Cuba blocca il sito dei dissidenti

Le pagine rimangono visibili solo dall'esterno dell'isola. Il gruppo che anima il sito denuncia l'ennesima censura castrista contro l'opposizione

L'Avana - Dopo una settimana dal lancio, il primo sito dissidente in Cuba è stato censurato dalle autorità governative. Lo ha denunciato Martha Beatriz Roque, che ha voluto il sito e che rappresenta una delle più note voci della dissidenza anti-castrista e che, proprio per questo, ha passato quasi tre anni dietro le sbarre.

All'indirizzo cubaicei.org le pagine web di Roque e dei suoi collaboratori, ispirate ad una forma democratica di governo, possono ancora essere viste ma, a quanto denunciano gli autori, soltanto dall'esterno dell'Isola.

Secondo quanto riportato dalla Reuters, infatti, Roque avrebbe dichiarato:"Dato che non possono confutare quel che abbiamo detto devono ricorrere alla forza".
La ragione della censura all'accesso internet, peraltro già limitato in Cuba, sarebbe da ricercare nella definizione di "contro-rivoluzionari", reato attribuito dal regime di Fidel Castro pressoché a chiunque sia sostenuto dagli anticastristi che risiedono negli USA. Il sito, infatti, è potuto nascere proprio grazie alle donazioni provenienti in primo luogo dalla Florida, dove risiede una importante comunità cubana.
TAG: censura
17 Commenti alla Notizia Cuba blocca il sito dei dissidenti
Ordina
  • Quanti turisti hanno visitato Cuba..cosa hanno veramente capito di questo paese?? Poco, alcuni riescono a tornare e votare per la sinistra osannando Che Guevara come se fosse davvero stato un eroe e non uno pseudointellettuale ubriacone integralista!! Bertinotti (coglione o in mala fede?!) riesce anche a proporre il "modello cubano" dove non c'è libertà nemmeno di mangiare la carne di vitello, però lui ha le cravatte di Versace e il vestito firmato...C'è persino un famoso cantante, giovane, della mia età, che ha adottato un look alla Fidel!! Io ci metterei volentieri questi due più Casarini e Agnoletto a vivere a Cuba, ma da cubani, nutriti solo con riso e fagioli, con il divieto di mangiare carne e frutti di mare, e giù un bel po' di botte se parlano...proprio come al G8 di Genova (ma a loro il modello cibano non sembra così!! penso sempre a una gran mala fede. Il resto del mondo queste cose non le dice, il turista medio va in spiaggia a Cuba e ascolta la musica caraibica ma non sa nemmeno che era Josè Martì...la realtà è abilmente filtrata dalle organizzazioni di governo. Vegogna poi alla manipolazione di Martì in Cuba: un uomo profondamente amante della libertà e della solidarietà strumentalizzato da un Comunismo di basso profilo (il poveretto probabilmente si rivolta nella tomba da più di 40 anni!)e nessuno in Europa dice niente (tantomeno gli "uomini di cultura" , quelli per intenderci della "sinistra che sapeva tutto lei")
    non+autenticato
  • ormai su ogni gruppo di commenti/apinioni di PI si ritrovano solo messaggi che insultano la sinistra, la destra il centro

    è bello sapere che c'è gente che crede ancora nei politici quando abbiamo un presidente operaio che non vuole + la pensione e il posto di lavoro ..... e comunisti capitalisti che girano con barche da 2 miliardi

    cmq potete trovare moltissimi newsgroup dove potete sfogare le vostre ire politiche ma risparmiate PI da tutto ciò

