Windows, accordo Microsoft-Viminale

Anche il ministero degli Interni firma con il big di Redmond il programma che consente di dare una sbirciatina al codice sorgente dei sistemi operativi Windows

Roma - Accedere al codice sorgente di un sistema operativo per verificarne la sicurezza e la rispondenza a standard che siano accettabili per il ministero degli Interni di un paese come l'Italia. Questo sulla carta il senso dell'accordo appena firmato dal Viminale con Microsoft per l'adesione all'ormai celebre Government Security Program (GSP).

Il Governo italiano, come si ricorderà, lo scorso settembre ha firmato la prima intesa con il big di Redmond a cui è seguito il protocollo sottoscritto anche dal ministero della Giustizia. L'adesione del ministero degli Interni viene vista come essenziale non solo perché fa un grande uso di Windows sui propri server e PC ma anche perché molti dei propri uffici rivestono un carattere di estremo rilievo per la sicurezza dei cittadini e l'ordine pubblico nonché per l'integrità e la riservatezza dei dati, sia quelli relativi agli italiani che quelli governativi di maggiore rilievo.

Secondo Andrea Valboni di Microsoft Italia "la trasparenza e la possibilità di accedere ad informazioni tecniche sono un requisito per molti Governi" e il programma "fornisce un modo strutturato per consentire un'interazione stretta fra Microsoft e il Ministero su tutti gli aspetti tecnici essenziali per mantenere l'integrità delle parti più delicate dell'infrastruttura informatica".
Si parla dunque esplicitamente di sicurezza che comprende da un lato l'operazione glasnost e dall'altra "il trasferimento del know-how per operare queste infrastrutture e garantirne il funzionamento corretto nelle svariate modalità di utilizzo".

La vede così anche il prefetto Mario Ciclosi, direttore centrale dei Servizi territoriali del Ministero, secondo cui l'intesa mira a garantire "la piena funzionalità e affidabilità delle applicazioni critiche sia nelle strutture centrali che periferiche" e quindi a proteggere l'infrastruttura.

Va detto che critiche a queste intese sono stati rivolte al Governo dalla Free Software Foundation Europe che già lo scorso settembre aveva dichiarato di sentirsi "profondamente offesa da questo inutile accordo, i cui termini sono segreti, tra un governo democratico e un'azienda a capitale extra-europeo colpevole di pratiche monopolistiche". I contratti di non divulgazione che legheranno i tecnici che scrutineranno il codice di Windows non piacciono nemmeno all'Associazione Software Libero secondo cui "con questi limiti è chiaro che non esiste materialmente la possibilità di condurre un'analisi attendibile e oggettiva sul sorgente. Azione che sarebbe possibile solo attraverso un'ispezione pubblica, aprendo così a un bacino più ampio di tecnici lo studio del codice senza limitazioni".

Sia come sia, il Government Security Program procede e già sono 38, ricorda Microsoft, gli enti governativi che nel mondo hanno aderito al progetto.
TAG: italia
96 Commenti alla Notizia Windows, accordo Microsoft-Viminale
Ordina
  •     
    che triste, soldi bruciati. a M$ ha un giro pazzesco di mazzette in questi uffici governativi. al rogo M$ . --- dovremm trovarci senza na lira opss euro da investire nella PA per passare tutto a GNU/Linux come in Venezuela ?! che tristezza!!! sara' solo 1 spreco è vero, xkè :
    1) il codice proposto da M$ diciamo che sara' di sicuro quello + liscio e sicuro
    2) i tecnici cosa ne guadagneranno da queste vedute di codice gia' setacciato dai figli di RadMond ? ehm, nulla!!
    Spero che il tutto venga trafugato e che i virus e exploit girino fino a far crollare il sistema windows all'infinito!!

    scusate x lo sfogo lamero ma forse è l'unico modo per aprire gli occhi effettivamente sulla sicurezza agli uomini che decidono cio'.

