Nero zampetta su Linux

Il celebre software di masterizzazione per Windows approda finalmente su Linux e lo fa con una versione che può essere utilizzata gratuitamente da tutti gli utenti che hanno acquistato Nero 6

Roma - Uno fra i più anziani e utilizzati software per la masterizzazione sotto Windows, Nero, ha abbracciato la piattaforma Linux.

NeroLINUX contiene buona parte delle funzionalità presenti nella versione per Windows e utilizza le stesse API di quest'ultimo, rendendosi così indipendente dalle tecnologie di masterizzazione già integrate nei desktop environment KDE e GNOME.

Il software può essere utilizzato gratuitamente, senza limiti di tempo, da coloro che hanno registrato una copia retail o download di Nero 6. Gli utenti delle versioni OEM possono invece richiedere un buono sconto.
La società tedesca che lo sviluppa afferma che NeroLinux è in grado di riconoscere e configurare in automatico tutti i modelli di masterizzatore, sia interni che esterni, supportati dalle ultime versioni di Nero 6 (NeroAPI 6.6). Il software può sfruttare i nuovi driver IDE inclusi nel kernel 2.6 di Linux, supporta i drive USB, può connettersi al database FreeDB per ottenere automaticamente le informazioni su di un album, codifica e decodifica l'audio al volo appoggiandosi ad utility esterne (mpg123 e ogg123), e archivia le compilation in formato XML.

NeroLinux può scrivere quasi tutti i formati di CD e DVD standard, inclusi quelli multisessione e i supporti a doppio layer, e utilizza un'interfaccia utente simile, anche se non identica, a quella della versione per Windows.

Il software può essere scaricato come pacchetto binario RPM o Debian e supporta ufficialmente varie versioni di Red Hat, Fedora, SuSE Linux e Debian.

Per Linux esistono già diversi programmi open source dedicati alla scrittura di CD e DVD, alcuni dei quali hanno ormai raggiunto un buon grado di maturità. Nero mette sul piatto della bilancia un'architettura più collaudata e caratteristiche derivate direttamente dalla famosa versione per Windows.
148 Commenti alla Notizia Nero zampetta su Linux
Ordina
  • Siete sempre indietro. Non masterizzo quasi piu', installo tutto da Rete. Faccio i backup in remoto e se proprio devo salvare dati, mi compero un hard-disk (USB esterno, vi assicuro che va anche su linux), visto che ormai il CD costa di piu'.
    Nero serve solo a Voi, per salvarvi le copie pirata di programmi scaricati illegalmente e che manco installerete o imparerete ad usare.
    non+autenticato

  • Tutto quello che serve per essere alla moda oggi,
    una copia di Nero e questa maglietta:

    http://www.boingboing.net/2005/03/15/i_pirate_holl...
    non+autenticato
  • e si perchè io sono uno di quelli che a suo tempo scrisse alla nero per avere una loro versione su LINUX.

    Lamentavo il problema che avendo migrato da Windows a Linux (come utente home desktop), con K3B non potevo masterizzare CD di boot selezionando la sola immagine tramite GUI come facevo con nero.

    In pratica con nero creavo un nuovo CD dati avviabile dove avevo modo di inserire i files manualmente e l'immagine di boot; il tutto senza digitare neanche una riga di codice, solo GUI.

    Inoltre con Nero non avevo mai avuto problemi nel masterizzare DVD e CD AUDIO, al contrario di K3B che qualche problemino me lo ha dato.

    Il sentimento di colpa me lo fate venire perchè leggendo i vari post sembra che cos'ì muore lo spirito open source alimentando il fenomeno della pirateria anche su Linux.

    Ebbene io non sono d'accordo con questa impostazione, io sono per l'open source e sono contro a tante idiozie protezionistiche sullo status quo dei sistemi operativi
    (mi domando come sia possibile brevettare una idea, una logica di ragionamento o un modus operandis).

