Tiscali impone limiti all'ADSL

Il provider parla con Punto Informatico dell'operazione volta a ridurre il consumo di banda di certi utenti ADSL. Lo chiama traffico anomalo. Rotto l'implicito patto tra provider e utenti peer-to-peer?

Tiscali impone limiti all'ADSLMilano - Gli utenti ADSL di Tiscali stiano attenti a non scaricare troppo nei prossimi giorni. Rischiano altrimenti di perdere l'account e persino di essere costretti a risarcire eventuali danni: è il tema di una lettera inviata dall'operatore, a febbraio, "a qualche centinaio di clienti, che facevano volumi di traffico anomalo", spiega a Punto Informatico Pierpaolo Festino, responsabile per le attività consumer di Tiscali Italia.

"Sono utenti con offerte flat ma anche alcuni a consumo. Facevano un traffico di decine o centinaia di gigabyte al mese, molte volte superiore rispetto alla media di 2-5 GB". Nei contratti di Tiscali c'è una clausola contro "il traffico anomalo" ma non sono indicati limiti oggettivi; la pubblicità parla invece, genericamente, di contratti flat, ipervelocità e/o ADSL "senza limiti". Ora si scopre che è Tiscali a decidere, su due piedi, che cosa possa essere stabilito anomalo: in base alle proprie statistiche.

"L'anomalia riguardava l'1 per cento della nostra base clienti", dice infatti Festino. Percentuale che trova conferma in un annuncio pubblicato sul sito di Tiscali il 24 febbraio. Dove i toni sono più dolci rispetto a quelli della lettera e dove si dice che il traffico anomalo arreca danni al 99 per cento dei clienti. Tiscali ci tiene a precisare che "non si tratta di una campagna contro il peer to peer", anche se "probabilmente quegli utenti facevano così tanto traffico proprio a causa del peer to peer". Ovvio, del resto. Come si potrebbero spiegare, altrimenti, casi di utenti che "riuscivano a trasferire addirittura 100 GB in un mese"? Per Tiscali, il problema non sarebbe che cosa si scarica, ma quanto: "Non vogliamo intaccare la libertà degli utenti, infatti nemmeno indaghiamo sulla natura dei dati scambiati. Però, la libertà finisce dove inizia quella degli altri: avevamo ricevuto tante segnalazioni di utenti che avevano problemi di velocità di connessione, a causa di pochi che eccedevano".
Sarebbe quindi "una coincidenza", dice Festino, il fatto che a fine 2004 Tiscali UK abbia espulso 500 utenti accusati di fare troppo traffico. "Non sono al corrente di quanto stanno facendo altri operatori ma la problematica della banda interessa sicuramente tutti a livello mondiale". Insomma, ora il peer to peer comincia a dare fastidio, causa troppo traffico, "oltre il 50 per cento di quello che circola sul nostro network". In passato ha sostenuto lo sviluppo del mercato banda larga per anni (Festino riconosce che tuttora è uno degli incentivi all'acquisto), ma sembra che ora il clima stia cambiando. D'altra parte, spiega Festino, se qualche operatore ha ceduto alla tentazione, Tiscali non avrebbe mai limitato la banda senza dire nulla: "Non l'abbiamo mai fatto, abbiamo preferito optare per la via della trasparenza dialogando con i nostri utenti e abbiamo peraltro subito registrato collaborazione da parte loro, tanto che il problema sta rientrando".

Nel 2002 la stessa Tiscali era arrivata a una partnership con Kazaa, nel 2003 Wanadoo ne aveva messo in cache 1 terabyte di dati, per i propri utenti; ora invece qualche provider comincia a essere stanco di dover acquistare banda da dare in pasto agli utenti peer to peer. Il fenomeno esplode a partire da quei soggetti che hanno meno voglia, al momento, di mettere mano al portafogli: è noto che Tiscali per far fronte al debito stia vendendo parte di sé (le divisioni in Svizzera, Austria, Norvegia, Sud Africa, Danimarca e poi toccherà a quelle in Francia, Repubblica Ceca e Spagna). Altrimenti, acquistare banda per soddisfare le richieste sarebbe possibile: "Così facciamo noi. Abbiamo oltre il 50 per cento di traffico che deriva dal peer to peer, ma non ci causa problemi", dice Antonio Converti, direttore marketing di Libero.

