MP3 si risveglia Surround

Fraunhofer e Thomson, padri dell'MP3, scommettono su di una nuova versione del celebre formato audio capace di supportare l'audio multicanale. Riuscirà MP3 Surround ad attrarre l'interesse di industria e consumatori?

Erlangen (Germania) - Nel tentativo di svecchiare quello che a 12 anni di distanza dalla sua creazione è ancora il più popolare formato di compressione audio su Internet, Fraunhofer Institute for Integrated Circuits IIS ha rilasciato il primo codec MP3 con supporto all'audio multicanale.

MP3 Surround, questo il suo nome, rappresenta il più importante aggiornamento alla tecnologia sviluppata da Fraunhofer IIS dal rilascio, oltre tre anni or sono, del presto dimenticato MP3Pro. Similmente a quanto già fanno altri popolari formati audio, quali WMA, AAC, AC3 e Ogg Vorbis, la tecnologia MP3 Surround consente di codificare in un file compresso sorgenti audio in formato 5.1 (e, in futuro, anche 7.1): ad esempio, le tracce a sei canali di un DVD.

Logo MP3 SurroundFraunhofer IIS sostiene che la tecnologia MP3 Surround, sviluppata in collaborazione con Agere Systems, consentirà la riproduzione di audio multicanale di alta qualità "con bit rate comparabili a quelli utilizzati per la codifica di contenuti MP3 stereo". Questo, a suo dire, permetterà ad esempio alle Web radio che già trasmettono musica MP3 di aggiornarsi alla tecnologia multicanale senza la necessità di acquistare nuova banda.
Ma ciò che il noto istituto tedesco ha messo in maggior risalto è la capacità del suo nuovo codec di generare file MP3 pienamente compatibili con gli attuali player, inclusi quelli portatili e da salotto: su questi, infatti, un MP3 multicanale verrà semplicemente visto e riprodotto come un tradizionale MP3 stereo.

"La tecnologia MP3 Surround codifica il suono multicanale trasmettendo un segnale audio stereo che contiene un down mix del contenuto multicanale compatibile con i riproduttori stereo", ha spiegato il Fraunhofer IIS. "In aggiunta, una piccola quantità di informazioni trasmesse con il segnale descrive la distribuzione spaziale del suono e ne definisce gli attributi".

Per descrivere la scena sonora, il Fraunhofer IIS si è avvalso dello standard MPEG-4 BIFS, utilizzabile per creare "aree sonore virtuali in cui le sorgenti acustiche possono essere posizionate e spostate in modo indipendente".

Ecco da dove scaricare il nuovo codec.
TAG: mondo
70 Commenti alla Notizia MP3 si risveglia Surround
Ordina
  • Forza e coraggio: il I encoder per mp3 risale al 1994 ( http://www.rjamorim.com/rrw/l3enc.html ), quindi entro 10 anni 'sto strazio avra' termine.

    P.S.
    Dannati brevetti.

    P.S. bis
    W Vorbis!
    W AAC!
  • ricordatevi di non acquistare nulla che vi impedisca di fare qualcosa con quello che avete.


    il drm vi impedisce di usare la roba che avete.


    quindi mp3 con drm = male!


    e ricordate che l'encoder lame è eccellente, gratuito e si trova dappertutto


    non+autenticato
  • ottimo. sono proprio proprio contento. ho acquistato da poko un impianto per pc 5.1 e sono diventato un patito del suono.
    non+autenticato
  • Interessante.

    Burp
    non+autenticato
  • Anonimo A wrote:
    > sono proprio proprio contento. ho acquistato da poko un
    > impianto per pc 5.1 e sono diventato un patito del suono.

    Acquisto impianto 5.1 = patito del suono = W mp3 sorround.

    Direi ke si commenta da sola.



    Anonimo B wrote:
    > Burp

    Salute.
  • Il problema principale e' che difficilmente
    l'industria si lascera fregare con nuovi formati
    proprietari a cui pagare le royalties
    al Fraunofer o alla Thomson. L'MP3 e' diventato
    popolare molto prima che ci si accorgesse che
    l'encoding fosse coperto da brevetti.
    Ha avuto piu' chances la M$ di mettere quella m**da di WMA
    ora tutti lo usano per i contenuti in streaming
    web, ma solo perche' ti forniva il player e il plugin per IE.

    L'mp3 era qualcosa di straordinario e ha aperto
    una strada: la compressione psico-acustica. Dubito quindi
    che altri formati (piu' o meno tutti basati sullo stesso
    principio) possano prendere piede quanto l'MP3.
    Lo stesso OGG, nonostante sia free
    da royalties e migliore dell'MP3, in proporzione
    all'MP3 non se lo fila nessuno...

    Per imporre un nuovo formato dovrebbero fare
    qualcosa di straordinario, esempio file 10 volte piu' corti
    di quelli attuali con la stessa perdita di informazioni...

    Ciao.
    non+autenticato
  • Anonimo wrote:
    > Ha avuto piu' chances la M$ di mettere quella m**da di
    > WMA [...]

