TI prepara il superchippetto cellulare

Texas è vicina al lancio di un chip che integra quasi tutte le funzioni di un telefonino e promette di tagliare i costi, allungando al contempo l'autonomia delle batterie. Nokia è pronta a farlo suo

Dallas (USA) - Texas Instruments afferma di essere a buon punto nello sviluppo di un chip capace di integrare, in un singolo pezzo di silicio, buona parte dei componenti celati all'interno di un tipico telefono cellulare.

Il chipmaker sta lavorando al superchippetto per cellulari dal 2002, lo stesso anno in cui ha annunciato l'intenzione di integrare in un singolo chip quasi tutta l'elettronica di un telefonino, inclusi ricetrasmettitore radio, memoria SRAM, processore e sistema di gestione dei consumi. La fusione di questi ed altri componenti all'interno di un solo chip consente, secondo TI, di ridurre i costi di fabbricazione, migliorare l'autonomia delle batterie e contenere le dimensioni dei futuri modelli di telefonini.

TI ha già consegnato ai produttori i primi campioni del suo chip ma la commercializzazione non è prevista prima del 2006. L'anno prossimo, Nokia intende porsi tra i primi produttori ad introdurre modelli di cellulare entry-level basati sulla nuova soluzione di TI.
TI non è l'unica a sviluppare system-on-chip per il mercato mobile. Fra le sue più dirette rivali c'è Qualcomm che, pochi mesi fa, ha svelato un prototipo di chip che integra funzioni come la gestione dell'energia, lo stack dei protocolli per le comunicazioni wireless (compresi Bluetooth e Wi-Fi), la gestione della banda radio base e della frequenza e il controllo per l'accesso alla memoria embedded.
5 Commenti alla Notizia TI prepara il superchippetto cellulare
Ordina
  • "La fusione di questi ed altri componenti all'interno di un solo chip consente, secondo TI, di ridurre i costi di fabbricazione, migliorare l'autonomia delle batterie e contenere le dimensioni dei futuri modelli di telefonini."

    Ancora più piccoli???Dovremo digitare i tasti con un ago, oppure saranno i comandi vocali il prossimo step?
    Aumenteranno i casi di lavanda gastrica dovuti all'indigestione fortuita di questi nuovi e micro cellulari???

    E ancora, come si potrà fare coesistere le dimensioni mini dei telefonini ed i display sempre più grandi e multimediali???

    Mah!!!
    non+autenticato

  • No, l'obbiettivo non e' fare telefonini ancora piu' piccoli (anche se ora diventano tecnicamente possibili) ma molto meno costosi.

    Praticamente c'e' un unico componente (o quasi) da montare sulla scheda madre del telefonino questo abbatte i costi di produzione in maniera notevole. E' la questione generale dell'integrazione.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > No, l'obbiettivo non e' fare telefonini
    > ancora piu' piccoli (anche se ora diventano
    > tecnicamente possibili) ma molto meno
    > costosi.
    >
    > Praticamente c'e' un unico componente (o
    > quasi) da montare sulla scheda madre del
    > telefonino questo abbatte i costi di
    > produzione in maniera notevole. E' la
    > questione generale dell'integrazione.
    >


    non solo.
    La possibilità di integrare chip così piccoli e complete consente di incorporare funzioni gsm in ambiti embedded sempre più variegati.

    Ad esempio: magari in un futuro si potrà realizzare una memoria CF (o addirittura SD!) con connessione utms per inviare automaticamente ad un server le foto scattate con qualsiasi fotocamera...

    ==================================
    Modificato dall'autore il 25/01/2005 18.12.03
  • Stavo pensando...
    Tempo fa smanettando (x fare qualche cosa col mio rabbit) mi ero interessato all'interfacciamnto tra micro e "schedine GSM".
    ORa, la cosa mi interessava fino a un certo punto e ho desistito SUBITO visto i costi delle stesse: le stesse cose (e con ENORME semplicità) le ho potute fare col mio vecchio Nokia canibalizzato e i sui comandi AT.

    Ora escono questi cippetti, costano "zero" (direi quasi zero, non immagino il prezzo in quantità che faranno a Nokia, ma sarà sulle decine di dollari, non di piu)

    Usciranno o sono già uscite soluzioni "semplici e economiche" x fare un po' di elettronica?
    non+autenticato
  • Mi sembra un pò presto, vedi se riesci a interfacciarti con questo per ora
    http://www.rfmd.com/pdfs/Polaris.II.pdf
    ATDT 113