L'evoluzione dei supporti mediatici

I CD-ROM possono ambire a soppiantare le pubblicazioni stampate su carta od i relativi supporti e dispositivi di riproduzione sono ancora inadeguati? Alcuni dati per capire

L'evoluzione dei supporti mediaticiRoma - Da un articolo apparso nel 1999 su Linea Grafica, dal quale leggiamo queste poche righe: "?viene da chiedersi se il supporto digitale, cioè il CD-ROM, non sia da ritenersi ancora insoddisfacente per la consultazione e per il "piacere" della fruizione delle immagini; insomma, se una buona pubblicazione stampata su carta non la si debba considerare insuperabile per la diffusione?" prendo spunto per analizzare i tre media più importanti che ci circondano quotidianamente (audio, video e testo) e l?evoluzione tecnologica dei loro supporti e dispositivi di riproduzione. L?obiettivo, forse un pò troppo ambizioso, per questo articolo, è quello di comprendere se l?opinione espressa dall?autore dell?articolo citato sia ragionevole oppure se la difficoltà di diffusione dei CD-ROM interattivi e multimediali si possa addebitare più ai dispositivi di riproduzione che ai nuovi supporti utilizzati.

Lo schema che segue sintetizza, per i vari media, la loro evoluzione da una prima fase "primitiva" caratterizzata da supporti ingombranti e a volte difficili da sviluppare e diffondere, ad una fase intermedia denominata "magnetica", più compatta, trasportabile ma soprattutto caratterizzata dalla possibilità di riutilizzazione del supporto (registrazione). La terza fase, l?era digitale, poco si discosta da quella intermedia in termini di funzionalità (a parte naturalmente le migliorie dovute alla conversione digitale).

 

fase primitiva

fase intermedia

fase digitale

audio

vinile

musicassetta

CD audio

video

pellicola

videocassetta

DV e DVD

testo

carta stampata

?

CD-ROM

Mentre la spinta evolutiva dei supporti per l?audio e il video appare lineare e continua nel tempo e direttamente proporzionale alla loro diffusione, per il media testo vi è un anello mancante, una spaccatura netta! Certamente il punto interrogativo poteva essere sostituito dal microfilm, ma la sua limitata diffusione al pubblico non è tale da considerarlo un supporto significativo ai fini di quest?analisi.

La mancanza di un anello di congiunzione può aver disorientato il pubblico che si è trovato probabilmente di fronte ad un supporto molto differente dall?originale e, vuoi per conservatorismo, vuoi per tradizione, non si è fidato delle nuove attrattive del CD-ROM ipertestuale, interattivo e multimediale, forse troppo "inconsistente" rispetto ad un vero, pesante e polveroso libro.

Questa prima analisi sembra concordare con l?opinione dell?autore dell?articolo, ma vanno considerate e approfondite altre questioni: la prima è che si è partiti dall?assunto che il CD-ROM sia, o voglia essere, in qualche modo "discendente" della carta stampata (tante erano le attese a riguardo). Questa premessa può avere il suo fondamento se si tiene conto, che la primitiva composizione degli ipertesti eredita l?impostazione strutturale della carta e solo successivamente la supera con l?introduzione degli hyperlink prima e l?inglobamento di audio e video poi (ipertesti multimediali).

Mentre la diffusione del CD-ROM, nel suo utilizzo per l?audio e video sta soppiantando gli altri supporti tradizionali, questa tendenza non coinvolge la carta stampata e neanche la preoccupa. Vediamo perché. Il prossimo schema elenca, per ogni tipo di media e per i loro supporti attraverso le tre fasi, i dispositivi consumer necessari per la lettura e la registrazione. Appare evidente che per l?audio, il video e per i contenuti di un CD-ROM c?è una netta distinzione tra supporto e dispositivo. Questa distinzione invece non esiste per il testo, esso è autonomo. Il suo supporto, la carta stampata, ingloba in sé anche il dispositivo di lettura. A questo si deve la sua vera, singolare, unica forza e differenza soprattutto rispetto al CD-ROM, suo "probabile" successore.

 

dispositivi

supporto

dispositivi

audio

vinile

lettore

audiocassetta

lettore/ registratore

 

CD audio

masterizzatore/ lettore

 

video

Hi8/super8

videocassetta

DV

telecamera

proiettore

videoregistratore

DVD

lettore DVD

testo/ immagini

 

carta stampata

NESSUNO

CD-ROM

masterizzatore/ computer



L?attenzione si sposta quindi sul fatto che il supporto CD-ROM, per essere veramente competitivo con la carta stampata ha bisogno di un dispositivo diverso dal computer, ma creato ad hoc e portabile come lo è appunto un libro e che ricalchi le caratteristiche della carta stampata. Un dispositivo forse, ma qui si sconfina con il fantastico e l?utopico, concentrato soprattutto sul visore, un pulsante ON/OFF e poco più, un PDA un po' più grande, più performante e, naturalmente con il lettore per il CD-ROM.

