MPAA ad alzo zero contro BitTorrent e il P2P

Vince in tribunale e rimpiazza il celeberrimo sito LokiTorrent con una propria dichiarazione. Annuncia che perseguirà gli utenti registrati al sito e ha già una serie di altri siti nel mirino. Diffide contro eDonkey

MPAA ad alzo zero contro BitTorrent e il P2PRoma - C'è maretta in rete dopoché venerdì la home page di LokiTorrent, uno dei più conosciuti siti dedicati allo sharing tramite le tecnologie BitTorrent, è stata sostituita da una pagina della MPAA, l'associazione degli studios americani.

Su quel sito ora campeggia la scritta a caratteri cubitali "Puoi cliccare ma non puoi nasconderti" e una breve dichiarazione:

"Ci sono siti che offrono download legali. Questo non è uno di quelli.
Questo sito è stato chiuso in modo permanente dalla sentenza di un tribunale perché favorisce il download illegale di film protetti dal diritto d'autore. Il download illegale di film ruba lo stipendio a migliaia di persone che lavorano duro e ostacola la creatività. Scaricare illegalmente film da siti come questo senza autorizzazione viola la legge, è furto e non è anonimo. Rubare film lascia una traccia. L'unico modo di non essere presi è astenersi".

La sentenza a cui si riferisce MPAA è quella che nei giorni scorsi ha portato alla condanna di Edward Webber, noto come "Loki", il gestore del sito. Stando agli studios, Webber è stato condannato a risarcire le case di produzione e diffidato dal compiere ulteriori nuove azioni che favoriscano quella che gli studios definiscono pirateria.
Non solo, in una nota diffusa dalle major del cinema si legge che il tribunale ha imposto a Webber di consegnare tutti i log di accesso al sito "che forniranno la via a coloro che hanno usato LokiTorrent per le proprie attività illegali". Un'affermazione che per qualche ora ha creato enorme sconcerto nei numerosissimi utenti del sito che temono di finire a loro volta nel mirino degli studios. Ma è una eventualità remota, come sottolineano gli esperti di Slyck.com, visto che i log di cui potranno entrare in possesso le major sono estremamente limitati.

In particolare sono log che potrebbero tuttalpiù dimostrare che un computer con un certo IP abbia scaricato un certo file.torrent ma non può consentire in tribunale di sostenere che l'utente, con quell'IP, abbia effettivamente scaricato i materiali a cui quel file fa riferimento. Conservare log approfonditi sulle attività degli utenti avrebbe peraltro richiesto notevoli risorse, oltre a risultare invasivo, perciò nel peggiore dei casi, associandoli ad altri dati che le major potrebbero aver raccolto in rete, forse quei log potranno consentire di identificare alcuni dei più impegnati heavy user. Secondo il gestore di un sito web che utilizza lo stesso codice su cui era basato LokiTorrent "i file di log tendono a crescere anche di un gigabyte al giorno. La maggiorparte dei gestori o li disabilita o li ripulisce ogni pochi giorni. E così c'è veramente poca informazione". Né si può escludere che Loki, da tempo nel mirino delle major, abbia da settimane ridotto o disabilitato completamente le attività di logging, questo anche a fronte della forte crescita del pubblico e dunque di log sempre più impegnativi da gestire e registrare. "Questa vicenda - ha sostenuto il direttore dell'antipirateria MPAA John Malcom - ci dovrebbe dare informazioni sugli utenti di LokiTorrent coinvolti in un clamoroso atto di pirateria contro il cinema. Vedremo quelle informazioni e decideremo quale sia la giusta strada da seguire".

