C'è più Shared Source in Europa

Microsoft espande ulteriormente il programma che consente un accesso limitato al codice sorgente di molti propri prodotti. Più di un milione gli sviluppatori che vi hanno accesso

Roma - Lituania, Lettonia, Estonia, Slovacchia, Slovenia, Cipro e Malta sono i sette nuovi paesi europei ai quali Microsoft ha deciso di estendere il proprio programma Shared Source.

Come noto la Shared Source Initiative (SSI) ha mosso i suoi primi passi nel 2001 e da allora è andata allargandosi, per controbilanciare con una maggiore trasparenza almeno alcune delle attrattive dell'open source, il nemico numero uno del big di Redmond. L'iniziativa consente, ai partner Microsoft che vi accedono, di sbirciare nel codice sorgente di molti prodotti dell'azienda, comprese versioni del sistema operativo Windows, applicativi di sviluppo e via dicendo. Una mossa, la Shared Source, che non ha mancato fin dall'inizio di suscitare vivaci polemiche proprio nella comunità open.

Nei sette paesi europei citati dall'azienda sarà per il momento offerta la SSI per Windows 2000, Windows XP, Windows CE e Windows Server 2003. E' assai probabile che a breve Microsoft ponga sul tavolo anche gli altri prodotti che fanno parte della propria iniziativa globale.
SSI, che ha fin qui raccolto, secondo il big di Redmond, l'adesione di più di un milione di sviluppatori su base mondiale, secondo l'azienda "rappresenta l'impegno di Microsoft nell'aumentare la trasparenza del proprio codice sorgente e nel consentire a chi può beneficiare di questo accesso al codice, di costruire sulla base delle innovazioni Microsoft".

Certo la marcia di SSI non si ferma qui. Uno dei funzionari Microsoft responsabili del progetto ha spiegato infatti come "negli ultimi quattro anni abbiamo cercato costantemente nuovi modi per espandere SSI nelle diverse tecnologie, con diversi tipi di licenza e in diversi paesi, per rispondere a quello che i nostri clienti e partner ci chiedono. Espandere l'accesso al codice sorgente di Windows all'intera Unione Europea rappresenta in questo quadro un altro importante passo".

Tra le forme di accesso al codice sorgente che Microsoft ha messo in campo c'è anche il Government Security Program espressamente rivolto alle autorità dei singoli paesi che vi hanno aderito, come l'Italia, per fugare dubbi sulla presenza nel codice di Windows e di altri applicativi di funzionalità non dichiarate e, dunque, per aumentare la fiducia intorno all'adozione dei software Microsoft.
TAG: microsoft
81 Commenti alla Notizia C'è più Shared Source in Europa
Ordina
  • Il problema siamo noi!

    Usiamo un sistema operativo buggato, lo foraggiamo con appalti milionari e piogge di licenze (soprattutto nella PA, dove i soldi non sono di chi li spende, ma di tutti), e poi ci lamentiamo perchè le cose non funzionano come ci aspettiamo.

    Ma la vera colpa è degli informatici. Proprio nostra: perchè c'è troppa gente che cerca di far andare avanti la baracca con gli acquisti dei manager? Ci vuole tanto ad offrire livelli di servizio diversi in base ad acquisti diversi?

    Invece sento dire "se compro firewall-1 e mi attaccano posso dire di aver fatto il possibile, mentre con un firewall linux...". Fino a che non cambieremo questo avranno ragione.

    Sentivi prima i dipendenti criticare perchè avevano inserito i terminali in ufficio? NO. Magari non gli piacevano, magari non li sapevano usare, ma servivano e amenSorpresa impari o vai a casa. Adesso prova a sostituire quel cesso di outlook express agli impiegati: si lamentano!

    Insomma avete capito: la pianto;)

  • > Invece sento dire "se compro firewall-1 e mi
    > attaccano posso dire di aver fatto il possibile,
    > mentre con un firewall linux...".

    Mentre invece...

    ...stai già usando un firewall linux!

