Mandrakelinux, stagione 2005

Mandrakesoft rivela come entro l'anno darà vita ad un un sistema operativo per metà nuovo che si avvarrà di certe caratteristiche della neo acquisita distribuzione Conectiva. Tutti i particolari

Parigi - A ridosso della recente acquisizione della società brasiliana Conectiva, MandrakeSoft ha annunciato importanti cambiamenti in corsa alla propria roadmap e alle proprie strategie commerciali.

La prima novità riguarda il piano dei rilasci della distribuzione Mandrakelinux, che d'ora in avanti seguirà un ciclo annuale: ciò significa che nell'arco di un anno uscirà una sola major release del sistema operativo. La società franco-americana ha motivato questa decisione con la volontà di incontrare le richieste di partner e distributori e di focalizzare maggiori risorse "nello sviluppo di nuove funzioni e funzionalità".

In particolare, Mandrakesoft conta di spendere il maggior tempo a sua disposizione per fondere il proprio sistema operativo con quello di Conectiva e "costruire un nuovo prodotto - si legge in un comunicato - che integri le migliori feature di ciascuna delle due distribuzioni".
A seguito di questi cambiamenti, Mandrakesoft ha deciso di modificare anche lo schema di denominazione della propria distribuzione desktop: al posto del numero di versione, come l'attuale 10.1, verrà messo l'anno. E così è già possibile sapere che la prossima major release si chiamerà Mandrakelinux 2006. Prima di questa, però, farà capolino una versione "di transizione", l'ultima prima delle nozze con Conectiva, che porterà il nome Limited Edition 2005.

Mandrakelinux LE 2005 debutterà nel corso della primavera e rappresenterà un mero aggiornamento dell'attuale versione 10.1: tra i pacchetti inclusi si troveranno KDE 3.3, GNOME 2.8 e Firefox 1.0.1. La nuova distribuzione sarà disponibile esclusivamente on-line attraverso il Mandrakestore (su CD e DVD), il Mandrakeclub e come download gratuito.

Sebbene nell'annuncio di Mandrakesoft non venga specificato, il co-fondatore di Mandrakesoft Gaël Duval ha confermato a Punto Informatico che l'edizione LE 2005 sarà di fatto quella che in origine avrebbe dovuto chiamarsi Mandrakelinux 10.2: di quest'ultima è stata rilasciata la prima release candidate proprio la scorsa settimana. Ciò spiega anche l'assenza, dalla prossima release, delle più recenti versioni di KDE (la 3.4) e di GNOME (la 2.10).

Verso la fine dell'anno verrà invece lanciata l'edizione 2006, la prima ad integrare le tecnologie di Conectiva con i servizi on-line di Mandrakesoft. Quest'ultima verrà distribuita anche sul canale retail e sarà accompagnata da un completo servizio di supporto.

Sia l'edizione LE 2005 che la 2006 saranno rilasciate anche in versione a 64 bit.
53 Commenti alla Notizia Mandrakelinux, stagione 2005
Ordina
  • >tra i pacchetti inclusi si troveranno KDE 3.3, GNOME 2.8 e
    >Firefox 1.0.1

    perchè non mettono KDE 3.4 e Firefox 1.0.2 che sono già usciti? Certe distribuzioni con software vecchio sono ingiustificate
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > >tra i pacchetti inclusi si troveranno KDE 3.3,
    > GNOME 2.8 e
    > >Firefox 1.0.1

    > perchè non mettono KDE 3.4 e Firefox 1.0.2 che
    > sono già usciti? Certe distribuzioni con software
    > vecchio sono ingiustificate