Luca Serasini
TAG: hw
24 Commenti alla Notizia L'evoluzione dei supporti mediatici
Ordina
  • Non è vero che la carta stampata non ha il supporto "intermedio" e non è vero che il cd-rom è l'attuale supporto moderno per il testo!!!!
    Il CD-Room è stato il supporto intermedio fra la carta ed INTERNET!!!!!!!!!
    Oggi l'unico mezzo ("MEDIA") che può impaurire la carta stampata è il web.
    Con la massiva diffusione della connettività ad internet in tutto il mondo il testo su internet è diventato molto preferibile rispetto alla carta.
    Il punto semmai è un altro: su internet non siamo disposti a spendere 2000 lire per leggere qualche notizia od accedere a qualsiasi conenuto.
    Penso sia una questione di abitudini: mi chiedo perchè se l'informazione a pagamento su internet non funziona invece la pornografia funziona benissimo?
    La risposta è che nel pensare comune le notizie su internet sono sempre state gratuite ed incominciare a pagarle darebbe fastidio!! mentre la pornografia non è mai stata gratuita e nessuno si sogna di scandalizzarsi se per entrare in un sito per soli adulti sia necesssario pagare.
    Tengo a precisare che gli stessi che pretendono di non pagare le notizie su internet sono quelli che poi vanno dal giornalaio e spendono dei soldi (anche più di quanto eventualmente richiesto su internet) per comprare un giornale che la maggior parte delle volte non leggono neppure!
    Con ciò non penso che mettere a pagamento le notizie sia una buona idea perchè c'è moltissima gente anche come me che non compra giornali e si limiterebbe a guardare il telegiornale che è pur sempre gratuito.
    In conclusione, per tornare al tema principale, secondo me internet è candidato a diventare il media per eccellenza sia per il testo, come già sta accadendo, sia per la musica, sia per il video.
    non+autenticato
  • Penso che l'unico supporto che potrà rimpiazzare o parzialmente rimpiazzare la carta sarà il LEP. (light emitter polimer... mi sembra)
    Ho letto in rete che attualmente stanno nascendo display con questi polimeri, a quanto pare vengono stampati direttamente sul supporto (come l'inchiostro delle stampanti) e formano un display!
    Attualmente riescono a farlo solo sul vetro o altri supporti rigidi, ma in futuro (qualche anno) riusciranno a stamparli pure su supporti come la carta. A quel punto, tramite alimentazione solare ecc... potrebbe diventare un'alternativa.

    non+autenticato
  • Se gli egiziani avessero scritto tutto su un cd-rom, non sarebbe restato niente, perche' un cd-rom ha una durata molto piu' limitata. Oppure Il Vangelo o molte altre scritture antiche che non sto ad elencare.
    Per leggere un cd rom, si ha bisogno di corrente elettrica, che non e' presente ovunque. Senza contare il consumo di energia elettrica...
    Inoltre le persone anziane incapaci di utilizzare il PC, che sarebbe soltato una complicazione per loro, preferiscono 100 volte la carta. Forse l'unico vantaggio e' che su un cd-rom ci stanno migliaia, che dico decine di megliaia o piu' di libri in formato txt. Ma uno quanto spenderebbe per prendere questa "libreria" su cd-rom, che praticamente non riuscira' mai a leggere?
    non+autenticato
  • ...la fase intermedia del testo è (o è stato, anche se non in maniera incisiva) il CD-ROM, mentre la fase futura sarà (e in piccola parte è già) l'e-book

    [che in realtà è uno strumento ancora lontano dalle funzionalità necessarie per rimpiazzare il libro o la rivista]
    non+autenticato
  • Per la prima volta mi trovo a dover criticare
    un articolo di Punto Informatico ........

    lo ritengo perfettamente inutile ......

    a parte aver dimenticato media come il cinema
    , la fotografia .......
    la pittura .......

    I CONTENUTI .........
    scenza arte letteratura
    vengono diffusi tramite molti media (multimedia)
    da millenni

    alcuni sono diventati obsoleti in quanto sono
    stati rimpiazzati da altri qualitativamente
    superiori per quel tipo di contenuto
    (cassetta audio e dischi in vinile)

    ma nulla vieta di continuare a utilizzare quelli vecchi.......
    anzi......
    volete mettere un concerto dal vivo unplugged ..

    miserabile sarà la civiltà
    che non saprà più usare:
    un carboncino ......
    una chitarra acustica ......
    una macchina fotografica meccanica ...
    una biro (penna a sfera)......

    per riprodurre o comunicare
    nuovi o vecchi CONTENUTI della
    creatività umana .

    Il digitale IMHO è solo uno dei mezzi
    per pubblicare e creare CONTENUTI ...
    IMHO
    molto meno per creare arte ..
    ..più per know how tecnico
    molto per pubblicare

    non rinuncerò mai a un libro o a una rivista
    da portare al cesso ;
    per leggere CONTENUTI in santa pace
    Sorride
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)