    Buon Tecnico incaricato dal Governo mi affido a te!!! spappola windows.

    ps: ripensando a 1 stralcio di codice di win che fu trafugato da 1 ftp di M$ mi pare si scopri' la falla di BMP ricordate?
    vi lascio immaginare cosa si scoprira' se M$ dara' molto codice in affidamento ai tecnici di mezzo mondo !!!.
    non+autenticato
  • Esistono al Viminale, o in Italia,
    tecnici preparati e competenti al punto di valutare e comprendere il codice sorgente di un SO?
    La domanda e' meno ironica e peregrina di quanto potrebbe sembrare.
    non+autenticato
  • Ok, danno la possibilità al governo di visionare il codice, ma bisogna però essere sicuri di un paio di cose:
    1 - verrà effettivamente controllato questo codice?
    1bis - e da chi? tecnici assunti dal governo appositamente per questo scopo, suppongo.
    1ter - saranno sufficienti? sicuramente una maciata di tecnici non penso possa avere la stessa capacità di test che possono avere le centinaia di sviluppatori che, chi per il kernel, chi per le utility, chi le per librerie, mette costantemente mano al codice di altri sistemi operativi aperti. ma tant'e'... meglio di niente, direte...
    2 - sempre ammesso che il codice venga controllato, chi mi garantisce che quel codice sia in tutto e per tutto lo stesso che, un volta compilato mi da il Windows che si trova sugli scaffali?
    2bis - Sarà possibile compilare quel codice per poter verificare ciò?

    Beh, io credo che se le risposte ad uno qualcunque dei due punti fossero negative, tutta questa questione del codice semi-aperto di Microsoft sia una bella bufalata, che avrà come risultato solamente una spesa inutile di tempo, denaro e fiducia malriposta.
    Magari sono io a "pensare male", però, dati i precedenti, credo che questa poca fiducia si possa ritenere giustificata.

    ==================================
    Modificato dall'autore il 02/02/2005 16.09.35
  • Penso che la questione più importante è la numero due. La risposta alla 2bis è NO.
    Questo contratto non da diritto a visionare il sorgente dell'intero windows, ma solo di alcune componenti (a discrezione MS ovviamente), pertanto dubito che tu riesca a compilarlo.
    Questa mossa è fumo negli occhi per i governanti che sentono parlare di linux e della disponibilità dei sorgenti, e non capendo bene cosa questo significhi, quali vantaggi può offrire e in che modo, prendono sul serio MS quando ti dice che anche loro ti possono dare il codice sorgente. Ottima mossa commerciale, ma dal punto di vista tecnico semplicemente ridicola.

    non+autenticato
  • Resta il fatto che la MS lo fa su richiesta il vero problema sono i committenti che non capiscono cosa stanno chiedendo
  • Hai proprio ragione, questi committenti sono davvero un problema
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Hai proprio ragione, questi committenti sono
    > davvero un problema

    tanto più che invece di risparmiare i soldi pubblici utilizzando software libero, preferiscono buttarli dalle Finestre...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > preferiscono buttarli dalle Finestre...

    Correzione:
    preferiscono buttarli NELLE Finestre...
    non+autenticato
  • che triste, soldi bruciati. a M$ ha un giro pazzesco di mazzette in questi uffici governativi. al rogo M$ . --- dovremm trovarci senza na lira opss euro da investire nella PA per passare tutto a GNU/Linux come in Venezuela ?! che tristezza!!! sara' solo 1 spreco è vero, xkè :
    1) il codice proposto da M$ diciamo che sara' di sicuro quello + liscio e sicuro
    2) i tecnici cosa ne guadagneranno da queste vedute di codice gia' setacciato dai figli di RadMond ? ehm, nulla!!
    Spero che il tutto venga trafugato e che i virus e exploit girino fino a far crollare il sistema windows all'infinito!!

    scusate x lo sfogo lamero ma forse è l'unico modo per aprire gli occhi effettivamente sulla sicurezza agli uomini che decidono cio'.