    Per darci una controllata che funzioni tutto prima.
    non+autenticato
  • Mi sembra ovvio che la crescita di Linux passi per una riduzione delle versioni.
    RedHat Enterprise esce già una volta all'anno, ora Mandrake ed è facile profezia che probabilmente anche Suse adotterà questa strategia.
    I motivi mi sembrano evidenti, visto che le uscite molto frequenti disorientano i clienti e soprattutto i fornitori di hardware nonché - soprattutto - gli OEM (unico modo in cui un fornitore di sistemi operativi non per server possa guadagnare bene).
    Inutile dire, poi, che i costi di supporto si riducono e gli aggiornamenti si razionalizzano.
    Al di là delle solite trollate è solo un sintomo di stabilizzazione di un business.
    Il fatto che per il nome si utilizzi l'anno è una scelta come un'altra, se ci si pensa abbastanza naturale se si vuole interrompere una numerazione di versione.
    Saluti
    Prospero
    non+autenticato
  • Secondo me la mossa di Mandrake è saggia: ultimamente avevano la tendenza a buttar fuori nuove release senza risolvere i bug delle precedenti, che quindi si ripresentavano (anche se trovo la 10.1 è ottima, specie per utenti non espertissimi e non superesigenti). Una release all'anno, magari con degli aggiornamenti intermedi, secondo me è una buona soluzione; del resto anche l'ultima versione stabile di Debian, una delle distro più stabili e performanti, risale al 2002, con 4 update(l'ultimo l'1/1/05). E per il nome beh, se ne può discutere, ma già che ne faranno 1 all'anno, così è più facile identificarle Occhiolino
    Inoltre nel tempo che rimane Mandrake lavorerà sull'integrazione con la neo-acquisita Conectiva, dando al luce a qualcosa di nuovo di cui sono molto curioso. Secondo me se anche hanno copiato da Window hanno fatto bene perchè hanno copiato l'unica cosa buona di Microsoft: le strategie commerciali! Per il software, tranquilli: rimane sempre una distro LINUX, per fortuna Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Secondo me la mossa di Mandrake è saggia:
    > ultimamente avevano la tendenza a buttar fuori
    > nuove release senza risolvere i bug delle
    > precedenti, che quindi si ripresentavano (anche
    > se trovo la 10.1 è ottima, specie per utenti non
    > espertissimi e non superesigenti). Una release
    > all'anno, magari con degli aggiornamenti
    > intermedi, secondo me è una buona soluzione; del
    > resto anche l'ultima versione stabile di Debian,
    > una delle distro più stabili e performanti,
    > risale al 2002, con 4 update(l'ultimo l'1/1/05).
    > E per il nome beh, se ne può discutere, ma già
    > che ne faranno 1 all'anno, così è più facile
    > identificarle Occhiolino
    > Inoltre nel tempo che rimane Mandrake lavorerà
    > sull'integrazione con la neo-acquisita Conectiva,
    > dando al luce a qualcosa di nuovo di cui sono
    > molto curioso. Secondo me se anche hanno copiato
    > da Window hanno fatto bene perchè hanno copiato
    > l'unica cosa buona di Microsoft: le strategie
    > commerciali! Per il software, tranquilli: rimane
    > sempre una distro LINUX, per fortuna Sorride

    Questo e' l'unico commento pertinente che ho letto
    fin'ora...
    non+autenticato
  • Ho provato la 10.1 era la prima volta che provavo Madrake
    e devo dire che non vale molto come distro.

    Il soft di installazione e' bello e funziona apparentemente bene.

    La schenda audio non mi e' mai funzionata.
    Per la scheda video Nvidia ho perso 3 ore ha per capire come far caricare il modulo del Kernel (l'impressione e' che madrake non usi la struttura std)

    Infine i pacchetti delle distro fanno veramente schifo sono incopleti e poco utilizzabili per chi vuole sviluppare sotto Linux.

    Conclusione Madrake va bene solo per quelli che usanono solo open office e non capiscono nulla di Linux!

    Conclusione .... mi sto orintando verso FreeBsd

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Ho provato la 10.1 era la prima volta che provavo
    > Madrake
    > e devo dire che non vale molto come distro.
    >
    > Il soft di installazione e' bello e funziona
    > apparentemente bene.
    >
    > La schenda audio non mi e' mai funzionata.
    > Per la scheda video Nvidia ho perso 3 ore ha per
    > capire come far caricare il modulo del Kernel
    > (l'impressione e' che madrake non usi la
    > struttura std)

    La struttura standard e' quella che prevede
    driver opensource. I driver NVidia gia' impacchettati
    sono inclusi solo nella versione che scarichi
    dal club. Se vai a scaricare la m*rda dalla
    rete, ovvero i driver generici dal sito NVidia,
    questo e' cio' che succede, in Mandrake
    come in qualunque altra distro. L'unica
    struttura standard e' e' il "Linux Standard Base", e Mandrake e' certificata per questo standard.

    >
    > Infine i pacchetti delle distro fanno veramente
    > schifo sono incopleti e poco utilizzabili per chi
    > vuole sviluppare sotto Linux.
    >
    > Conclusione Madrake va bene solo per quelli che
    > usanono solo open office e non capiscono nulla di
    > Linux!
    >
    > Conclusione .... mi sto orintando verso FreeBsd
    >

    Francamente mi chiedo quanti anni hai, perche'
    sembra il post di un bambino di 5 anni.
    E' un post inutile, perche' non dici quale hardware
    non ti vede, quale chipset usi, etc., e stai solo
    a ululare alla luna. E soprattutto non hai fatto nulla
    per farti supportare il tuo hardware marcio,
    per esempio riportandolo nei forum o nel
    sistema dei bug della distro.

    Se tu capissi qualcosa di Linux acquisteresti
    hardware supportato: non l'ultima scheda NVidia
    (notoriamente supportata solo attraverso driver
    proprietari, malfatti e instabili, e non disponibili
    per tutte le piattaforme) fatta
    per giocare a Doom, ma schede che magari
    fanno qualche FPS in meno, ma sono supportate
    da driver opensource.

    Dubito che uno come te sia mai in grado di far funzionare
    alcunche' sotto FreeBSD...
    non+autenticato
  • Per quanto riguarda i driver propietari Nvidia li ho sempre usati senza proplemi sulla Suse e la scheda non e' certo l'ultimo modello.

