CherryOS si dà all'open source

Il controverso emulatore di Mac, di cui è stata temporaneamente sospesa la vendita, verrà rilasciato a maggio come progetto open source. Che c'entrino qualcosa le minacce legali provenienti dagli autori del rivale PearPC?

Roma - Nella saga dell'emulatore commerciale di Mac CherryOS sembra aggiungersi un nuovo, inatteso capitolo. Dopo che negli scorsi giorni ne era stata sospesa la distribuzione, ieri è apparso nell'home page del sito un messaggio in cui si annuncia il varo del Cherry Open Source Project per il primo maggio.

A quanto pare non si tratterà di una licenza open source qualsiasi, ma della GPL: la stessa che, guarda caso, accompagna il codice dell'emulatore rivale PearPC. Come noto, gli autori di quest'ultimo sostengono che il loro codice sia stato illecitamente copiato da Maui-X-Stream (MXS), la piccola società che sviluppa CherryOS.

A suggerire l'adozione della GPL da parte di MXS è il grosso logo del GNU Project che da ieri campeggia sull'home page di CherryOS.
I più maliziosi sostengono che la decisione degli autori di CherryOS di aprire il codice del proprio software è un tentativo di scampare alla denuncia minacciata la scorsa settimana da uno degli sviluppatori di PearPC. Slashdot avanza invece l'ipotesi che la mossa sia stata dettata dalle recensioni tutt'altro che entusiastiche che hanno accompagnato l'ingresso sul mercato dell'emulatore.
59 Commenti alla Notizia CherryOS si dà all'open source
Ordina
  • Hasta la victoria! Siempre!

    Il test del tribunale non arriva mai perché la GPL è invincibile e scappano tutti via prima!

    Viva Linux! Viva la Libertà! Viva la Revolucion!

    (bang! bang! bang!)
    non+autenticato
  • o diventi comunista o muori! Deluso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > o diventi comunista o muori! Deluso

    invece tu. grande capitalista occidentale, vorresti
    fregare dall'open per fare il closed?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > o diventi comunista o muori! Deluso

    In realtà con la GPL puoi anche scegliere di restarne fuori (mentre non potevi scegliere nè di non nascere in URSS, nè una volta nato in URSS di andartene!). D'altra parte la GPL ti offre una alternativa alla sudditanza del capitale, che se vuoi puoi scegliere. Lo dimostra il fatto che prima della diffusione del free software microsoft non aveva mai avuto preoccupazioni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > o diventi comunista o muori! Deluso

    Se tu usi parte del codice che ho scritto io in un tuo prodotto, come minimo devi accettare la licenza con cui tale codice è distribuito. Indipendentemente dal fatto che sia GPL o altro.
    Se non vuoi farlo il problema non esiste perché tale codice te lo puoi scrivere da solo anziché rubare il mio e farne quello che ti pare.

    Il discorso quindi è semplice:
    Vuoi il mio codice? Bene, eccolo, queste però sono le condizioni.
    Non ti piacciono le condizioni? Trovati qualcun'altro che lavori per te alle tue condizioni.

    Dov'è il problema?

    Bye,
    Luca
    non+autenticato
  • > Il discorso quindi è semplice:
    > Vuoi il mio codice? Bene, eccolo, queste però
    > sono le condizioni.
    > Non ti piacciono le condizioni? Trovati
    > qualcun'altro che lavori per te alle tue
    > condizioni.
    >
    > Dov'è il problema?
    >
    > Bye,
    >   Luca
    >
    Pecato che quando si parla di altri il discorso "Non ti piacciono le condizioni? Trovati qualcun'altro che lavori per te alle tue condizioni. Dov'è il problema?" sia da alcuni
    valutato come un imposizione perchè " non è giusto non
    poter avere solo il XXX senza dover accettare YYY e
    trovarsi obbligati a bla bla blab....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > Il discorso quindi è semplice:
    > > Vuoi il mio codice? Bene, eccolo, queste però
    > > sono le condizioni.
    > > Non ti piacciono le condizioni? Trovati
    > > qualcun'altro che lavori per te alle tue
    > > condizioni.

    > > Dov'è il problema?