    Però sono altrettanto convinto che fintanto gli sviluppatori di software libero continueranno a considerare gli utenti desktop come degli UTONTI o WINZOZZI, ossia una classe di utenza che non sa neanche digitare il comando dos "dir", non si farà
    molta strada.

    Mia moglie, mio zio, mio cugino architetto usano quotidianamente il PC ma Vi assicuro che ignorano completamente l'esistenza della finestra dos, eppure lo usano sia per lavoro che per diletto, installano e disinstallano software demo con estrema facilità e guarda caso usano NERO per fare i back-up.

    Fare di queste banalità su Linux, ancora oggi richiedono competenze di discreto livello e passione.

    Signori questo è il mondo desktop!

    Quindi, quello che a mio avviso manca è in primo luogo questa consapevolezza e in secondo un coordinamento "commerciale" che sappia dare linfa alla produzione del software su piattaforma LINUX.

    La LIBERTA' di acquistare in edicola un sistema operativo di tutto rispetto quale la SuSE 9.2 ad un costo "proletario" di soli 8? (+ relativa rivista) e up-gradare alla PRO a gratise in piena
    legalità tramite internet è RIVOLUZIONARIO.

    La PIRATERIA nasce e si accresce quando il rapporto prezzo/prodotto è tutto sbilanciato sul prezzo.

    Sviluppate software Linux per UTONTI ad un prezzo "proletario" e vendetelo nelle edicole, vedrete se poi ci fate i soldi... la SuSE 9.2 è andata a ruba!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Mia moglie, mio zio, mio cugino architetto usano
    > quotidianamente il PC ma Vi assicuro che ignorano
    > completamente l'esistenza della finestra dos,

    e tu ignori completamente di non averci capito un tubo dalla vita

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > Mia moglie, mio zio, mio cugino architetto usano
    > > quotidianamente il PC ma Vi assicuro che
    > ignorano
    > > completamente l'esistenza della finestra dos,
    >
    > e tu ignori completamente di non averci capito un
    > tubo dalla vita

    E tu ignori la lingua italiana, aver"ci" è rindondante
    non+autenticato
  • Uh... dal mio filemanager (nautilus): tasto destro su un file .iso->Scrivi su CD

    Da k3b: strumenti->scrivi file immagine->scegli il file, OK

    http://www-uxsup.csx.cam.ac.uk/pub/doc/suse/suse9....

    difficile, eh?

    non+autenticato
  • > Signori questo è il mondo desktop!
    Direi piuttosto, questo è "l'IMMONDO desktop!"Occhiolino
    non+autenticato
  • ... e il Nero farà la fine di CorelDraw

    Evidentemente i colletti bianchi della Nero Burning Rom si sono fatti abbindolare da frasi come linux... futuro... business

    Ma ora anche loro si scontreranno con la dura e misera realtà monolitica e del tutto gratis e mio e faranno subito marcia indietro, previa estinzione.

    A laurà!
    non+autenticato
  • Bel troll, complimenti. Come se non ce ne fossero già una dozzina per thread (e uguali, pure).

    Gli utenti (linux o windows che sia) vogliono programmi che funzionino bene. E non vogliono buttare via i soldi.

    Se un programma costa ma fa ottimamente il suo lavoro valuteranno se la differenza di prezzo vale la spesa.

    Se un programma costa e fa pure meno di quelli gratis, beh.. pura economia, non ci vuole un genio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ... e il Nero farà la fine di CorelDraw

    Cioè? Se lo compra MS e ordina di dismettere Nerolinux?

    > Evidentemente i colletti bianchi della Nero
    > Burning Rom si sono fatti abbindolare da frasi
    > come linux... futuro... business

    Evidentemente i colletti bianchi della Ahead (Nero è il prodotto, ignorante) ne sanno più di te di marketing, e sanno che il mercato windows è ormai da loro sfruttato quasi al massimo, per espandersi ancora devono trovare altre piattaforme. Quindi anche il 3% di linux fa mercato.