"Probabilmente siamo sullo stesso valore - ribatte Festino - ma non abbiamo alcuna misura diretta perché non riteniamo giusto farlo. Non vogliamo entrare nel merito del tipo di utilizzo che i nostri utenti fanno della Rete".
TAG: adsl
603 Commenti alla Notizia Tiscali impone limiti all'ADSL
Ordina
  • Da quasi un anno ho attivato TISCALI... Per la seconda volta la prima volta con 20 mega avevo reali 1,5 3,80 max di download e dire che la centrale è qui dietro a casa mia..
    Il nuovo contratto prevedeva nuovamente 20 mega max 552 byte al secondo!!!!!!!!
    Chiamata la tiscali mi dissero che avrebbero riconfigurato il profilo!
    Il profilo è stato davvero riconfigurato. Avevo 13.27 mega effettivi!
    Ma troppo presto per cantare vittoria... Ora mi ritrovo con appena 9 mega!!! con un profilo di 10.20max
    Potrei slacciare gratis sencondo voi?? Oppure richiamo la tiscali e gli facciop storie??
    non+autenticato
  • In Other Words http://www.garciniacambogia9.com/garcinia-cambogia... best garcinia cambogia not working to live and it helps to http://www.garciniacambogia9.com/garcinia-cambogia... garcinia cambogia s club. http://www.garciniacambogia9.com/ghi-garcinia-camb... top ghi garcinia cambogia for us http://www.garciniacambogia9.com/rapid-garcinia-ca... best rapid garcinia cambogia is one of the most http://www.garciniacambogia9.com/whole-body-garcin... best whole body garcinia also not something http://www.garciniacambogia9.com/fda-garcinia-camb... best fda garcinia cambogia reviews have also been found sugar, yo http://www.garciniacambogia9.com/thrive-naturals-g... top thrive naturals garcinia cambogia actually is not evaluated on individuals. http://www.garciniacambogia9.com/garcinia-cambogia... top garcinia cambogia scam reviews a desire for weight loss. http://www.garciniacambogia9.com/slender-garcinia-... top slender garcinia cambogia also be produced .
    non+autenticato
  • I problemi non sono legati all'utilizzo di banda in modalità legale e leggo tanti che si lamentano e probabilmente non si rendono conto che le major li stanno già tracciando.
    L'operatore Telecom in accordo con le forze di PG hanno ceduto i dati legati ad ora e giorno legati agli IP per fare in modo di rintracciare ciò ke viene solitamente definito traffico anomalo.
    Io personalmente utilizzo TISCALI e per quanto deluso per alcuni disservizi mi sono reso conto che dietro cmq c'e' un'assistenza preparata al contrario del call center generico utilizzato da TELECOM dove vengono utilizzate persone non esperte nel settore informatico che pur di aiutarti ti fanno sconfigurare schede di rete o quant'altro in maniera anomala e non necessaria.
    Il mio utilizzo della rete TISCALI è ben superiore alla banda da Voi utilizzata in quanto ho un'azienda e ci lavoro con Internet ma.....non ho mai avuto problemi di sorta se non disconnessioni saltuarie dovute ovviamente a cause tecniche della centrale vicina.
    Mi dispiace che ci siano persone e/o ragazzi che pensino che un'azienda debba chiudere perchè non li fa' giocare con Emule o quant'altro....la legge è chiara...il software, la musica e/o i film si acquistano regolarmente pagando i diritti per fare in modo che altri possano proseguire a produrre; sicuramente i costi sono al di fuori di ciò che dovrebbero essere ma....questo è tutt'altro discorso non inerente all'eccedenza di traffico.
    Quindi....forse....molti di Voi un giorno si ritroveranno da impiegati a titolari di azienda e vi assicuro che non è semplice accontentare tutti e rimanere nella legalità per accontentare il cliente quindi.....meditate prima di poggiare il dito così facilmente sulla tastiera...il digital divide oggi è cosa ben piu' importante da risolvere e forse questo sarebbe il vero problema verso il quale le persone dovrebbero unirsi.
    Un cordiale saluto alla redazione ed a tutti i commentatori.
    non+autenticato
  • quella del personale preparato potevi risparmiartela!
    gli operatori tiscali sono tutti incompetenti, incapaci e soprattutto.. maleducati!
    non+autenticato
  • ribadisco quello che avevo scritto in
    TISCALI E IL "TRAFFICO ANOMALO"
    http://punto-informatico.it/forum/pols.asp?mid=910...

