HVD succederà a Blu-ray?

Alcuni produttori hanno formato un consorzio che avrà il compito di definire uno standard per i dischi olografici, media che nel futuro potrebbero rappresentare i naturali successori dei DVD a laser blu

Roma - HVD, Holographic Versatile Disc, è una sigla che nel prossimo futuro potrebbe diventare comune quanto lo sono oggi i termini "CD" e "DVD". Questa almeno è la speranza di quel gruppo di aziende, quasi tutte giapponesi, che nei giorni scorsi hanno stretto un'intesa per dar vita ad uno standard per i dischi olografici.

Le specifiche alla base del futuro standard, alla cui stesura contribuiranno società come Optware, Fuji Photo Film e CMC Magnetics, descriveranno un formato per la memorizzazione dei dati su dischi ottici olografici con capacità di 1 terabyte (1.000 GB) e oltre.

Un disco da 1 terabyte potrà contenere all'incirca la stessa quantità di dati memorizzata su 200 DVD a singolo layer, e trasferire le informazioni ad una velocità di oltre 1 gigabit al secondo: circa 40 volte superiore a quella permessa oggi da un tipico drive DVD.
Il formato HVD viene visto dai suoi promotori come il successore delle tecnologie Blu-ray e HD DVD, entrambe ancora in fasce. Entro la fine del decennio, Sony ha pronosticato lo sviluppo di dischi Blu-ray da 500 GB, capacità che potrebbe rappresentare il capolinea per le tecnologie DVD a laser blu. Gli esperti si aspettano che da questo punto in poi le tecnologie olografiche guideranno l'evoluzione dello storage supporti ottici.

Proprio di recente uno dei membri della neonata Holographic Versatile Disc Alliance, Optware, ha annunciato l'imminente lancio sul mercato di supporti olografici da 100 GB.
TAG: hw
29 Commenti alla Notizia HVD succederà a Blu-ray?
Ordina
  • Basta con questi supporti ottici:

    lenti (in lettura e in scrittura)
    inaffidabili (basta un graffietto esterno per rovinarli)
    scomodi (inserire, disinserire, riporre; sempre facendo attenzione ai graffietti di cui sopra)
    ingombranti (custodie incluse)

    Insomma basta con questi supporti che:

    hanno prestazioni ridicole
    ci fanno perdere dati
    ci fanno perdere tempo
    ci fanno perdere spazio.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Basta con questi supporti ottici:
    >
    > lenti (in lettura e in scrittura)
    > inaffidabili (basta un graffietto esterno
    > per rovinarli)
    > scomodi (inserire, disinserire, riporre;
    > sempre facendo attenzione ai graffietti di
    > cui sopra)
    > ingombranti (custodie incluse)
    >
    > Insomma basta con questi supporti che:
    >
    > hanno prestazioni ridicole
    > ci fanno perdere dati
    > ci fanno perdere tempo
    > ci fanno perdere spazio.

    Caro Genio della Lampada,
    hai alternative a basso costo, adatte per l'utonto medio che ha problemi ad inserire il dvd girandolo dal lato giusto? Tieni conto che i supporti ottici:
    - Hanno un costo tendente a zero
    - Sono estremamente radicati nella nostra vita
    - Hanno un impatto ambientale tutto sommato buono (la plastica si ricicla...)
    - Hanno 20 anni di prove e miglioramenti alle spalle

    Prima di spalare MERenDA su tutto cerchiamo di ragionare!
  • Caro carobeppe,

    Tu dici: Hanno un costo tendente a zero

    Allora, mettiamo che un dvd (4,7 giga dichiarati, effettivi 4,4) di qualità media con custodia costi 2 euro, questo vuol dire che al giga costa 2 / 4,4 = 45 centesimi.
    200 giga di hard disk medio costano 96 euro (in realtà sono 190 giga) quindi al giga costa 96 /190 = 50 centesimi.
    200 giga (190) di hard disk equivalgono a 43 dvd (che non mi sembrano ecologicamente così migliori rispetto ad un hd) questo se uno riuscisse a riempirli tutti fino all'orlo, cosa che è empiricamente impossibile. Ammettendo invece che in media si perdano 0,3 giga a dvd per il fatto che quando masterizziamo non tutto entra alla perfezione nei 4,4 giga che abbiamo a disposizione, otteniamo che il costo al giga di un dvd è di 2 / 4,1 = 49 centesimi.
    Non è finita, che non ce lo mettiamo il costo fisso del lettore dvd e del masterizzatore dvd? va bene non ce lo mettiamo, ma permettetemi di sostituire il segno di uguale col segno di maggiore