    CheckPoint Firewall1 gira su linux (almeno quello che hanno comprato a caro prezzo da noialrti... che geni, dico io...)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Invece sento dire "se compro firewall-1 e mi
    > > attaccano posso dire di aver fatto il possibile,
    > > mentre con un firewall linux...".
    >
    > Mentre invece...
    >
    > ...stai già usando un firewall linux!
    >
    > CheckPoint Firewall1 gira su linux (almeno quello
    > che hanno comprato a caro prezzo da noialrti...
    > che geni, dico io...)

    Ma non è questo quello che conta! FW1 ha il marketing, qualcuno da poter accusare della tua sfiga/cialtronaggine (a seconda).

    Nessuno risponde che linux non è sicuro: tutti parlano dell'open source, della licenza, delle garanzie, ...

    E noi contribuiamo. Ma non è il prodotto il problema, ma l'atteggiamento: finchè proteggono fw1 passi, ma quando difendono outlook express? Già outlook...

    Proprio in questi mesi dalle nostre parti ci sarà un'altra grande "elargizione" assolutamente inutile e, per alcuni versi, dannosa. Però i grandi gruppi devono avere contratti quadro con grandi produttori! Ma che str***

  • - Scritto da: radel
    >
    > Ma la vera colpa è degli informatici. Proprio
    > nostra: perchè c'è troppa gente che cerca di far
    > andare avanti la baracca con gli acquisti dei
    > manager?

    Forse perché tutti gli altri ci riescono senza probelmi?

    > Invece sento dire "se compro firewall-1 e mi
    > attaccano posso dire di aver fatto il possibile,
    > mentre con un firewall linux...". Fino a che non
    > cambieremo questo avranno ragione.

    Recentemente una grande realtà finanziaria italiana ha tolto i proxy da Linux e li ha messi su Windows per una ragione molto più semplice: funzionano entrambi ma i costi di gestione di quello Linux sono enormemente superiori. Tanto per dare un po' ragione a Forrester Research e Yankee Group che dicono che Linux lo paghi tutto (e pure più di Windows) dopo averlo installato.

    >
    > Sentivi prima i dipendenti criticare perchè
    > avevano inserito i terminali in ufficio? NO.
    > Magari non gli piacevano, magari non li sapevano
    > usare, ma servivano e amenSorpresa impari o vai a casa.
    > Adesso prova a sostituire quel cesso di outlook
    > express agli impiegati: si lamentano!

    Vox populi, vox dei. Ci sarà pure un motivo perché si lamentano? Non è che con Outlook un impiegato è più produttivo perché fa le cose in modo più semplice? Non è che sotto sotto Microsoft fa dei prodotti validi?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: radel
    > >
    > > Ma la vera colpa è degli informatici. Proprio
    > > nostra: perchè c'è troppa gente che cerca di far
    > > andare avanti la baracca con gli acquisti dei
    > > manager?
    >
    > Forse perché tutti gli altri ci riescono senza
    > probelmi?
    >
    > > Invece sento dire "se compro firewall-1 e mi
    > > attaccano posso dire di aver fatto il possibile,
    > > mentre con un firewall linux...". Fino a che non
    > > cambieremo questo avranno ragione.
    >
    > Recentemente una grande realtà finanziaria
    > italiana ha tolto i proxy da Linux e li ha messi
    > su Windows per una ragione molto più semplice:
    > funzionano entrambi ma i costi di gestione di
    > quello Linux sono enormemente superiori. Tanto
    > per dare un po' ragione a Forrester Research e
    > Yankee Group che dicono che Linux lo paghi tutto
    > (e pure più di Windows) dopo averlo installato.
    >

    ah ! get the facts ! ma da dove scrivi, da segrate ?

    > >
    > > Sentivi prima i dipendenti criticare perchè
    > > avevano inserito i terminali in ufficio? NO.
    > > Magari non gli piacevano, magari non li sapevano
    > > usare, ma servivano e amenSorpresa impari o vai a
    > casa.
    > > Adesso prova a sostituire quel cesso di outlook
    > > express agli impiegati: si lamentano!
    >
    > Vox populi, vox dei. Ci sarà pure un motivo
    > perché si lamentano? Non è che con Outlook un
    > impiegato è più produttivo perché fa le cose in
    > modo più semplice? Non è che sotto sotto
    > Microsoft fa dei prodotti validi?

    certo, certo, IE era meglio di Netscape, infatti si è visto...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > ah ! get the facts ! ma da dove scrivi, da
    > segrate ?

