Firefox contro IE, Round Two

Round Two è una start-up che fa di Firefox il suo unico business: a Punto Informatico lo sviluppatore italiano di FlashGot spiega perché l'operazione è interessante per la comunità open source

Palo Alto (USA) - "La prima giovane azienda completamente dedicata a Firefox". Così si definisce Round Two, una start-up nata all'inizio della settimana con l'obiettivo di fornire servizi di supporto a pagamento e promuovere lo sviluppo di add-on per il famoso browser open source.

Round Two è stata fondata dagli stessi membri di MozSource, una crew di sviluppatori della comunità di Mozilla che, via e-mail, fornisce supporto a pagamento per Firefox, Thunderbird, Mozilla Suite e Camino. La nuova società, che si dichiara indipendente da Mozilla Foundation, ha intenzione di ampliare le attività commerciali già varate da MozSource e, nello stesso tempo, sponsorizzare lo sviluppo di alcune fra le più diffuse estensioni per Firefox: FlashGot, che integra Firefox con alcuni fra i più utilizzati download manager; Bandwidth Tester, che consente di testare la velocità della propria connessione ad Internet; e SwitchProxy, che rende possibile utilizzare Firefox attraverso vari proxy web e dispositivi NAT. In un comunicato si legge per altro che gli autori di queste tre estensioni si sono uniti alla "famiglia di Round Two".

"Sono entusiasta di lavorare con Round Two: mi stanno aiutando a portare avanti il mio lavoro di sviluppo e promuovere le mie estensioni presso un più ampio bacino di utenti", ha commentato Jeremy Gillick, autore di una dozzina di estensioni per Firefox, tra cui Bandwidth Tester e SwitchProxy. "Con il supporto di Round Two le mie estensioni potranno evolvere in un modo prima impensabile".
"Quando i ragazzi di Round Two mi hanno contattato, un paio di mesi fa, abbiamo discusso a lungo della loro visione del Free Software e del modello di business che intendevano adottare", ha detto a Punto Infomatico Giorgio Maone, sviluppatore italiano di quel FlashGot che ormai da tempo domina la classifica delle estensioni più scaricate dagli utenti di Firefox. "Ho apprezzato molto sia il loro rispetto per l'open source che la loro attenzione alle esigenze degli utenti non tecnici - due argomenti a volte antitetici, ma che proprio in Firefox trovano una mirabile sintesi. La loro intenzione è quella di offrire servizi rispondenti al bisogno di condivisione e di comunità - così palpabile nell'Internet attuale - rendendoli più ergonomici, pratici e divertenti grazie all'estensibilità della piattaforma Mozilla".

Maone ha poi spiegato che "quella di Round Two è una sponsorizzazione in senso stretto", nel senso che l'azienda offre risorse economiche e d'infrastruttura (server, banda, storage, ecc.) e riceve in cambio la possibilità di associare il suo nome alle estensioni da lei promosse, come FlashGot: "il che non è poco", ha commentato lo sviluppatore italiano, "visto che il mio programma, in soli 3 mesi, ha totalizzato quasi 3 milioni di download".

"Non stanno, come insinua qualcuno in queste ore, "comprando" estensioni attualmente gratuite per poi farle diventare "a pagamento": un'apposita clausola dell'accordo riguardante FlashGot prevede esplicitamente che essa rimanga open source e gratuita", ha infine aggiunto Maone.

Round Two ha anche intenzione di finanziare lo sviluppo di altre estensioni, tra cui StockTicker, TinyURL Creator, Copy Plain Text, Extension Uninstaller, Lorem Ipsum Content Generator, OpenDownload, Open Long URLs, Search Plugins e Secure Password Generator, e di avviare alcuni progetti interni per la creazione di nuovi add-on.

La piccola start-up ha poi preso sotto la propria ala il sito ExtensionsMirror.nl, uno fra i più importanti archivi di estensioni e plug-in per Firefox e Thunderbird nato come mirror del sito ufficiale Mozilla Update.

"Vediamo ampie possibilità d'innovazione basate sulla piattaforma Mozilla/Firefox, e ci consideriamo la prima società, al di fuori di Mozilla Foundation, completamente al servizio degli utenti di Firefox", ha dichiarato Bart Decrem, CEO di Round Two. In precedenza Decrem ha ricoperto la carica di marketing manager per Mozilla Foundation, curando anche il lancio di Firefox 1.0.
48 Commenti alla Notizia Firefox contro IE, Round Two
Ordina
  • non si può togliere modificando il file HOSTS ?
    Immagino che opera lo scarichi da qualche parte il banner giusto ? Basta sapere a che indirizzo fa la connessione, metti tale indirizzo nel file hosts che punti a 127.0.0.1 e fatta!
    io faccio così con molti siti tipo ad.doubleclick.net
    non+autenticato
  • ma non era firefox è patchare le vulnerabilità prima di Microsoft? La 1.0.2 è fallata e ancora la 1.0.3 final non si vede... Gira e rigira ci impiegano lo stesso tempo che ci mette Microsoft (Microsoft rilascia le patch con cadenza mensile)
    non+autenticato