    > Ma ora anche loro si scontreranno con la dura e
    > misera realtà monolitica e del tutto gratis e mio
    > e faranno subito marcia indietro, previa
    > estinzione.

    Anche tu un giorno ti scontrerai con la dura realtà del lavoro (se ne troverai) e scoprirai che non esistono preconcetti, si usa ciò che serve e rende di più come prestazioni/prezzo. Che sia Windows, Linux o anche carta & matita.

    Nel frattempo, finisci i compiti, che gli esami non finiscono mai.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Quindi anche il 3% di linux fa
    > mercato.
    >

    ahahahahahahahahahahah
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ahahahahahahahahahahah

    Ridi ridi... che la mamma ha fatto i gnocchi...

    Bye,
    Luca

    P.S.: Prima di ridere almeno informati.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > Quindi anche il 3% di linux fa
    > > mercato.
    >
    > ahahahahahahahahahahah

    Vediamo un pò, fai ridere anche me.

    Di cosa ridi? Del 3% del mercato di linux?

    Non lo dico mica io, ma le statistiche di accesso ad internet.

    Del fatto che è poco? E' vero, ma come detto, Nero è praticamente su quasi tutti i pc windows. Più o meno legalmente.

    Come lo ampli il tuo mercato? Su, fammi ridere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > Quindi anche il 3% di linux fa
    > > mercato.
    > >
    >
    > ahahahahahahahahahahah

    Che ti ridi? MS con la versione Office per Mac quanto pensi che venda?

    Però la fa lo stesso, vero? Forse non sarà che Microsoft e Ahead di marketing ne sanno più di te?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... e il Nero farà la fine di CorelDraw
    >
    > Evidentemente i colletti bianchi della Nero
    > Burning Rom si sono fatti abbindolare da frasi
    > come linux... futuro... business
    >
    > Ma ora anche loro si scontreranno con la dura e
    > misera realtà monolitica e del tutto gratis e mio
    > e faranno subito marcia indietro, previa
    > estinzione.
    >
    > A laurà!
    per avere il mio linux ho cacciato 70? più iva

    può darsi che tu abbia ragione, ma non sarà di certo per il tutto gratis
    da parte mia di nero non mi frega un tubo
    uso gia' k3b

  • - Scritto da: lele2

    > per avere il mio linux ho cacciato 70? più iva

    masochismo?
    non+autenticato
  • Non si chiama masochismo, si chiama "acquisto di beni e servizi". Se paghi la scatolotta hai uno o più manuali (ottimi), che è più di quanto offra MS da molti anni. Più l'assistenza per l'installazione, l'assistenza via email, quella telefonica, eccetera.

    Mica penserai che la gente compri le scatole di SuSE perchè si intonano col divano, no?
    (e da Mondadori Informatica a Vimercate vedo che finisce spesso il rifornimento... ergo, qualcuno le compra...)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non si chiama masochismo, si chiama "acquisto di
    > beni e servizi". Se paghi la scatolotta hai uno o
    > più manuali (ottimi), che è più di quanto offra
    > MS da molti anni. Più l'assistenza per
    > l'installazione, l'assistenza via email, quella
    > telefonica, eccetera.
    >
    > Mica penserai che la gente compri le scatole di
    > SuSE perchè si intonano col divano, no?
    > (e da Mondadori Informatica a Vimercate vedo che
    > finisce spesso il rifornimento... ergo, qualcuno
    > le compra...)

    purtroppo parli con gente che vorrebbe usare i comandi da prompt fino al 4° millennio.

    purtroppo parli con gente che non vuole spendere una lira e si scarica le distro da internet, gente che poi sta 1 settimana su internet a cercare howto e cadendo in depressione perchè non va l'usb.

    purtroppo parli con gente che usa software nato per caso, e sviluppato tuttora a casaccio, senza analisi nè del progetto nè del mercato.

    parli con gente che preferisce farsi i programmi da sè, perdendo settimane, piuttosto che leggersi un manuale e scoprire che c'è già tutto pronto.

    parli con gente, infine, che ha tempo da perdere e che trova, come nel sottoscritto, altrettanta gente pronta a perder tempo per darci contro.