    Veramente se vuoi ti do i puntatori alle analisi fatte e pubblicate sui siti di Forrester e Yankee. Per tua informazione, su tali siti puoi trovare centinaia di report e ricerche di mercato fatte sui temi più svariati. E su ciascun tema ci sono risultati che non sempre premiano la stessa azienda, fotografia realistica del mondo fatta da parte di analisti seri non influenzati da integralisti pro o anti. Infatti anche tutti i principali concorrenti di Microsoft (IBM, Oracle, Sun, Bea, etc.) riportano sui loro siti report e analisi fatte da Forrester Research e Yankee Group.

    Non si può accettare i report favorevoli e sminuire quelli contrari. Se c'è un report su una realtà negativa per il proprio prodotto, occorre lavorare per modificarla. Rigettarla come opinione prezzolata è stupido e autolesionistico.

    >
    > certo, certo, IE era meglio di Netscape, infatti
    > si è visto...

    Infatti si è visto. Il giorno che è arrivato qualcosa di decente, come Firefox, ha immediatamente cominciato a guadagnare consensi. IE ha vinto perché a partire dalla versione 4 era meglio di Netscape. Punto.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > ah ! get the facts ! ma da dove scrivi, da
    > > segrate ?
    >
    > Veramente se vuoi ti do i puntatori alle analisi
    > fatte e pubblicate sui siti di Forrester e
    > Yankee. Per tua informazione, su tali siti puoi
    > trovare centinaia di report e ricerche di mercato
    > fatte sui temi più svariati. E su ciascun tema ci
    > sono risultati che non sempre premiano la stessa
    > azienda, fotografia realistica del mondo fatta da
    > parte di analisti seri non influenzati da
    > integralisti pro o anti. Infatti anche tutti i
    > principali concorrenti di Microsoft (IBM, Oracle,
    > Sun, Bea, etc.) riportano sui loro siti report e
    > analisi fatte da Forrester Research e Yankee
    > Group.
    >
    > Non si può accettare i report favorevoli e
    > sminuire quelli contrari. Se c'è un report su una
    > realtà negativa per il proprio prodotto, occorre
    > lavorare per modificarla. Rigettarla come
    > opinione prezzolata è stupido e autolesionistico.
    >

    ... sai, al mondo esiste gente che racca balle per interesse economico... in ogni caso stai tranquillo che qualunque modifica fatta da un qualunque concorrente M$ non basterà, esisterà sempre un get the facts fatto su misura...

    > >
    > > certo, certo, IE era meglio di Netscape, infatti
    > > si è visto...
    >
    > Infatti si è visto. Il giorno che è arrivato
    > qualcosa di decente, come Firefox, ha
    > immediatamente cominciato a guadagnare consensi.
    > IE ha vinto perché a partire dalla versione 4 era
    > meglio di Netscape. Punto.

    certo,certo... anche M$dof era meglio di dr-dos, win95/98/ME erano meglio di BeOS, win2003 è meglio di Unix... get the facts!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ... sai, al mondo esiste gente che racca balle
    > per interesse economico... in ogni caso stai
    > tranquillo che qualunque modifica fatta da un
    > qualunque concorrente M$ non basterà, esisterà
    > sempre un get the facts fatto su misura...

    Vale a dire: il mercato degli analisti è semplicemente un mondo di sparaballe al servizio alternato del migliore offerente.

    La tua previcacia è paragonabile agli inquisitori di Galileo che non volevano osservare la realtà evidente dal cannocchiale perchè lo consideravano uno "strumento del demonio".
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ... sai, al mondo esiste gente che racca balle
    > > per interesse economico... in ogni caso stai
    > > tranquillo che qualunque modifica fatta da un
    > > qualunque concorrente M$ non basterà, esisterà
    > > sempre un get the facts fatto su misura...
    >
    > Vale a dire: il mercato degli analisti è
    > semplicemente un mondo di sparaballe al servizio
    > alternato del migliore offerente.
    >

    no, gli analisti sono credibili se analizzano situazioni di mercato dove esistono 2-3-4-5... 10... competitori più o meno ad armi pari; gli analisti non sono più credibili in una situazione di monopolio; perchè non possono far altro che salire sull'unico carrozzone che esiste.

