Philadelphia città dell'etere

Un esempio per tutto il Mondo? 350 chilometri di copertura wi-fi facilmente accessibile a prezzi ridotti possono essere la chiave del rilancio delle grandi metropoli?

Philadelphia (USA) - Non c'è da meravigliarsi se l'amministrazione metropolitana di Philadelphia, luogo di nascita della costituzione statunitense del 1787, voglia ribadire nel 2005 la libertà che si respira in questa città multiculturale e tollerante. Il sindaco John Street ha annunciato l'inizio dei lavori per la realizzazione di un grande progetto, caratterizzato da un motto estremamente affascinante: "Internet equality".

Questa locuzione riassume gli intenti del più grande progetto di rete wireless mai ideato: un'area di circa 350km quadrati all'interno della quale sarà possibile connettersi ad Internet con bassi prezzi ed alte performance. L'obiettivo è di attrarre nuovi investimenti e creare posti di lavoro: la grande operazione coinvolgerà oltre 3000 tecnici specializzati e sarà finanziata con fondi pubblici e privati.

Il Wireless Philadelphia Executive Committe, che supervisiona la realizzazione del progetto, prevede che entro il 2006 l'intero territorio metropolitano verrà "coperto" dal segnale wi-fi. La connessione senza fili sarà possibile grazie a migliaia di ripetitori 802.11b sistemati all'interno dei semafori.
Tra le aziende interessate, in prima linea il gigante delle telecomunicazioni Verizon: il peso degli investimenti privati sarà cruciale, visto il costo complessivo dell'operazione. Si parla di oltre 11 milioni di euro.

Per il momento la connettività è limitata alla zona nei dintorni di Love Park, un grande parco nel centro di Philadelphia, ma Dianah Neff (responsabile del progetto) è convinta che la rete wireless crescerà all'incredibile ritmo di 3km quadrati al giorno.

Entro il 2006, continua Neff, "dobbiamo portare la connettività domestica dal 58% della popolazione all'80%". L'arretratezza di Philadelphia rispetto alle altre località statunitensi è dovuta alla grande estensione delle aree suburbane, spesso economicamente deboli. In questi posti è talvolta difficile potersi permettere un collegamento su linea a 30 euro al mese.

Le promesse di Dianah Neff sono tutte rivolte agli studenti, e tutti i ceti meno abbienti: grazie alla grande rete wi-fi sarà possibile collegarsi, da qualsiasi parte della città, con meno di 10 euro mensili. Questo sarà il prezzo pensato per gli utenti domestici e garantisce una banda di circa 1mbit. Connessioni per utenti business costeranno di più, mano a mano che la richiesta di velocità aumenta.

Viene garantita a tutti i cittadini l'accessibilità a servizi di e-government avanzati - dicono ora i vertici comunali - e la libertà di comunicare senza fili aprirà nuove prospettive e frontiere per professionisti e studiosi.

L'amministrazione di Philadelphia spera così di accattivarsi l'opinione pubblica internazionale: l'infrastruttura non ha prezzi proibitivi, il costo finale per l'utente è contenuto ed i vantaggi sono moltissimi. In molti, sindaco John Street compreso, si augurano che questo stesso progetto venga presto replicato in altre aree metropolitane, un po' come sta avvenendo a St. Louis, San Francisco e Amsterdam.

Tommaso Lombardi
53 Commenti alla Notizia Philadelphia città dell'etere
Ordina
  • Gli articoli su città che si stanno cablando per il Wireless si moltiplicano, ma chissà poi se qualcuno si prenderà la responsabilità di andare a controllare che queste sparate saranno portate a termine.

    Io sinceramente sono scettico sul Wireless per 4 motivi:

    1) La sicurezza dei sistemi Wireless potrebbe essere un pericolo realmente grosso.

    2) L' energia necessaria per mantenere i suddetti servizi, sembra non essere presa in considerazione, ma almeno che non abbiano inventato generatori ad immondizia o ad acqua, credo che stanno parlando di fantascienza.

    3) Se il forno a microonde viene usato per cucinare, non si può pensare che le onde inviate dai trasmettitori Wireless siano innoque.

    4) Se il Wireless è così conveniente, allora perchè i Cellulari non lo sono? E' importante questo punto, perchè i Cellulari anche usano ripetitori radio per trasmettere il segnale, e proprio i Cellulari ci dovrebbero fare capire subito che il Wireless è il grande bleff del millennio.


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > città che si stanno cablando per il Wireless

    Virgoletta n°1

    > 3) Se il forno a microonde viene usato per
    > cucinare, non si può pensare che le onde inviate
    > dai trasmettitori Wireless siano innoque.

