MS per le scuole piemontesi

Accordo

Torino ? Firmato un accordo tra Microsoft e Ufficio Scolastico Regionale (USR) del Piemonte per spingere sull?uso delle tecnologie nelle scuole ed incentivare la formazione informatica di docenti ed alunni. L?idea è quella di diffondere le migliori esperienze realizzate nelle scuole e consentirne la condivisione all?interno della comunità scolastica.

Luigi Catalano, direttore generale dell?USR ha spiegato che il suo ufficio ?nell'ambito delle strategie sviluppate dal MIUR, ha da tempo individuato nel sistematico ricorso alle nuove tecnologie uno degli strumenti determinanti per garantire a livello regionale la funzionalità del sistema scuola. L'autonomia scolastica ha inciso in questi anni in profondità nel modo delle scuole di partecipare alla vita dell'amministrazione, e il protocollo d?intesa firmato con Microsoft fa parte di un ventaglio di soluzioni per agevolare le scuole senza ledere le loro possibilità di scelta?.

L?accordo mette a disposizione delle scuole piemontesi la possibilità di acquistare i prodotti software di Microsoft a condizioni agevolate. Inoltre alcune scuole del Piemonte, nel corso dell?anno scolastico 2004/2005, potranno partecipare al programma Microsoft IT Academy, che mette a disposizione degli studenti, dei docenti e del personale tecnico amministrativo, strumenti e servizi per organizzare corsi di formazione finalizzati alla certificazione professionale.
L?USR è qui
TAG: mercato
18 Commenti alla Notizia MS per le scuole piemontesi
Ordina
  • Sono stufo e arci stufo di sentire in bocca alla gente nuove tecnologie.
    Ma si sono svegliati solo ora dal letargo? Il Personal Computer è dal 1980 che esiste, internet dal 1990 le reti ancora prima (arpanet & c.).
    Ma tutti questi professoroni che parlano di nuove tecnologie sanno quando sono nate queste nuove tecnologie?
    Basta !!!
    Basta !!!
    Basta !!!
    Basta !!!
    Basta !!!
    Basta !!!
    Basta !!!
    non+autenticato
  • Solo con linux potremo avere vera libertà di usare solo linux

    Se tutto il mondo usasse solo linux saremmo veramente liberi di scegliere e noi comunisti ci sentiremmo finalmente come i cinesi...

    è ora di smetterla con tutti questi sistemi operativi capitalistici:

    AtheOS/Syllable/Cosmoe
    OSBOS
    BeOS
    OpenBeOS
    Zeta
    BlueeyedOS
    Cosmoe
    BeFree
    Sequel
    SkyOS
    Familia Amiga
    AmigaDOS 1.x
    AmigaOS 2.x
    AmigaOS 3.0-3.1
    AmigaOS 3.5/3.9
    WarpOS (AmigaOS 3.x + subsistema PowerPC)
    MorphOS
    AmigaOS 4.0
    Familia Macintosh
    Mac OS 8
    Mac OS X
    Familia QNX
    RTOS
    Neutrino
    RTP
    Familia DOS
    MS-DOS
    DR-DOS
    PC-DOS
    FreeDOS
    Novell DOS
    Familia Microsoft Windows
    Microsoft Xenix
    Windows 1.0
    Windows 2.0
    Windows 3.0
    Windows 3.1
    Windows 3.11
    Windows 95
    Windows 98
    Windows ME
    Windows NT
    Windows 2000
    Windows XP
    Windows 2003 Server
    Windows CE
    Windows Mobile
    Familia UNIX
    AIX
    AMIX
    Distribuciones LIVE
    HP-UX
    Irix
    Minix
    System V
    Solaris
    UnixWare
    LynxOS
    Xenix
    Familia BSD
    FreeBSD
    NetBSD
    VINO
    OpenBSD
    PicoBSD
    Familia Mach
    Mac OS X
    NEXTSTEP
    YAMIT
    MKlinux
    Familia IBM
    OS/2
    OS/360
    OS/390
    OS/400
    Sistemas Operativos Académicos o Experimentales
    Chorus/Jaluna
    Amoeba
    MIT Exokernel
    BriX

    SIATE LIBERI, USATE SOLO LINUX E SALVERETE LA VOSTRA ANIMA

    Fan Linux
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > SIATE LIBERI, USATE SOLO LINUX E SALVERETE
    > LA VOSTRA ANIMA

    e poi che ci fai con solo un kernel?
    se non lo sai non può neanche partire senza un bootloader!