    > La tua previcacia è paragonabile agli inquisitori
    > di Galileo che non volevano osservare la realtà
    > evidente dal cannocchiale perchè lo consideravano
    > uno "strumento del demonio".

    ... niente di più lontano da ciò... non ho mai pensato che una serie numerica fosse uno strumento del demonio perchè le somme infinite non rispettano la proprietà associativa (Cardano la pensava così).
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > no, gli analisti sono credibili se analizzano
    > situazioni di mercato dove esistono 2-3-4-5...
    > 10... competitori più o meno ad armi pari; gli
    > analisti non sono più credibili in una situazione
    > di monopolio; perchè non possono far altro che
    > salire sull'unico carrozzone che esiste.

    La tua è una regola curiosa. Se ci sono 10 player allora tutto bene. Altrimenti i report sono tutte balle. Comunque "salire sull'unico carrozzone" non è esattamente applicabile nei report citati. Lì si parla di server. E sui server Microsoft non è mica monopolista.
    non+autenticato
  • Trattasi di balle accertate, non presunte.

    http://hardware.silicon.com/servers/0,39024647,391...

    A MS è stato vietato di continuare con la campagna Get the facts in diversi paesi, oppure di correggerla.
    non+autenticato
  • Quando l'open source lo fanno gli altri non va bene:

    - vedi per esempio le reazioni a questa notizia

    - vedi per esempio la volontà dei mamma santissima dell'open source, volontà ventilata poco tempo fa, di restringere il numero di licenze open possibili IMPONENDO ( non saprei come però ) a tutto il mondo l'utilizzo di un numero ridotto di licenze ( alla faccia delle Libertà ).

    Però quando l'open source lo fanno LORO.. ehh.. beh... se lo fanno loro, allora Libereranno il Mondo!

    Sveglia ragazzi, orsù, destatevi dal sonno, dall'illusione, sveglia marinai, salutate i Lotofagi perchè questa, è IPOCRISIA.

    IPOCRISIA significa fingere buoni sentimenti o virtù che non si possiedono per lo più a scopo di suscitare simpatie e consensi, il termine greco hypokrités designava gli attori i quali, per professione, fingevano sentimenti che non provavano.

    Una definizione c'è anche qui: http://www.demauroparavia.it/59977

    oppure basta googlare...

    http://www.rivistathelion.it/it/208.html
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Quando l'open source lo fanno gli altri non va
    > bene:
    >
    > - vedi per esempio le reazioni a questa notizia
    >

    questa notizia NON riguarda l'open source; d'altra parte se non esistesse l'OS M$ non si sarebbe nemmeno lontanamente sognata di fare questa mezza porcheria di shared source...

    > - vedi per esempio la volontà dei mamma
    > santissima dell'open source, volontà ventilata
    > poco tempo fa, di restringere il numero di
    > licenze open possibili IMPONENDO ( non saprei
    > come però ) a tutto il mondo l'utilizzo di un
    > numero ridotto di licenze ( alla faccia delle
    > Libertà ).
    >
    > Però quando l'open source lo fanno LORO.. ehh..
    > beh... se lo fanno loro, allora Libereranno il
    > Mondo!

    ???

    >
    > Sveglia ragazzi, orsù, destatevi dal sonno,
    > dall'illusione, sveglia marinai, salutate i
    > Lotofagi perchè questa, è IPOCRISIA.
    >
    > IPOCRISIA significa fingere buoni sentimenti o
    > virtù che non si possiedono per lo più a scopo di
    > suscitare simpatie e consensi, il termine greco
    > hypokrités designava gli attori i quali, per
    > professione, fingevano sentimenti che non
    > provavano.
    >
    > Una definizione c'è anche qui:
    > http://www.demauroparavia.it/59977
    >
    > oppure basta googlare...
    >
    > http://www.rivistathelion.it/it/208.html

    direi che quanto a buoni sentimenti c'è una bella gara :
    http://www.wup.it/article.php?sid=4567
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Quando l'open source lo fanno gli altri non va
    > bene:

    Non hai capito proprio una mazza.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Quando l'open source lo fanno gli altri non va
    > > bene:
    >
    > Non hai capito proprio una mazza.