    Ringrazio MS per aver eliminato il prompt MSdos, non ne potevo più di config.sys, autoexec.bat, emm386.exe, msdos.ini ecc ecc.

    Imparate ad usare il mouse, non c'è solo la tastiera.
    non+autenticato
  • ...esiste K3b che va alla grande ed è molto semplice da usare... però ben vengano anche i software commerciali.

    Io comunque continuerò ad usare K3b, non vedo proprio la necessità di pagare per Nero quando K3b è gratis, fa il lavoro che deve, e mi permette di imparare dal suo sorgente (se un giorno dovessi diventare curioso circa il funzionamento di un software di masterizzazione).

    Inoltre, essendo basato su cdrecord, posso crearmi i miei CD anche da linea di comando (per esempio su un computer remoto da terminale, oppure creare un mio software che fra le altre cose può anche masterizzare un CD).

    Mi pare quindi che K3b abbia molti più vantaggi rispetto a Nero.

    Comunque come ho detto, benvenuto Nero su Linux. Forse qualcuno lo troverà utile in qualche modo.

    Bye,
    Luca
    non+autenticato

  • - Scritto da: Segfault
    > ...esiste K3b che va alla grande ed è molto
    > semplice da usare... però ben vengano anche i
    > software commerciali.
    >
    > Io comunque continuerò ad usare K3b, non vedo
    > proprio la necessità di pagare per Nero quando
    > K3b è gratis, fa il lavoro che deve, e mi
    > permette di imparare dal suo sorgente (se un
    > giorno dovessi diventare curioso circa il
    > funzionamento di un software di masterizzazione).
    >
    > Inoltre, essendo basato su cdrecord, posso
    > crearmi i miei CD anche da linea di comando (per
    > esempio su un computer remoto da terminale,
    > oppure creare un mio software che fra le altre
    > cose può anche masterizzare un CD).
    >
    > Mi pare quindi che K3b abbia molti più vantaggi
    > rispetto a Nero.

    perdonami, ma tu dovresti scegliere un software in base alle utilità che ne ottieni e non in base alle utilità che potresti ottenere... altrimenti sono costretto a darti del lamerone

    >
    > Comunque come ho detto, benvenuto Nero su Linux.
    > Forse qualcuno lo troverà utile in qualche modo.
    >

    ma anche tu potresti trovarlo utile se ti staccassi per una volta dal controllo psicologico di stallman e iniziassi a ragionare con la tua testa
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > perdonami, ma tu dovresti scegliere un software
    > in base alle utilità che ne ottieni e non in base
    > alle utilità che potresti ottenere... altrimenti
    > sono costretto a darti del lamerone

    Quando compro un'auto io valuto tutti gli aspetti, dal costo, al colore della carrozzeria.
    Allo stesso modo quando valuto un software tengo in gran conto dei possibili vantaggi che posso trarne se tale software è opensource (e modulare come nel caso di K3b).
    Comunque ti ripeto che non vedo assolutamente utilità in più di Nero rispetto a K3b, ne vedo solo molte di meno, sia attuali che possibili/future.
    Se mi vuoi dare del lamerone fallo pure, non mi pare di aver chiesto la tua opinione circa il mio pensiero, pertanto nemmeno m'importa.

