orgoglio nazionale) sia alle aziende che sfruttando i punti deboli di queste nazioni installano le loro industrie in barba all'occupazione locale. Io quindi sono assai pessimista per il futuro.
    non+autenticato
  • tanto loro i brevetti, linux o windows non li rispettano cmq, secondo la tua logica quindi è con il nostro sistema di brevetti attuali che armiamo i nostri nemici, piuttosto.

    oltre che con l'accondiscente, supina, quasi pecorinesca prostrazione agli usa (parlando da cittadino europeo).
  • e se finiamo sotto la Cina ci pensi? Secondo te l'Europa a chi vende? Ti faccio una sintesi dell'economia:
    ti serve una cosa? La compri da un paese estero. Questo riduce la ricchezza del paese. Quando vendi all'estero la ricchezza aumenta. L'Italia vende all'estero (produciamo qualcosa anche noi) e compriamo. La Cina vende, se ne frega dei diritti dei cittadini e non compra, chiude le frontiere alle nostre merci. Ipotizza il futuro: la Cina produce prodotti e li vende a noi mentre noi non venderemo alla Cina perchè i prodotti occidentali sono vietati e piratati. Elimina il discorso dei brevetti software ma lascia il solo discorso copyright. La Cina lo sai che favorisce la pirateria proprio per non dover comprare cd e dvd dall'estero? Se tu realizzi un buon prodotto gli states te li comprano (le ferrari ad esempio vanno molto di modaA bocca aperta). In Cina invece non te la comprano ed arrivano a fare un'auto uguale alla tua con tanto di cavallino e magari a metterla sul mercato. Dove si sta meglio secondo te?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > e se finiamo sotto la Cina ci pensi? Secondo
    > te l'Europa a chi vende? Ti faccio una
    > sintesi dell'economia:
    > ti serve una cosa? La compri da un paese
    > estero. Questo riduce la ricchezza del
    > paese. Quando vendi all'estero la ricchezza
    > aumenta.

    Questa visione dell'economia è piuttosto sorpassata: la pensavamo così negli anni '20, ed infatti abbiamo provato l'Autarchia, che però non ha funzionato.

    > L'Italia vende all'estero
    > (produciamo qualcosa anche noi) e compriamo.
    > La Cina vende, se ne frega dei diritti dei
    > cittadini e non compra, chiude le frontiere
    > alle nostre merci.

    Una situazione del genere è instabile e non può durare a lungo (vedi crollo dell'URSS). E comunque non è affatto vero che la Cina non compra, né che chiuda le frontiere ai prodotti occidentali.

    > Elimina il discorso dei
    > brevetti software ma lascia il solo discorso
    > copyright. La Cina lo sai che favorisce la
    > pirateria proprio per non dover comprare cd
    > e dvd dall'estero?

    E allora? Non so che lavoro fai, ma dubito che la tua principale fonte di guadagno siano le royalties di qualche copyright che detieni.

    > Se tu realizzi un buon
    > prodotto gli states te li comprano (le
    > ferrari ad esempio vanno molto di modaA bocca aperta).

    Il secondo paese importatore di Ferrari attualmente è la Cina.

    > In Cina invece non te la comprano ed
    > arrivano a fare un'auto uguale alla tua con
    > tanto di cavallino e magari a metterla sul
    > mercato.

    Questo (tranne che per il cavallino) l'hanno fatto gli Stati Uniti e molti altri paesi, ma il risultato non era mai una Ferrari. E la Ferrari ha quindi continuato a vendere.

    > Dove si sta meglio secondo te?

    Cosa c'entra?
  • > Questa visione dell'economia è
    > piuttosto sorpassata: la pensavamo
    > così negli anni '20, ed infatti
    > abbiamo provato l'Autarchia, che però
    > non ha funzionato.
    come funziona se secondo te non si può mandare avanti una economia vendendo prodotti all'estero? Spiegamelo, voglio sapere come una nazione sopravvive economicamente
    Fammi un breve trattato su: come funziona l'economia nelle nazioni
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > come funziona se secondo te non si
    > può mandare avanti una economia
    > vendendo prodotti all'estero?