    Hai mai provato a fare un prog. OpenGL senza scheda 3D ...

    La scheda audio e' una AWE64 (e mi e' sempre funzionata sotto linux!)

    Ps. nella distro erano completammente assenti gli header per open gl quidi ho dovuto scaricarmeli e installarli a mano.

    Per non parlare di emacs non si potrebbe mettere anche la verione 21 che ormai esiste da anni..... ed xemacs funzionava male.

    L'aternativa e' un altra distro. o win. consiglami tu....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > Per quanto riguarda i driver propietari Nvidia li
    > ho sempre usati senza proplemi sulla Suse e la
    > scheda non e' certo l'ultimo modello.
    >
    > Hai mai provato a fare un prog. OpenGL senza
    > scheda 3D ...

    La ATI 9200 funziona benissimo con i driver
    driver DRI OpenSource...

    >
    > La scheda audio e' una AWE64 (e mi e' sempre
    > funzionata sotto linux!)

    A volte:

    noapic acpi=off nel lilo.conf risolve il 90% dei problemi.

    Ma dai, l'AWE64 e' una scheda ISA...!!!!!!
    Praticamente non esiste nemmeno piu' l'hardware per testarle...

    >
    > Ps. nella distro erano completammente assenti gli
    > header per open gl quidi ho dovuto scaricarmeli e
    > installarli a mano.

    Le tre immagini ISO che ci sono in rete sono
    solo un subset di quello che e' chiamato Mandrake 10.1.
    Il resto si trova in rete. Usare:

    urpmi.addmedia --distrib ftp://...mirror/10.1/

    (oppure farlo da rpmdrake) con il quale ti troveresti
    gli interi pacchetti della distro ONLINE e pronti per essere installati in un click, no e'?

    >
    > Per non parlare di emacs non si potrebbe mettere
    > anche la verione 21 che ormai esiste da anni.....
    > ed xemacs funzionava male.

    Che problemi da emacs 21.3? A me va benissimo.
    Chiaramente qualche cosa ogni tanto cambia.

    Il vostro problema e' che pensate di risolvere
    i problemi semplicemente ballonzolando da una
    distribuzione all'altra e reinstallando tutto da capo
    o cambiando distribuzione al minimo problema.
    Quelli come voi li conosco, siete sommersi da 24mila
    CD di tutte le distribuzioni comprate ogni settimana in edicola
    sopra la scrivania: avete Fedora Core1, 2, 3, tutte le Mandrake,
    le Slackware, Knoppix 3.3, 3.4, 3.5, 3.6, 3.7 e 3.8(CebitEdition)
    la Debian e UbuntuLinux, etc.: ognuna chiaramente vi
    vede un'hardware ma non l'altro...

    Esiste la rete, esistono i manuali, esistono
    le mailing list per chiedere informazioni.
    non+autenticato
  • boh...io tutti questi problemi con l'hardware non li ho mai avuti...linux mi legge tutto sempre ottimamente, e le uniche grane che mi ha dato è stato con i modem usb.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > boh...io tutti questi problemi con l'hardware non
    > li ho mai avuti...linux mi legge tutto sempre
    > ottimamente, e le uniche grane che mi ha dato è
    > stato con i modem usb.

    Le m*rde di modem con il chipset GlobalSpan che
    rifila TLC... ? Occhiolino
    non+autenticato
  • peggio, il famigerato conexant dentro l'atlantis I-storm, funzionante solo con i pacchetti cxacru. Con grande fatica, compilando il tutto a mano, ero riuscito a far funzionare il tutto sotto mdk 9.2, poi una volta passato alla 10.1 non c'è stato nulla da fare, così mi sono comprato un bel router e tanti saluti Ficoso


    - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > boh...io tutti questi problemi con l'hardware
    > non
    > > li ho mai avuti...linux mi legge tutto sempre
    > > ottimamente, e le uniche grane che mi ha dato è
    > > stato con i modem usb.
    >
    > Le m*rde di modem con il chipset GlobalSpan che
    > rifila TLC... ? Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Per quanto riguarda i driver propietari Nvidia
    > li
    > > ho sempre usati senza proplemi sulla Suse e la
    > > scheda non e' certo l'ultimo modello.
    > >
    > > Hai mai provato a fare un prog. OpenGL senza
    > > scheda 3D ...
    >
    > La ATI 9200 funziona benissimo con i driver
    > driver DRI OpenSource...
    >
    > >
    > > La scheda audio e' una AWE64 (e mi e' sempre
    > > funzionata sotto linux!)
    >
    > A volte:
    >
    > noapic acpi=off nel lilo.conf risolve il 90% dei
    > problemi.

    E' un pc vechiotto non vado cero a comprarmi una ATI nuova fiammante e una scheda audio ultimo modello.