    Può darsi. Ma ha ragione. Qualsiasi m**da se è open source allora per voi profuma.
    non+autenticato
  • "Voi"? "Noi"?
    Non è che se uno è pro open source è per forza intelligente e se è pro closed source è per forza un imbecille.

    Chi fa certe distinzioni invece....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Quando l'open source lo fanno gli altri non va
    > bene:

    Quando lo fanno gli altri ? Questo non e' OpenSource leggi meglio il titolo ("Shared Source").
    11237

  • - Scritto da: Giambo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Quando l'open source lo fanno gli altri non va
    > > bene:
    >
    > Quando lo fanno gli altri ? Questo non e'
    > OpenSource leggi meglio il titolo ("Shared
    > Source").

    Certo è shared perché non si può modificare. Ma per il resto che differnza c'è?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > > Quando l'open source lo fanno gli altri non va
    > > > bene:
    > >
    > > Quando lo fanno gli altri ? Questo non e'
    > > OpenSource leggi meglio il titolo ("Shared
    > > Source").
    >
    > Certo è shared perché non si può modificare. Ma
    > per il resto che differnza c'è?

    Hai detto nulla ... Ti vendo una Giambomobile. E' come un'automobile, ma senza motore. Ma per il resto che differenza c'e' ?
    11237
  • Se si paga abbastanza si riceve il codice completo, o almeno un blocco di codice che sembra completo e che si compila.

    La prova più lampante è il lavoro dell'università di Cambridge su Xen. Si tratta di un "monitor" che permette di fare funzionare più sistemi operativi alla volta sulla stessa macchina, più simile a z390 dei mainframe che a VMWare. Il progetto si fece conoscere con una versione xen di windows, prodotta "grazie" al contratto Shared Source dell'università stessa.

    E funzionava, eh!

    Ora Xen verrà integrato in fedora, redhat (soprattutto la versione enterprise) e in altre distribuzioni linux... chi ha più sentito parlare di windows per xen?

    Nessuno, perchè il contratto capestro della Shared Source License non permette di distribuire (e nemmeno pubblicare) il PROPRIO codice sorgente che interagisce direttamente con quello di windows.

    E tra l'altro i ragazzi che ci hanno lavorato saranno segnati a vita dal rischio di cause legali se mai lavoreranno su progetti a basso livello di sistema operativo, perchè sarà facile accusarli di usare codice di microsoft, visto che l'hanno visto e ci hanno lavorato (firmando degli NDA).

    Bello, eh?
    A che serve???
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Nessuno, perchè il contratto capestro della
    > Shared Source License non permette di distribuire
    > (e nemmeno pubblicare) il PROPRIO codice sorgente
    > che interagisce direttamente con quello di
    > windows.

    Beh, meno peggio della LICENZA CAPESTRO GPL che mi OBBLIGA a distribuire il mio codice sorgente (=LAVORO) senza poter MINIMAMENTE decidere a chi darlo ( e a chi no ) e a quale prezzo e condizioni venderlo.

    > E tra l'altro i ragazzi che ci hanno lavorato
    > saranno segnati a vita dal rischio di cause

    Questo tuo dire è FUD allo stato PURO:

    Fear Uncertainty Doubt

    GUARDA CASO è proprio quello di cui accusate Microsoft, con molta IPOCRISIA da parte vostra.

    Anzi, è più probabile che li paghino perché sono FIGHI che hanno visto il codice di Windows, ma lo so, per voi i veri FIGHI sono gli hacker cattivi, quelli che finiscono in tribunale perché, POVERINI, se hanno commesso un crimine informatico li vogliono condannare! Poverini!!!