    ps. non bisogna andare a cuba per vedere censurati dei siti ..... anche nel ns paese super democratico succedono queste cose .... anche peggio .... non scordatevi che l'albo dei giornalisti è una prerogativa tutta italiana(e del terzo mondo dove non si chiama albo ma censura .... anche se il significato è lo stesso...)
    non+autenticato
  • Vergogna Castro!Vergogna comunisti italiani!
    Stanno a fare la predica sulla necessita' dell'assoluta liberta' in rete (cosa giusta intendiamoci),ma poi appena si toccano i loro compagnucci cubani o cinesi tipo Castro e compagnia al seguito,la censura invece va bene.
    Un consiglio:guardatevi allo specchio quando dite certe cose e poi il contrario e poi vergognatevi!
    non+autenticato
  • Te nella testa non hai il cervello ma sabbia!!!
    Certo hai votao Io scendo in campo, che coraggio ma sopratutto che intelligenza!!!
    non+autenticato
  • Questi reazionari finanziati dagli USA sono veramente osceni. Vorrebbero che Cuba diventasse come gli USA: assistenza sanitaria solo per i ricchi, analfabetismo di massa, ignoranza a livelli di terzo mondo, egoismo, avidità, nessun rispetto per l'ambiente, imperialismo.

    I rinnegati cubani sono traditori. Con i traditori della rivoluzione nessuna pietà!
    non+autenticato
  • Ottimo concentrato di luoghi comuni!
    Al di là di ogni pensiero politico, mi fa davvero specie trovare in un gruppo di discussione un'apologia alla censura di Internet.

    Scusa, ma non capisco. La censura è orribile solo se chi la esercita la pensa diversamente da te?

    Credevo che la censura fosse da rinnegare in quanto orrenda limitazione alla libertà espressiva. Forse mi sbagliavo.
    non+autenticato


  • - Scritto da: mago
    > Ottimo concentrato di luoghi comuni!
    > Al di là di ogni pensiero politico, mi fa
    > davvero specie trovare in un gruppo di
    > discussione un'apologia alla censura di
    > Internet.
    >
    > Scusa, ma non capisco. La censura è orribile
    > solo se chi la esercita la pensa
    > diversamente da te?
    >

    A certi perché gli americani non censurano niente??? certo gli americani censurano solo gli articoli che dicono che l'antrace l'hanno messa igruppi abortisti. Il gioco è sul filo ma solo che è sicuro di avere i mezzi d'informazione dalla sua dice che non bisogna censurare nulla; gli americani censurano chiunque gli dica che sbagliano.

    E poi chi hanno censurato, quelli che se ne sono andati da Cuba perché invece di appoggiare la fine dell'embargo vogliono solo vedere morto Fidel, facendo fare la fame a tutti gli altri cubani. Penso che non meritano di essere chiamati cubani.

    > Credevo che la censura fosse da rinnegare in
    > quanto orrenda limitazione alla libertà
    > espressiva. Forse mi sbagliavo.

    Si ti sbagli perché seduto a in ufficio o a casa tua ti fermi a guardare le piccole ingiustizie e non te ne frega niente di quelle vere.
    non+autenticato
  • Bah... il mondo non lo capirò mai...
    Mi sembra che sulle censure degli americani si parli abbondantemente, e che l'opinione pubblica (tranne quella proprio ignorante) ne sia a conoscenza. Però se a censurare sono i paesi comunisti allora va bene, viva la censura, abbasso chi va contro il potere per dire la sua... sono incredibili i ragionamenti che si fanno a volte su questo forum... non c'è la minima apertura mentale per guardare 2 centimetri oltre il proprio naso...
    seguendo il tuo discorso allora gli americani fanno benissimo a censurare, così come facevano benissimo i russi, i nazisti ecc.
    E se i creatori di quel sito fossero stati non filoamericani ma, che ne so, semplici seguaci di una politica diversa da quella castrista? Gli è vietato divulgare nella propria nazione la propria opinione? Questa io la chiamo DITTATURA della peggior specie, peggiore anche del governo americano che almeno non è tanto sfacciato...
    La mente di certa gente sembra che sia stata masterizzata: le vengono immesse un paio di nozioni tipo: cuba == forma di governo giusta
    non comunisti == ignoranti ecc.
    complimenti.
    non+autenticato
  • Giusto... concordo con te.
    Io sono stato a Cuba, ho girato un pochino e ho conosciuto diverse persone con cui ho parlato della vita nell'Isola. La situazione cubana e dei Cubani non è certamente liquidabile in un semplicistico "tutto giusto" o "tutto sbagliato".

