Per il JPEG è l'inizio della fine

Lo promette Allume che parla di un algoritmo di compressione delle immagini JPEG capace di ridurne la dimensione di un terzo senza perdita di qualità. Tutto bello, ma le prove?

Watsonville (USA) - Un software capace di ridurre la dimensione di un'immagine JPEG di quasi un terzo senza comprometterne la qualità. Ad annunciarlo è stata Allume Systems, società californiana già nota soprattutto fra gli utenti Mac per il tool di compressione StuffIt.

Allume sostiene che la propria tecnologia può ridurre la dimensione di un file JPEG del 28%, e questo avvalendosi esclusivamente di tecniche di compressione "lossless": ciò significa che la dimensione dell'immagine viene ulteriormente ridotta senza il sacrificio di alcun dettaglio grafico. Il nuovo algoritmo di compressione, di cui Allume ha già richiesto il brevetto, potrebbe rendere le pagine Web più "leggere" e le memorie delle fotocamere digitali ben più capienti.

La società ha battezzato il suo nuovo formato di compressione StuffIt Image Format (SIF), e lo ha già proposto come nuovo standard grafico al posto dell'"obsoleto" JPEG. Una bella ambizione, quella di Allume, se si considera che JPEG è oggi uno degli standard più diffusi al mondo, alla base del Web e di quasi tutti i dispositivi fotografici digitali.

A destare perplessità, tra gli esperti del settore, è il fatto che Allume non abbia ancora rivelato alcun dettaglio tecnico sulla propria tecnologia e, soprattutto, nessun test comparativo: SIF, infatti, dovrà dimostrare di essere più efficiente non solo del formato JPEG, ormai vecchio di 15 anni, ma anche del suo più giovane erede JPEG 2000.
Altri osservatori sostengono poi che, al di là della sua efficienza, la tecnologia di Allume può ambire a divenire uno standard industriale solo nel caso in cui sia libero da royalty e compatibile con JPEG: se il formato SIF soddisfi queste due condizioni non è ancora dato sapere.

Un altro fattore non trascurabile per il successo della nuova tecnologia sarà la potenza di calcolo richiesta in fase di codifica e decodifica delle immagini: se questa fosse infatti troppo elevata, SIF potrebbe restare tagliato fuori, ad esempio, dall'importantissimo mercato dei dispositivi mobili ed embedded.
TAG: mondo
39 Commenti alla Notizia Per il JPEG è l'inizio della fine
Ordina
  • insomma, a parte la banda larga che rende quasi obsoleto comprimere ancora, ma visti i precedenti (vedi gif...) sarà un nuovo balzello o tassa che dir si voglia o che?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > insomma, a parte la banda larga che rende
    > quasi obsoleto comprimere ancora, ma visti i
    > precedenti (vedi gif...) sarà un
    > nuovo balzello o tassa che dir si voglia o
    > che?

    continuando a leggere... .SIF, si vabbè, ciaoooo
    non+autenticato
  • ROTFLA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato
  • Se veramente lo brevetteranno, non dovrebbe poter diventare uno standard che, per sua stessa definizione, deve poter essere usato da chiunque.
    non+autenticato
  • Molto intelligenti: in sostanza, partendo da un jpeg rieseguono la codifica entropica dei coefficienti con un algoritmo appositamente studiato da loro.

    Dai risultati di test condotti da altri (vedere http://www.compression.ca/act/act-jpeg.html) sembra che riescano ad ottenere un 25% di riduzione della dimensione del file (il test e' stato eseguito su solo 3 file jpeg campione, che in origine erano compressi piuttosto blandamente).

    Sara' interessante vedere come eseguono la codifica, non appena il brevetto verra' pubblicato.

    Ciao
  • Quindi chissà con i coefficenti delle wavelet come si comporta questo nuovo algoritmo. Sarebbe interessante verificare.
    non+autenticato
  • Quindi, chi vorrà implementare il supporto di questo algoritmo di compressione nel proprio programma, presumo che dovrà pagare qualcosina... Chi lo implementerà?
    E poi si parla di andare contro uno standard! Non ha mai avuto successo il png, eppure è migliore del jpeg ed è open, non ha mai avuto gran successo nemmeno jpeg2000...
    L'ogg, pur essendo open source e di qualità migliore rispetto all'mp3, non ha successo. Potrei fare esempi anche in altri campi (minidisc, ad esempio)... Ma una volta adottato uno standard è difficile abbandonarlo, soprattutto perchè se è così diffuso ha la massima duttilità. Con SIF cosa dovrei fare? Installare un plugin per internet explorer, uno per photoshop, uno per i vari applicativi di office, ben sapendo che nessuno potrà vedere i siti che faccio senza avere l'aggiornamento del browser...