    > legali se mai lavoreranno su progetti a basso
    > livello di sistema operativo, perchè sarà facile
    > accusarli di usare codice di microsoft, visto che
    > l'hanno visto e ci hanno lavorato (firmando degli
    > NDA).

    Se quanto tu dici fosse -per assurdo- vero, allora chi li ha costretti a firmare l'NDA?

    Ma a te t'hanno cercato? No, e allora perchè ti senti così tanto chiamato in causa?

    Sei il loro avvocato? No.

    A difenderli ci guadagni qualcosa? Sembrerebbe di no.

    Qual'è quindi il tuo secondo fine?

    > Bello, eh?

    Sì, il tuo FUD è BELLISSIMO.

    > A che serve???

    Me lo chiedevo anch'io, a che serve il tuo FUD?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Nessuno, perchè il contratto capestro della
    > > Shared Source License non permette di
    > distribuire
    > > (e nemmeno pubblicare) il PROPRIO codice
    > sorgente
    > > che interagisce direttamente con quello di
    > > windows.
    >
    > Beh, meno peggio della LICENZA CAPESTRO GPL che
    > mi OBBLIGA a distribuire il mio codice sorgente
    > (=LAVORO) senza poter MINIMAMENTE decidere a chi
    > darlo ( e a chi no ) e a quale prezzo e
    > condizioni venderlo.

    ma chi ca**o ti obbliga a rilasciare un sw sotto GPL? usa la licenza BSD oppure chiudi il codice e rilascia solo gli eseguibili e smettila di inzozzare il forum con questi post senza senso...
    non+autenticato
  • vedi...
    se ti fossi minimamente interessato a un po' alla cosa sapresti che non sei obbligato a niente quanto con m$ sei obbligato a tutto..
    Datte na sveglia eh..
    non+autenticato
  • Dì la verità, non hai mai letto una riga negli ultimi due anni dei commenti che tutto il mondo informatico ha fatto sullo Shared Source, vero?

    Non è che qualche "linaro" come li chiami sicuramente tu in altri thread si è svegliato ed è venuto su PI a spalare merda sullo SS di microsoft. Sono TUTTI i commentatori e gli esperti a livello mondiale che sostengono che si tratti sostanzialmente di una bufala.

    Gli unici che potrebbero trarre vantaggio dal vedere il sorgente di windows sono i governi, giustamente sospettosi per come vengono gestiti i loro dati (magari segreti). Ma quegli stessi governi non hanno modo di sapere se il codice che guardano è lo stesso che poi usano, perchè la firma (md5) dei binari prodotti con quel codice NON è la stessa di quella che trovi in commercio.

    Prima che tu torni qua a dire che si tratta di paranoie, ci sono stati diversi casi id incidenti internazionali, che hanno coinvolto anche l'esercito norvegese, causati da backdoor lasciate in prodotti commerciali closed source.

    E adesso continua pure a trolleggiare, non è che sul forum di PI mi stupisca.
    non+autenticato

  • >
    > Beh, meno peggio della LICENZA CAPESTRO GPL che
    > mi OBBLIGA a distribuire il mio codice sorgente
    > (=LAVORO) senza poter MINIMAMENTE decidere a chi
    > darlo ( e a chi no ) e a quale prezzo e
    > condizioni venderlo.

    Bravo, hai rilasciato il tuo SW sotto GPL (nessuno ti obbligava) e adesso vieni a lamentarti che la gente usa i tuoi sorgenti (tu li hai autorizzati)
    E rilasciare solo i binari closed no?
    Funz
    13032
  • Una volta qualcuno ha appellato chi usa linux e ci programma come gli schiavi di Stallman, ora mi sembra che il buon vecchio Bill stia facendo la stessa cosa, se non peggio.
    Saluti
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Una volta qualcuno ha appellato chi usa linux e
    > ci programma come gli schiavi di Stallman, ora mi

    e ha fatto bene!

    http://docs.freebsd.org/cgi/getmsg.cgi?fetch=0+0+a...