    Penso che la cosa più giusta è mettere a disposizione agli studenti la possibilità di visionare più alternative e quindi di poter scegliere con quale preferisce studiare.

    Il software commerciale è castrante soprattutto per gli studenti perché gli studenti di solito sono curiosi e vogliono imparare e scoprire cosa ci stà dietro, senza tutti i vincoli e le limitazioni che ti impongono i software commerciali.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > SIATE LIBERI, USATE SOLO LINUX E
    > SALVERETE
    > > LA VOSTRA ANIMA
    >
    > e poi che ci fai con solo un kernel?
    > se non lo sai non può neanche partire
    > senza un bootloader!
    >
    > Penso che la cosa più giusta è
    > mettere a disposizione agli studenti la
    > possibilità di visionare più
    > alternative e quindi di poter scegliere con
    > quale preferisce studiare.
    >
    > Il software commerciale è castrante
    > soprattutto per gli studenti perché
    > gli studenti di solito sono curiosi e
    > vogliono imparare e scoprire cosa ci
    > stà dietro, senza tutti i vincoli e
    > le limitazioni che ti impongono i software
    > commerciali.


    Non era un post particolarmente serio... Oltre il fatto che ha messo FreeBSD tra i software capitalistici, e non ho notato altre incongruenze, quel "così noi comunisti possiamo sentirci come i cinesi" mi ha fatto sganasciare dalle risateA bocca aperta
  • della squola italiana, non c'e' da meravigliarsi !
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > della squola italiana, non c'e' da
    > meravigliarsi !

    è vero, alla squola italiana non piace l'open sorcio
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > della squola italiana, non c'e' da
    > > meravigliarsi !
    >
    > è vero, alla squola italiana non
    > piace l'open sorcio

    penso che ci sia un grave errore di comprensione: qui la scelta non è stata fatta da una scuola, ma da qualcosa che dirige le scuole e che non vive all'interno della scuola.

    Quando la scuola è lei in prima persona a scegliere, molte volte sceglie il software libero. Di esempi ce ne sono moltissimi.

    Ci sono molte scuole che oltre ad essere utilizzatrici di software libero sono anche produttrici di tale software
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > della squola italiana, non c'e' da
    > > meravigliarsi !
    >
    > è vero, alla squola italiana non
    > piace l'open sorcio

         immagino tu sia un esponente di questa squola
         di mentalita' closed.
    non+autenticato
  • Beh! in Lombardia si e` fatto anche qualcosa di diverso:
    Andate a vedere ad esempio qui http://www.reteisi.org/index.html
    Vi si parla di un progetto basato esclusivamente su software open source, adeguatamente finanziato, che coinvolge, zitto zitto, diversi istituti lombardi... La parte aggiornata e` quella del sito twiki (il banner il alto) dedicato alla doc tecnica.
    Feedback gradito.
    Massimo Mancini
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ottimo
    > Fan Windows

    Certo, ottimo. Più gente che sa usare solo win ==> più posti di lavoro per noi Fan Linux

    Continuate così!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ottimo
    > > Fan Windows
    >
    > Certo, ottimo. Più gente che sa usare
    > solo win ==> più posti di lavoro
    > per noi Fan Linux
    >
    > Continuate così!!

    diciamo pure più posti di lavoro per chi sa qualcosa di informatica...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ottimo
    > > Fan Windows
    >
    > Certo, ottimo. Più gente che sa usare
    > solo win ==> più posti di lavoro
    > per noi Fan Linux
    >
    > Continuate così!!

    in un panorama in cui la scuola usa anche software libero oppure staroffice, MS è costretta ad adottare standards e quindi non è male al 100%

    ciao

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)