    Virgoletta n°2
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > città che si stanno cablando per il Wireless
    >
    > Virgoletta n°1
    >
    > > 3) Se il forno a microonde viene usato per
    > > cucinare, non si può pensare che le onde inviate
    > > dai trasmettitori Wireless siano innoque.
    >
    > Virgoletta n°2


    Rotola dal ridere
  • - Scritto da: Anonimo
    > Gli articoli su città che si stanno cablando per
    > il Wireless si moltiplicano, ma chissà poi se
    > qualcuno si prenderà la responsabilità di andare
    > a controllare che queste sparate saranno portate
    > a termine.
    >
    > Io sinceramente sono scettico sul Wireless per 4
    > motivi:
    >
    > 1) La sicurezza dei sistemi Wireless potrebbe
    > essere un pericolo realmente grosso.
    >

    potrebbe anche essere una spinta ad occuparsene più adeguatamente, incentivando la produzione di protocolli criptati realmente robusti.

    > 2) L' energia necessaria per mantenere i suddetti
    > servizi, sembra non essere presa in
    > considerazione, ma almeno che non abbiano
    > inventato generatori ad immondizia o ad acqua,
    > credo che stanno parlando di fantascienza.
    >

    il costo aggiuntivo per l'energia è ampiamente ammortizzato dall'assenza di spese per la stesura di infrastrutture fisiche, cavi e simili.

    inoltre non pensare che consumino chissà quanto.

    > 3) Se il forno a microonde viene usato per
    > cucinare, non si può pensare che le onde inviate
    > dai trasmettitori Wireless siano innoque.

    il forno a microonde mette in risonanza le particelle dell'acqua, queste vibrano e quindi si scaldano. Succede la stessa cosa con wireless e con cellulari (di più con quest'ultimi), solo che l'aumento di temperatura è trascurabile. E' come se dicessi:
    "Se la brace è usata per cucinare, non si può pensare che il calore da essa emanatao innocuo." Dipende tutto dalle potenze in gioco (nel wi-fi si parla di milliwatt di potenza, nei forni a microonde di molte centinaia di watt)

    > 4) Se il Wireless è così conveniente, allora
    > perchè i Cellulari non lo sono? E' importante
    > questo punto, perchè i Cellulari anche usano
    > ripetitori radio per trasmettere il segnale, e
    > proprio i Cellulari ci dovrebbero fare capire
    > subito che il Wireless è il grande bleff del
    > millennio.
    >

    LOLA bocca aperta
    i cellulari sono wireless! (wire less=senza filo)

    il fatto è che il protocollo wi-fi è una tecnologia nuova, che se prendesse piede anche nella comunicazione a voce garantirebbe molti risparmi... ma a danno di chi?
  • > > 1) La sicurezza dei sistemi Wireless potrebbe
    > > essere un pericolo realmente grosso.
    > >
    >
    > potrebbe anche essere una spinta ad occuparsene
    > più adeguatamente, incentivando la produzione di
    > protocolli criptati realmente robusti.

    Ma intanto ci saranno i morti.

    > > 2) L' energia necessaria per mantenere i
    > suddetti
    > > servizi, sembra non essere presa in
    > > considerazione, ma almeno che non abbiano
    > > inventato generatori ad immondizia o ad acqua,
    > > credo che stanno parlando di fantascienza.
    > >
    >
    > il costo aggiuntivo per l'energia è ampiamente
    > ammortizzato dall'assenza di spese per la stesura
    > di infrastrutture fisiche, cavi e simili.
    > inoltre non pensare che consumino chissà quanto.

    Consumano è garantito. Più devi arrivare lontano e più il segnale deve essere potente, più deve essere potente e più devi consumare. Più pareti devi superare e più potenza devi usare, potrebbe essere addirittura sconveniente in termini economici, 10 $ potrebbero non bastare a pagare l'energia necessaria per portare il segnale 24 ore su 24 in casa dell' utente...

    IL fatto di risparmiare di mettere i cavi, non è una buona ragione in questo periodo dove petrolio e l'energia costano sempre di più. Non ha nessun senso.

    L' energia non è affatto trascurabile.

    > > 3) Se il forno a microonde viene usato per
    > > cucinare, non si può pensare che le onde inviate
    > > dai trasmettitori Wireless siano innoque.
    >
    > il forno a microonde mette in risonanza le
    > particelle dell'acqua, queste vibrano e quindi si
    > scaldano. Succede la stessa cosa con wireless e
    > con cellulari (di più con quest'ultimi), solo che
    > l'aumento di temperatura è trascurabile. E' come
    > se dicessi:
    > "Se la brace è usata per cucinare, non si può
    > pensare che il calore da essa emanatao innocuo."
    > Dipende tutto dalle potenze in gioco (nel wi-fi
    > si parla di milliwatt di potenza, nei forni a
    > microonde di molte centinaia di watt)

    Senza dubbio, però maggiore è la distanza da coprire, maggiore sarà la potenza usata e maggiore quindi l' impatto sull'organismo. A Roma in una farmacia l'anno scorso, sono scoppiati tutti i termometri, causa probabile: radiazioni elettromagnetiche, in un paese della Sicilia, non ricordo dove esattamente, per mesi ci sono stati incedi anomali e probabile causa: radiazioni elettromagnetiche, è inutile farsi fantasie mentali, più è ampio l'utilizzo e più sono pesanti le potenze in gioco e più danni ci sono, i danni si possono eliminare solo aumentando il numero dei ripetitori, il che significherebbe avere gli stessi costi dei cavi.