    Come tu abbia tratto questa conclusione dalle mie parole è per me un mistero.

    > Spiegamelo,
    > voglio sapere come una nazione sopravvive
    > economicamente

    Come si fa non lo sa nessuno con esattezza. Come non si fa lo sanno in molti, ed uno dei modi per non farlo è chiudersi a riccio.

    > Fammi un breve trattato su: come funziona
    > l'economia nelle nazioni

    Non ti so fare un breve trattato, e per uno lungo non ho né il tempo né la pazienza: se ti interessa seguiti un corso di Economia all'università, come ho fatto io.
  • ma come,
    io ho detto che vendere all'estero fa entrare soldi e comprare li fa uscire. Tu mi hai detto che non è vero. Mi aspetto quindi una risposta che mi chiarisca.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > il sistema Cinese si sta preparando ad
    > attaccare l'occidente e noi felici che loro
    > possano battere gli USA.

    Bella sparata. Ma tu, in concreto, cosa proponi? Vorresti vietare l'uso e la diffusione di Linux? In questo modo la Cina continuerebbe, come ha fatto finora, ad usare copie pirata di prodotti Microsoft. In Europa invece, dato che siamo "buoni e bravi", pagheremo tutte le nostre licenze per Windows, dando un sacco di soldi a Gates&Ballmer.

    Risultato: Cina 1, Microsoft 1, Europa 0.

    Ma tu ci credi nel libero mercato?
  • con la censura cinese libero mercato?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > con la censura cinese libero mercato?

    In Cina in questo momento (o meglio da quasi dieci anni a questa parte) c'è il mercato più sfrenatamente libero che tu possa immaginare nel più selvaggio dei tuoi sogni liberisti.

    La censura c'è ed è feroce, ma colpisce unicamente le idee politiche e la sessualità: tutto il resto è assolutamente libero (ma non certo gratis).

    Informati, invece di ripetere (senza capirla) la propaganda che ti propinano.
  • Non diciamo fesserie. Gli sviluppatori di software sono una percentuale minima della popolazione: se pure lo sviluppo di software open source fosse contrario all'interesse di questa minima percentuale (e non lo è), si dovrebbe considerare il benessere di tutta la società e non quello di una minoranza.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non diciamo fesserie. Gli sviluppatori di
    > software sono una percentuale minima della
    > popolazione: se pure lo sviluppo di software
    > open source fosse contrario all'interesse di
    > questa minima percentuale (e non lo
    > è), si dovrebbe considerare il
    > benessere di tutta la società e non
    > quello di una minoranza.


    già, oltretutto la cosa che non capisco è a che punto siamo arrivati per accettare come normale che per guadagnare soldi per vivere o per l'economia sia necessario creare un sistema dove ogni volta serva reinventare la ruota e impiegare più persone a fare la stessa identica cosa in maniera diversa, all'oscuro gli uni dagli altri, e senza che terzi possano neanche contribuire o aiutare, se volessero.

  • - Scritto da: avvelenato
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Non diciamo fesserie. Gli sviluppatori
    > di
    > > software sono una percentuale minima
    > della
    > > popolazione: se pure lo sviluppo di
    > software
    > > open source fosse contrario
    > all'interesse di
    > > questa minima percentuale (e non lo
    > > è), si dovrebbe considerare il
    > > benessere di tutta la società e
    > non
    > > quello di una minoranza.
    >
    >
    > già, oltretutto la cosa che non
    > capisco è a che punto siamo arrivati
    > per accettare come normale che per
    > guadagnare soldi per vivere o per l'economia
    > sia necessario creare un sistema dove ogni
    > volta serva reinventare la ruota e impiegare
    > più persone a fare la stessa identica
    > cosa in maniera diversa, all'oscuro gli uni
    > dagli altri, e senza che terzi possano
    > neanche contribuire o aiutare, se volessero.