    Ma dai!
    non+autenticato
  • > E poi si parla di andare contro uno
    > standard! Non ha mai avuto successo il png,
    > eppure è migliore del jpeg ed
    > è open, non ha mai avuto gran
    > successo nemmeno jpeg2000...
    jpeg2000 è vero che non ha avuto nessun successo, ma il png abbastanza. Il png si proponeva in primo luogo di sostituire le gif, ed in effetti l'ha fatto spesso. RIspetto alle jpg, ha molti vantaggi ma anche qualche svantaggio (se vuoi una *foto* da 1600x1200 che occupi 500k, e ti accontenti di una qualità scarsa, ad esempio)

    > L'ogg, pur essendo open source e di
    > qualità migliore rispetto all'mp3,
    > non ha successo.
    Già, anche di ogg ce ne sono pochi... peccato, è ottimo...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Con
    > SIF cosa dovrei fare? Installare un plugin
    > per internet explorer, uno per photoshop,
    > uno per i vari applicativi di office, ben
    > sapendo che nessuno potrà vedere i
    > siti che faccio senza avere l'aggiornamento
    > del browser...

    La seguente pagina di test riporta che le JPEG compresse col nuovo algoritmo sono "visibili attraverso un visualizzatore JPEG", ma non si capisce bene se intende un visualizzatore appositamente prodotto dalla stessa azienda oppure un qualunque altro visualizzatore:

    http://www.compression.ca/act/act-jpeg.html
    non+autenticato
  • > www.compression.ca/act/act-jpeg.html

    :S non avevo capito, ma questi comprino lossless il jpeg che è lossy.... ehm il danno è già fatto per quanto riguarda la qualità

    sarebbe stato molto più interessante se l'algoritmo lossless fosse stato applicato all'imagine raw (o tiff, targa ecc.)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > non avevo capito, ma questi comprino
    > lossless il jpeg che è lossy.... ehm
    > il danno è già fatto per
    > quanto riguarda la qualità

    Sì, ma a parità di qualità il file finale occupa meno spazio rispetto al JPEG attuale.

    > sarebbe stato molto più interessante
    > se l'algoritmo lossless fosse stato
    > applicato all'imagine raw (o tiff, targa
    > ecc.)

    Sarebbe venuto una ciofeca, perché l'algoritmo funziona bene solo perché è stato espressamente studiato per comprimere le informazioni presenti nel formato JPEG, attualmente compresse con Huffmann.
    non+autenticato
  • > Sì, ma a parità di
    > qualità il file finale occupa meno
    > spazio rispetto al JPEG attuale.

    si ma passare da 1.9MB a 1.2MB mantenendo la stessa qualità (ormai degradata) frega solo a chi ha una banca dati di milioni e milioni di immagini

    poca roba

    la compressione interessante la fa il jpeg che ti porta da un'immagine raw da 16MB ad una che varia da 1.9MB a 3.5MB, a costo della qualità

    francamente trovo poco interessante risparmiare quattro soldini con questo algoritmo visto i bassi costi dello storage

    per questo dicevo che una vera rivoluzione sarebbe di comprimere ben più di quattro soldini mantenendo la qualità originale

    tutti quelli appassionati di fotografia sarebbero contenti di spendere dei soldini per una tecnologia simile, per contro non spenderebbero una lira per comprimere un pochetto in più una cosa che ha già rovinato l'originale

    hai presente cos'é il formato raw e perché sempre più persone ne chiedono il supporto sulle macchine e tendono ad archiviare le foto direttamente in quel formato oneroso?

    ecco

    > Sarebbe venuto una ciofeca, perché
    > l'algoritmo funziona bene solo perché
    > è stato espressamente studiato per
    > comprimere le informazioni presenti nel
    > formato JPEG, attualmente compresse con
    > Huffmann.

    grazie ho ben presente come funzionano i compressori fin dai tempi degli RLE, ma il discorso non è quello
    non+autenticato
  • comunque l'articolo diceva che questo .sif sarà compatibile con .jpg, questo significa che non occorrerà l'aggiornamento dei vari browser!
    non+autenticato
  • > comunque l'articolo diceva che questo .sif
    > sarà compatibile con .jpg, questo
    > significa che non occorrerà
    > l'aggiornamento dei vari browser!

    magra consolazione Triste spero piuttosto che jpeg2000 prenda più piede
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > francamente trovo poco interessante
    > risparmiare quattro soldini con questo
    > algoritmo visto i bassi costi dello storage

    Bassi costi per i PC. Per altre apparecchiature, i costi dello storage possono essere più alti.

    Sono d'accordo che il 28% di spazio in più non è molto, ma è pur sempre il 28% in più.


    > hai presente cos'é il formato raw e
    > perché sempre più persone ne
    > chiedono il supporto sulle macchine e
    > tendono ad archiviare le foto direttamente
    > in quel formato oneroso?

    Fammi indovinare... perché sconoscono l'esistenza di algoritmi di compressione lossless decenti e quindi pensano che il raw sia l'unica strada?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)