    > > 4) Se il Wireless è così conveniente, allora
    > > perchè i Cellulari non lo sono? E' importante
    > > questo punto, perchè i Cellulari anche usano
    > > ripetitori radio per trasmettere il segnale, e
    > > proprio i Cellulari ci dovrebbero fare capire
    > > subito che il Wireless è il grande bleff del
    > > millennio.
    > >
    > LOLA bocca aperta
    > i cellulari sono wireless! (wire less=senza filo)
    >
    > il fatto è che il protocollo wi-fi è una
    > tecnologia nuova, che se prendesse piede anche
    > nella comunicazione a voce garantirebbe molti
    > risparmi... ma a danno di chi?

    Lo so che i cellulari sono wireless, per wireless intendevo ovviamente il collegamento ad Internet tramite Wireless, e i cellulari sono la prova che non è vantaggioso, infatti UMTS non è mai partito, perchè non può essere vantaggioso.

    E' inutile farsi seghe mentali, ci vogliono i cavi, in rame, coassiali, fibre ottiche, basta che sono cavi, il Wireless può completare, risolvere qualche situazione, ma non è una soluzione a tutti i problemi di connettività.





    non+autenticato
  • > Consumano è garantito. Più devi arrivare lontano
    > e più il segnale deve essere potente, più deve
    > essere potente e più devi consumare. Più pareti
    > devi superare e più potenza devi usare, potrebbe
    > essere addirittura sconveniente in termini
    > economici, 10 $ potrebbero non bastare a pagare
    > l'energia necessaria per portare il segnale 24
    > ore su 24 in casa dell' utente...

    Un casino!!! Pensa che per 500 utenti non ti vanno più di 10 watt di potenza! Con i cavi attuali fra dispersioni, centraline, ecc. non siamo molto lontani da quella potenza consumata.


    > Senza dubbio, però maggiore è la distanza da
    > coprire, maggiore sarà la potenza usata e
    > maggiore quindi l' impatto sull'organismo. A Roma
    > in una farmacia l'anno scorso, sono scoppiati
    > tutti i termometri, causa probabile: radiazioni
    > elettromagnetiche, in un paese della Sicilia, non
    > ricordo dove esattamente, per mesi ci sono stati
    > incedi anomali e probabile causa: radiazioni
    > elettromagnetiche, è inutile farsi fantasie
    > mentali, più è ampio l'utilizzo e più sono
    > pesanti le potenze in gioco e più danni ci sono,
    > i danni si possono eliminare solo aumentando il
    > numero dei ripetitori, il che significherebbe
    > avere gli stessi costi dei cavi.

    No, no, stai parlando di cose ben diverse fra loro. "Sento radio vaticana nel citofono, quindi il wireless fa male". NO!
    L'impatto sull'organismo è ancora da verificare per i cellulari, che sono emettitori di segnale a 900/1800 mhz che teniamo perennemente incollati addosso e che quando trasmettono mandano una radiazione di 2/3 watt, figurati cosa possono fare degli emettitori da 10 watt distanti decine di metri dal corpo. Se pensi che la radiazione diminuisce con il cubo della distanza (perchè si disperde nelle tre dimensioni)...

    Quella di cui parli tu, invece, è induzione elettromagnetica, fenomeno sempre esistito, che non dipende assolutamente dagli apparecchietti da pochi watt... Se vai con un neon sotto un traliccio da 380.000 volt vedrai che si accende da solo, fai la stessa prova con il cellulare vicino e vedrai che non succede nulla. Ma questo fenomeno non c'entra nulla con i possibili danni al corpo umano.


    > Lo so che i cellulari sono wireless, per wireless
    > intendevo ovviamente il collegamento ad Internet
    > tramite Wireless, e i cellulari sono la prova che
    > non è vantaggioso, infatti UMTS non è mai
    > partito, perchè non può essere vantaggioso.
    >
    > E' inutile farsi seghe mentali, ci vogliono i
    > cavi, in rame, coassiali, fibre ottiche, basta
    > che sono cavi, il Wireless può completare,
    > risolvere qualche situazione, ma non è una
    > soluzione a tutti i problemi di connettività.