    non sarà un cane che si morde la coda: fare soldi per fare software diverso che crei problemi nuovi che necessiti personale nuovo che faccia dei corsi adatti che le aziende pagano e che poi mandano a lavorare su quel software che quindi ci guadagni sempre e comunque qualcuno qualcosa?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: avvelenato
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > Non diciamo fesserie. Gli
    > sviluppatori
    > > di
    > > > software sono una percentuale
    > minima
    > > della
    > > > popolazione: se pure lo sviluppo di
    > > software
    > > > open source fosse contrario
    > > all'interesse di
    > > > questa minima percentuale (e non lo
    > > > è), si dovrebbe considerare
    > il
    > > > benessere di tutta la
    > società e
    > > non
    > > > quello di una minoranza.
    > >
    > >
    > > già, oltretutto la cosa che non
    > > capisco è a che punto siamo
    > arrivati
    > > per accettare come normale che per
    > > guadagnare soldi per vivere o per
    > l'economia
    > > sia necessario creare un sistema dove
    > ogni
    > > volta serva reinventare la ruota e
    > impiegare
    > > più persone a fare la stessa
    > identica
    > > cosa in maniera diversa, all'oscuro gli
    > uni
    > > dagli altri, e senza che terzi possano
    > > neanche contribuire o aiutare, se
    > volessero.
    >
    > non sarà un cane che si morde la
    > coda: fare soldi per fare software diverso
    > che crei problemi nuovi che necessiti
    > personale nuovo che faccia dei corsi adatti
    > che le aziende pagano e che poi mandano a
    > lavorare su quel software che quindi ci
    > guadagni sempre e comunque qualcuno
    > qualcosa?


    lol, a me sembra più un cane che si lecchi proprio "lì"A bocca aperta

    cmq l'immagine rende, ossì se rende!
  • La tela di Linux avanza; anche se riuscite a rompere qualche macchina tessile, in un attimo ne possiamo ricostruire 1000 con un copia&incolla.
    A quando la lotta contro i mulini a vento?
    non+autenticato
  • ridi finchè puoi. Qualsiasi lavoro tu puoi fare lavori sempre sotto un padrone e se il tuo padrone fallisce la pappa non te la mette nessuno. Gioisci finchè c'è papino che ti mette la paghetta nel portafoglio. Quando andrai a lavorare vedrai che risate che ti farai se il tuo capo guadagna poco.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ridi finchè puoi. Qualsiasi lavoro tu
    > puoi fare lavori sempre sotto un padrone

    No. Io ho la partita IVA
    non+autenticato
  • vedrai che risate ti farai con linux allora. I cinesi ti mangieranno. Tanto software non ne potrai fare (lo faranno i cinesi open source) e neanche manutenzione quando linux diventerà semplice da usare. Stai per farti fregare il tuo capitale dai cinesi e ridi pure. Beate te.
    Non hai capito che la pacchia è finita. Che lavoro ti puoi inventare.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non hai capito che la pacchia è
    > finita.

    La pacchia non c'è mai stata. Ci sono stati solo pochi privlegiati e molti esclusi.
    Io sono preparato a una vita dura: l'ho sempre fatta.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > La tela di Linux avanza; anche se riuscite a
    > rompere qualche macchina tessile, in un
    > attimo ne possiamo ricostruire 1000 con un
    > copia&incolla.
    > A quando la lotta contro i mulini a vento?

    a proposito di luddisti:
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=40734

    perché fermarvi a voler bloccare l'avanzata inesorabile
    di Linux & Open Source?
    Abbattete l'intera Information Technology !

    http://www.netdipendenza.it/    

    non+autenticato
  • un mio amico ha perso il lavoro la scorsa settimana per esubero di personale nella piccola software house in cui lavorava...

    in pratica da circa un paio di mesi l'azienda ha abbandonato la programmazione per occuparsi della distribuzione e installazione a pagamento dei prodotti open source gratuiti (open office e qualche distro linux)

    vi prego, salvate l'informatica: abbandonate l'open source. Se odiate Bill Gates potete sempre optare per Mac o qualche altro unix commerciale, BeOs o altro SO

    SALVATE L'INFORMATICA, IL LAVORO E LO SVILUPPO DEL SOFTWARE
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > un mio amico ha perso il lavoro la scorsa
    > settimana per esubero di personale nella
    > piccola software house in cui lavorava...

