Nucleare, il sì di Stanca

Dichiarazioni

Roma - Il ministro all'Innovazione Lucio Stanca ha diramato un comunicato auspicando che in Italia possa riaprirsi il dibattito sull'energia nucleare e sulla possibilità di attivare nuove centrali nel nostro paese per rispondere al crescente fabbisogno energetico.

Stanca ha dichiarato che "sono passati 20 anni dall?orientamento preso dal popolo italiano e 20 anni nei settori tecnologici sono una eternità nel corso dei quali sono stati compiuti passi da gigante sul fronte della sicurezza. E, quindi, sarebbe serio che il nostro Paese riaffrontasse l?esame con una riflessione profonda e razionale e non ideologica e pregiudiziale". Il Ministro ha quindi applaudito all'"iniziativa del presidente del Consiglio di porre questo argomento sul tavolo del dibattito pubblico".

Stanca ha anche insistito sul fatto che "la nostra dipendenza dalle fonti energetiche tradizionali si è aggravata in termini di quantità e in termini economici e le cosiddette fonti alternative, su cui pure abbiamo investito moltissimo, non sono così vicine come invece abbiamo tutti sperato".
TAG: italia
299 Commenti alla Notizia Nucleare, il sì di Stanca
Ordina
  • Non avete capito niente, siamo preda di organismi potentissimi che formano la nostra mente a loro piacimento(grandi compagnie, lobby assurde, ideologie religiose). Volete dirmi a che serve fare auto bellissime ed ecologiche quando il 90% degli esseri umani che vi circonda potrebbe pensare al massimo di dar loro fuoco o ritagliarla o deridervi e magari cacciarvi dal lavoro per simpatie ecologiste, magari siete ecoterroristi, chi lo sa'? l'ignoranza dilaga sempre piu', fate fare studi scientifici ai vostri figli, cosi' produrranno beni di consumo e consumeranno senza chiedere ne' pensare dove si stanno dirigendo.
    C'e' bisogno di coscienza e riflessione, la tecnologia, da sola, non pensa, e se mai pensera' lo fara' per se stessa, non per noi.


    Sito dell'auto ad aria compressa:
    http://www.mdi.lu/
    :s:|In lacrimeIn lacrimeIn lacrimeSorpresa
    non+autenticato
  • ...indicate pure il vostro comune di residenza e faremo in modo che le prime centrali, se si faranno, saranno fatte dietro casa vostra. Grazie della collaborazione.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...indicate pure il vostro comune di
    > residenza e faremo in modo che le prime
    > centrali, se si faranno, saranno fatte
    > dietro casa vostra. Grazie della
    > collaborazione.

    Legnano.

    Sarebbe altrettanto cortese da indicare il suo comune, in modo da costruire dietro casa sua a piacimento una centrale eolica o a combustione?
  • Certo, Milano.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Certo, Milano.

    oh, povero caro!
    peccato tesoro, il tuo (e mio) sindaco e' favorevole all'energia nucleare, quindi c'e' la concreta possibilita' che (se si costruiranno) degli impianti di tal genere, saranno nelle vicinanze.

    comincia a fare le valigie.
    Larry
    6770

  • - Scritto da: Larry
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Certo, Milano.
    >
    > oh, povero caro!
    > peccato tesoro, il tuo (e mio) sindaco e'
    > favorevole all'energia nucleare, quindi c'e'
    > la concreta possibilita' che (se si
    > costruiranno) degli impianti di tal genere,
    > saranno nelle vicinanze.
    >
    > comincia a fare le valigie.

    se la mettessero a rho rimuovendo qualche raffineria, farei festa.

    ma quelli sono scemi, si fanno un gran vanto di essere "comune denuclearizzato" ma basta farsi una passeggiata nella città e torni a casa che scoreggi direttamente monossido di carbonioA bocca aperta

  • - Scritto da: jokanaan
    > Sarebbe altrettanto cortese da indicare il
    > suo comune, in modo da costruire dietro casa
    > sua a piacimento una centrale eolica o a
    > combustione?