    Ma cosa dici? Sveglia! L'UMTS è in giro da qualche anno! E' partito con 3, e ora credo ce l'abbiano tutti gli operatori (tim, vodafone e wind)...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > 3) Se il forno a microonde viene usato per
    > cucinare, non si può pensare che le onde inviate
    > dai trasmettitori Wireless siano innoque.

    Facciamo lo stesso discorso con un altro tipo di radiazioni elettromagnetiche non ionizzanti (i raggi infrarossi).
    "Se i raggi infrarossi all'interno di un forno elettrico possono cuocere un pollo non si puo' pensare che un fiammifero acceso alla distanza di 100 metri sia innocuo"
    E' una cazzata no? Ecco, lo e' anche la tua frase.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Gli articoli su città che si stanno cablando per
    > il Wireless si moltiplicano, ma chissà poi se
    > qualcuno si prenderà la responsabilità di andare
    > a controllare che queste sparate saranno portate
    > a termine.
    >
    > Io sinceramente sono scettico sul Wireless per 4
    > motivi:
    >
    > 1) La sicurezza dei sistemi Wireless potrebbe
    > essere un pericolo realmente grosso.
    La sicurezza di un sistema wireless è pari a quella di internet, con la differenza che un utente malevolo puo' intercettare il traffico ponendosi tra te e l'access point a cui ti colleghi. Ci sono vari modi per risolvere tale problema:
    Accorgimenti Hardware:
    -Antenne direttive (minor dispersione del segnale e quindi minor possibilità di essere intercettati) e minori potenze emesse.
    -Polarizzazioni non standard invece della solita verticale (polarizzazione orizzontale invece che verticale, circolare destra/sinistra e diminuzione della potenza trasmessa)
    Accorgimenti Software:
    -Esistono protocolli e metodi per operare su reti insicure, basta non appiattirsi sul wep e sperare che quello faccia miracoli. Utilizzare uno stack o piu' stack di cifratura potrebbe rendere l'intercettazione problematica.
    > 2) L' energia necessaria per mantenere i suddetti
    > servizi, sembra non essere presa in
    > considerazione, ma almeno che non abbiano
    > inventato generatori ad immondizia o ad acqua,
    > credo che stanno parlando di fantascienza.
    Scusa ma stai dicendo una balla clamorosa, gli apparecchi attualmente in commercio consumano 10 W, meno delle lampadine che hai in casa. Per darti una idea della differenza tra GSM e Wi-Fi sappi che una piccola cella GSM, con tutti i fronzoli del caso, consuma un 600-700W (lo so perchè mi avevano chiesto di installarne una).
    > 3) Se il forno a microonde viene usato per
    > cucinare, non si può pensare che le onde inviate
    > dai trasmettitori Wireless siano innoque.
    Anche questa e' una balla colossale. Un forno a microonde consuma 900W-1KW, effettivamente se potessi incanalare in antenna quella potenza potrei fare dei grossi danni alla gente vicina, anzi probabilmente abbatterei i piccioni che volano sopra casa mia..tuttavia, secondo la legislazione corrente, il massimo che posso irragiare e' 100mW (milliwatt) EIRP. Con questa potenza un forno a microonde non riuscirebbe nemmeno a scaldarti la pasta.
    > 4) Se il Wireless è così conveniente, allora
    > perchè i Cellulari non lo sono? E' importante
    > questo punto, perchè i Cellulari anche usano
    > ripetitori radio per trasmettere il segnale, e
    > proprio i Cellulari ci dovrebbero fare capire
    > subito che il Wireless è il grande bleff del
    > millennio.
    Chi lo ha detto che i cellulari non sono covenienti? Mi spiace ma credo che tu abbia preso una cantonata..i cellulari sono terribilmente convenienti e lo sanno bene quelli della IRIDIUM che hanno dovuto chiudere il loro servizio di comunicazione wireless satellitare. Anche la realizzazione della struttura è conveniente se consideri i costi del dover stendere cavi o fibra ottica; attualmente la loro grave pecca è la scarsità di banda di sponibile (e non menatemela con i 2Mbit dell'UMTS che sono una presa in giro colossale visto che funzionano solo se si sta vicini alla cella e si occupano tutti i canali disponibili)
    >
    non+autenticato
  • Un tempo si viveva in piccole comunità in cui ci si conosceva tutti.

    Ora invece ci si isola in mondi virtuali, si comunica attraverso sms scritti pieni di k, si chatta anziché parlare, si skypa anziché telefonare, si gioca in multiplayer anziché fare una partitella di calcio al parco, non si studia più ma si fa e-learning scopiazzando i compiti da internet, gli amici sono diventati quelli online nel nostro messenger preferito.