    Buon Tecnico incaricato dal Governo mi affido a te!!! spappola windows.

    ps: ripensando a 1 stralcio di codice di win che fu trafugato da 1 ftp di M$ mi pare si scopri' la falla di BMP ricordate?
    vi lascio immaginare cosa si scoprira' se M$ dara' molto codice in affidamento ai tecnici di mezzo mondo !!!. Fan Linux
    non+autenticato
  • Sara'
    presto attivo a Trento un nuovo centro scientifico-tecnologico
    di avanguardia che si occupera' della creazione di nuovi
    strumenti di calcolo a vantaggio della ricerca biologica.
    L'obiettivo e' quello di arrivare a nuove e piu' avanzate
    conoscenze sull'origine delle malattie, nuove terapie e
    migliori vaccini. L'iniziativa e' frutto di un accordo siglato
    oggi a Praga tra il ministro dell'Innovazione Lucio Stanca, il
    ministro dell'Istruzione Letizia Moratti, il fondatore di
    Microsoft Bill Gates, in partnership con l'universita' degli
    studi di Trento e la Provincia autonoma di Trento. Per
    l'iniziativa, verranno stanziati 11 milioni di euro in cinque
    anni, di cui il 60% fa parte di investimenti pubblici.
        L'iniziativa rientra in quella di piu' ampio respiro
    chiamata Euroscience, annunciata oggi da Gates con oltre 500
    capi di governo e che punta ad accelerare l'innovazione di base
    nella scienza e nell'informatica grazie al decisivo ruolo di
    Microsoft (stanziati 100 milioni di euro in 5 anni).
  • > strumenti di calcolo a vantaggio della
    > ricerca biologica...

    http://punto-informatico.it/p.asp?i=50745

    Un occasione perduta per finalizzare al meglio e valorizzare quel poco di ricerca che ancora si fa nel nostro paese. Le applicazioni del Grid sono molte, tra cui per l'appunto la ricerca medica e non c'è solo l'INFN ma anche diverse università italiane stanno portando avanti progetti di ricerca sul Grid.
    Non esiste niente di simile sul fronte MS, perchè si sà, i grossi sistemi di calcolo non sono mai stati il loro terreno di battaglia. Tuttavia, sono in molti a ritenere che queste tecnologie troveranno un largo utilizzo nel prossimo futuro in diversi settori e certo MS non può rimanere a mani vuote e deve tirare fuori qualcosa. Come finanziare quindi lo sviluppo della propria piattaforma? Semplice, chiedendo soldi ai governi per finanziare progetti di ricerca e creare così la propria soluzione, che sarà un domani in concorrenza con globus e chissà quanti altri derivati open source, realizzati anche grazie agli sforzi dei nostri ricercatori.

    Questo governo non governa, fa affari e ci danneggia.
    non+autenticato
  • scusate, ma non si vergognano tuttti ????
    cioè le ricerche + importanti che si stanno svolgendo OGGI ( non fra anni !!! ) si svolgono su sistemi per la maggior parte OpenSource e in specifico GNU/Linux, e il ministro del cavolo mi firma con Billgates ??!!! cioè è impressionante il giro di interessi che cè dietro questa materia. cioè con 60milioni si apriva una vera ricerca a livello europeo con cluster linux e calcoli da capogiro e , invece si sviluppa con catorci di OS come windows....... signori fate una piccola ricerca a noterete che le ricerche + producenti sono su sistemi OpenSource meno costi + sviluppo!! se nn si paga una licenza quei soldi si possono dare a un ricercatore ...moltiplicate tutto per migliaia di licenze avrete + ricercatori e mezzi a disposizione! ... Redazione di PI se leggete vi prego facciamo na lettera diprotesta .

    PS: andare su google e cercate linux e ricerca. Fan Linux
    stc@linuxtimes.net
    non+autenticato
  • fatto ? manca qualcosa eh ?
    ebbene si, il nostro governo ha dato via i nostri cvl1

    e forza uiiiindooooos che siamo tantissimi (38)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > fatto ? manca qualcosa eh ?
    > ebbene si, il nostro governo ha dato via i
    > nostri cvl1
    >
    > e forza uiiiindooooos che siamo tantissimi
    > (38)

    ... e fu così che comincio l'era dell' e-manganelloPerplesso
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 23 discussioni)