    > >   Luca

    > PeCcato che quando si parla di altri il discorso
    > "Non ti piacciono le condizioni? Trovati
    > qualcun'altro che lavori per te alle tue
    > condizioni. Dov'è il problema?" sia da alcuni
    > valutato come un imposizione perchè " non è
    > giusto non poter avere solo il XXX
    > senza dover accettare YYY e
    > trovarsi obbligati a bla bla blab....

    Che centra ? Lui l'ha chiesto a te, mica ad alti che parlano d'altro...    Rispondi ? Grazie.
    non+autenticato
  • > > PeCcato che quando si parla di altri il discorso
    > > "Non ti piacciono le condizioni? Trovati
    > > qualcun'altro che lavori per te alle tue
    > > condizioni. Dov'è il problema?" sia da alcuni
    > > valutato come un imposizione perchè " non è
    > > giusto non poter avere solo il XXX
    > > senza dover accettare YYY e
    > > trovarsi obbligati a bla bla blab....
    >
    > Che centra ? Lui l'ha chiesto a te, mica ad alti
    > che parlano d'altro...    Rispondi ? Grazie.
    >
    Scusami, non avevo compreso che le condizioni valgono
    solo per alcuni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > > PeCcato che quando si parla di altri il discorso
    > > > "Non ti piacciono le condizioni? Trovati
    > > > qualcun'altro che lavori per te alle tue
    > > > condizioni. Dov'è il problema?" sia da alcuni
    > > > valutato come un imposizione perchè " non è
    > > > giusto non poter avere solo il XXX
    > > > senza dover accettare YYY e
    > > > trovarsi obbligati a bla bla blab....

    > > Che centra ? Lui l'ha chiesto a te, mica ad alti
    > > che parlano d'altro...    Rispondi ? Grazie.

    > Scusami, non avevo compreso che le condizioni
    > valgono solo per alcuni.

    Ovviamente, se parliamo parliamo di GPL non parliamo di EULA, se parliamo di GPL non parliamo di GPS no ?!?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Pecato che quando si parla di altri il discorso
    > "Non ti piacciono le condizioni? Trovati
    > qualcun'altro che lavori per te alle tue
    > condizioni. Dov'è il problema?" sia da alcuni
    > valutato come un imposizione perchè " non è
    > giusto non
    > poter avere solo il XXX senza dover accettare YYY
    > e
    > trovarsi obbligati a bla bla blab....

    Non credo di aver capito il tuo discorso, puoi riformularlo?

    Grazie,
    Luca
    non+autenticato
  • > Non credo di aver capito il tuo discorso, puoi
    > riformularlo?
    >
    > Grazie,
    >   Luca
    >
    No
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > No

    Come vuoi.

    Bye,
    Luca
    non+autenticato
  • Fortuna che la GPL non vale un fico secco, caso strano adesso questo emulatore diventa open pure lui.

    Così salvano capra (il programma) e cavoli (la faccia che avrebbero perso in tribunale una volta provata la violazione della GPL)

    Auguri a tutti quelli che dicono che la GPL è carta straccia.

    Poi a me personalmente non piace neanche troppo la GPL, preferisco licenze meno restrittive e non ci trovo nulla di male nel sw proprietario in sè.

    Ma se Tizio ha scritto un sw, preferendo che il suo codice fosse riutilizzato solo in altri progetti aperti, se vuoi riutilizzare il suo codice devi rispettare la licenza, è una questione di legalita' e di principio, che non vale solo per la BSA e la copia di office craccata.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Fortuna che la GPL non vale un fico secco, caso
    > strano adesso questo emulatore diventa open pure
    > lui.
    >
    la licenza GPL vale tamente poco che un Tribunale tedesco la considera vaida!!!

    Prima di dare aria ai denti, informati!
    non+autenticato
  • > la licenza GPL vale tamente poco che un
    > Tribunale tedesco la considera vaida!!!
    >
    > Prima di dare aria ai denti, informati!
    >
    Beh, pure tu pulisci sto' monitor perché me pare che ci sta uno strato di polvere che ti impedisce di leggere.
    Leggi tutto il 3ad !