    ==================================
    Modificato dall'autore il 02/03/2005 13.09.59
  • Ciao a tutti,
    come detto sul titolo io sono uno di quegli utenti di Tiscali "cattivi" per aver fatto un po di traffico di troppo (per la precisione sono uno di quelli che non aveva neanche la flat, ma parliamo di qualche GB di traffico, tutti i discorsi sui Tera sono campati in arria. . . )

    Capisco benissimo che questa storia delle comunicazioni di Tiscali ha sollevato un grosso polverone.

    Ci sono però delle cose che sinceramente non capisco . . .ad esempio i toni che Tiscali ha usato sul sito sono gentili, quelli che invece si leggono sulla mail che ci ha mandato la Tiscali (l'ufficio Legale. . . . ) non erano proprio gentili;

    E' evidente che un povero utente che si vede arrivare una mail dall'uficio legale. . . inconsciamente un po di apprensione la da . . . ed ovviamente tutti noi utenti leggendo quella mail ci siamo rimessi in ordine o quantomeno a evitare utilizzi eccessivamente superflui della connessione internet.

    Ora che abbiamo l'agognata banda larga ci possiamo permettere di scaricare di tutto di più, non necessariamente roba illegale, ma non ci si fa scrupoli a scaricare software anche sconosciuti, o distribuzioni linux particolari . . . .

    E' innegabile che la crescente disponibilità di contenuti in internet ha fatto da traino sia all'aumento del numero di persone che sono entrate in questo mondo sia alla sempre maggiore richiesta di banda.

    Proviamo ad immaginare una internet "povera" di contenuti che non avrebbero fatto gola alla grande massa, secondo voi quante connessioni di tipo broadband avrebbero venduto o provider . . . .. conclusine, i contnuti sono croce (tanta banda richiesta) e delizia (molti abbonamenti sottoscritti) degli ISP:

    E' vero che per un piccolo gruppo di persone non si può penalizzare la maggiorrparte degli utenti e quindi ci si deve autoregolare ma . . . . altresì vero che l'utente al massimo si avvicina nell'utilizzo al limite tecnico della connessione che gli viene posta in uso, altro discorso sarebbe se valicasse questo limite.

    Facciamo un passo indierto . . . .riconrdate l'internet fatta di tanti modem e fishi alla connessione? modem a 9600, poi a 14400, 28.88, 33.6 ecc. . . . prima si pagava per potersi collegare ad internet un abbonamento, poi è arrivata tiscali . . . . niente abbonamento ha detto, in quanto loro avrebbero quadagnato una frazione del costo della connessione telefonica che l'utente pagava alla Telecom.

    Bhe, sfido chiunque a dire se gli è arrivata una mail dalla Tiscali S.p.A. dicendogli che stava troppo collegato alla rete e che quindi rischiava di saturare la banda a loro disposizione oppure stando troppo collegato rischiava di far trovare occupato il numero dell'ISP a qualche altro utente . . . . ;

    Era quindi negli interessi dell'isp fare utti contenti aumentando il numero dei modem a disposizione degli abbonati e gli aumentava la banda per indurli a stare collegati il più possibile.

    Sbaglio ?!?!

    Non voglio fare polemica, ma ho letto tutti i messaggi del forum e volevo dare una mia modesta interpretazione di questo caso.

    Secondo me questo 1% di utenti fa parte del mercato, ovvero per gli isp sarebbe un sogno se il 99% degli utenti avessero la flat e la usassero per una mezzoretta al giorno . . . . ma fa parte del rischio di impresa, il mercato è variegato e loro vogliono abbracciare tutto il mercato e questi sono i rischi . . . .

    P.S.
    Mi scusao per qualche errore di ortografia, ma ho scritto . . a fiume, e qualche foglia morta in questo fiume c'è Occhiolino)

  • > come detto sul titolo io sono uno di quegli
    > utenti di Tiscali "cattivi" per aver fatto un po
    > di traffico di troppo (per la precisione sono uno
    > di quelli che non aveva neanche la flat, ma
    > parliamo di qualche GB di traffico, tutti i
    > discorsi sui Tera sono campati in arria. . . )

    I tera sicuramente si. Ti hanno quantificato quanti sono questi "qualche GB di traffico"??

    Perchè sarebbe interessante sapere se han preso l'iniziativa in "fotocopia" o quanto meno se han qualche dato in mano, almeno quando fanno l'avvertimento ufficiale.
    non+autenticato
  • Guarda,
    ora sono a lavoro e non ho modo per verificare i consumi, ma appena torno a casa ti controllo, ma già ti posso premettere che avevo fatto un certo traffico non indifferente . . . .
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | ... | Successiva
(pagina 1/32 - 158 discussioni)