    Ricapitolando
    costo di un giga su dvd: maggiore di 49 centesimi
    costo di un giga su hd:   50 centesimi
    (non oso neanche calcolare il costo di un giga su cd)


    Poi dici: Sono estremamente radicati nella nostra vita

    Infatti io dico basta, non dico rinneghiamo il passato, semplicemente guardiamo al futuro. Li abbiamo usati fino ad ora ma adesso smettiamo di usarli, perchè non conviene più.


    Poi dici: Hanno un impatto ambientale tutto sommato buono (la plastica si ricicla...)

    Vedi sopra.


    E infine dici: Hanno 20 anni di prove e miglioramenti alle spalle

    Si, sono così migliorati che:
    basta un po' di polvere o un graffietto a metterli in crisi e
    hanno delle velocità ridicole (rispetto ad un hd) e tutto quello che ne segue.

    In conclusione: spero che il futuro dell'archiviazione dei dati digitali non passi per i supporti ottici come li intendiamo ora. Ben vengano supporti ottici affidabili (ossia, ad esempio, con superfici scritte non esposte a logorio meccanico) e veloci. Ma quello che vedo ora è veramente penoso.
    .
  • - Scritto da: carobeppe

    > Prima di spalare MERenDA su tutto cerchiamo
    > di ragionare!

    Mi sembra che il vivace qui sopra abbia ragionato abbastanza.
    I tempi cambiano, per fortuna...

    La cosa buffa e` che col tempo in effetti CD e DVD, ma anche le unita` che li registrano (e non "masterizzano": tecnicamente masterizzarli significa creare un master, un disco che fara` da stampo per copie in serie), sono leggermente migliorati, e quindi oggi mi sembrano almeno degni di contenere i dati che di solito contengono (musichette, mp3, archivi di filmini...).
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Basta con questi supporti ottici:
    >
    > lenti (in lettura e in scrittura)
    > inaffidabili (basta un graffietto esterno
    > per rovinarli)
    > scomodi (inserire, disinserire, riporre;
    > sempre facendo attenzione ai graffietti di
    > cui sopra)
    > ingombranti (custodie incluse)
    >
    > Insomma basta con questi supporti che:
    >
    > hanno prestazioni ridicole
    > ci fanno perdere dati
    > ci fanno perdere tempo
    > ci fanno perdere spazio.

    Perfettamente daccordo, non sono sicuro ma ho letto che la metà delle informazione contenute in un cd audio è per la correzione degli errori!!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Basta con questi supporti ottici:
    > >
    > > lenti (in lettura e in scrittura)
    > > inaffidabili (basta un graffietto
    > esterno
    > > per rovinarli)
    > > scomodi (inserire, disinserire, riporre;
    > > sempre facendo attenzione ai graffietti
    > di
    > > cui sopra)
    > > ingombranti (custodie incluse)
    > >
    > > Insomma basta con questi supporti che:
    > >
    > > hanno prestazioni ridicole
    > > ci fanno perdere dati
    > > ci fanno perdere tempo
    > > ci fanno perdere spazio.
    >
    > Perfettamente daccordo, non sono sicuro ma
    > ho letto che la metà delle
    > informazione contenute in un cd audio
    > è per la correzione degli errori!!

