Iniezione di hertz per Opteron HE

AMD aggiunge alla propria linea di CPU a basso consumo un modello più potente dedicato soprattutto ai server blade, un settore sempre più importante per il chipmaker di Sunnyvale

Sunnyvale (USA) - AMD ha lanciato nel fertilissimo mercato dei server blade un nuovo modello di "eco-Opteron" a due vie, il 248 HE, che innalza la frequenza di clock pur tenendo un occhio ben puntato sui consumi.

Il nuovo modello di Opteron gira a 2,2 GHz, contro i 2 GHz del precedente 246 HE e, come tutti i chip della linea "HE", ha un consumo massimo di 55 watt.

Gli Opteron HE si rivolgono ai sistemi multiprocessore a basso consumo, tra cui i server rack ultradensi e le workstation a bassa rumorosità. Il 248 HE, in particolare, può essere installato in configurazioni fino a due processori.
"Noi pensiamo che i server blade rappresentino una grande opportunità per AMD, specie se si considera la grande competitività dei nostri processori a 64 bit", ha affermato Pat Patla, director of server and workstation marketing di AMD.

I modelli di Opteron a basso consumo, suddivisi nelle linee HE (55 watt) ed EE (30 watt), hanno in comune le tecnologie di risparmio energetico PowerNow! e OPM (Optimized Power Management): queste si occupano di gestire automaticamente la tensione di alimentazione e la velocità di clock in modo da minimizzare i consumi e, fattore altrettanto importante nei server ultradensi, ridurre il calore dissipato dalla CPU.

La tecnologia PowerNow! è la stessa già implementata da tempo sui chip mobili di AMD e, più di recente, sugli Athlon 64 con il nome di Cool'n'Quiet.

L'Opteron 248 HE, costruito con un processo a 90 nanometri, dispone di un bus front-side da 1 GHz e di una cache L2 da 1 MB. Tra i primi produttori ad includere il nuovo chip dei propri server vi saranno HP, Pinnacle Data Systems, Rackable, Tarox, Angstrom Microsystems e Appro.
TAG: hw
13 Commenti alla Notizia Iniezione di hertz per Opteron HE
Ordina
  • Aumentando gli hertz cioè il numero di colpi al secondo sparati da un Opteron verso gli esemplari da abbattere si otterrà indubbiamente un grande miglioramento verso l'eliminazione totale della razza.
    Speriamo solo che aumentando la frequenza di tiro non si perda in affidabilità di centro del bersaglio, ma confido nella qualità di AMD.
    Finalmente l'Opteron ST (meglio noto come Stop Teròn) sarà in grado di eliminare molti più esemplari nello stesso tempo e i consumi più contenuti consentiranno addirittura un aumento del tempo di esercizio.
    Un altro passo verso la pulizia è stato compiuto, le imprese di teterronizzazione avranno il compito facilitato d'ora in poi.
    Per concludere vorrei riassumere il concetto con una semplice equazione :
    Più Hertz = più colpi al secondo = più potenza antiterronistica = più esemplari abbattuti = ambiente più pulito = mondo migliore
    non+autenticato
  • Ma guarda che Opteron HE non è la stessa cosa di Opteron ST, la sigla HE sta per Hyper Elimination

    Infatti :

    Opteron ST = STop Teròn

    mentre

    Opteron HE = Operator for Teròn HyperElimination
    non+autenticato
  • miiii ma tu devi essere una specie di mito al quadrato Rotola dal ridere

    - Scritto da: Anonimo
    > Ma guarda che Opteron HE non è la stessa cosa di
    > Opteron ST, la sigla HE sta per Hyper Elimination
    >
    > Infatti :
    >
    > Opteron ST = STop Teròn
    >
    > mentre
    >
    > Opteron HE = Operator for Teròn HyperElimination
    non+autenticato
  • Ma nun tien nient a che ffa?

    - Scritto da: Anonimo
    > Aumentando gli hertz cioè il numero di colpi al
    > secondo sparati da un Opteron verso gli esemplari
    > da abbattere si otterrà indubbiamente un grande
    > miglioramento verso l'eliminazione totale della
    > razza.
    > Speriamo solo che aumentando la frequenza di tiro
    > non si perda in affidabilità di centro del
    > bersaglio, ma confido nella qualità di AMD.
    > Finalmente l'Opteron ST (meglio noto come Stop
    > Teròn) sarà in grado di eliminare molti più
    > esemplari nello stesso tempo e i consumi più
    > contenuti consentiranno addirittura un aumento
    > del tempo di esercizio.
    > Un altro passo verso la pulizia è stato compiuto,
    > le imprese di teterronizzazione avranno il
    > compito facilitato d'ora in poi.
    > Per concludere vorrei riassumere il concetto con
    > una semplice equazione :
    > Più Hertz = più colpi al secondo = più potenza
    > antiterronistica = più esemplari abbattuti =
    > ambiente più pulito = mondo migliore
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma nun tien nient a che ffa?

    Eccone uno, AMD intervieni !!!
    non+autenticato
  • aòòòòòòòòòòòòò e dateje na sprangata su a capocc'

    - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ma nun tien nient a che ffa?
    >
    > Eccone uno, AMD intervieni !!!
    non+autenticato
  • >Thread    Più Hertz = più colpi al secondo

    dal titolo sembrava parlassi di conigli superdopati al chippetto...

  • - Scritto da: awerellwv
    > dal titolo sembrava parlassi di conigli
    > superdopati al chippetto...

    Eh no, su questo argomento non si scherza, è una cosa seria!Pirata
    non+autenticato
  • Ma fatti una nuotata nell'acido (solforico, di quello lisergico hai già abusato abbastanza).
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma fatti una nuotata nell'acido (solforico, di
    > quello lisergico hai già abusato abbastanza).

    Se mi dai una 50ina di esemplari da tirare dentro assieme a me potrei anche decidere di diventare un martire sacrificandomi per un mondo migliore Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Beh... alzando la frequenza non si ottengono risultati migliori... si ottiene un innalzamento di picchi di calcolo, che sono sempre vincolati dalla ottimizzazione della pipeline e della cache... ci sono CPU non x86 che riescono a processare piu' operazioni per ciclo di clock a frequenze di gran lunga inferiori. Oltretutto se un codice causa frequenti "page faults" le prestazioni calano vertiginosamente. Bisogna sfatare il mito che frequenze elevate corrispondono ad una ottimizzazione del calcolo; tale principio e' solamente applicabile con CPU di stessa architettura.
    Questi forti limiti sopra elencati spesso servono a mantere una compatibilità del microcodice con le cpu di precedenti generazioni... in modo tale da estendere l'utilizzo delle applicazioni che e' il primo target dell'industria.
    non+autenticato