    Se tutti ragionano come te Linux richia di diventare peggio di Win... Se non hai l'Hardware ultimissimo modello non funziona piu ca@@o e il tutto e' ultra lento (se funziona)

    >
    > Ma dai, l'AWE64 e' una scheda ISA...!!!!!!
    > Praticamente non esiste nemmeno piu' l'hardware
    > per testarle...

    Ok e' vecchia .... vedi commento sopra

    > >
    > > Ps. nella distro erano completammente assenti
    > gli
    > > header per open gl quidi ho dovuto scaricarmeli
    > e
    > > installarli a mano.
    >
    > Le tre immagini ISO che ci sono in rete sono
    > solo un subset di quello che e' chiamato Mandrake
    > 10.1.
    > Il resto si trova in rete. Usare:
    >
    > urpmi.addmedia --distrib ftp://...mirror/10.1/
    >
    > (oppure farlo da rpmdrake) con il quale ti
    > troveresti
    > gli interi pacchetti della distro ONLINE e
    > pronti per essere installati in un click, no e'?
    >
    > >
    > > Per non parlare di emacs non si potrebbe mettere
    > > anche la verione 21 che ormai esiste da
    > anni.....
    > > ed xemacs funzionava male.
    >
    > Che problemi da emacs 21.3? A me va benissimo.
    > Chiaramente qualche cosa ogni tanto cambia.
    >
    > Il vostro problema e' che pensate di risolvere
    > i problemi semplicemente ballonzolando da una
    > distribuzione all'altra e reinstallando tutto da
    > capo
    > o cambiando distribuzione al minimo problema.
    > Quelli come voi li conosco, siete sommersi da
    > 24mila
    > CD di tutte le distribuzioni comprate ogni
    > settimana in edicola
    > sopra la scrivania: avete Fedora Core1, 2, 3,
    > tutte le Mandrake,
    > le Slackware, Knoppix 3.3, 3.4, 3.5, 3.6, 3.7 e
    > 3.8(CebitEdition)
    > la Debian e UbuntuLinux, etc.: ognuna chiaramente
    > vi
    > vede un'hardware ma non l'altro...
    >
    > Esiste la rete, esistono i manuali, esistono
    > le mailing list per chiedere informazioni.

    Ho usato per anni sempre la stessa distro (Suse) volevo solo provare a cambiare con un qualcosa meno commerciale.
    Ma mi sa che la madrake e' altrettanto commerciale.

    Ma UbuntuLinux esiste davvero.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > > Per quanto riguarda i driver propietari Nvidia
    > > li
    > > > ho sempre usati senza proplemi sulla Suse e la
    > > > scheda non e' certo l'ultimo modello.
    > > >
    > > > Hai mai provato a fare un prog. OpenGL senza
    > > > scheda 3D ...
    > >
    > > La ATI 9200 funziona benissimo con i driver
    > > driver DRI OpenSource...
    > >
    > > >
    > > > La scheda audio e' una AWE64 (e mi e' sempre
    > > > funzionata sotto linux!)
    > >
    > > A volte:
    > >
    > > noapic acpi=off nel lilo.conf risolve il 90% dei
    > > problemi.
    >
    > E' un pc vechiotto non vado cero a comprarmi una
    > ATI nuova fiammante e una scheda audio ultimo
    > modello.
    >
    > Se tutti ragionano come te Linux richia di
    > diventare peggio di Win... Se non hai l'Hardware
    > ultimissimo modello non funziona piu ca@@o e il
    > tutto e' ultra lento (se funziona)
    >
    > >
    > > Ma dai, l'AWE64 e' una scheda ISA...!!!!!!
    > > Praticamente non esiste nemmeno piu' l'hardware
    > > per testarle...
    >
    > Ok e' vecchia .... vedi commento sopra
    >
    > > >
    > > > Ps. nella distro erano completammente assenti
    > > gli
    > > > header per open gl quidi ho dovuto
    > scaricarmeli
    > > e
    > > > installarli a mano.
    > >
    > > Le tre immagini ISO che ci sono in rete sono
    > > solo un subset di quello che e' chiamato
    > Mandrake
    > > 10.1.
    > > Il resto si trova in rete. Usare:
    > >
    > > urpmi.addmedia --distrib ftp://...mirror/10.1/
    > >
    > > (oppure farlo da rpmdrake) con il quale ti
    > > troveresti
    > > gli interi pacchetti della distro ONLINE e
    > > pronti per essere installati in un click, no e'?
    > >
    > > >
    > > > Per non parlare di emacs non si potrebbe
    > mettere
    > > > anche la verione 21 che ormai esiste da
    > > anni.....
    > > > ed xemacs funzionava male.
    > >
    > > Che problemi da emacs 21.3? A me va benissimo.
    > > Chiaramente qualche cosa ogni tanto cambia.
    > >
    > > Il vostro problema e' che pensate di risolvere
    > > i problemi semplicemente ballonzolando da una
    > > distribuzione all'altra e reinstallando tutto da
    > > capo
    > > o cambiando distribuzione al minimo problema.
    > > Quelli come voi li conosco, siete sommersi da
    > > 24mila
    > > CD di tutte le distribuzioni comprate ogni
    > > settimana in edicola
    > > sopra la scrivania: avete Fedora Core1, 2, 3,
    > > tutte le Mandrake,
    > > le Slackware, Knoppix 3.3, 3.4, 3.5, 3.6, 3.7 e
    > > 3.8(CebitEdition)
    > > la Debian e UbuntuLinux, etc.: ognuna
    > chiaramente
    > > vi
    > > vede un'hardware ma non l'altro...
    > >
    > > Esiste la rete, esistono i manuali, esistono
    > > le mailing list per chiedere informazioni.
    >
    > Ho usato per anni sempre la stessa distro (Suse)
    > volevo solo provare a cambiare con un qualcosa
    > meno commerciale.
    > Ma mi sa che la madrake e' altrettanto
    > commerciale.
    >
    > Ma UbuntuLinux esiste davvero.