    Gusti sono gusti ma una centrale eolica dietro casa mia sarebbe veramente bella, chiedo solo che nel caso di caduta non mi scortichi il tetto, so che il "motore" è bello pesante e che la torre è altuccia.

    Ho sentito che sono molto silenziose o meglio non sono pià rumorose del vento che attraversa un albero, mi metterei a guardarla d'estate....:)

    Chiedo anche, se si può, di avere uno sconticino sulla corrente verde, visto che ho acconsentito ad avere una pericolosissima centrale eolica almeno una ricompensa ci vuole.

  • - Scritto da: Sandro kensan
    >
    > - Scritto da: jokanaan
    > > Sarebbe altrettanto cortese da indicare
    > il
    > > suo comune, in modo da costruire dietro
    > casa
    > > sua a piacimento una centrale eolica o a
    > > combustione?
    >
    > Gusti sono gusti ma una centrale eolica
    > dietro casa mia sarebbe veramente bella,
    > chiedo solo che nel caso di caduta non mi
    > scortichi il tetto, so che il "motore"
    > è bello pesante e che la torre
    > è altuccia.
    >
    > Ho sentito che sono molto silenziose o
    > meglio non sono pià rumorose del
    > vento che attraversa un albero, mi metterei
    > a guardarla d'estate....:)
    >
    > Chiedo anche, se si può, di avere uno
    > sconticino sulla corrente verde, visto che
    > ho acconsentito ad avere una pericolosissima
    > centrale eolica almeno una ricompensa ci
    > vuole.


    pare che allontanino gli stormi di uccelli, con conseguenze non felice per i raccolti (vermi e serpi prolificano)

    secondo me le centrali eoliche trovano la loro naturale locazione nel mare. L'estensione marina è ampia e tutto sommato potrebbe contribuire con un'interessante percentuale al fabbrisogno energetico italiano (10,15% ?). Inoltre credo non necessiti di energia di startup, cosa utile in caso di blackout nazionale (l'ultima volta ci siamo affidati alle nostre dighe.. con un risultato abbastanza tragico per il sud..)

    tutto questo per dire che non sono un'anti ecologista, anzi, sono solo un pochino sgamato di fronte alle demagogie verdi che tirano fuori dal cappello come prestidigiribilizzatoriA bocca aperta

    certo, se si sostituissero le centrali a combustione obsolete con delle centrali nucleari, anziché con altre centrali a combustione, sarebbe un altro contributo all'energia italiana E all'ambiente.
  • Bassano del Grappa
  • Adesso che son potuto tornare a casa, posso confermare (o ritrattare) alcune cose:
    Uranio in territorio italiano:
    Se le stime furono cosi' negative per l'Italia, e' perche' venivano fatte cercando l'uranio in zone contenenti pechblenda. Ed effettivamente di pechblenda in Italia non c'e' ne'.
    Felice Ippolito riusci' a dimostrare che esistono giacimenti, in Italia, di uranio a basso tenore, 2 per MILLE.
    Gicimenti del genere furono trovati dagli Americani in Colorado (2-3 per mille) e dai Francesi nel Massiccio Centrale (4 per mille).
    In seguito questi giacimenti vennero chiusi perche' l'uranio in concentrazioni maggiori ce ne' in giro per il mondo. (1)
    Riguardo alle centrali nucleari, qui in Italia le prime tre, che come scrisse Mario Silvestri, furono costruite con l'obbiettivo di fare dispetto gli uni sugli altri, vennero costruite nel 1960, e produssero elettricita' nel 1964. La potenza prodotta era di 600 MW complessivi, e con questa produzione lorda ci ponevamo dietro solamente a Gran Bretagna, Stati Uniti ma davanti alla Francia. Eravamo dunque terzi produttori mondiali di energia atomica (2)
    1= Il progetto nucleare italiano (1952-1964) Barbara Curli
    2= Il progetto nucleare italiano (1952-1964) Barbara Curli. Il riferimento a Mario Silvestri e' contenuto nel suo libro "Il costo della menzogna", Einaudi
  • Se Stanca accetta che la prossima centrale nucleare sia nel suo comune di residenza....
    non+autenticato
  • Mettiamo il caso che voi aveste ragione, che i nuovi impianti sono sicuri ecc....
    Andreste comunque incontro ad una protesta popolare senza precedenti, tanto più che furono abolite con un referendum. vale la pena? Penso di no. Il popolo pensa che il black-out sia stato un complotto...a riguardo. Lo pensano in molti.
    Potete invece applicare le fonti alternative già esistenti (...).
    L'Italia potrebbe essere autosufficiente, basta volerlo.
    Essere etici conviene, anche perchè, un giorno tutto quello che fate vi ritornerà indietro, è la legge del Karma, che ci crediate o meno...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mettiamo il caso che voi aveste ragione, che
    > i nuovi impianti sono sicuri ecc....
    > Andreste comunque incontro ad una protesta
    > popolare senza precedenti, tanto più
    > che furono abolite con un referendum.