    Il 9 Pro non ha molto da invidiare ai vari AAC e Vorbis. Ovviamente rikiede anke una potenza di calcolo simile a questi 2 e quindi molti player supportano solo le versioni 1, 2, 7 e 8.



    Anonimo also wrote:
    > Lo stesso OGG [...] migliore dell'MP3 [...]

    Ti sfido a farmi un file audio comprimendolo Ogg (e' un contenitore).
    Vorbis, invece, e' un gran bel tocco di formato.Occhiolino


    Anonimo also wrote:
    > [...] file 10 volte piu' corti di quelli attuali con la stessa perdita
    > di informazioni...

    ROTFL!
    Per fare una cosa del genere penso ti basti un cutter lossless per file audio: ne trovi un po' per tutti i formati.Con la lingua fuori

    Semmai intendevi dire " [...] file 10 volte piu' piccoli di quelli attuali con la stessa perdita di qualita'..."

    ==================================
    Modificato dall'autore il 07/12/2004 14.33.16
  • Il Fraunhofer institute arriva tardi, molto tardi... Ogg ne supporta già da tempo fino a 255.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Il Fraunhofer institute arriva tardi, molto
    > tardi... Ogg ne supporta già da tempo
    > fino a 255.


    Meglio 589 casse !


    Evvai di cazzate !!!!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Il Fraunhofer institute arriva tardi,
    > molto
    > > tardi... Ogg ne supporta già da
    > tempo
    > > fino a 255.
    >
    >
    > Meglio 589 casse !
    >
    >
    > Evvai di cazzate !!!!!!!


    Grazie, fa sempre piacere quando ti dicono che spari cazzate...
    L'ogg è predisposto fin dalla sua nascita per avere FINO a 255 canali, ad avere perciò un utilizzo molto più flessibile rispetto all'mp3, perchè già quando è stato concepito era in grado di adattarsi a tutte le esigenze di ascolto domestico.
    255 canali, poi, non sta scritto da nessuna parte che significa 255 casse, l'hai detto tu! Se vuoi comprimere l'audio di un film in 5.1 in ITALIANO e INGLESE, con l'mp3 come fai? Sono 12 canali!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Il Fraunhofer institute arriva tardi, molto
    > tardi... Ogg ne supporta già da tempo
    > fino a 255.

    Sarà, preferisco un ottimo HI-FI a 2 altoparlanti che un discreto a 5.1 o 7.1 - Oltretutto costa anche molto meno.
    non+autenticato

  • > Sarà, preferisco un ottimo HI-FI a 2
    > altoparlanti che un discreto a 5.1 o 7.1 -
    > Oltretutto costa anche molto meno.

    Io vorrei riuscire a costruirmi un Home Theatre da usare anche con ottimo Hi Fi Stereo, magari con delle casse posteriori non eccessive, ma con quelle anteriori di primissimo livello, un ottimo amplificatore (penso che oggi anche quelli 5.1 siano molto buoni a livello di fedeltà) ecc...

    Insomma avere la fedeltà della musica senza rinunciare a un bell'home theatre dove godersi i dvd...

    TAD
  • - Scritto da: TADsince1995
    >
    > > Sarà, preferisco un ottimo HI-FI a 2
    > > altoparlanti che un discreto a 5.1 o 7.1 -
    > > Oltretutto costa anche molto meno.
    >
    > Io vorrei riuscire a costruirmi un Home
    > Theatre da usare anche con ottimo Hi Fi
    > Stereo, magari con delle casse posteriori
    > non eccessive, ma con quelle anteriori di
    > primissimo livello, un ottimo amplificatore
    > (penso che oggi anche quelli 5.1 siano molto
    > buoni a livello di fedeltà) ecc...
    >
    > Insomma avere la fedeltà della musica
    > senza rinunciare a un bell'home theatre dove
    > godersi i dvd...
    >
    > TAD

    Ho qualche dubbio. Nei sistemi Surround e Pro-Logic (anche Pro-Logic II) i canali secondari sono ricavati tramite matrice e hanno una bassa separazione di canale e ridotta risposta in frequenza, e quindi non è irragionevole usare altoparlanti surround di qualità inferiore a quelli principali.

    Nei sistemi DolbyDigital 5.1 e 7.1 (che stanno del tutto soppiantando il Pro-Logic), invece, i canali sono discreti (sono tutti separati) e teoricamente "paritari" cioè la banda e la separazione dei canali è uguale su tutti i canali tranne il subwoofer. Non so quindi quanto sia ragionevole montare altoparlanti diversi. Inoltre, vista la paritarietà, bisogna vedere quanto siano digeriti dall'amplicatore altoparlanti diversi, visto che dovrebbero essere uguali.

    Infine, i sistemi Hi-Fi non prevedono sempre un sub separato, e sicuramente non in sede di codifica del segnale stereo. Montare due altoparlanti principali a banda completa in presenza di un sub potrebbe essere complicato, o bisogna rassegnarsi al sistema con il sub (che, come è noto, negli Hi-Fi stereofonici non è proprio il massimo, checché ne dica Mr. Bose)

    Ricordo però di aver visto ampli con uscita stereo e con uscita 5.1. Potrebbe essere una soluzione, ma necessita di 8 altoparlanti, 2 stereo e 5+1 per il surround.