    La rete e i manuali li ho sempre usati.
    Per quanto riguarda FreeBSD la distro ha solo 2 CD con tutto quello che mi serve, il software e' molto aggiornato e il manuale online e' ottimo quindi penso che restero' su FreeBSD.
    non+autenticato
  • > E' un pc vechiotto non vado cero a comprarmi una
    > ATI nuova fiammante e una scheda audio ultimo
    > modello.

    L'ATI 9200 non e' l'ultimo modello e se ne trovano
    a 30 E e perfino in standard PCI (ATI7000 supportata
    da DRI), nel caso in cui non avessi lo slot AGP, o il tuo AGP non accettase schede AGP4X o 8X per questioni varie.

    >
    > Se tutti ragionano come te Linux richia di
    > diventare peggio di Win... Se non hai l'Hardware
    > ultimissimo modello non funziona piu ca@@o e il
    > tutto e' ultra lento (se funziona)

    Non e' cosi', perche' l'hardware nuovo fiammante
    generalmente non e' supportato. Qui si sta parlando
    di un retaggio di cose che erano considerate
    vecchie e malfatte gia' 10 anni fa...
    (non nego che l'AWE64 e' stata una pietra miliare
    delle schede audio, contatti dorati, etc.)
    come gli slot ISA e le schede ISA, che hanno sempre dato rogne
    o meglio dovevi estrarti l'output dell'isapnptools,
    modificarlo a mano, etc. (ricordate quando si doveva
    specificare l'I/O del tipo io=0x340,11,7,1 e l'IRQ per ogni scheda
    ISA nel lilo, etc.)?

    Quanto al ragionamento non e' MIO il ragionamento,
    ma e' di tutte le distribuzioni Linux attualmente
    esistenti, e la tua affermazione e' tutto sommato
    corretta. E' tutto ultra lento con hardware vecchio. Basta prendere
    una distribuzione recente basata su Mozilla, KDE 3,
    OpenOffice, Xorg con Xft, gtk2, etc., ed e' inusabile
    su un Pentium 133 con 64MB di RAM: eppure sul
    P133 a suo tempo girava discretamente con RedHat 4
    o 5 o Mandrake 6, con netscape 3.01 e in alcuni casi pure con
    VMWare 1.0. Ora prova a installare una distribuzione
    recente con quella configurazione hardware: dubito
    che parta perfino l'installer per mancanza di memoria.
    E anche se ci riesci ti troverai che swappa per fare qualunque
    minima cosa, OpenOffice probabilmente ci mette 5 o 10 minuti
    solo a partire, mozilla e firefox altrettanto.
    Mi duole ammetterlo, ma sui PC vecchi ci puoi fare girare
    solo le distribuzioni vecchie. I requisiti minimi
    per lavorare con una distribuzione recente sono almeno
    processore da 1GHz e 256MB di RAM: e una configurazione
    del genere la fai con 100-150E: 35E per una mobo all-in-one
    (audio,lan,video on board), 55 per il Sempron2400 e una 40ina
    per la memoria.

    >
    > >
    > > Ma dai, l'AWE64 e' una scheda ISA...!!!!!!
    > > Praticamente non esiste nemmeno piu' l'hardware
    > > per testarle...
    >
    > Ok e' vecchia .... vedi commento sopra

    Non e' la scheda che e' vecchia. E' il BUS che e' sparito.
    Se la tua scheda fosse stata PCI (tipo la
    Creative PCI64 o 128) non avresti avuto problemi.
    Se vai a vedere nei sorgenti di X vedi che probabilmente
    c'e' ancora il supporto per schede che erano vecchie
    da quando esiste Linux 1.0: chi ha mai visto l'IBM 8514
    adapter?. Il problema e' che nessuno li ha mai
    piu testati, ne' chi fa la distribuzione ne' chi fa il kernel.

