L'Italia sommersa dalla fibra ottica

Lo afferma un'indagine di Assinform, secondo cui entro il 2003 saranno sette milioni i chilometri in fibra posati in Italia. Ma il grosso della fibra è già stato collocato, soprattutto nelle città. Caccia a banda larga e ultimo miglio

L'Italia sommersa dalla fibra otticaRoma - La banda larga sta arrivando in Italia sempre più sotto forma di fibra ottica. Secondo i dati presentati ieri da Assinform, l'associazione che riunisce operatori e imprese dell'ICT, nel 2003 si arriverà a sette milioni di chilometri di fibra posata in Italia.

In realtà, stando allo studio dell'Associazione, il "grosso" è già stato posato. E' stato infatti stimato che a giugno di quest'anno in Italia erano già stati collocati oltre cinque milioni di chilometri di fibra, in forza di investimenti annuali pari ad oltre 1.700 milioni di euro.

Banda larga in arrivo per tutti dunque? Non è proprio così. Secondo Assinform è necessario rimuovere i vincoli che frenano lo sviluppo delle infrastrutture nelle aree urbane e che non permettono di portare nuovi servizi al più ampio numero di utenti. Senza calcolare le difficoltà nel portare lo strumento della fibra nelle zone non urbanizzate.
Secondo Assinform, i grandi collegamenti in fibra ottica (dorsali) raggiungono ormai tutte le zone del Paese. Ma la ramificazione della fibra a livello locale e metropolitano è frenata dai vincoli amministrativi e dalle condizioni di fruizione delle tratte che collegano l'utente finale, ovvero le condizioni del cosiddetto "ultimo miglio".

In particolare sarebbe in forte crescita il settore delle reti urbane (MAN), che sono cresciute del 20,8 per cento nei primi sei mesi del 2001. Le dorsali sono invece cresciute del 15,9 per cento.

L'ampliamento delle infrastrutture in fibra si deve, secondo Assinform, a Telecom Italia per il 60 per cento (soprattutto sulle dorsali), ma con una rapida crescita degli altri operatori. Nel primo semestre 2001, infatti, Telecom è stata responsabile di un + 4,6 per cento della fibra contro il + 40,6 per cento da parte degli altri operatori.

Da segnalare che a fine 2000, Milano disponeva, con quasi 131mila chilometri, del 15 per cento della fibra in ambito urbano, contro il 10,8 per cento di Roma, il 5,1 di Torino, il 2,5 di Genova, il 2,1 di Bologna e l'1,7 di Padova.

L'indagine di Assinform, svolta in collaborazione con NetConsulting, ha coinvolto tutti gli operatori impegnati nello sviluppo delle infrastrutture trasmissive ad alta velocità in Italia. "Lo sviluppo dei modelli della net-economy poggia su reti di connessione a larga banda, e in particolare su quelle in fibra ottica, capaci di reggere il più rapido scambio di informazioni, per comunicare, governare e innovare le transazioni d'affari - ha affermato il presidente Assinform Giulio Koch - Già oggi è evidente la necessità di superare gli attuali vincoli alla velocità di Internet, che appunto non consentono di trasmettere dati e immagini alla velocità richiesta da un uso intensivo della rete".

Secondo Assinform questi obiettivi sono perseguibili con la definizione di "un quadro normativo" gestito dall'Autorità TLC che spinga ad una maggiore concorrenza tra gli operatori, il cui investimento viene visto come indispensabile in questa direzione.
TAG: italia
25 Commenti alla Notizia L'Italia sommersa dalla fibra ottica
Ordina
  • da quel che ne so tutta la puglia meridionale è rimasta fuori dalla fibra ottica. come si può a lanciare lo sviluppo in questa maniera? molte menti nelle università a nord sono di qui!!!!! per quale motivo dovrebbero tornare?
    non+autenticato
  • se fosse per me finirebbe molto prima
    non+autenticato
  • ...Un altro passo a favore della concorrenza verrà fatto venerdì. La commissione Infrastrutture e Reti emanerà la delibera per le tariffe Internet Friaco (Flat Rate Internet Access Call Origination), il servizio di interconnessione per l'accesso a Internet, tramite la rete telefonica di casa, che sarà pagato a Telecom Italia dagli operatori con una tariffa a forfait. Operatori che poi possono rivenderlo, sempre a forfait, ai propri clienti. Telecom Italia dovrà integrare così nel listino di interconnessione il nuovo listino per la Friaco.