    BrUtE AiD
    non+autenticato
  • > Beh, pure tu pulisci sto' monitor perché me pare
    > che ci sta uno strato di polvere che ti impedisce
    > di leggere.
    Fosse solo quello...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Fortuna che la GPL non vale un fico secco, caso
    > > strano adesso questo emulatore diventa open pure
    > > lui.
    > >
    > la licenza GPL vale tamente poco che un
    > Tribunale tedesco la considera vaida!!!
    >
    > Prima di dare aria ai denti, informati!

    Sono quello che a cui hai risposto... ma sinceramente ragazzi, imparate a leggere!! Qui c'è gente che pretende di parlare di informatica di alto livello, marketing... e poi non sa neanche leggere e capire il senso di un intervento!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Fortuna che la GPL non vale un fico secco, caso
    > > strano adesso questo emulatore diventa open pure
    > > lui.
    > >
    > la licenza GPL vale tamente poco che un
    > Tribunale tedesco la considera vaida!!!
    >
    > Prima di dare aria ai denti, informati!

           "ironia" questa sconosciuta !
    non+autenticato

  • > Fortuna che la GPL non vale un fico secco, caso
    > strano adesso questo emulatore diventa open pure
    > lui.

    potrebbe essere l'opposto
    che ne sai?
    hai visto i sorgenti?
    magari quelli di cherryOS vogliono far fare la figuraccia a pearpc
    dimostrandogli che il loro codice non e' copiato
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Fortuna che la GPL non vale un fico secco, caso
    > > strano adesso questo emulatore diventa open pure
    > > lui.
    >
    > magari quelli di cherryOS vogliono far fare la
    > figuraccia a pearpc
    > dimostrandogli che il loro codice non e' copiato

    Ahahahah! A bocca aperta
    Sul forum di PearPC è pieno non di indizi o prove, ma di *evidenze* che il codice è copiato (e pure male).
  • mi rendo conto che e' quasi ridicolo...

    ma la gpl dice che devo rilasciare i sorgenti se uso i sorgenti di un'altro software GPL.
    ma posso omettere i file "resource" (immagini, ecc.) o i "makefile"?
    e soprattutto: posso omettere il binario (free)?

    cioe' posso fare un programma, lo faccio in GPL, quindi rilascio solo i PURI sorgenti, e poi mi vendo il binario gia' pronto...
    non si potrebbe fare?
    sarebbe un buon compromesso, no? quasi una via di mezzo

    che ne pensate? (please costruttivamente)
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo

    > cioe' posso fare un programma, lo faccio in GPL,
    > quindi rilascio solo i PURI sorgenti, e poi mi
    > vendo il binario gia' pronto...
    > non si potrebbe fare?
    > sarebbe un buon compromesso, no? quasi una via di
    > mezzo
    >
    > che ne pensate? (please costruttivamente)

    Certo che puoi farlo. Ma tanto se ci fai un business arriva qualcuno che prende i tuoi sorgenti li compila e mette il binario su sourceforge. E dopo che fai?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > mi rendo conto che e' quasi ridicolo...
    >
    > ma la gpl dice che devo rilasciare i sorgenti se
    > uso i sorgenti di un'altro software GPL.
    > ma posso omettere i file "resource" (immagini,
    > ecc.) o i "makefile"?
    > e soprattutto: posso omettere il binario (free)?
    >
    > cioe' posso fare un programma, lo faccio in GPL,
    > quindi rilascio solo i PURI sorgenti, e poi mi
    > vendo il binario gia' pronto...
    > non si potrebbe fare?
    > sarebbe un buon compromesso, no? quasi una via di
    > mezzo
    >
    > che ne pensate? (please costruttivamente)



    Puoi anche dare i semplici sorgenti ma posso dirti che la cosa non è vista di buon occhio, di solito finisce che comunque qualcuno ricompila il tutto e distribuisce il binario.A quel punto meglio fare i "simpatici" e dare anche il binario, del resto non mi sembra nello spirito delle licenze open non farlo.
    non+autenticato
  • dunque la cosa va così
    in base alla licenza gpl , se produci un software usando parti significative di codice rilasciato con licenza open source , devi rilasciare il tuo lavoro con licenza open source.

    ora

    la licenza gpl non ti dice come distribuire , se darlo gratis o farti pagare. dice solo che in qualunque modo decidi di distribuire il ruo programma , devi fornire il codice sorgente.

    a questo punto i casi sono due

    o alleghi il codice sorgente al programma, o ti avvali della seconda possibilità: fornire il codice a richiesta.
    la licenza gpl dice che puoi anche non distribuire il codice assieme al binario : è sufficiente che alleghi al binario un'offerta di fornire il codice gratuitamente (puoi farti pagare solo il supporto fisico e la spedizione) .