    >
    > > Esiste la rete, esistono i manuali, esistono
    > > le mailing list per chiedere informazioni.
    >
    > Ho usato per anni sempre la stessa distro (Suse)
    > volevo solo provare a cambiare con un qualcosa
    > meno commerciale.
    > Ma mi sa che la madrake e' altrettanto
    > commerciale.
    >

    fino a prova contraria, sfido a trovare una distribuzione
    che renda tutto quello che fa immediatamente disponibile
    in rete come MDK.

    Se proprio cerchi qualcosa di ultraleggero
    prova VectorLinux (www.vectorlinux.com). E' una
    versione superalleggerita di una vecchia Slackware.
    E ha eliminato tutte le cose che appesantiscono.
    Devo dire che ero rimasto favorevolmente colpito
    dalla 4.0 quanto a leggerezza. Il browser di
    default era "dillo"!
    Inoltre avevano eliminato tutte le cose che appesantivano,
    per esempio le font con l'antialias, il supporto di 145 lingue, etc.
    Poi non so se in seguito hanno deciso di appesantirla,
    aggiungendo pacchetti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > E' un pc vechiotto non vado cero a comprarmi una
    > > ATI nuova fiammante e una scheda audio ultimo
    > > modello.
    >
    > L'ATI 9200 non e' l'ultimo modello e se ne trovano
    > a 30 E e perfino in standard PCI (ATI7000
    > supportata
    > da DRI), nel caso in cui non avessi lo slot AGP,
    > o il tuo AGP non accettase schede AGP4X o 8X per
    > questioni varie.

    E' un AGP e non vedo perche' cambiarla solo per un problema di driver che alla fine ho risolto.

    > >
    > > Se tutti ragionano come te Linux richia di
    > > diventare peggio di Win... Se non hai l'Hardware
    > > ultimissimo modello non funziona piu ca@@o e il
    > > tutto e' ultra lento (se funziona)
    >
    > Non e' cosi', perche' l'hardware nuovo fiammante
    > generalmente non e' supportato. Qui si sta
    > parlando
    > di un retaggio di cose che erano considerate
    > vecchie e malfatte gia' 10 anni fa...
    > (non nego che l'AWE64 e' stata una pietra miliare
    > delle schede audio, contatti dorati, etc.)

    A parte le rogne con lo slot ISA e' ancora un ottima scheda audio e ha poco da inviare a quelle piu moderne.

    non+autenticato
  • ...ora anche il nome. Complimenti Linux!
    Un po' alla volta ci stanno arrivando: copia qui e copia la', Mandrake 2009 sara' una bella licenza di Longhorn a tutti gli effetti....

    ZioBill
    ***no linux and no open source software were used for writing this post***
    non+autenticato
  • beh...in parte sono d'accordo. Un conto è facilitarne l'utilizzo un conto è fare il verso a win, pur con le migliori intenzioni.
    Quanto a mandrake...non é una cattiva distribuzione, io personalmente ho usato la 9.2 e la 10.1, ma una volta passato a slackware vi posso garantire che ve la dimenticate completamente. Come stabilità di sistema non c'è proprio confronto, ed inoltre la skackware permette di comprendere cose sul mondo di linux che con altre distribuzioni non è pù possibile. In fondo è proprio questo il punto...se anche liunx ti propone un prodotto in cui tutto è a portata di mano, senza farti capire le ragioni di eventuali problemi, dov'è tutta la differenza con win??

    - Scritto da: Anonimo
    > ...ora anche il nome. Complimenti Linux!
    > Un po' alla volta ci stanno arrivando: copia qui
    > e copia la', Mandrake 2009 sara' una bella
    > licenza di Longhorn a tutti gli effetti....
    >
    > ZioBill
    > ***no linux and no open source software were used
    > for writing this post***
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    [CUT]

    > ZioBill
    > ***no linux and no open source software were used
    > for writing this post***

    Mi spiace per te e per i tuoi risparmi

  • > ZioBill
    > ***no linux and no open source software were used
    > for writing this post***

    Te l'abbiamo gia' detto, ammesso che tu stia usando Internet Explorer e Windows 2000/XP, hai usato BEN 2 software opensource: le librerie zlib di IE e lo stack tcp/ip di Windows (che viene da BSD).

    Poi se vogliamo fare i pignoli, possiamo anche discutere dei router che hai passato per arrivare dal tuo pc al forum che SICURAMENTE non girano su windowsCon la lingua fuori
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > ZioBill
    > > ***no linux and no open source software were
    > used
    > > for writing this post***
    >
    > Te l'abbiamo gia' detto, ammesso che tu stia
    > usando Internet Explorer e Windows 2000/XP, hai
    > usato BEN 2 software opensource: le librerie zlib
    > di IE e lo stack tcp/ip di Windows (che viene da
    > BSD).
    >
    Te l'ho gia' spiegato: considero lo stack tcp/ip di W2K/XP un prodotto Microsoft, in quanto, pur avendo attinto da codice open dovresti sapere benissimo che la BSD (licenza) consente di fare tutte le modifiche che si vogliono e non distribuire i sorgenti con il codice compilato. Ora io sono convinto che Microsoft non abbia preso e fatto copia-incolla del codice da BSD (sistema operativo o.s.), ma che sia intervenuta pesantemente per ottimizzare e adattare al proprio sistema operativo il tutto.
    Detto questo, non mi sembra inoltre che in allegato a Windows XP ci sia una bella cartella con i sorgenti dello stack tcp/ip (e men che meno con quelli dell'intero sistema operativo) per cui NON sto usando un software O. S., con buona pace di quelli come te che sostengono, sbagliando, il contrario.