    In realtà il 25%, ma solo per i cd di dati, per quelli audio (e per i videocd) ne viene utilizzato di meno perché secondo gli inventori tanto gli errori non li sentiamo.
  • Solo una cosa: vorrei che ci fosse una funzione di ricerca per i forum. Anni or sono, quando la mania dei CD-R impazzava e tutti erano entusiasti, avevo portato le stesse motivazioni. Su una trentina di risposte, ce ne fosse stata una che mi desse ragione: no, no, i CD sono a posto, sono perfetti, CD di qui, CD di la`...
    non+autenticato


  • - Scritto da: Alex¸tg
    > Solo una cosa: vorrei che ci fosse una
    > funzione di ricerca per i forum. Anni or
    > sono, quando la mania dei CD-R impazzava e
    > tutti erano entusiasti, avevo portato le
    > stesse motivazioni. Su una trentina di
    > risposte, ce ne fosse stata una che mi desse
    > ragione: no, no, i CD sono a posto, sono
    > perfetti, CD di qui, CD di la`...

    Io sono nuovo e non lessi il tuo mess, cmq ti do ragione ora se ti può consolareSorride
  • In effetti, mi consola.
    E` sempre bello poter dire "l'avevo detto, io..."
    non+autenticato
  • .. Siccome non si sa ancora chi "vincerà" tra blue ray ed hd-dvd, parlare adesso di chi siccederà a questi è come mettere il carro davanti ai buoi.
    L'utente medio, l'avanzato il professionista - insomma chiunque - metterà questa notizia assieme a tutte le altre, ed aspetterà che sia il mercato (attraverso le mosse delle mayor e delle alleanze) a decretare il successo. poi si comprerà qualcosa che sul mercato c'è!
    E' finito il tempo in cui ci si lanciava a comprare quqlcosa perchè c'era e basta: adesso si aspetta perchè tutti sanno che NON durerà e che l'usato non ha mercato, che non serve l'ultima novità ma solo quella diffusa.
    Questo anche per i professionisti etc.
    Vivrò comunque tranquillo per godermi il mio ennesimo nec, che cambia versione più velocemete di come cambia il firmware, poi .. si vedrà".
    P.S.: Il dvd si è diffuso quando sono usciti i doppi standard, NON solo quando costavano poco. Quello è arrivato in un secondo tempo, quando anche i supporti sono arrivati a competere con i CD_ROM.
    E quando programmi come dvd decripter, schrinks (come c. si scrive!) e clone sono usciti ... Andatelo unpo' a dire aiu vari noleggi che - solo ora- permettono noleggi anche multipli di sole 8 ore. Con le cassette non si era MAI visto!

    ==================================
    Modificato dall'autore il 07/02/2005 10.52.19

  • - Scritto da: The Raptus
    > .. Siccome non si sa ancora chi
    > "vincerà" tra blue ray ed hd-dvd,
    > parlare adesso di chi siccederà a
    > questi è come mettere il carro
    > davanti ai buoi.
    > L'utente medio, l'avanzato il professionista
    > - insomma chiunque - metterà questa
    > notizia assieme a tutte le altre, ed
    > aspetterà che sia il mercato
    > (attraverso le mosse delle mayor e delle
    > alleanze) a decretare il successo. poi si
    > comprerà qualcosa che sul mercato
    > c'è!
    > E' finito il tempo in cui ci si lanciava a
    > comprare quqlcosa perchè c'era e
    > basta: adesso si aspetta perchè tutti
    > sanno che NON durerà e che l'usato
    > non ha mercato, che non serve l'ultima
    > novità ma solo quella diffusa.
    > Questo anche per i professionisti etc.
    > Vivrò comunque tranquillo per godermi
    > il mio ennesimo nec, che cambia versione
    > più velocemete di come cambia il
    > firmware, poi .. si vedrà".
    > P.S.: Il dvd si è diffuso quando sono
    > usciti i doppi standard, NON solo quando
    > costavano poco. Quello è arrivato in
    > un secondo tempo, quando anche i supporti
    > sono arrivati a competere con i CD_ROM.
    > E quando programmi come dvd decripter,
    > schrinks (come c. si scrive!) e clone sono
    > usciti ... Andatelo unpo' a dire aiu vari
    > noleggi che - solo ora- permettono noleggi
    > anche multipli di sole 8 ore. Con le
    > cassette non si era MAI visto!

    Quoto Sorride
  • Secondo me poi l'HVDFRXS succederà all'HVD...