    p.s.   l'ho letta in un quotidiano proprio 5 minuti fa
    non+autenticato
  • peccato che ormai tutti gli operatori sono fuori dal mercato...
    l'unico (UN PO PIU) serio (galactica) ormai e in fallimento...
    ;-0)
    scomettiamo che telecom si mettera a vendere flat ??? e chi sara in grado di fargli concorenza ???
    ;-0)

    > ...Un altro passo a favore della concorrenza
    > verrà fatto venerdì. La commissione
    > Infrastrutture e Reti emanerà la delibera
    > per le tariffe Internet Friaco (Flat Rate
    > Internet Access Call Origination), il
    > servizio di interconnessione per l'accesso a
    > Internet, tramite la rete telefonica di
    > casa, che sarà pagato a Telecom Italia dagli
    > operatori con una tariffa a forfait.
    > Operatori che poi possono rivenderlo, sempre
    > a forfait, ai propri clienti. Telecom Italia
    > dovrà integrare così nel listino di
    > interconnessione il nuovo listino per la
    > Friaco.
    >
    > p.s.   l'ho letta in un quotidiano proprio 5
    > minuti fa
    non+autenticato
  • Bhe devo dire che avevo sempre tenuto in considerazione PI ma questa volta pubblicando queste notizie (giustissimo per loro) ritengo che non abbiano fatto altro che inc.....e milioni di utenti che devono sognare l'accesso alla banda larga... tanto piu' che fra 2 mesi si vedranno anke il canone aumentato!!!! E certo mammina telecom deve pur mungere le vacche ops i poveri utenti...
    e poi la frase che e' stata scritta nell'articolo
    "è necessario rimuovere i vincoli che frenano lo sviluppo delle infrastrutture nelle aree urbane e che non permettono di portare nuovi servizi al più ampio numero di utenti..." LA DICE TUTTA
    poserrano nuove fibre: MILIONI DI KILOMETRI intanto la maggiorparte degli utenti deve viaggiare a 5k o a 8k se gli va bene.. pagando cmq sempre lo stesso canone di chi sta a Roma, Torino, Milano ecc ecc dove ci si perde nelle offerte ADSL possibili....

    Tanto per dirvene una neanke due giorni fa ho postato un mess sul newsgroup it.tlc.telefonia.adsl chiedendomi perke la copertura fosse diciamo cosi' sbilanciata verso il NORD ITALIA...
    Volete sapere cosa mi sono sentito dire: "Se fai una proporzione con il PIL delle varie regioni, mi sa tanto che otterrai dati simili!"
    Ok allora quelli di mamma telecom calcolassero il canone in base al PIL delle varie regioni!!!

    Scusate lo sfogo!!!!


    non+autenticato
  • Scusate, una precisazione...
    la telecom non ha aumentato il canone, l'ha aumentato l'authority ed è da notare che il canone è rigirato in buona parte da telecom allo stato.
    Il discorso da capire è questo:
    se mi collego con una linea analogica e mi collego a 56K se provo a scaricare qualcosa è difficile superare i 4K/sec.
    Usando ADSL il minimo garantito è di circa 10k/sec(e se si scarica più velocemente è solo un "regalo" che ti fa il provider), non mi pare il caso di parlare di banda larga...
    la banda larga non si può dare in Italia, poiché non esistono delle dorsali nazionali abbastanza ampie. io posso collegarmi anche a 2Mb/sec al provider, se poi questo ha un accesso ad internet a 100Mb e lo condivide su 100 utenti io viaggerò al massimo a 1Mb.
    la velocità che viene dichiarata nelle offerte è sempre relativa al collegamento fino al provider e quasi mai è dichiarata la velocità minima...
    bisognerebbe puntare alla chiarezza e ad avere offerte dei vari operatori effettivamente paragonabili.
    non+autenticato
  • > la velocità che viene dichiarata nelle
    > offerte è sempre relativa al collegamento
    > fino al provider

    Io ho tiscali e scarico da tiscali al max a 10 Kbyte al sec con ADSL quindi nemmeno quello che dici è vero

    > bisognerebbe puntare alla chiarezza e ad
    > avere offerte dei vari operatori
    > effettivamente paragonabili.