    > ma anche tu potresti trovarlo utile se ti
    > staccassi per una volta dal controllo psicologico
    > di stallman e iniziassi a ragionare con la tua
    > testa

    Magari se tu riuscissi a trovare l'interruttore del tuo cervello, riusciresti a capire che non c'è proprio ragione per avere Nero anziché K3b.
    Nero costa, K3b è gratis.
    Nero usa librerie proprietarie, K3b è modulare e si basa sui tool preesistenti di Linux.
    Nero non può essere usato da linea di comando, i tool che K3b usa (incluso il software di masterizzazione vero e proprio cdrecord) invece si.
    Nero non può essere usato dall'interno di un altro programma, i tool di K3b si.
    Nero non fornisce i sorgenti, K3b e tutti i tool che usa invece si.
    Nero è compilato solo per x86, K3b è ricompilabile su qualunque hardware (quindi non mi lega ad una particolare architettura, se domani passo a Mac posso comunque usare tutti i software che usavo prima senza dovermi reimparare nulla).
    Nero non è preinstallato con il SO, K3b invece si per molte distro (fra cui quella che uso io).
    Nero serve a masterizzare i CD e DVD, K3b uguale.
    Nero è facile da usare, K3b idem.
    Nero è dotato di interfaccia grafica, K3b idem.

    Ora dimmi pure le tue ragioni del perché dovrei preferire Nero a K3b.

    Bye,
    Luca
    non+autenticato


  • > Nero non può essere usato dall'interno di un
    > altro programma, i tool di K3b si.

    non so la versione linux, ma quella per windows puo' essere usata anche attraverso altri programmi, usando le sue funzioni, se cerchi sul sito dovresti trovare qualcosa del tipo "nero api".


    >
    > Ora dimmi pure le tue ragioni del perché dovrei
    > preferire Nero a K3b.


    sempre parlando della versione windows, la cosa che piu' mi piace di nero, e' che quando aggiorno una sessione, si cerca da solo i file aggiunti e/o aggiornati e registra solo quelli, non ho visto altri programmi che facciano una cosa simile


    ciao

  • - Scritto da: pippo75
    > non so la versione linux, ma quella per windows
    > puo' essere usata anche attraverso altri
    > programmi, usando le sue funzioni, se cerchi sul
    > sito dovresti trovare qualcosa del tipo "nero
    > api".

    Certo, ma questo richiede:
    1) Un linguaggio di programmazione (in cui l'interfaccia a quelle API sia stata tradotta, altrimenti devi farti anche questo)
    2) Devi comunque avere installato Nero (e quindi acquistato), altrimenti la Ahead ti fornisce una licenza per la API ma solo ai paganti che acquistano un certo numero di licenze [e penso che ci vadano giù pesante se poi vuoi commercializzare il tuo prodotto]
    3) Non hai speranza di capire come esse funzionino.

    K3b invece si basa su utility a linea di comando già esistenti quindi:
    1) Non serve alcun linguaggio di programmazione, puoi per esempio creare un semplice script in 1 minuto che fa il lavoro che deve fare (per esempio vuoi che la domenica il computer crei un backup su CD di una particolare cartella, questo lo fai in 1 minuto circa in Linux con uno script semplice semplice [uno script è simile come concetto ad un file BAT di DOS/Windows])
    2) Non è necessario avere installato K3b essendo questi tool "stand alone" (ottimo quindi anche per versioni hardware minimali)
    3) Se vuoi i sorgenti sono disponibili, sia per correggere eventuali bug che per studiarne il funzionamento.
    4) Non devi pagare 1 centesimo di euro per avere tutto questo ed è quasi sempre preinstallato con la distro.

    > sempre parlando della versione windows, la cosa
    > che piu' mi piace di nero, e' che quando aggiorno
    > una sessione, si cerca da solo i file aggiunti
    > e/o aggiornati e registra solo quelli, non ho
    > visto altri programmi che facciano una cosa
    > simile

    Intendi dire la possibilità di fare backup solo di quello che è cambiato su CD? In Mandrake se non erro (non li ho mai usati) esiste una funzione apposita che non sfrutta K3b (ma i medesimi tool che usa K3b) per fare questo anche in automatico. Puoi comunque creare i backup incrementali con tar e masterizzarli in seguito.
    Sinceramente non so se K3b ha questa funzione "built-in", non l'ho mai usata... ma come ti dico non è fondamentale esistendo altri software opensource e liberamente disponibili nati per questo scopo.

    Ciao,
    Luca
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 19 discussioni)