    Ho visto giusto oggi il nuovo spot di Adriana Lima. In questa serie di spot incontra un ragazzo, ma non riesce ad avere nessun tipo di rapporto con lui perché entrambi sono ossessionati dai loro cellulari di ultima generazione che con le loro onde stanno friggendo i loro cervelli.

    E che dire di Megan Gale che gira tutto il mondo con un cellulare Omnitel. Ma quanto spenderà di cellulare questa povera donna che fa solo telefonate internazionali con il cellulare?

    E ora arriva il wifi, così anche all'aria aperta saremo asociali. Andremo in giro con i nostri palm sugli autobus, nelle metropolitane, sui treni negli aerei cercando le ultime info sulla prossima tecnologia che ci isolerà ancora di più dal mondo e diventeremo tutti tristi e grigi come gli svedesi.
    Grazie al wifi potremo cercare foto delle nostre attrici preferite in possizioni osè mentre stiamo facendo la spesa all'esselunga, è questo progresso???

    Ma perché invece di megan gale non prendiamo come esempio lo spot del mulino bianco? Ci tingiamo tutti quanti i capelli di biondo e andiamo a vivere in mezzo alla natura in una casa in mezzo al grano!
    Non è meglio mangiare un buon piatto di spaghetti insieme a del buon vino che navigare in wireless?
    non+autenticato
  • Ecco, quoto, quoto e riquoto.....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Un tempo si viveva in piccole comunità in cui ci
    > si conosceva tutti.
    >

    e se non ti trovavi bene con loro o ti impiccavi... o magari erano così gentili da prepararti un rogoA bocca aperta

    > Ora invece ci si isola in mondi virtuali, si
    > comunica attraverso sms scritti pieni di k, si
    > chatta anziché parlare, si skypa anziché
    > telefonare, si gioca in multiplayer anziché fare
    > una partitella di calcio al parco, non si studia
    > più ma si fa e-learning scopiazzando i compiti da
    > internet, gli amici sono diventati quelli online
    > nel nostro messenger preferito.
    >

    ci si sceglie gli amici e non li si subisce, si scelgono gli hobbies, si scelgono gli interessi. Mai sentito di persone appassionate di calcio che lo hanno rinnegato per il multiplayer. Invece so di molte persone che prima dell'era di internet, non amando il calcio e non riuscendo a trovare persone a loro simili, sono finite isolate.

    > Ho visto giusto oggi il nuovo spot di Adriana
    > Lima. In questa serie di spot incontra un
    > ragazzo, ma non riesce ad avere nessun tipo di
    > rapporto con lui perché entrambi sono
    > ossessionati dai loro cellulari di ultima
    > generazione che con le loro onde stanno friggendo
    > i loro cervelli.
    >
    > E che dire di Megan Gale che gira tutto il mondo
    > con un cellulare Omnitel. Ma quanto spenderà di
    > cellulare questa povera donna che fa solo
    > telefonate internazionali con il cellulare?

    direi che è una conferma dell'acume di molti pubblicitàri. Che c'entra?

    >
    > E ora arriva il wifi, così anche all'aria aperta
    > saremo asociali. Andremo in giro con i nostri
    > palm sugli autobus, nelle metropolitane, sui
    > treni negli aerei cercando le ultime info sulla
    > prossima tecnologia che ci isolerà ancora di più
    > dal mondo e diventeremo tutti tristi e grigi come
    > gli svedesi.

    secondo me crei associazioni forzose.

    > Grazie al wifi potremo cercare foto delle nostre
    > attrici preferite in possizioni osè mentre stiamo
    > facendo la spesa all'esselunga, è questo
    > progresso???
    >

    potremo anche non far la spesa all'esselunga ma farcela consegnare a domicilio ordinando uno Chambertin Clos de Bèze. Risparmiando tempo, avendo più scelta, e magari anche risparmiando denaro.

    La scelta di come usufruire della tecnologia spetta a noi. E un idiota userà la tecnologia in modo idiota, ma non per questo la tecnologia sarà idiota come lui.

    > Ma perché invece di megan gale non prendiamo come
    > esempio lo spot del mulino bianco? Ci tingiamo
    > tutti quanti i capelli di biondo e andiamo a
    > vivere in mezzo alla natura in una casa in mezzo
    > al grano!

    piuttosto faccio seppuku.A bocca aperta

    > Non è meglio mangiare un buon piatto di spaghetti
    > insieme a del buon vino che navigare in wireless?

    ma perché le due cose devono essere viste in esclusiva? Newbie, inesperto

  • - Scritto da: jokanaan

    > La scelta di come usufruire della tecnologia
    > spetta a noi. E un idiota userà la tecnologia in
    > modo idiota, ma non per questo la tecnologia sarà
    > idiota come lui.