La clamorosa decisione della MPAA di rimpiazzare la home page di LokiTorrent con una propria pagina, con un'operazione che qualcuno ha equiparato al defacement, va letta nel braccio di ferro che si era creato con LokiTorrent, tra i pochissimi siti che fin qui hanno tentato di resistere alla diffida delle major scegliendo invece di lottare e, come si ricorderà, chiedendo una mano alla comunità.
TAG: mondo
172 Commenti alla Notizia MPAA ad alzo zero contro BitTorrent e il P2P
Ordina
  • LIBERO ADSL flat
    2 MEGA, scarica senza limiti
    a soli 29,95 ? al mese
    attivazione e 3 mesi GRATIS
    °°°°°°°°°°°°°
    scarica senza limiti!?...SCARICA SENZA LIMITI!?!?!?
    mi sa che urbanaccio non va mai su internet!!
    che lo colga la diarrea!!!
    non+autenticato
  • In riferimento al titolo.....mi rincresce non poter parlare direttamente con questa MPAA tanto per capire che tipo di battaglia sta intraprendendo. Che lo scopo di base sia giusto, penso che nessuno lo possa negare nonostante il popolo del p2p sia sicuramente contro queste iniziative antipirateria. Ma per l'amor di dio, vabbè che ormai internet è diffusissima e tutti scaricano illegalmente film, ma questi benedetti signori si vogliono rendere conto che fa ridere un accanimento del genere contro il p2p quando con pochi euro ed in qualsiasi stato, ci si può recare ad un qualsiasi negozio blockbuster e copiare tutti i film che si vogliono senza rompersi troppo e senza lasciare acceso il computer per giorni? questa è ormai una pratica diffusissima, ci sono persone che affittano anche una decina di film a testa e poi se li scambiano a mano senza alcun tipo di rischio legale proprio per il fatto che tale operazione avviene a mano e non su internet,,,quindi perchè tanto accanimento verso il popolo del p2p? non lo capirò mai.
    non+autenticato
  • Mai come in questo inizio di secolo che dovrebbe essere della ?CONOSCENZA?, abbiamo assistito ad una campagna ?STUPIDA? a pro dei diritti d?autore ma? guarda, guarda i benefattori sono le 5 Major che detengono una potenza strabiliante in termini monetari. Improvvisamente TUTTI, i Potere forti si sono mobilitati, per fare leggi ad Hoc per proteggere il potere degli immensi introiti, a far si che i politici compiacenti di tutto il mondo possono avere sempre più somme elargite, e così avere sempre più potere: ?i loro figli potranno comprare droghe sempre più micidiali? ? ?le loro mogli potranno assumere i GIGOLO sempre più aitanti e così il mondo (secondo loro) può andare a farsi FOTTERE. I potenti ? i legislatori (poveri stupidi), non hanno capito che la loro è una partita persa in partenza. Si sono dimenticati del fatto che, nel mondo cento ? duecento ? cinquecento milioni di Computer formano all?unisono una forza che nessun potere potrà mai sconfiggere.
    Si parla che la pirateria ammazza l?arte ma? non è forse espandendo la possibilità a tutti, di conoscere l?arte che, questa può avere il massimo riconoscimento. Certo che i potenti lo sanno ma? i soldi non bastano mai e col terrorismo sono convinti di soggiogare le moltitudini.

    Questo scritto è una scheggia, è una sfida ai potenti, a quelli che si credono di stravolgere il percorso dell'umanità. Non ho paure amzi, il mio indirizzo e-mail è:
    gianpietro@dott-bomboi.it\ sono sempre a disposizione.

    Saluti Gian Pietro Bomboi.    

  • bravo.
    non+autenticato
  • ben detto
    non+autenticato
  • come da topic
    non+autenticato
  • quoto!!
    non+autenticato
  • ben detto fratello
    non+autenticato
  • Approvo