    Sono d'accordo, che senso ha dire "640 K" se poi vai a 10 K?
    ...italietta...


    non+autenticato
  • Lavorando per un Internet Provider mi sono accorto che nel novanta per cento dei casi la trasparenza non paga in termini di acquisizione clienti. O meglio, paga, ma dopo parecchio tempo. Un servizio ADSL aziendale a 300.000 al mese dove i cliente lavorano mediamente a 180/300 Kbps (certi rimangono a 600 Kpbs per delle ore) fatica a vendersi. Un servizio a 100.000 dove si staziona tra i 20 e i 30Kbps si vende in un attimo. La mia impressione come operatore è che stia perdendo senso investire per fornire un buon prodotto, ha più senso investire in pubblicità e dare un servizio così così.
    non+autenticato
  • certo la fibra ottica sarà un bel passo avanti!
    ma please fatemi il piacere!!!

    già ci sono problemi adesso a fornire una banda decente su adsl figuriamoci su fibra ottica magari oc3!!

    altro che 2003 se è 2010 sarà anche tanto!!!

    non+autenticato
  • 2010 ????
    hahhahahha
    mettici altri 10 anni e FORSE le T1 avranno dei prezzi decenti
    ;-0)

    > certo la fibra ottica sarà un bel passo
    > avanti!
    > ma please fatemi il piacere!!!
    >
    > già ci sono problemi adesso a fornire una
    > banda decente su adsl figuriamoci su fibra
    > ottica magari oc3!!
    >
    > altro che 2003 se è 2010 sarà anche tanto!!!
    >
    non+autenticato
  • ma a che banda hanno le varie
    T1, T3 etc.. ?
    non+autenticato
  • un t1 teoricamente è una linea dedicata che viaggia a 2 megabite al secondo , la t3 è superiore e arriva sui 10 megabite al sec...poi ci sono altre linee t4 t5 e man mano si sale!!
    non+autenticato
  • >poi ci sono altre linee t4 t5 e man
    > mano si sale!!

    si' si' e T20 e' uguale a OC3. Ma per favore. E la larghezza di banda di T2 cos'e'? La media aritmetica tra t1 e t3? Ho visto un DVD che si chiama T2.

    La risposta a queste domande si trova su decine, centinaia, migliaia di pagine web, in ogni lingua.

    cordialmente
    non+autenticato
  • t1 - 1,5 mb
    t3 - 45 mb
    oc3 - 155 mb
    al secondo tutti
    poi c'e ne sono ancora de piu grosse...ma tanto...non c'arriviamo...quindi...
    ;-0)

    technicamente anche l'adsl arriva a vari mb al secondo...ci sono vari tipi...
    ;-0)
    > ma a che banda hanno le varie
    > T1, T3 etc.. ?
    non+autenticato
  • siamo in italia e tutti fanno la corsa alla fibra nera aspettando gli sgravi Ue per la posa del cavo.
    E che ti aspetti? che tutti facciano il loro dovere?
    Altro che telecom qua son messi anche peggio i sedicenti concorrenti (tutti con management ex telecom per altro)

    Dai la prossima volta che vengo su da te tiramo su il tombino e proviamo a collegarci alla fibraSorride))))))
    non+autenticato
  • no
    a dire il vero io non e' che mi stupisco e che semplicemnte andrei contro le policies di PI se dicessi cosa penso realmente e rischierei la -x- rossa sul mio messaggio.
    Per cui rileggi il mio precedente post aggiungendo i BIP dove di dovere.
    Per quello che riguarda invece la sitazione che rilevavi tu relatica ai concorrenti Telecom pienamente daccordo con te.
    Gira che ti rigira e' poi sempre la stessa gente che fa' e disfa ( a dire il vero sopratutto disfa).
    Cmq se vieni su sai che una birra c'e' sempre a disposizione ma anche uan bottiglia di Viagra volendoCon la lingua fuoriPP
    non+autenticato
  • solo guinness al caffe'. il viagra lascialo pure al tronchetti provera ed al management vario delle societa' tlc. Ne hanno di gran lunga piu' bisogno.
    Anche perche' se non glielo diamo poi ce lo troviamo lo stesso in conto sulle bollette
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)