    Ecco, questo è da quotare!
    Del resto mi risulta che tutti questi insopportabili aggeggi elettronici vengano sempre dotati di un tasto per spegnerli. Se si presagiscono i primi sintomi di un attacco acuto di alienazione, basta premerlo. Ah... anche il televisore ne ha uno! Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: jokanaan
    >
    > > La scelta di come usufruire della tecnologia
    > > spetta a noi. E un idiota userà la tecnologia in
    > > modo idiota, ma non per questo la tecnologia
    > sarà
    > > idiota come lui.
    >
    > Ecco, questo è da quotare!
    > Del resto mi risulta che tutti questi
    > insopportabili aggeggi elettronici vengano sempre
    > dotati di un tasto per spegnerli. Se si
    > presagiscono i primi sintomi di un attacco acuto
    > di alienazione, basta premerlo. Ah... anche il
    > televisore ne ha uno! Occhiolino

    Già, ma il problema è anche il numero. Pochi ma buoni è bello a dirsi ma non funziona gran ché in economia. Molti servizi veramente utili partiranno solo quando ci sarà la massa critica.
    Ho passato il week-end a cercare di comprare un oggetto che via internet costa 10 volte meno che nel negozio sottocasa. E alla fine ho deciso di farlo fare ad un artigiano perchè mi costa un po' di più ma non mi fa impazzire con spedizioni, garanzie poco chiare e rischi vari da una parte e con i ricarichi da predatore della catena distributiva (moltiplicare per 10 il prezzo in tre passaggi? ma cosa credono, di riuscire a vivere meglio di me alle mie spalle ancora a lungo? Piuttosto non compro).
    Però questo vanifica i vantaggi economici della produzione industriale.... quando ci sarà la massa critica (di acquirenti diretti) i produttori più furbi taglieranno la catena di parassiti (box-movers con raddoppio prezzo incorporato) ma fino ad allora nisba.
    E se la pubblicità farà bene il suo lavoro, non è detto che la massa critica si raggiunga mai!

    non+autenticato

  • > E se la pubblicità farà bene il suo lavoro, non è
    > detto che la massa critica si raggiunga mai!

    La pubblicita' basta non guardarla.

    non+autenticato

  • - Scritto da: jokanaan

    > > Non è meglio mangiare un buon piatto di
    > spaghetti
    > > insieme a del buon vino che navigare in
    > wireless?
    >
    > ma perché le due cose devono essere viste in
    > esclusiva? Newbie, inesperto

    perché un piatto di spaghetti wireless è un piatto vuoto!

    KaysiX
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: jokanaan

    > > > Non è meglio mangiare un buon piatto di
    > > > spaghetti
    > > > insieme a del buon vino che navigare in
    > > > wireless?
    > > ma perché le due cose devono essere viste in
    > > esclusiva? Newbie, inesperto

    > perché un piatto di spaghetti wireless è un
    > piatto vuoto!

    A me non sembra, inoltre, se il piatto e' vuoto via wireless ne puoi ordinare un altro.
    non+autenticato
  • >
    > Ma perché invece di megan gale non prendiamo come
    > esempio lo spot del mulino bianco? Ci tingiamo
    > tutti quanti i capelli di biondo e andiamo a
    > vivere in mezzo alla natura in una casa in mezzo
    > al grano!

    E che differenza farebbe? Seguiremmo sempre una realtà stereotipata irriproducibile. Anche nella casa in mezzo al grano devi farti il mazzo e pagare il mutuo e quando meno te lo aspetti ti entrano quattro albanesi che ti danno un sacco di botte e ti rubano i soldi e la macchina.
    E' ciuccio inciorno a tei!
    non+autenticato
  • Non sono daccordo, anzi.

    Io passo due terzi della mia vita in mezzo al nulla, in mezzo alla beata campagna che tu sembri adorare. In citta' il mio quartiere e' un dormitorio, il prato piu' vicino e' a un'ora di traffico.

    Via skype ho conosciuto gente da tutto il mondo, e ho anche ospitato amici ed amiche conosciuti solo su internet; ho potuto scambiare idee e consigli con persone che avevano i miei stessi hobby.

    Quanta gente intorno a me e' admin di una shard di ultima, e sta costruendo una fresa cnc per hobby? pochi, credo. Il mio vicino di casa e' soprannominato "il cinghiale" per i suoi modi affabili, un'altro ha la casa piena di parenti albanesi che sembra un kibbutz. Tutta gente perbene per carita'; ma che con me non ha nulla a che spartire.

    Il cellulare lo uso per lavoro, ma non ne sono affatto dipendente; il mese prossimo l'azienda mi da' un blackberry per poter ricevere le email anche non connesso ... e francamente lo sto aspettando.