    Vedi la cosa da un altro punto di vista: con lo strapotere di Microsoft e delle grandi multinazionali del software, le piccole software house sono costrette a chiudere, mentre almeno con Linux si guadagna poco, ma qualcosa si guadagna...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > un mio amico ha perso il lavoro la scorsa
    > settimana per esubero di personale nella
    > piccola software house in cui lavorava...

    Mi dispiace sinceramente per il tuo amico, anche a me è capitato di perdere il lavoro a causa dell'azienda, ma non si trattava di un'azienda informatica nel mio caso. Comunque quì linux e OpenSource non c'entrano nulla. Il problema è che ormai c'è affollamento di software house che fanno tutte le stesse cose. E' finita la sbornia da "new economy". Fino a qualche anno fa i titolari della PMI credevano che avendo un sito internet e l'automazione dei loro processi aziendali il loro "bisnes" sarebbe decollato, di conseguenza sono nate miriadi di web agency, i soldi giravano e quindi tutti hanno cominciato ad assumere furiosamente. Ora non ci sono più soldi, è finita la pacchia, va avanti solo chi sa adattarsi al mercato che cambia. Il problema è anche che la maggioranza delle aziende di informatica in Italia sono fatte da gente che magari ha i mezzi ma non ne capisce niente di informatica e che gestisce l'azienda come fosse una pizzeria o una cartoleria...

    > in pratica da circa un paio di mesi
    > l'azienda ha abbandonato la programmazione
    > per occuparsi della distribuzione e
    > installazione a pagamento dei prodotti open
    > source gratuiti (open office e qualche
    > distro linux)

    Hanno finalmente capito in che direzione sta andando il mercato! L'esubero del personale non c'entra niente con questo. Forse avevano persone che non conoscevano linux e che quindi non servivano. Poi non so. boh!

    > vi prego, salvate l'informatica: abbandonate
    > l'open source.

    E' l'open source l'unica speranza per l'informatica e l'azienda di cui parli l'ha capito e sopravviverà.

    > Se odiate Bill Gates potete
    > sempre optare per Mac o qualche altro unix
    > commerciale, BeOs o altro SO

    Ma che c'entra Bill Gates, esistono prodotti open anche per Windows!

    > SALVATE L'INFORMATICA, IL LAVORO E LO
    > SVILUPPO DEL SOFTWARE

    Vedi sopra. La crisi dell'informatica non ha nulla a che fare con linux e l'opensource. Anzi, possono essere una leva per rinnovare un mercato soffocato dai soliti noti. Fai gli auguri al tuo amico.

    TAD
  • e che ti aspettavi. In giro si trovano software realizzati da hobbisti. Una volta l'unico modo per vendere un prodotto era farlo, oggi lo trovi fatto gratis e quindi non puoi affrontare i costi di sviluppo dato che non saresti al passo. L'open source sta facendo veramente quello che Microsoft ha detto: crisi del settore e così è stato. Se domani la gente dovesse fare il pane al solo costo della farina (pane open source) vendendolo agli angoli di strada fallirebbe anche la panetteria. I cosiddetti ragazzini fanno fallire l'economia ed i grandi ci fanno i soldi. Qualcuno ha risposto che altrimenti l'azienda sarebbe fallita, chi non fallisce è il padrone della azienda, non l'impiegato. Quando le grandi aziende faranno anche loro solo distribuzione falliranno anche queste. Solo le grandi aziende guadagneranno dalla messa in commercio di software open source. Il lavoro degli impiegati sarà quello di impacchettare il software che troveranno gratis su sourceforge. Si perderanno in pratica milioni di posti di lavoro (programmatori, aziende, servizi di pulizia, manutenzione, vendita pc). Microsoft con l'open source tanto non morirà, perderà quasi tutto il suo potere ma Gates sopravviverà ugualmente. Sono i suoi programmatori che andranno in mezzo ad una strada.
    L'open source altro non è che lo spostamento di un economia immensa che stava nelle mani di grandi aziende e tanti operai nelle mani di piccole aziende e zero operai. Di questo passo fra un anno Microsoft, Adobe e soci avranno aziende di appena 20 impiegati e le piccole comunque non esisteranno perchè non potranno battere le grandi distribuzioni.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > un mio amico ha perso il lavoro la scorsa
    > settimana per esubero di personale nella
    > piccola software house in cui lavorava...