    Al di la di tutto questo, comunque, devo dire una cosa: l'elemento più importante di un impianto è la sala dove viene posizionato l'impianto stesso. E un buon sistema surround necessita di spazi molto grandi (=soggiorni grandi almeno quanto un monolocale comodo), mentre uno stereo può stare anche in stanze più piccole (ma non troppo) per cui mi chiedo: ma fuori di un cinema, o di un appartamento di 150 mq almeno in cui sacrificare una stanza grande per lo scopo, vale la pena di avere un sistema multicanale? Secondo me, no.
    non+autenticato
  • non è possibile downmixare i 6 canali decentemente per ottenere un risultato stereo per lo meno pari allo stereo nativo?

    - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: TADsince1995
    > >
    > > > Sarà, preferisco un ottimo
    > HI-FI a 2
    > > > altoparlanti che un discreto a 5.1
    > o 7.1 -
    > > > Oltretutto costa anche molto meno.
    > >
    > > Io vorrei riuscire a costruirmi un Home
    > > Theatre da usare anche con ottimo Hi Fi
    > > Stereo, magari con delle casse
    > posteriori
    > > non eccessive, ma con quelle anteriori
    > di
    > > primissimo livello, un ottimo
    > amplificatore
    > > (penso che oggi anche quelli 5.1 siano
    > molto
    > > buoni a livello di fedeltà)
    > ecc...
    > >
    > > Insomma avere la fedeltà della
    > musica
    > > senza rinunciare a un bell'home theatre
    > dove
    > > godersi i dvd...
    > >
    > > TAD
    >
    > Ho qualche dubbio. Nei sistemi Surround e
    > Pro-Logic (anche Pro-Logic II) i canali
    > secondari sono ricavati tramite matrice e
    > hanno una bassa separazione di canale e
    > ridotta risposta in frequenza, e quindi non
    > è irragionevole usare altoparlanti
    > surround di qualità inferiore a
    > quelli principali.
    >
    > Nei sistemi DolbyDigital 5.1 e 7.1 (che
    > stanno del tutto soppiantando il Pro-Logic),
    > invece, i canali sono discreti (sono tutti
    > separati) e teoricamente "paritari"
    > cioè la banda e la separazione dei
    > canali è uguale su tutti i canali
    > tranne il subwoofer. Non so quindi quanto
    > sia ragionevole montare altoparlanti
    > diversi. Inoltre, vista la
    > paritarietà, bisogna vedere quanto
    > siano digeriti dall'amplicatore altoparlanti
    > diversi, visto che dovrebbero essere uguali.
    >
    > Infine, i sistemi Hi-Fi non prevedono sempre
    > un sub separato, e sicuramente non in sede
    > di codifica del segnale stereo. Montare due
    > altoparlanti principali a banda completa in
    > presenza di un sub potrebbe essere
    > complicato, o bisogna rassegnarsi al sistema
    > con il sub (che, come è noto, negli
    > Hi-Fi stereofonici non è proprio il
    > massimo, checché ne dica Mr. Bose)
    >
    > Ricordo però di aver visto ampli con
    > uscita stereo e con uscita 5.1. Potrebbe
    > essere una soluzione, ma necessita di 8
    > altoparlanti, 2 stereo e 5+1 per il
    > surround.
    >
    >
    > Al di la di tutto questo, comunque, devo
    > dire una cosa: l'elemento più
    > importante di un impianto è la sala
    > dove viene posizionato l'impianto stesso. E
    > un buon sistema surround necessita di spazi
    > molto grandi (=soggiorni grandi almeno
    > quanto un monolocale comodo), mentre uno
    > stereo può stare anche in stanze
    > più piccole (ma non troppo) per cui
    > mi chiedo: ma fuori di un cinema, o di un
    > appartamento di 150 mq almeno in cui
    > sacrificare una stanza grande per lo scopo,
    > vale la pena di avere un sistema
    > multicanale? Secondo me, no.


  • - Scritto da: avvelenato
    > non è possibile downmixare i 6 canali
    > decentemente per ottenere un risultato
    > stereo per lo meno pari allo stereo nativo?
    >
    non è questo il problema.

    il problema è avere un impianto multicanale che si senta bene quanto uno stereo senza costare una fortuna.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > - Scritto da: avvelenato
    > > non è possibile downmixare i 6
    > canali
    > > decentemente per ottenere un risultato
    > > stereo per lo meno pari allo stereo
    > nativo?
    > >
    > non è questo il problema.
    >
    > il problema è avere un impianto
    > multicanale che si senta bene quanto uno
    > stereo senza costare una fortuna.


    allora per me il 5.1 va bene, tanto io ascolto solo con auricolari e cuffie.
    (appena metto da parte un paio di reni mi prenderò le etymotics, è da una vita che le desideroA bocca storta )
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)