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > dunque la cosa va così
    > in base alla licenza gpl, se produci un
    > software usando parti significative di codice
    > rilasciato con licenza open source, devi
    > rilasciare il tuo lavoro con licenza open source.

    Questo implica che non puoi usare nello stesso lavoro codice GPL e librerie commerciali in sorgente, o altro software di cui possiedi i sorgenti a pagamento ? Le librerie e i framework commerciali sono di norma vendute con i sorgenti, ma sotto NDA !
    E inoltre, che si fa se ho usato librerie di terze parti in solo formato binario ? Anche volendo, non posso mica fornirle a nessuno.

    Sai com'è, io le librerie e i componenti li compro e li uso quando mi servono, si risparmia tempo e fatica, secondo me lo fanno milioni di persone che lavorano.

    Insomma questa GPL mi pare un enorme pasticcio anziché no.

    > o alleghi il codice sorgente al programma, o ti
    > avvali della seconda possibilità: fornire il
    > codice a richiesta.

    Beh, ma se uno scrive per piattaforme embedded stranissime (ASIC o CPU non commerciali) dove solo il cross-compilatore costa un occhio della testa, a chi minchia servono i sorgenti regalati ? Mi pare una presa per il Qlo...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > dunque la cosa va così
    > > in base alla licenza gpl, se produci un
    > > software usando parti significative di codice
    > > rilasciato con licenza open source, devi
    > > rilasciare il tuo lavoro con licenza open
    > source.
    >
    > Questo implica che non puoi usare nello stesso
    > lavoro codice GPL e librerie commerciali in
    > sorgente, o altro software di cui possiedi i
    > sorgenti a pagamento ? Le librerie e i framework
    > commerciali sono di norma vendute con i sorgenti,
    > ma sotto NDA !
    > E inoltre, che si fa se ho usato librerie di
    > terze parti in solo formato binario ? Anche
    > volendo, non posso mica fornirle a nessuno.

    Beh, se non devi fornirle a nessuno allora le usi e basta. La GPL si applica al software che ridistribuisci, mica a quello che produci ed usi per te...

    >
    > Sai com'è, io le librerie e i componenti li
    > compro e li uso quando mi servono, si risparmia
    > tempo e fatica, secondo me lo fanno milioni di
    > persone che lavorano.
    >
    > Insomma questa GPL mi pare un enorme pasticcio
    > anziché no.

    Non sei obbligato ad utilizzarla e non sei obbligato a copiare codice GPL pre-esistente...

    > > o alleghi il codice sorgente al programma, o ti
    > > avvali della seconda possibilità: fornire il
    > > codice a richiesta.
    >
    > Beh, ma se uno scrive per piattaforme embedded
    > stranissime (ASIC o CPU non commerciali) dove
    > solo il cross-compilatore costa un occhio della
    > testa, a chi minchia servono i sorgenti regalati
    > ? Mi pare una presa per il Qlo...

    Ovvio che ogni licenza ha i suoi campi di applicazione...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Questo implica che non puoi usare nello stesso
    > lavoro codice GPL e librerie commerciali in
    > sorgente, o altro software di cui possiedi i
    > sorgenti a pagamento ?uno.

    Puoi usare tutte le librerie commerciali che vuoi. quando prendi una libreria di colito ti danno tutto il codice etc etc e poi se guardi bene c'è una parte ridistribuibile che di solito sono le librerie gia compilate come DLL se usi windows.
    Te devi distribuire sotto GPL solo le parti di codice che hai scritto te. i tuoi programmi avranno degli #include ai file .h delle librerie e in fase di compilazione chi li compila avrà bisogno delle librerie per compilarlo.

    cmq a livello di GPL te devi distribuire solo i tuoi file sorgenti niente più e puoi usare qalsiasi libreria esterna senza dover rilasciare il codice di questa libreria ( che non è sotto gpl)

    un esempio: se scrivi un software che scrive "ciao mondo" ee lo rilasci sotto GPL, non devi allegare tutto il codice di windows usato per accedere allo schermo, usare stringhe etc. quelle sono librerie esterne che tra l'altro tutti hanno gia installato sul pc.