    Perche'? perche' con il blackberry posso ricevere email dai server che gestisco, dall'antifurto di casa, dal gps del camper e dalla automobile ... non ultimo, da mia sorella a londra, che sento almeno una volta a settimana, ma leggo ogni due gg.

    La vita agreste che tu dipingi e' molto romantica, paradisiaca e idilliaca. Immaginala adesso rapportata ai milioni di persone che abitano in una grande citta. Se tutte le famiglie del mio condominio avessero una vigna e un campo di grano, probabilmente servirebbe qualche km quadrato di spazio, che non c'e'. A roma siamo 5 milioni. Ammettendo un'ettaro di vigna a testa, ci vorrebbero 5 milioni di ettari di spazio. Mah.

    Ragazzo mio, siamo in troppi; tutti sognamo la vigna.
    non+autenticato
  • sono d'accordo con tutte le idee da voi esplicate. Ma bisogna anche dire che questa società ci ha fatto entrare in casa i computer con la scusa del "progresso", ci ha fatto imparare un aggeggio che solo chi ci è nato sa capirla......compreso me. E' vero, è uno strumento utile, che ci fa comunicare a lunghe distanze (come questo forum), che ci fa da intrattenimento, che ci stuzzica la mente; ma stiamo andando verso un mondo in cui esisterà solo questo. La generazione di ieri ha la testa sulle spalle e parleremo ancora di queste cose in italiano corretto, criticando le scelte fatte da quelli più in alto di noi ma non siate egoisti, pensate anche alle generazioni future che saranno sempre più a contatto con questo "progresso"....so che non si può tornare indietro e le mie parole sarebbero solo quelle di un pazzo profeta ma educate chi vi sta intorno a non seguire questa cultura. Avrò le critiche ma riflettete....

    Paolo
    non+autenticato
  • Finalmente un piano ben organizzato per scombinare definitivamente gli organismi del genere umano...

    Allla fine saremo Totalmente permeati di radiazioni elettromagnetiche, che speriamo generino le mutazioni giuste di adattamento al nuovo ambiente, se no saranno c...zzi....

    Io me ne vado a vivere in una valle in cima a un monte (bella schermata), dove arriva solo qualche debole satellite, e tornero' a valle in una tuta "di Faraday" solo per dare l'estrema unzione ai poveri "collegati sempre in rete" che sacrificheranno la loro salute solo per dirsi str..zate inutili o scaricare una canzoncina dal net...

    Amen
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Io me ne vado a vivere in una valle...

    Forse non lo sai ma prima o poi tutti si deve morire.
    non+autenticato
  • Dipende.

    Certo che l'organismo umano non e' democratico (la favola che siamo tutti uguali)...

    Ci sara' qualcuno a cui sto inquinamento fara' pure bene, come c'e' gente che fuma sigari a 90 anni dopo un litro di vino rosso e sta benissimo... (e ne conosco un paio e li invidio).

    Ma sta cosa e' nuova, e i disastri si vedono dopo anni e, guarda, ho visto gente morire di tumore a 20 anni e ti garantisco che non era contenta...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Io me ne vado a vivere in una valle...
    >
    > Forse non lo sai ma prima o poi tutti si deve
    > morire.

    c'è modo e modo di morire, morire soffrendo atrocità non è la stessa cosa.......
    http://www.funny--pictures.com/pictures/mutant.jpg
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Finalmente un piano ben organizzato per
    > scombinare definitivamente gli organismi del
    > genere umano...
    >
    > Allla fine saremo Totalmente permeati di
    > radiazioni elettromagnetiche, che speriamo
    > generino le mutazioni giuste di adattamento al
    > nuovo ambiente, se no saranno c...zzi....
    >
    > Io me ne vado a vivere in una valle in cima a un
    > monte (bella schermata), dove arriva solo qualche
    > debole satellite, e tornero' a valle in una tuta
    > "di Faraday" solo per dare l'estrema unzione ai
    > poveri "collegati sempre in rete" che
    > sacrificheranno la loro salute solo per dirsi
    > str..zate inutili o scaricare una canzoncina dal
    > net...
    >
    > Amen

    Ricordati di indossare una gabbia di Faraday anche sulla capoccia, altrimenti i satelliti capteranno i tuoi pensieri, poi una corda sempre tesa intorno al collo e sii sempre disponibile senza chiedere nulla in cambio, solo una sedia su cui adagiarsi prima del grande salto verso il vuoto.
    non+autenticato
  • > Ricordati di indossare una gabbia di Faraday
    > anche sulla capoccia,

    Su internet ci sono le istruzioni, se la trovo la posto!