  • ma non era firefox a patchare le vulnerabilità prima di Microsoft? La 1.0.2 è fallata e ancora la 1.0.3 final non si vede... Gira e rigira ci impiegano lo stesso tempo che ci mette Microsoft (Microsoft rilascia le patch con cadenza mensile)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > ma non era firefox a patchare le vulnerabilità
    > prima di Microsoft? La 1.0.2 è fallata e ancora
    > la 1.0.3 final non si vede... Gira e rigira ci
    > impiegano lo stesso tempo che ci mette Microsoft
    > (Microsoft rilascia le patch con cadenza mensile)

    Questo si risponde da soloA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta

    Guarda che la pr della 1.0.3 è già disponibile da tempo. Vattela a cercare sul sito di mozilla.
    FDG
    10893
  • Che RoundTwo davvero ce la faccia a vendere i propri prodotti e servizi, non è importante!
    L'importante è che ci siano opportunità di lavoro per tutti, anzi per i più bravi, e non solo per i $oliti noti!! Poi sarà il mercato a giudicare...
    Creare e condividere idee, porta a creare e condividere altre idee, il progresso si basa su questo!

    "Il mondo è abbastanza ricco
    per soddisfare i bisogni di tutti,
    ma non lo è per soddisfare
    l'avidità di ciascuno"
    (M.K.Gandhi)
    iced
    188
  • "Il mondo è abbastanza ricco
    per soddisfare i bisogni di tutti,
    ma non lo è per soddisfare
    l'avidità di ciascuno"
    (M.K.Gandhi)

    quando gandi lo ha detto pensava a ben altre cose...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > "Il mondo è abbastanza ricco
    > per soddisfare i bisogni di tutti,
    > ma non lo è per soddisfare
    > l'avidità di ciascuno"
    > (M.K.Gandhi)
    >
    > quando gandi lo ha detto pensava a ben altre
    > cose...


    Scusami ma non è detto che non può essere riferita per alti argomenti, le frasi "storiche" sono tali anche perchè possono essere applicate a qualsiasi contesto...
  • no la stroria su studia in base al contesto l'astarazione va bene per i pittori
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > no la stroria su studia in base al contesto
    > l'astarazione va bene per i pittori

    mi spiace ma le citazioni esulano dal contesto storico della frase originale.

  • - Scritto da: C3PO
    > mi spiace ma le citazioni esulano dal contesto
    > storico della frase originale.

    giusto per fare un'altro esempio:
    "il dado è tratto"
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    > - Scritto da: C3PO
    > > mi spiace ma le citazioni esulano dal contesto
    > > storico della frase originale.

    > giusto per fare un'altro esempio:
    > "il dado è tratto"

    Il brodo e' fatto.
    Una rondella non fa primavera
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > anche italiano

    Sei come gli autistici: Continui a ripetere sempre le solite cose e non ascolti quel che ti si dice.
    Sei noioso, noioso, noioso !
    11237
  • ... a sbellicarsi dalle risate parlando di "add-on a pagamento", con gli open-sorciari - cantinari - tuttogratis, etc... e anche per chi troll non è ma cadesse nello stesso errore:

    I servizi a pagamento sono evidentemente rivolti a delle aziende con delle applicazioni dedicate, molto spesso ci si dimentica che mozilla e derivati grazie a XUL possono diventare una vera e propria piattaforma di sviluppo.

    Questo è uno scenario futuro interessante, per il resto è difficile pensare al successo di "estensioni a pagamento" in ambito home, visto per esempio che un buon browser come Opera, essendo a pagamento, viene spesso snobbato.
    non+autenticato
  • > per esempio che un buon browser come Opera,
    > essendo a pagamento, viene spesso snobbato.

    1) Opera non è a pagamento, si può utilizzare gratuitamente con il banner (di dimensioni veramente infime)

    2) Non si può dire che sia snobbato, perché le statistiche sono falsate dal fatto che Opera di default viene identificato come Explorer
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > 1) Opera non è a pagamento, si può utilizzare
    > gratuitamente con il banner (di dimensioni
    > veramente infime)

    Hai ragione, ma sai com'è: alla gente da fastidio anche quello... è una questione di principio, se c'è quello gratis senza banner è meglio.