    > sembra che il buon vecchio Bill stia facendo la
    > stessa cosa, se non peggio.
    > Saluti

    Guarda, pare solo a te, anzi, a me -che non ho particolari simpatie- pare che Bill sta venendo incontro a un'esigenza sentita da molti ( ma come, non lo volevate anche voi?! e allora!? ), e almeno lui non è così IPOCRITA da occuparsi delle Libertà ( degli altri ), lui fa solamente i suoi AFFARI.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Una volta qualcuno ha appellato chi usa linux e
    > > ci programma come gli schiavi di Stallman, ora
    > mi
    >
    > e ha fatto bene!
    >
    > http://docs.freebsd.org/cgi/getmsg.cgi?fetch=0+0+a
    >

    e allora ? se il tizio vuole creare un back end java per il gcc, lo deve necessariamente porre in GPL, altrimenti si costruisce da solo un compilatore C e poi fa il backend (cosa non molto furba...)

    > > sembra che il buon vecchio Bill stia facendo la
    > > stessa cosa, se non peggio.
    > > Saluti
    >
    > Guarda, pare solo a te, anzi, a me -che non ho
    > particolari simpatie- pare che Bill sta venendo
    > incontro a un'esigenza sentita da molti ( ma
    > come, non lo volevate anche voi?! e allora!? ), e
    > almeno lui non è così IPOCRITA da occuparsi delle
    > Libertà ( degli altri ), lui fa solamente i suoi
    > AFFARI.

    il vecchio bill sta solo cercando altri polli da spennare con cose vecchie spacciate per nuove, come ha sempre fatto.
    non+autenticato
  • Stallman ci spenna tutti senza guadagnarci... tanto per il gusto

    L'informatica è una scienza e deve essere aperta a tutti..dice lui...sì ma i laureati in fisica e chimica infatti lavorano con difficoltà. Volete questo? poi un conto è l'informazione e un conto sono prodotti finiti e gratuiti!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Stallman ci spenna tutti senza guadagnarci...
    > tanto per il gusto
    >
    > L'informatica è una scienza e deve essere aperta
    > a tutti..dice lui...sì ma i laureati in fisica e
    > chimica infatti lavorano con difficoltà. Volete
    > questo? poi un conto è l'informazione e un conto
    > sono prodotti finiti e gratuiti!

    i laureati in scienze (chimica,fisica,matematica) lavorano con difficoltà per altri motivi, spesso perchè a livello aziendale si pensa alle materie scientifiche siano cose strane e inutili... senza pensare che oggi in, ambito informatico, siamo al punto attuale grazie anche alle intuizioni di gente come Von Neumann, Alan Turing ... per citarne solo due.
    non+autenticato
  • Ho potuto vedere con i miei occhi il codice sorgente di windows 2003. Appena sono arrivato alla Micro$oft ho trovato subito una piccola folla di gente inviata dagli altri governi che voleva vedere i sorgenti di windows. Tutti a spingere, al tavolino c'era bill gates con i sorgenti in mano. Poi, per rendere più interessante la consegna dei sorgenti, Bill ha deciso di fare un giochino. Ha preso i sorgenti, ha tirato fuori tre scatole, e sotto una delle tre ha nascosto i sorgenti. Poi ha mescolato un po' le scatole, ed ha chiesto agli inviati dei governi di indicare una delle tre scatole. Era veramente facile indovinare, ma purtroppo ci ha preceduti Ballmer, ha puntato 50 dollari sulla scatola centrale, e così si è preso la prima copia dei sorgenti. Il giochino è stato ripetuto più volte, e ogni volta vinceva qualcuno. Inglesi, Francesi, Tedeschi, tutti sono andati a casa felici con il loro malloppo di sorgenti. Finalmente, dopo un po' di giri, riuscii a prendere il malloppone dei sorgenti. Interessanti, anche se non capisco perché all'inizio della pagina c'è scritto:

    /*************************************************
    * REM Windows 3.11
    * REM (c) 1992 Microsoft Co.
    *
    * Windows Server 2003
    * (c) 2003 Microsoft Co.
    ***************************************************/

    E poi subito sotto inizia
    "Nel mezzo del cammin di nostra vita..."

    Che linguaggio è? Qualcuno mi aiuta?
    E perché quando sono andato via i tecnici della Microsoft hanno riso tanto?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)