    fonti?
    il risultato dello scorso referendum è vecchio di 19anni e falsato dall'ondata di isteria collettiva post chernobil, oltre che da precise strategie di comunicazione di massa.

    quel che ho sentito io è che molti italiani sono ora favorevoli al nucleare. Il forum sembra confermarlo

    > vale
    > la pena? Penso di no. Il popolo pensa che il
    > black-out sia stato un complotto...a
    > riguardo. Lo pensano in molti.

    magari te e i tuoi vicini di casa

    > Potete invece applicare le fonti alternative
    > già esistenti (...).

    no

    > L'Italia potrebbe essere autosufficiente,
    > basta volerlo.

    non è vero

    > Essere etici conviene, anche perchè,
    > un giorno tutto quello che fate vi
    > ritornerà indietro, è la legge
    > del Karma, che ci crediate o meno...

    questa è un'opinione che non tiene conto dei progressi futuri.
    L'idea che esistano adesso tecnologie "alternative" e "superiori" e "non inquinanti" è affascinante, ma tuttavia attualmente vacua. Provatelo! Esiste uno stato che si alimenta esclusivamente di energie alternative? Se sottraete paradisi come l'islanda, dotata di molti geysers, o zone molto soleggiate o particolarmente ventose e disabitate, vedrete che tutto sommato l'energia alternativa è ancora inefficiente rispetto ai metodi tradizionali e il nucleare.

    L'unico modo per proteggere il pianeta non è smettere di inquinare -impossibile a meno di non tornare al pre-industriale-, ma è fare tantissima ricerca. E la ricerca si può fare se ci sono soldi. E i soldi ci sono se si risparmiano. E il nucleare è uno dei modi più convenienti per risparmiare sull'energia, e per di più è più ecologico delle centrali a combustibile.

  • E basta con la storia che il nucleare e' ecologico,
    rifletteteci, e' una palla.

    Zone disabitate, tipo quali? l'italia e' un cortile in confronto alla russia e la russia ci e' arrivata dentro con i suoi veleni nucleari, e l'isteria collettiva mi sembra molto giustificata e spero che duri a lungo.

    Gli italiani non sono favorevoli a niente, se vuoi fare campagne pubblicitarie per fini tuoi fatti pagare e dicci quanto guadagni, non si sa mai.

    Questo forum ti sopporta a malapena (senza offesa, ma tu esageri).

    Il complotto e' una strategia tipica di questo governo e di quelli simili(...) che s'inspirano alla guerriglia massmediatica fondamentalista. ti sei mai chiesto perche' le persone piu' intelligenti nel campo dello spettacolo siano contro uno che campa da una vita su prodotti televisivi?

    Le fonti d'energia alternativa bisogna ricercarle, ricerchiamole, puo' darsi che portino qualcosa di utile, che ne sapevano del nucleare prima che lo si scoprisse?

    Basta con la storia del ritorno al preindustriale, taglia l'energia sporca e vedrai che all'improvviso ne usciranno tante di quelle idee da stupire anche te. Mica sono stupidi, se serve possono anche pensare ad un'alternativa. Se c'e' stata una rivoluzione industriale facciamone un'altra, quella industiale rispettosa dell'ambiente e di me e di te.

    mah

    :s:(:DSorpresa
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 30 discussioni)