    > Poi se vogliamo fare i pignoli, possiamo anche
    > discutere dei router che hai passato per arrivare
    > dal tuo pc al forum che SICURAMENTE non girano su
    > windowsCon la lingua fuori
    Questo non mi riguarda, io ho scritto 'for writing', e il sistema operativo che uso e' XP, mentre il browser che mi consente di prendere parte a questo forum e' Maxthon. Sono entrambi prodotti closed source, e questo basta ad affermare quello che scrivo.

    ZB
    ***che palle con questa storia della BSD...pure il router questa volta hanno tirato fuori!***
    non+autenticato
  • Io invece continuo a chiedermi quanto comodo sia navigare usando gli indirizzi numerici...
    tu sicuramente me lo puoi spiegareOcchiolino
    Trin
    132


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > > ZioBill
    > > > ***no linux and no open source software were
    > > used
    > > > for writing this post***
    > >
    > > Te l'abbiamo gia' detto, ammesso che tu stia
    > > usando Internet Explorer e Windows 2000/XP, hai
    > > usato BEN 2 software opensource: le librerie
    > zlib
    > > di IE e lo stack tcp/ip di Windows (che viene da
    > > BSD).
    > >
    > Te l'ho gia' spiegato: considero lo stack tcp/ip
    > di W2K/XP un prodotto Microsoft, in quanto, pur
    > avendo attinto da codice open dovresti sapere
    > benissimo che la BSD (licenza) consente di fare
    > tutte le modifiche che si vogliono e non
    > distribuire i sorgenti con il codice compilato.

    cosa TU consideri non ha molta importanza, lo stack che usi è derivato dal BSD unix, punto.

    > Ora io sono convinto che Microsoft non abbia
    > preso e fatto copia-incolla del codice da BSD
    > (sistema operativo o.s.), ma che sia intervenuta
    > pesantemente per ottimizzare e adattare al
    > proprio sistema operativo il tutto.

    no, guarda i benchmark sul layer di rete di FreeBSD e win, quello di win a confronto è una carretta, quindi hanno copiato MALE.

    > Detto questo, non mi sembra inoltre che in
    > allegato a Windows XP ci sia una bella cartella
    > con i sorgenti dello stack tcp/ip (e men che meno
    > con quelli dell'intero sistema operativo) per cui
    > NON sto usando un software O. S., con buona pace
    > di quelli come te che sostengono, sbagliando, il
    > contrario.

    i sorgenti li puoi trovare sul 2° cd di FreeBSD...

    >
    > > Poi se vogliamo fare i pignoli, possiamo anche
    > > discutere dei router che hai passato per
    > arrivare
    > > dal tuo pc al forum che SICURAMENTE non girano
    > su
    > > windowsCon la lingua fuori
    > Questo non mi riguarda, io ho scritto 'for
    > writing', e il sistema operativo che uso e' XP,
    > mentre il browser che mi consente di prendere
    > parte a questo forum e' Maxthon. Sono entrambi

    uuhhhh ... non usi IE 'puro'... uhuhuhhh...

    > prodotti closed source, e questo basta ad
    > affermare quello che scrivo.
    >
    > ZB
    > ***che palle con questa storia della BSD...pure
    > il router questa volta hanno tirato fuori!***

    palle si, palle no , stai usando roba OS...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > ZioBill

    > > Te l'ho gia' spiegato: considero lo stack tcp/ip
    > > di W2K/XP un prodotto Microsoft, in quanto, pur
    > > avendo attinto da codice open dovresti sapere
    > > benissimo che la BSD (licenza) consente di fare
    > > tutte le modifiche che si vogliono e non
    > > distribuire i sorgenti con il codice compilato.
    >
    > cosa TU consideri non ha molta importanza, lo
    > stack che usi è derivato dal BSD unix, punto.
    >
    Non mi sembra un buon inizio il tuo, marchi gia' molto male, ragazzino...

    > > Ora io sono convinto che Microsoft non abbia
    > > preso e fatto copia-incolla del codice da BSD
    > > (sistema operativo o.s.), ma che sia intervenuta
    > > pesantemente per ottimizzare e adattare al
    > > proprio sistema operativo il tutto.
    >
    > no, guarda i benchmark sul layer di rete di
    > FreeBSD e win, quello di win a confronto è una
    > carretta, quindi hanno copiato MALE.
    >
    Quindi, a quanto dici, NON ha copiato lo stack tcp/IP ma l'ha 'contro-ottimizzato' per il proprio OS...