    >altrimenti i satelliti
    > capteranno i tuoi pensieri, poi una corda sempre
    > tesa intorno al collo e sii sempre disponibile
    > senza chiedere nulla in cambio, solo una sedia su
    > cui adagiarsi prima del grande salto verso il
    > vuoto.

    Vabbe', pero' guarda che strano, a Philadelphia...

    Ricordate il "Philadelphia Experiment"?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Finalmente un piano ben organizzato per
    > scombinare definitivamente gli organismi del
    > genere umano...
    >
    > Allla fine saremo Totalmente permeati di
    > radiazioni elettromagnetiche, che speriamo
    > generino le mutazioni giuste di adattamento al
    > nuovo ambiente, se no saranno c...zzi....
    >
    > Io me ne vado a vivere in una valle in cima a un
    > monte (bella schermata), dove arriva solo qualche
    > debole satellite, e tornero' a valle in una tuta
    > "di Faraday" solo per dare l'estrema unzione ai
    > poveri "collegati sempre in rete" che
    > sacrificheranno la loro salute solo per dirsi
    > str..zate inutili o scaricare una canzoncina dal
    > net...
    >
    > Amen


    metti la crema solare quando vai in montagna, gargiulo.


  • - Scritto da: Anonimo
    > Finalmente un piano ben organizzato per
    > scombinare definitivamente gli organismi del
    > genere umano...

    Quando ero piccolo i miei non mi facevano vedere la tv perché dicevano che le radiazioni facevano male e danneggiavano anche la vista.
    Così non ho potuto vedere Lady Oscar, Lupin III, Daitarn III e Gundamn, Jenny La Ragazza del tennis, Lamù, Doraimon, Rocky Joe, Sampei, Gig Robot D'acciaio, Tandem con Fabrizio Frizzi, Ciao ciao con Bonolis e tutti i film con la Fenech e Barbara Bouchet. Tu dimmi se è stata un'infanzia decente la mia!
    non+autenticato
  • Eccetto Lamù non ti sei perso niente. A bocca aperta Spero tu non ti sia perso anche Ranma 1/2!

    Edit: Contrario alla policy? Al massimo OT. O no?Triste
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 26 aprile 2006 17.38
    -----------------------------------------------------------

  • - Scritto da: Anonimo
    > Finalmente un piano ben organizzato per
    > scombinare definitivamente gli organismi del
    > genere umano...

    Hai ragione!!! Basta tumori! Spegniamo anche i fottuti semafori, pero', perche' anche la luce e' una radiazione elettromagneticaSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Finalmente un piano ben organizzato per
    > > scombinare definitivamente gli organismi del
    > > genere umano...
    >
    > Hai ragione!!! Basta tumori! Spegniamo anche i
    > fottuti semafori, pero', perche' anche la luce e'
    > una radiazione elettromagneticaSorride

    Cioè anche la luce del sole? Troll occhi di fuori
    non+autenticato
  • Ma il governatore dello stato non stava facendo una legge per impedire a Philadelphia di fare concorrenza sleale alle società di telecomunicazioni?
    non+autenticato
  • ....... si potrebbe fare di meglio o sbaglio?
    ovviamente non parlo dell'Italia, noi ovviamente resteremo fuori dal discorso wifi e wimax per parecchio, più o meno come per l'ADSL tradizionale, ma avevo sentito di cifre e possibilità in grado di generare situazioni migliori di quelle pensate per Philadelphia.
    KCM
    201


  • - Scritto da: KCM
    > ....... si potrebbe fare di meglio o sbaglio?
    > ovviamente non parlo dell'Italia, noi ovviamente
    > resteremo fuori dal discorso wifi e wimax per
    > parecchio, più o meno come per l'ADSL
    > tradizionale, ma avevo sentito di cifre e
    > possibilità in grado di generare situazioni
    > migliori di quelle pensate per Philadelphia.

    Ma che ci dovrà mai fare la gente con 'sto wifi. In Italia per me sono più importanti gli investimenti nei mezzi pubblici e nell'ammodernamento delle ferrovie, nei depuratori, nella raccolta differenziata.
    non+autenticato
  • Probabilmente sei finito nel sito sbagliato, probabilmente non volevi entrare in punto informatico.
    Riprova con http://www.vattelapesca.it
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Probabilmente sei finito nel sito sbagliato,
    > probabilmente non volevi entrare in punto
    > informatico.
    > Riprova con http://www.vattelapesca.it

    Anche tu scrivendo il tuo commento non hai parlato di informatica e quindi devi andare su quel sito.

    non+autenticato
  • Hmmm vediamo, cosi' su due piedi... hmm... lavorare?A bocca aperta
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Hmmm vediamo, cosi' su due piedi... hmm...
    > lavorare?A bocca aperta

    hmmm col telelavoro? Ho visto il successo degli ultimi anni.
    non+autenticato