    - Scritto da: gianpietrone
    > Mai come in questo inizio di secolo che
    > dovrebbe essere della ?CONOSCENZA?, abbiamo
    > assistito ad una campagna ?STUPIDA? a pro
    > dei diritti d?autore ma? guarda, guarda i
    > benefattori sono le 5 Major che detengono
    > una potenza strabiliante in termini
    > monetari. Improvvisamente TUTTI, i Potere
    > forti si sono mobilitati, per fare leggi ad
    > Hoc per proteggere il potere degli immensi
    > introiti, a far si che i politici
    > compiacenti di tutto il mondo possono avere
    > sempre più somme elargite, e
    > così avere sempre più potere:
    > ?i loro figli potranno comprare droghe
    > sempre più micidiali? ? ?le loro
    > mogli potranno assumere i GIGOLO sempre
    > più aitanti e così il mondo
    > (secondo loro) può andare a farsi
    > FOTTERE. I potenti ? i legislatori (poveri
    > stupidi), non hanno capito che la loro
    > è una partita persa in partenza. Si
    > sono dimenticati del fatto che, nel mondo
    > cento ? duecento ? cinquecento milioni di
    > Computer formano all?unisono una forza che
    > nessun potere potrà mai sconfiggere.
    > Si parla che la pirateria ammazza l?arte ma?
    > non è forse espandendo la
    > possibilità a tutti, di conoscere
    > l?arte che, questa può avere il
    > massimo riconoscimento. Certo che i potenti
    > lo sanno ma? i soldi non bastano mai e col
    > terrorismo sono convinti di soggiogare le
    > moltitudini.
    >
    > Questo scritto è una scheggia,
    > è una sfida ai potenti, a quelli che
    > si credono di stravolgere il percorso
    > dell'umanità. Non ho paure amzi, il
    > mio indirizzo e-mail è:
    > gianpietro@dott-bomboi.it\ sono sempre a
    > disposizione.
    >
    > Saluti Gian Pietro
    > Bomboi.    
    >
    non+autenticato
  • > Questo scritto è una scheggia,
    > è una sfida ai potenti, a quelli che
    > si credono di stravolgere il percorso
    > dell'umanità. Non ho paure amzi, il
    > mio indirizzo e-mail è:
    > gianpietro@dott-bomboi.it\ sono sempre a
    > disposizione.
    >
    > Saluti Gian Pietro
    > Bomboi.    

    Non quoto.
    Credo nella tua buona fede, appoggio i tuoi concetti, mi piacerebbe credere, come te, nell'unisono.

    Ti faccio una domanda semplice semplice:
    la finanza mi multa, diciamo una fesseria, 5000 euro.
    la presunta comunità di computer all'unisono è disposta a coprire la multa che io dovrò pagare? Credo proprio di no.
    Quello sarebbe un modo coerente di gestire una comunità.
    In realtà siamo cani sciolti chiusi a chiave nelle nostre casette.

    Loro, dall'altro lato, sono uniti come una loggia massonica, anche quando non si conoscono tra loro.
  • > Loro, dall'altro lato, sono uniti come una
    > loggia massonica, anche quando non si
    > conoscono tra loro.
    Il guaio è che LORO SONO uniti tramite logge massoniche, cosa vuoi che te lo vengano a raccontare al telegiornale?
    non+autenticato
  • La pirateria non danneggia l'arte per il semplice fatto che la pirateria non esiste.......pirateria è un concetto vuoto in se, che deriva dalla proibizione che i padroni ci impongono....
    Sono i padroni ricchi che fanno i pirati e non i poveracci che scaricano qualche film, sono le leggi che creano i "pirati". Quando la legge mi protegge attraverso leggi che tutelano la maggioranza dei cittadini allora è giusta. Ma quando la legge tutela poche persone e penalizza ltutte le altre, la legge è illegittima perche la maggior parte della gente non la vuole.......questo non è populismo, è uno dei fondamenti della democrazia, ovvero il governo della gente, per la gente.
    non+autenticato
  • Ma io non capisco... ci sono programmi stupidissimi che ti dicono chi e' attaccato al tracker che sta scaricando in quel momento il file... ti dicono anche chi lo sta' dstribuendo... e cosi', il "delinquente" viene preso con le mani in pasta.
    Ma c'e' bisogno di avere i log? Che, come ha detto PI, magari ti dicono solo chi ha scaricato il file torrent che serve solo per collegarsi al tracker, e niente di piu'...

    non+autenticato
  • There are websites that provide legal downloads. This is not one of them.

    This website has been permanently shut down by court order because it facilitates the illegal downloading of copyrighted motion pictures. The illegal downloading of motion pictures robs thousands of honest, hard-working people of their livelihood, and stifles creativity. Illegally downloading movies from sites such as these without proper authorization violates the law, is theft, and is not anonymous. Stealing movies leaves a trail. The only way not to get caught is to stop.

    Si vede che queste cose le scrivono i pubblicitari, anche la pagina sembra uno spot.
    E come al solito... tutte b@lleA bocca aperta:D:D;):):pSorpresa:s:(:\In lacrime o no?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 32 discussioni)