Iraq, esperimenti di biometria da guerra

La stanno adottando le truppe americane che faranno rientrare a Falluja la popolazione evacuata dopo aver prodotto carte di identitÓ, impronte digitali e scansione della retina

Falluja (Iraq) - In una delle zone pi¨ martoriate dell'Iraq le forze armate statunitensi hanno deciso di ricorrere alla biometria per rafforzare i propri strumenti di controllo sul territorio.

A Falluja, teatro di scontri sanguinosi e violenti, dove il grosso della popolazione si appresta ora a far ritorno, le truppe americane forniranno agli iraqeni una carta di identitÓ basata su caratteristiche biometriche.

"Saranno prelevate le loro impronte - ha dichiarato un celebre reporter americano, Peter Engel - saranno scansionate le retine e fornita una carta di identitÓ che consentirÓ loro di spostarsi tra le loro abitazioni o nei vicini centri di assistenza ora in costruzione. Ai Marines sarÓ permesso usare qualsiasi mezzo per fermare chi violerÓ queste regole".
Come sottolinea The Register, quello di Falluja appare come il primo tentativo di sottoporre a tecnologie biometriche una popolazione che Ŕ con ogni probabilitÓ tendenzialmente poco collaborativa, probabilmente ostile e in molti casi armata.

Rimane tutto da vedere, quindi, come le procedure attivate potranno funzionare in tempo di guerra. Fino ad oggi, infatti, le pi¨ estese applicazioni biometriche, come quelle adottate dagli Stati Uniti per tutti gli stranieri che si recano nel paese, sono state pensate ed adottate per il tempo di pace.
TAG: mondo
37 Commenti alla Notizia Iraq, esperimenti di biometria da guerra
Ordina
  • Ed era anche ora che ci si pensasse, tra terroristi, combattenti religiosi, clan rivali e tribu' e tutto il resto, vedremo finalmente chi fa cosa e chi vuole cosa... pace inclusa Sorride

    La biometria potrebbe essere molto utile in teatro di guerra ma sono certo che sara' fondamentale nel mondo di domani per tenere sotto controllo le metastasi terroristiche, ma qualcuno si chiede mai come neutralizzare pochi milioni di individui dannosi in mezzo a miliardi di persone innocue? Non esiste alcun futuro se non mettiamo a punto un tecnologia capillare e planetaria.

    Sorride
    non+autenticato
  • > neutralizzare
    > pochi milioni di individui dannosi in mezzo
    > a miliardi di persone innocue

    Non riesco a capire se sei un dannoso o un innocuo.
    non+autenticato
  •     
    http://www.mail-archive.com/balcani@peacelink.it/m...
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    .
    <<Vorrei ricordare che quanto a impegno nelle operazioni militari noi
    siamo stati, nei 78 giorni del conflitto, il terzo Paese, dopo gli USA
    e la Francia, e prima della Gran Bretagna. In quanto ai tedeschi, hanno
    fatto molta politica ma il loro sforzo militare non è paragonabile al
    nostro: parlo non solo delle basi che ovviamente abbiamo messo a
    disposizione, ma anche dei nostri 52 aerei, delle nostre navi. L'Italia
    si trovava veramente in prima linea.>>


    (On. Massimo D'Alema)

    <<E' difficile definire le regole di appartenenza al giro nobile dei
    grandi, non esiste uno statuto. Di fatto ti rendi conto di essere
    entrato in una certa agenda di telefonate del presidente degli Stati
    Uniti>>


    (tratto da: M. D'Alema "Gli italiani e la guerra", Mondadori)
    Bruco
    2098

  • > (On. Massimo D'Alema)

    Sicuramente i malati di leucemia non dimenticano le prodezze dei democratici e dei progressisti nei balcani (e pensare che Clinton è stato preso a pedate per essersi fatto sollazzare dalla chiattona...)
    non+autenticato
  • ... ma non sarebbe più pittoresco, antiglobalizzante e in linea con le tradizioni un bel tatuaggio per i "buoni" e un marchio a fuoco per i "cattivi"?
    E per gli imam... TAGLIO DELLA LINGUA!
    non+autenticato
  • Beh... sicuramente farebbe più notizia.
    888
  • Secondo quale principio di Diritto Internazionale una potenza straniera puo' occupare militarmente un altro Paese con cui non e' in guerra, calpestare il diritto di autodeterminazione del popolo che vi abita imponendo con la forza modi e tempi per le elezioni "democratiche", ed infine schedare tutti i cittadini?

    E' questo il modo in cui noi Occidentali applichiamo i nostri principi democratici al resto del mondo?

    C'e' davvero di cui vergognarsi.