    C'è una dittatura, c'è un embargo, c'è tanta ma tanta povertà per tutti, c'è tanta semplicità, c'è il pane per tutti, ma di solo pane non si campa molto, c'è l'istruzione per tutti, ma poi con la laurea in medicina non hai le medicine per curare le persone. Se hai delle doti artistiche puoi studiare negli istituti d'arte e lo stato ti paga tutto quanto, quando poi termini gli studi guadagnerai 12 o 15 dollari al mese come artista...
    Ci sono Cubani contenti di questo e ci sono Cubani che vorrebbero andare via, Cubani in vendita come le tante ragazze che si prostituiscono.
    Non c'è la criminalità, ma c'è un regime di polizia che non ci pensa due volte a sbatterti in prigione...
    Non si può negare che una dittatura tarpa le ali a chi la subisce. Come non si può negare che c'è chi vive a Cuba contento di viverci... ma anche perchè a Cuba la propaganda è qualcosa di veramente martellante, nessuno riesce a farsi delle idee proprie, in quanto le sue conoscenze sono veicolate da quando nasce a quando muore. In questa realtà si innesta la censura di INternet. Essere daccordo con questa censura significa essere daccordo col non dare agli individui la possibilità di farsi delle idee proprie sul regime in cui vive.
    E credo che non sia una questione di destra o di sinistra, visto che storicamente chiunque vuole mantenere il potere in maniera non democratica alla fine applica gli stessi criteri di controllo dell'informazione e riduzione della democrazia nella convinzione che non tutti debbano avere gli stessi diritti di influire sul corso della storia.

    Bye...

    - Scritto da: slack\b0y
    > Bah... il mondo non lo capirò mai...
    > Mi sembra che sulle censure degli americani
    > si parli abbondantemente, e che l'opinione
    > pubblica (tranne quella proprio ignorante)
    > ne sia a conoscenza. Però se a censurare
    > sono i paesi comunisti allora va bene, viva
    > la censura, abbasso chi va contro il potere
    > per dire la sua... sono incredibili i
    > ragionamenti che si fanno a volte su questo
    > forum... non c'è la minima apertura mentale
    > per guardare 2 centimetri oltre il proprio
    > naso...
    > seguendo il tuo discorso allora gli
    > americani fanno benissimo a censurare, così
    > come facevano benissimo i russi, i nazisti
    > ecc.
    > E se i creatori di quel sito fossero stati
    > non filoamericani ma, che ne so, semplici
    > seguaci di una politica diversa da quella
    > castrista? Gli è vietato divulgare nella
    > propria nazione la propria opinione? Questa
    > io la chiamo DITTATURA della peggior specie,
    > peggiore anche del governo americano che
    > almeno non è tanto sfacciato...
    > La mente di certa gente sembra che sia stata
    > masterizzata: le vengono immesse un paio di
    > nozioni tipo: cuba == forma di governo
    > giusta
    > non comunisti == ignoranti ecc.
    > complimenti.
    non+autenticato
  • C'è gente così disinformata da non sapere che i dissidenti vivono a Cuba e non negli stati uniti,che Marta Beatriz Roquez si è fatta 4 anni di carcere duro prima di aprire il suo sito internet e che alcuni dissidenti sono stati sottoposti a violenze solo per aver distribuito la carta dei diritti umani..c'è gente che non sa niente ma fa demagogia e che non sa qual è il gioco politico/economico per cui i cubani del Congresso, sommo organo legislativo degli USA, mantengono l'embargo(non sono gli USA che affamano i cubani ma il vecchio barbuto aterosclerotico); basterebbe informarsi meglio prima di parlare e andare a Cuba stando un po' nelle case dei Cubani! C'è persino chi pensa che negli Stati Uniti l'assistenza sanitaria sia un diritto di pochi ricchi...meglio allora il sistema cubano dove l'assistenza sanitaria non è garantita a nessuno e dove i farmaci ci sono eccome se li paghi in dollari o se li acquisti al Duty Free dell'aeroporto (peccato che non devi essere cubano)Ma saranno disinformati davvero questi signori? Come si permettono di dire che chi rinnega il Regime, peraltro con eroismo e pagando un prezzo altissimo, non ha il diritto di chiamarsi cubano se non sanno niente di Cuba (perchè per fare affermazioni del genere bisogna essere completamente ignoranti riguardo alla storia e alla politica del Centro America o essere completamente in mala fede!)Tacete e studiate ignoranti!
    non+autenticato