    > Beh, ma se uno scrive per piattaforme embedded
    > stranissime (ASIC o CPU non commerciali) dove
    > solo il cross-compilatore costa un occhio della
    > testa, a chi minchia servono i sorgenti regalati
    > ? Mi pare una presa per il Qlo...

    beh se ti senti di rilasciarlo sotto GPL lo puoi fare. però in questo caso ha poca utilità per gli altri. bye


  • - Scritto da: Anonimo
    > Insomma questa GPL mi pare un enorme pasticcio
    > anziché no.

    Sei fantastico, dai una lettura superficiale ed errata a una cosa strausata e che sta lì da anni e ti metti a parlare di pasticci.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Sei fantastico, dai una lettura superficiale ed
    > errata a una cosa strausata e che sta lì da anni
    > e ti metti a parlare di pasticci.

    A me piacciono le licenze con meno di 10 righe.
    Cmq BSD è molto più chiara, come anche le NDA proprietarie, la GPL e LGPL invece sono PARECCHIO pasticciate.
    A te non sembra ? Pazienza, si vede che le tue deformazioni cognitive sono affini a quelle di Stallman.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > mi rendo conto che e' quasi ridicolo...
    >
    > ma la gpl dice che devo rilasciare i sorgenti se
    > uso i sorgenti di un'altro software GPL.
    > ma posso omettere i file "resource" (immagini,
    > ecc.) o i "makefile"?
    > e soprattutto: posso omettere il binario (free)?

    Certo che puoi, vai a vederti il client IRC xchat.

    I sorgenti sono GPL, il binario di linux è free, quello windows a pagamento (shareware) da poco

    Questo perchè la compilazione del binario per windows è un "pain in the ass" e il tipo ha deciso di farsi pagare per farlo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Certo che puoi, vai a vederti il client IRC xchat.
    >
    > I sorgenti sono GPL, il binario di linux è free,
    > quello windows a pagamento (shareware) da poco
    >
    > Questo perchè la compilazione del binario per
    > windows è un "pain in the ass" e il tipo ha
    > deciso di farsi pagare per farlo.

    Che io interpreto come un modo per:
    1. allontanare gli utenti Windows da xchat
    2. allontantare gli utenti Windows dal software open source in genere

    Chissa' che diffusione avrebbero Firefox ed eMule se non venissero distribuiti i binari per Windows, ma solo i sorgenti...
    3518
  • Si sono svegliati una mattina e si sono detti: ma perché non farlo diventare opensource?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Si sono svegliati una mattina e si sono detti: ma
    > perché non farlo diventare opensource?

    Magari la sveglia l'ha data l'ufficiale giudiziario con una convocazione in giudizio Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Si sono svegliati una mattina e si sono detti: ma
    > perché non farlo diventare opensource?

    Adesso bisogna vedere se lo fanno per dimostrare che non avevano copiato... oppure perchè effettivamente costretti dai termini legali della GPLA bocca aperta

    In ogni modo si apre uno scenario interessante...
    Terra2
    2332
  • > Adesso bisogna vedere se lo fanno per dimostrare
    > che non avevano copiato... oppure perchè
    > effettivamente costretti dai termini legali della
    > GPLA bocca aperta

    beh se dicenta open source vedrai che i programmatori di pearpc analizzeranno subito il codice per vedere se era uguale al loro...e dopo ci sarà da ridereA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Adesso bisogna vedere se lo fanno per dimostrare
    > > che non avevano copiato... oppure perchè
    > > effettivamente costretti dai termini legali
    > della
    > > GPLA bocca aperta
    >
    > beh se dicenta open source vedrai che i
    > programmatori di pearpc analizzeranno subito il
    > codice per vedere se era uguale al loro...e dopo
    > ci sarà da ridereA bocca aperta

    da ridere per chi?
    non+autenticato
  • I programmatori di pearpc non potranno più dire nulla, perché la GPL sarà rispettata.
    non+autenticato