    Saluti
  • Concordo



    CoD
    non+autenticato

  • - Scritto da: NeutrinoPesante
    > Secondo quale principio di Diritto
    > Internazionale una potenza straniera puo'
    > occupare militarmente un altro Paese con cui
    > non e' in guerra, calpestare il diritto di
    > autodeterminazione del popolo che vi abita
    > imponendo con la forza modi e tempi per le
    > elezioni "democratiche", ed infine schedare
    > tutti i cittadini?
    >
    > E' questo il modo in cui noi Occidentali
    > applichiamo i nostri principi democratici al
    > resto del mondo?
    >
    > C'e' davvero di cui vergognarsi.
    >
    > Saluti


    l'iraq ha perso una guerra e il mondo occidentale (usa in testa) sta provvedendo con i giusti tempi a ridare dignità e autonomia ad un popolo fino a quel momento di proprietà privata di un certo Saddam...

    questa è civiltà
    non+autenticato
  • Io la interpreto diversamente:
    Il più forte vince sul più debole e gli fa fare quello che vuole.

    Questa è una "legge" di natura, ed in questo mi sembra non ci distinguiamo dagli animali.
    Questa è l'umanità...

    Carlo
    non+autenticato
  • hai dimenticato un pikolo particolare:
    gli usa hanno RI-dato la liberta.... saddam era stato messo al potere e armato dagli americani

    insomma hanno e continuano a fare quello che vogliono, con la forza
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > hai dimenticato un pikolo particolare:
    > gli usa hanno RI-dato la liberta.... saddam
    > era stato messo al potere e armato dagli
    > americani
    >
    > insomma hanno e continuano a fare quello che
    > vogliono, con la forza
    Spiacente, bocciato in storia contemporanea:
    Saddam è andato al potere eliminando i propri avversari all'interno del partito Baath di cui faceva parte.
    Il partito Baath è un partito socialista nazionalista fortemente antioccidentale e per anni ha avuto l'appoggio sovietico in campo militare, cosa evidente dal suo armamento.
    Pragmaticamente, comunque, Saddam ha intrapreso collaborazioni economiche con qualsiasi impresa o paese gli facesse comodo, ma ha avuto appoggi politici, economici e militari dagli USA solo per un breve periodo negli anni '80, quando sembrava un male minore da opporre all'Iran di Khomeini.
    Gli USA hanno ritirato ogni appoggio militare qualche anno prima dell'invasione del Kuwaitt, a causa anche della reazione dell'opinione pubblica mondiale, USA compresi, agli eccessi ed orrori commessi da entrambe le parti nella guerra fra Iran e Iraq.
    Nel suo regime circa trentennale, Saddam ha avuto appoggio dagli USA al massimo per cinque o sei anni e per circa venti anni dall'Unione Sovietica.
    Agli USA piuttosto rimprovererei la scarsa riconoscenza che dimostra ai Curdi, non appoggiando la loro legittima aspirazione all'indipendenza, sancita e mai attuata assieme a quella Armena credo da prima della Seconda Guerra Mondiale, per non urtare la suscettibilità turca.
    (All'Armenia è andata un poco meglio perché hanno potuto recuperare una parte di ciò che spettava loro grazie al disfacimento dellURSS).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Spiacente, bocciato in storia contemporanea:

    > Saddam ha avuto appoggi politici,
    > economici e militari dagli USA solo per un
    > breve periodo negli anni '80, quando
    > sembrava un male minore da opporre all'Iran
    > di Khomeini.

    Ah sì, e come mai era un agente assoldato dalla cia fin da
    quando aveva vent'anni? Torna dal tuo Giulianone, va!
    Bruco
    2098

  • - Scritto da: Bruco
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Spiacente, bocciato in storia
    > contemporanea:
    >
    > > Saddam ha avuto appoggi politici,
    > > economici e militari dagli USA solo per
    > un
    > > breve periodo negli anni '80, quando
    > > sembrava un male minore da opporre
    > all'Iran
    > > di Khomeini.
    >
    > Ah sì, e come mai era un agente
    > assoldato dalla cia fin da
    > quando aveva vent'anni? Torna dal tuo
    > Giulianone, va!
    Si, certo, l'URSS era famosa per dare ogni appoggio possibile agli agenti della CIA.
    E gli USA sono famosi per ostacolare i loro stessi agenti, no?
    (ahem, forse si).
    L'Iraq di Saddam ha sempre avuto armamenti russi, li comprava da Wal-Mart ?
    I libri di storia non comprarli al leonka, va'...
    non+autenticato
  • Parlo da arabista, da studioso di storia e da esperto in materia: Saddam ERA un agente della CIA, cosi' come Bin Laden.

    E' una cosa ufficiale e non vedo dove sia il problema.

    Saddam ha fatto cose allucinanti alla sua stessa popolazione, ma questo non dava comunque il diritto agli americani di invadere uno stato sovrano e rovesciare il suo governo.

    Qui ci dimentichiamo che uno stato ha mosso guerra ad un altro stato, ha ucciso moltissimi civili e nessuno si e' mosso!

    Saddam ha detto: volete controllare se ho armi di distruzione di massa? Venite! Eppure gli hanno fatto guerra lo stesso.