    > 2) Non si può dire che sia snobbato, perché le
    > statistiche sono falsate dal fatto che Opera di
    > default viene identificato come Explorer

    Beh, non è che abbia cmq alte percentuali di utilizzatori... meriterebbe molto ma molto di più.

    E cmq quello che volevo dire è che difficilmente la gente paga per un browser: il fatto che Opera sia utilizzato più in modalita' "adware" che pagandolo ne è la conferma
    non+autenticato
  • > Hai ragione, ma sai com'è: alla gente da fastidio
    > anche quello... è una questione di principio, se
    > c'è quello gratis senza banner è meglio.
    Hai ragione ma è sia una questione di gusti che di informazione.
    Io ritengo Opera superiore a FF nonostante il bannerino.
    Un'altro invece può pensare il contrario.
    Però se passa l'idea che opera si può usare solo dietro pagamento a nessuno verrà in mente di provarlo per giudicare.

    > Beh, non è che abbia cmq alte percentuali di
    > utilizzatori... meriterebbe molto ma molto di
    > più.
    Non ne ha moltissime, ma non sono nemmeno così basse.
    Il problema è che le statistiche rilevano solo quelli che utilizzano opera identificandosi come Opera, ma la maggioranza lo usa identificandosi come Explorer.

    > E cmq quello che volevo dire è che difficilmente
    > la gente paga per un browser: il fatto che Opera
    > sia utilizzato più in modalita' "adware" che
    > pagandolo ne è la conferma
    Su questo sono perfettamente d'accordo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > 1) Opera non è a pagamento, si può utilizzare
    > > gratuitamente con il banner (di dimensioni
    > > veramente infime)
    >
    > Hai ragione, ma sai com'è: alla gente da fastidio
    > anche quello... è una questione di principio, se
    > c'è quello gratis senza banner è meglio.

    IE non è gratis, per poterlo utilizzare devi comprare MS Windows.

  • > 1) Opera non è a pagamento, si può utilizzare
    > gratuitamente con il banner (di dimensioni
    > veramente infime)
    Infime quel bannerone Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere Rotola dal ridere


    >
    > 2) Non si può dire che sia snobbato, perché le
    > statistiche sono falsate dal fatto che Opera di
    > default viene identificato come Explorer

    E' snobbato perchè va pagato o ti devi sorbire il banner, le percentuali di utilizzo son quelle che sono, amcora ricordo quando dicevano mai gratis .... l'identificazione del browser la puoi cambiare anche con mozilla o firefox ma nessuno si sognerebbe di dire che le statistiche sono falsate. Fosse vero troveresti Opera=0%
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo

    > E' snobbato perchè va pagato o ti devi sorbire il
    > banner,

    Sorbire il banner? Guarda che è un banner di testo senza lampeggiamenti nè niente. Io sinceramente non lo noto mai.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > E' snobbato perchè va pagato o ti devi sorbire
    > il
    > > banner,
    >
    > Sorbire il banner? Guarda che è un banner di
    > testo senza lampeggiamenti nè niente. Io
    > sinceramente non lo noto mai.

    So com'è fatto Sorride Veramente fastidioso.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > So com'è fatto Sorride Veramente fastidioso.

    Chissà quante altre cose ti danno fastidio allora...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > So com'è fatto Sorride Veramente fastidioso.
    >
    > Chissà quante altre cose ti danno fastidio
    > allora...
    probabilmente userà firefox più adblock e le cose che gli danno fastidio le fa scomparire....

    io volevo provare opera ma c'è qualcosa di similare?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > probabilmente userà firefox più adblock e le cose
    > che gli danno fastidio le fa scomparire....
    >
    > io volevo provare opera ma c'è qualcosa di
    > similare?

    Ragazzi, a questo punto scaricate il crack e via, no?
    Io non capisco. Non vi basta avere le cose "gratis", dovete pure togliere quello che gratis ve le fa diventare?
    Opera ha una funzione di adblock (che ovviamente non copre il suo banner), ma è pensata per filtrare *certi* domini e *certe* tipologie di banner che posson risultare fastidiose, poi ognuno sceglie che uso farne, un po' come si fa con i software p2p. Però se proprio dovete togliere pure quel banner, tantovale crackarlo e via - chiaramente lo dico in tono provocatorio.
    Io avevo la versione registrata fino a qualche tempo fa, poi dalla 7 (mi pare) ho tenuto la versione con gli ad testuali, che non occupano praticamente nulla di banda e non danno assolutamente fastidio, visto che s'integrano tranquillamente con la toolbar e la personalbar. Se il banner non ci fosse, avrei un rettangolo semplicemente vuoto, quindi... Pensateci un po', magari...

    Saluti