    Ma dài, non si è ancora visto uno standard, e già si fanno annunci sul suo successore...
    non+autenticato
  • Proprio quello che temo anche io: molti non-standard. Tuttavia se il caso minidisc non avesse fatto scuola tutti i non standard sono destinati a fallire e con essi i contenuti distribuiti con i medesimi.
    non+autenticato
  • Sempre più capacità ma a che pro?
    Mi sono fatto queste idee:
    - Il dvd non va più bene perchè il css ha fallito il suo compito, ora tocca trovare qualcosa di più potente e già che ci siamo vendiamo anche televisori e lettori per HDTV.
    - Il dvd sui computer ha avuto il boom quando i prezzi dei masterizzatori sono calati, fino a quando i burner dvd-r costavano 200 euro per cosa si usavano i lettori dvd sui pc? Pochi vedevano film (meglio la tv), qualcun'altro ci leggeva i dvd delle riviste (che però sono arrivati molto dopo l'introduzione dei lettori dvd); qualcun'altro iniziava a duplicare e passare agli amici...
    - Ora il dvd è "quasi" normale perchè è più economico del cd, ma non è essenziale come il cd che è ancora "lo standard" per la distribuzione su scala di contenuti informatici.

    Su queste basi perchè il dvd venga soppiantato (come succederà al cd fra 1-2 anni), visto che non è ancora al suo massimo di espansione ci vorranno più di 5 anni.

    A cosa mi servono tutte queste nuove tecnologie?
    Non lo so... qualche idea mi viene in mente però...

    Perchè non usano le loro risorse per eliminare i supporti magnetici? Gli HD sono diventati uno strettissimo collo di bottiglia per tutti i PC, e di 250Gb di HD l'utente medio non se ne fa nulla.
  • beh, l'utente medio fa meno testo rispetto alle grandi aziende che hanno bisogno di immense quantità di storage per backup e simili.


    windows longhorn vuole un terabyte di hddA bocca aperta :asd:
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > beh, l'utente medio fa meno testo rispetto
    > alle grandi aziende che hanno bisogno di
    > immense quantità di storage per
    > backup e simili.
    >

    Giustissimo

    >
    > windows longhorn vuole un terabyte di hddA bocca aperta
    > :asd:

    Questa è una leggenda metropolitana: non ditela più che fate brutta figura!
    non+autenticato

  • > windows longhorn vuole un terabyte di hddA bocca aperta
    > :asd:
    NO, windows longhorn SUPPORTA dischi da 1 terabyte, ma se e' per questo lo posso anche installare su un hd scsi da 15 Gb senza problemi...
  • > windows longhorn vuole un terabyte di hddA bocca aperta
    > :asd:

    io longhorn 4083 per amd 64bit l'ho installato su una partizione da 4,5 gb ed alla fine avevo ancora circa 1 giga libero... trollone!

  • - Scritto da: AlphaC
    >

    [CUT]

    > Perchè non usano le loro risorse per
    > eliminare i supporti magnetici? Gli HD sono
    > diventati uno strettissimo collo di
    > bottiglia per tutti i PC, e di 250Gb di HD
    > l'utente medio non se ne fa nulla.

    Forse perché il prezzo per gigabyte, in rapporto anche alla velocità di lettura/scrittura, è ancora il più conveniente?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: AlphaC
    > >
    >
    > [CUT]
    >
    > > Perchè non usano le loro risorse
    > per
    > > eliminare i supporti magnetici? Gli HD
    > sono
    > > diventati uno strettissimo collo di
    > > bottiglia per tutti i PC, e di 250Gb di
    > HD
    > > l'utente medio non se ne fa nulla.
    >
    > Forse perché il prezzo per gigabyte,
    > in rapporto anche alla velocità di
    > lettura/scrittura, è ancora il
    > più conveniente?
    senz'altro, ma io infatti ho scritto che vorrei vedere risorse utilizzate nello sviluppo di hard disk più efficenti, poichè come dici tu ora il rapporto è sconveniente