    Mi dispiace per il tuo amico anchio sono stato
    licenziato da una piccola software house
    perchè era un po con l'acqua alla gola e so
    benissimo cosa significaTriste

    > in pratica da circa un paio di mesi
    > l'azienda ha abbandonato la programmazione
    > per occuparsi della distribuzione e
    > installazione a pagamento dei prodotti open
    > source gratuiti (open office e qualche
    > distro linux)

    Be obbiettivamente il mercato dei system integrator
    è molto piu renumerativo del solo mercato software.
    e comunque anche in questo caso i programmatori
    dovrebbero lo stesso servire
    penso alle patch i bug le funzionalità... insomma
    non credo che i system integrator Open prendono
    la roba su freshmeat impacchettano tutto e basta.


    > vi prego, salvate l'informatica: abbandonate
    > l'open source. Se odiate Bill Gates potete
    > sempre optare per Mac o qualche altro unix
    > commerciale, BeOs o altro SO

    Ba guarda l'informatica è parecchio congestionata
    questo lo sanno tutti.
    però attenzione l'informatica italiana è congestionata
    a causa di societa vapourware.
    dai un'occhiata ai ragazzi che lavorano con l'open source seriamente,questi si portano tutti a casa
    la pagnotta.

    > SALVATE L'INFORMATICA, IL LAVORO E LO
    > SVILUPPO DEL SOFTWARE

    ti do un piccolo suggerimento
    fregatene delle aziende poco serie
    fregatene dei soldi
    usa la tua testa e studia cose che gli altri vedono
    come retro
    per esempio chi ha studiato il kernel dalla versione 0.9
    adesso si trova nella invidiabile posizione di leader
    e guadagna soldi.
    se questa gente avesse dato retta alle pippe mentali
    delle corporazioni informatiche italiane o ai giornali
    dell'information technology dove ti facevano credere
    che con 4 tag html diventavi un vero guru,allora
    probabilmente si ritrovavano nella stessa situazione
    di molti.
    è per questa ragione che è importante la cultura del
    software libero quindi GNU GPL LGP
    ti serve come base per coltivare una mentalita libera
    e scudo da usare contro i poteri forti che in un modo o
    nell'altro cercano inconsciamente di farti entrare nel
    loro circolo vizioso per foraggiare le casse.
    chi lavora con l'open source seguendone la filosofia
    difficilmente si fa ingannare da tecnologie/risorse
    create da grandi monopoli.
    ed è per questa ragione che se vuoi essere veramente libero devi seguire l'open source nella sua interezza.
    ricordatelo è l'unica arma che hai contro i poteri
    forti ed è sufficientemente grande da dettar legge
    proprio come microsoft ibm hp novell oracle ecc ecc.
    ciao




    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > in pratica da circa un paio di mesi
    > l'azienda ha abbandonato la programmazione
    > per occuparsi della distribuzione e
    > installazione a pagamento dei prodotti open
    > source gratuiti (open office e qualche
    > distro linux)

    era ora che anche in Italia si svegliassero

    > SALVATE L'INFORMATICA, IL LAVORO E LO
    > SVILUPPO DEL SOFTWARE

    sei il luddista dell'altro giorno?



    non+autenticato
  • Non ho assolutametne capito che cosa ha fatto Intel... che roba è sto coso? Visto che si presenta in versioni diverse per le varie Distro direi che non si tratta di driver...

    ... mah, qualcuno con le idee più chiare?


    Ciao
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)