    > > Detto questo, non mi sembra inoltre che in
    > > allegato a Windows XP ci sia una bella cartella
    > > con i sorgenti dello stack tcp/ip (e men che
    > meno
    > > con quelli dell'intero sistema operativo) per
    > cui
    > > NON sto usando un software O. S., con buona pace
    > > di quelli come te che sostengono, sbagliando, il
    > > contrario.
    >
    > i sorgenti li puoi trovare sul 2° cd di FreeBSD...
    >
    Ma, per quanto hai detto, non sono i sorgenti dello stack tcp/ip di XP, visto che funzionano peggio!
    E poi, sei proprio sicuro che dal codice compilato puoi senz'altro risalire a 'quei' sorgenti di cui parli, byte per byte, a prova di md5, crc o altro?
    Pensaci bene e capirai che non lo puoi dire: sia perche' funzionano peggio, sia perche' non li puoi realmente vedere.
    Per cui ho ragione io A bocca aperta

    > >
    > > > Poi se vogliamo fare i pignoli, possiamo anche
    > > > discutere dei router che hai passato per
    > > arrivare
    > > > dal tuo pc al forum che SICURAMENTE non girano
    > > su
    > > > windowsCon la lingua fuori
    > > Questo non mi riguarda, io ho scritto 'for
    > > writing', e il sistema operativo che uso e' XP,
    > > mentre il browser che mi consente di prendere
    > > parte a questo forum e' Maxthon. Sono entrambi
    >
    > uuhhhh ... non usi IE 'puro'... uhuhuhhh...
    >
    Certo che no! E' un ottimo motore di rendering (standard DE FACTO del Web su internet, a meno che tu non viva su marte e vedi i siti solo W3C compliant), solo che segna il passo per feature-set (e anche, comunque, per il supporto a standard piu' moderni, ma tanto, il 90% dei siti internet dimostra che se ne puo' tranquillamente fare a meno).
    In sostituzione, e in virtu' dell'architettura modulare di COM, esistono fior di browser alternativi che usano il motore di IE per renderizzare, e sono pieni come un uovo di feature, da far impallidire anche, come si chiama....ah si! Fireblows!
    Io uso Maxthon (www.maxthon.com) e mi trovo da stra-Dio!

    > > prodotti closed source, e questo basta ad
    > > affermare quello che scrivo.
    > >
    > > ZB
    > > ***che palle con questa storia della BSD...pure
    > > il router questa volta hanno tirato fuori!***
    >
    > palle si, palle no , stai usando roba OS...
    Beh, non ho mai negato questo, ho affermato che 'per scrivere' ho usato solo software closed: occhio che l'italiano (e la logica) non fregano nessuno.

    ZBFan Windows
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > > ZioBill

    > Ma, per quanto hai detto, non sono i sorgenti
    > dello stack tcp/ip di XP, visto che funzionano
    > peggio!

    Infatti, so che e' strano ma e' cosi' ! ! ! !

    > E poi, sei proprio sicuro che dal codice
    > compilato puoi senz'altro risalire a 'quei'
    > sorgenti di cui parli, byte per byte, a prova di
    > md5, crc o altro?
    > Pensaci bene e capirai che non lo puoi dire: sia
    > perche' funzionano peggio, sia perche' non li
    > puoi realmente vedere.

    Anche se potessi vedere i sorgenti, del resto, sarebbero diversi poiche' sono stati peggiorati; ma e' sufficente aprire con un notepad il file " ftp.exe " di un Windows precedente al 95 e si puo' leggere la scritta :

    @(#) Copyright (c) 1983 The Regents of the University of California.
    All rights reserved

    non+autenticato
  • > ...ora anche il nome. Complimenti Linux!
    > Un po' alla volta ci stanno arrivando: copia qui
    > e copia la', Mandrake 2009 sara' una bella
    > licenza di Longhorn a tutti gli effetti....

    che bello vedere quanto siano uniti gli utenti windows. in un thread leggo che gnu/linux ha parecchia strada da fare prima di assomigliare a windows, qui leggo che tentare di assomigliare a windows è mancanza di fantasia.

    > ZioBill
    > ***no linux and no open source software were used
    > for writing this post***

    come ti è già stato risposto: mi spiace tanto per i tuoi mancati risparmi.

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...ora anche il nome. Complimenti Linux!
    > Un po' alla volta ci stanno arrivando: copia qui
    > e copia la', Mandrake 2009 sara' una bella
    > licenza di Longhorn a tutti gli effetti....

    Con la differenza che Mandrake2009 ci sara', mente l'uscita di Longhorn sara' stata ancora spostata all'anno dopo Rotola dal ridere !
    11237
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)