  • - Scritto da: AlphaC
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: AlphaC
    > > >
    > >
    > > [CUT]
    > >
    > > > Perchè non usano le loro
    > risorse
    > > per
    > > > eliminare i supporti magnetici?
    > Gli HD
    > > sono
    > > > diventati uno strettissimo collo di
    > > > bottiglia per tutti i PC, e di
    > 250Gb di
    > > HD
    > > > l'utente medio non se ne fa nulla.
    > >
    > > Forse perché il prezzo per
    > gigabyte,
    > > in rapporto anche alla velocità
    > di
    > > lettura/scrittura, è ancora il
    > > più conveniente?
    > senz'altro, ma io infatti ho scritto che
    > vorrei vedere risorse utilizzate nello
    > sviluppo di hard disk più efficenti,
    > poichè come dici tu ora il rapporto
    > è sconveniente

    per sviluppare hdd più efficienti ci vogliono i soldi.
    ad esempio il costo per gb di un raptor è fino a 4 volte superiore (sto andando a memoria, spero di non aver toppato di tanto!) rispetto ad un disco da "soltanto" 7200rpm

    se poi entriamo nel settore scsi i portafogli si terrorizzano. (anche perché ad esempio i 15krpm li fanno coi piatti più piccoli afaik, quindi lo spazio costa di più)

    la capacità non sarà così importante, oramai, ma neanche la velocità dei dischi diventa fondamentale per un utente qualunque, giacché essa diventa limitante *per davvero* solo in ambiti specialistici come l'editing video (non parlo di fare i divx!) ad esempio.

    Cioé... sono pochi coloro i quali si possono permettere di comprarsi un raptor giusto per avviare win 10secondi più velocemente! (beati loroA bocca storta )


    per i restanti mi sembra che i passi fatti ci siano, ad esempio noto che quasi tutte le mobo includono funzionalità raid 0, che, abbinato a dischi non marca cammello, può produrre un boost interessante senza incidere particolarmente nel budget.

    Basterebbe semplicemente costringere i negozianti ad informare l'acquirente sulla qualità del disco (sono tutti a vendere maxtor versione oem -cosa che tra l'altro non si potrebbe neanche fare-)

  • > se poi entriamo nel settore scsi i
    > portafogli si terrorizzano. (anche
    > perché ad esempio i 15krpm li fanno
    > coi piatti più piccoli afaik, quindi
    > lo spazio costa di più)
    >

    Fra le altre cose sui server HP gli SCSI più grandi da 15 Krpm mi sembrano da poco più di 70 GB e costano una fortuna!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > se poi entriamo nel settore scsi i
    > > portafogli si terrorizzano. (anche
    > > perché ad esempio i 15krpm li
    > fanno
    > > coi piatti più piccoli afaik,
    > quindi
    > > lo spazio costa di più)
    > >
    >
    > Fra le altre cose sui server HP gli SCSI
    > più grandi da 15 Krpm mi sembrano da
    > poco più di 70 GB e costano una
    > fortuna!

    Io parlavo di hard disk flash allo stato solido, per quanto siano più veloci gli scsi a 15k il vantaggio in prestazioni neanche si avvici a quelli ottenibili con flash di bassa lega, 0 MB/s reali, solo che un hd da 5 Gb costa uno sfacelo.... Cominceranno a essere interessanti quando costeranno 100 euro quelli da 5 così da poter installare il so.

  • - Scritto da: AlphaC
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > > se poi entriamo nel settore scsi i
    > > > portafogli si terrorizzano. (anche
    > > > perché ad esempio i 15krpm
    > li
    > > fanno
    > > > coi piatti più piccoli
    > afaik,
    > > quindi
    > > > lo spazio costa di più)
    > > >
    > >
    > > Fra le altre cose sui server HP gli
    > SCSI
    > > più grandi da 15 Krpm mi
    > sembrano da
    > > poco più di 70 GB e costano una
    > > fortuna!
    >
    > Io parlavo di hard disk flash allo stato
    > solido, per quanto siano più veloci
    > gli scsi a 15k il vantaggio in prestazioni
    > neanche si avvici a quelli ottenibili con
    > flash di bassa lega, 0 MB/s reali,
    si vabbe 50 volevo dire