  • L'OSCENITA MAGGIORE E RAPPRESENTATA DAL FATTO CHE GLI ANTICASTRISTI VORREBBERO VIVERE IN UNO STATO COME L'AMERICA CHE DA 50 ANNI DI OBBLIGA ALL'EMBARGO ECONOMICO.

    SPERO CHE VADANO TUTTI ALL'INFERNO
    non+autenticato
  • ...ma sei vero?
    Ti sei svegliato dopo 40 anni di ibernazione?
    Come caspita parli? "reazionari"??? "traditori della rivoluzione"??
    Ma dai...
    Se vogliamo parlare dei difetti delle società occidentali parliamone, ma seriamente Occhiolino

    Tu sembri una macchietta (dai.. scherzavi vero?)
    Ciao!

    - Scritto da: Arti
    > Questi reazionari finanziati dagli USA sono
    > veramente osceni. Vorrebbero che Cuba
    > diventasse come gli USA: assistenza
    > sanitaria solo per i ricchi, analfabetismo
    > di massa, ignoranza a livelli di terzo
    > mondo, egoismo, avidità, nessun rispetto per
    > l'ambiente, imperialismo.
    >
    > I rinnegati cubani sono traditori. Con i
    > traditori della rivoluzione nessuna pietà!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Kua Lun Kuista
    > ...ma sei vero?
    > Ti sei svegliato dopo 40 anni di ibernazione?

    "risvegliato"è una parola grossa...
    non+autenticato
  • Eh già Occhiolino
    - Scritto da: SiN
    >
    >
    > - Scritto da: Kua Lun Kuista
    > > ...ma sei vero?
    > > Ti sei svegliato dopo 40 anni di
    > ibernazione?
    >
    > "risvegliato"è una parola grossa...
    non+autenticato
  • Sporco bastardo stronzo comunista.

    E credimi, la X rossa è per il "comunista" che è l'insulto peggiore di quelli sopra.

    - Scritto da: Arti
    > Questi reazionari finanziati dagli USA sono
    > veramente osceni. Vorrebbero che Cuba
    > diventasse come gli USA: assistenza
    > sanitaria solo per i ricchi, analfabetismo
    > di massa, ignoranza a livelli di terzo
    > mondo, egoismo, avidità, nessun rispetto per
    > l'ambiente, imperialismo.
    >
    > I rinnegati cubani sono traditori. Con i
    > traditori della rivoluzione nessuna pietà!
    non+autenticato
  • ma i cubani sanno che esistono i proxy?
    non+autenticato
  • non lo sanno neanche gli italiani.....

    chi conosce internet certe volte dà per scontato cose che le 'normali' persone sono ben lontane dal sapere

    te lo dice uno che lavora in un negozio di computer

    prima o poi ci faccio un libro sulle domande ridicole(per noi si intende) che mi vengono chieste ogni giorno ..... ti assicuro che ci sarebbe molto da ridere

    per es
    uno zitto zitto mi viene a comprare un modulo per rendere estraibile l'hd senza chiedermi assolutamente nulla, il giorno dopo me lo ritrovo in negozio e mi dice che che non riesce a metterci il suo cellulare al suo interno .... è stata durissima trattenere le risate
    non+autenticato