    La gente intontita dai talk show televisivi, da opinionisti nati come funghi, da propaganda razzista e nazista piu' o meno celata ha detto "e' giusto! Meno male che ci sono gli americani a salvare l'umanita'"

    Stessa cosa in afghanistan. Io sono stato ben contento che i talebani venissero sconfitti: ho conosciuto persone che sono state sotto di loro e ho visto trorture allucinanti che nemmeno vi sognereste.
    Ma che diritto avevano gli usa?
    E non mi sbandierate l'11 settembre per favore: se guardiamo le nazionalita' dei terroristi l'Arabia Saudita dovrebbe essere stata la prima ad essere invasa.

    E adesso in afghanistan chi ha il potere? I Jahdi del nord... quelli che hanno fatto talmente tante porcate alla popolazione che la gente aveva appoggiato i talebani solo per potersi liberare di loro.
    Il loro capo, il glorioso generale ora visto come eroe di guerra, aveva l'abitudine di entrare ogni settimana in un villaggio diverso e violentare tutte le femmine sopra gli 8 anni.
    Ora pero' sono tanto amici degli usa e di conseguenza sono "i buoni.

    Quindi se vogliamo parlare di liberta' negate o concesse, prima documentiamoci: in iraq c'era la liberta' di culto e lo stato era uno stato laico.
    L'iraq era lo stato arabo con il maggior numero di cristiani.

    Ora e' uno stato islamico e la liberta' di culto sta scomparendo.

    Ma no, meglio non documentarsi, in fondo.
    Meglio pensare che siamo superiori e che la nostra soluzione (la democrazia) vada bene per tutti.
    Meglio imporre il nostro modo di pensare come ASSOLUTO e pretendere che tutti facciano come noi.

    Dopotutto noi siamo felici, noi siamo i migliori, noi siamo i veri esseri umani... gli altri sono bestie no?

    La gente, durante l'ascesa del nazismo, la pensava uguale sugli ebrei... e mi pare che questo ragionamento abbia dato i suoi frutti.

    La gente non e' mai abbastanza umile da imparare dalla storia.






    non+autenticato
  • > Parlo da arabista, da studioso di storia e
    > da esperto in materia: Saddam ERA un agente
    > della CIA, cosi' come Bin Laden.

    Su questo non posso dir nulla, ma è chiaro che gli aspiranti uomini di potere si barcamenano tenendo i piedi in più scarpe. Quindi non mi stupirei se fossero contemporaneamente collaboratori della CIA, alleati dei sovietici eccetera.

    > La gente intontita dai talk show televisivi,

    > Il loro capo, il glorioso generale ora visto
    > come eroe di guerra, aveva l'abitudine di
    > entrare ogni settimana in un villaggio
    > diverso e violentare tutte le femmine sopra
    > gli 8 anni.

    Hai un riferimento?

    Perché non ti registri? Trovo interessante questo post e mi piacerebbe leggerne altri. Sui fatti di storia contemporanea aleggia un'immensa confusione, ci tengono davvero intontiti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Dopotutto noi siamo felici, noi siamo i
    > migliori, noi siamo i veri esseri umani...
    > gli altri sono bestie no?

    Il modo migliore per diventare una bestia è passare per l'obbligo scolastico, quindi probabilmente siamo più bestie noi di loro.

    > La gente, durante l'ascesa del nazismo, la
    > pensava uguale sugli ebrei... e mi pare che
    > questo ragionamento abbia dato i suoi
    > frutti.

    Tra gli altri, la creazione dello Stato d'Israele dove si spara ai goyim per sport con buona pace di tutti.
    non+autenticato
  • Non capisco, vuol dire che qualcuno è uscito vivo dall'operazione antiterrorismo a Fallujah ? Dato il totale silenzio mediatico pensavo che avessero utilizzato una bomba atomica umanitaria.
    non+autenticato
  • Sei spiritoso quanto ignorante, senza offesa ...nel senso che ignori quanti sono sopravvissuti ai bombardamenti a tappeto della WWII ... quando non esistevano bombe a guida GPS, quando non faceva notizia una ventina di morti per errore di bersaglio o una guerra da un migliaio di morti ... si perche' i morti per imprecisioni erano migliaia e migliaia al giorno ... e una guerra costava milioni e milioni di morti!

    Ricordati una cosa che sembra sfuggire a molti ciarlatani ... che la guerra ci sara' sempre almeno finche ci sara' l'uomo o una qualsiasi forma di intelligenza senziente. L'unica magra consolazione semmai e' che il numero dei morti nell'ultimo secolo e' diminuito esponenzialmente... ma dubito che possa scendere ulteriormente, alcune migliaia di morti in un paese di alcune decine di milioni e' gia' un rendimento difficilmente incrementabile ...

    ... curiosamente invece l'ONU ogni anno che passa migliora ... l'ultimo record risale ai decessi sotto il programma oil-for-food ... mentre il figlio di Kofi ed alti funzionari si arricchivano comprando petrolio in cambio di armi ed altri beni di lusso e spacciavano il tutto sotto la dicitura ...medicinali per i bambini iracheniArrabbiato dove sono ora quei preti che sbraitavano, quei pacifisti che gridavano scandalo? Allora ragazzi alti 10 anni di embargo? Altre ville e yacth per la nomenclatura ONU sparsa in 5 continenti? Si certo ...


    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)