Italia, la lotta al P2P diventa priorità

Questo è il messaggio che le forze dell'ordine sembrano voler diffondere con l'ennesima operazione contro la pirateria online: denunciati decine di italiani per scambio illegale di film, musica e software. L'industria applaude

Italia, la lotta al P2P diventa prioritàRoma - Le prime voci circolavano giovedì sera quando in redazione sono iniziate ad arrivare segnalazioni di utenti secondo i quali la Guardia di Finanza era impegnata in una nuova operazione contro la circolazione illegale su Internet di contenuti protetti dal diritto d'autore. Le conferme sono arrivate nelle ore successive, quando è stato annunciato un nuovo blitz diretto a colpire gli utenti dei sistemi peer-to-peer.

In un momento nel quale sono molti gli utenti che accusano alcuni importanti provider di "chiudere" il rubinetto della banda in upload per ridurre la condivisione di file sulle reti del file sharing, l'azione delle Fiamme Gialle sta evidentemente sollevando molta polvere, arrivando poi a pochi giorni da un'altra operazione, questa volta di caratura internazionale, che ha preso di mira decine di utenti italiani del P2P.

A quanto pare, in questa occasione i cybercop italiani hanno dato seguito alle operazioni con cui negli ultimi mesi hanno tenuto d'occhio le principali reti di sharing. Con un collaudato meccanismo di controllo, è stata verificata sui computer di decine di utenti l'esistenza di file sospetti, indicati da un nome o da un codice hash. Alcuni degli utenti che ponevano in condivisione grandi quantità di materiali, in particolare software, film e musica, sono quindi stati identificati dal loro IP.
Tutto questo ha dato vita a perquisizioni che si sono svolte in 12 diverse regioni italiane. Giunti nelle abitazioni degli utenti, le Fiamme Gialle hanno effettivamente verificato in molti casi l?esistenza di ingenti quantità di file posti nelle cartelline di condivisione e condivisi via peer-to-peer senza autorizzazione. Inoltre sono stati trovati materiali pirata della natura più diversa. A questi utenti, si parla di circa 40 persone, sarà contestato un illecito e si troveranno con ogni probabilità a dover pagare una sanzione amministrativa.

In qualche caso sui PC degli interessati è stato anche trovato materiale pedopornografico, cosa che configura un grave reato e che ha prodotto alcune denunce penali, una delle quali a carico di un pediatra romano.

Tra gli identificati, ha spiegato il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Milano, ci sono anche alcuni stranieri, per i quali sono partite le segnalazioni di rito ad Europol e Interpol.

Notizie non confermate sostengono che tra gli utenti al centro dell'indagine vi sarebbero anche alcuni italiani che avevano invece utilizzato delle vulnerabilità sulle reti di un fornitore di hosting per pubblicare una serie di materiali senza autorizzazione, film e software in particolare, mettendoli così a disposizione di chiunque conoscesse l'indirizzo internet esatto dover scaricarli. Le azioni di cracking necessarie alla pubblicazione dei file su server evidentemente non protetti a sufficienza, avrebbero interessato anche una importante università italiana. Come detto, però, questa situazione non è per ora stata confermata dagli inquirenti.

Questa operazione, con la quale le forze dell'ordine italiane sembrano voler dare un chiaro segnale agli utenti italiani della rete, è stata naturalmente accolta con soddisfazione dall'industria musicale italiana. In particolare la FIMI ha espresso le proprie congratulazioni ai cybercop italiani.
TAG: italia
362 Commenti alla Notizia Italia, la lotta al P2P diventa priorità
Ordina
  • SONO FINITI I TEMPI CHE LA BERTA FILAVA,ADESSO LA BERTA NON FILA PIU'.IL MOTIVO E SEMPLICE SE PRIMA GLI UTENTI DEL P2P ERANO 2 MILIONI LA COSA NON SI NOTAVA PIU' DI TANTO ADESSO SONO DECINE DI MILIONI E IL DANNO SI VEDE PER CUI OGNUNO CORRE AI RIPARI,ANCHE VOI FARESTE LO STESSO SE AVESTE DEGLI INTERESSI NEL CAMPO MUSICALE O ARTISTICO IN GENERE.E POI QUELLO CHE DANNEGGIA SEMPRE LE COSE NON E L'USO CORRETTO CHE SI FA DEL P2P MA L'USO SCORRETTO E QUESTO PREGIUDICA SEMPRE LE COSE.TANTI UTENTI DI P2P ANCORA SI OSTINANO A METTERE IN RETE TANTE SCONCEZZE.
    LO ABBIAMO VOLUTO NOI E BEN CI STA E SARA' ANCORA PEGGIO E SEMPRE PEGGIO.
    non+autenticato
  • Gente fate attenzione scaricando file... specie programmi... soprattutto da WinMx e da gli altri programmi di P2P sharing. Sono virus che s'installano nella cartella C:\Windows\, modificano le impostazioni del programma e rilasciano dei programmi in condivisione. Questo è il sistema che viene usato dalla "Police".
    non+autenticato
  • Ma l'antivirus a che serve?
    non+autenticato
  • Sigh. sigh......

    Come faremo, ora che egli non sta assiso, a legiferare, sul suo scranno ministeriale ?????


    Che dolore.......che dolore !!!!
    non+autenticato
  • Il p2p favorisce lo scambio di idee ed emozioni quindi è nocivo alla libertà dei potenti che non sono più liberi di fare quel che vogliono con le nostre vite e con il nostro pianeta!

    non+autenticato
  • tutti ormai si sà sono contro il P2P o perlomeno chi si è fatto i conti in tasca e nn vede più il gudagno ke aveva prima!
    ma ragazzi anche ki usa una community di file sharyng se li è fatti bene i conti in tasca,perchè e mi chiedo perchè io devo andare a comprare un DVD a 30 euro o un cd musicale a 20euro che magari nn mi piace neanche e in tanto ho speso 20 e dico 20euro perchè?Perchè il cittadino italiano deve far mangiare lo stato?i major?ma dove c'è scritto!!!nn vi sembra ke ci mangiate un pò troppo sulle nostre spalle?Andate a vedere quelle povere persone ke tutti i giorni vivono col terrore sotto casa loro ke qualcuno li uccidi e questo qualcuno però è sempre in libertà!!!!!esempio facile si trova a Scampia!!!Allora volete eliminare il fale sharing?Iniziate a togliere dal commercio i dvd/cd vergini,tutti i lettori ke supportano la riproduzione di divx.xvid ecct...ecct....
    ma no nn lo farete mai!!!!perche anke li ci mangiate sopra ecco perchè.con questo ho finito anke perche ne avrei per pagine e pagine.ma un ultima cosa LO STATO SOLO GRAZIE A NOI RIESCE A MANGIARE!!!BERLUSCONI E TUTTI GLI ALTRI E SOLO GRAZIE A NOI ITALIANI CHE A FINE MESE GUADAGNA QUEL KE GUADAGNA.pensano solo però a cosa fare?a uccidere il p2p hanno solo questo nella loro testa sono dei robot.grazie e tutti
    non+autenticato

  • > mangiate sopra ecco perchè.con questo ho finito
    > anke perche ne avrei per pagine e pagine

    di grazia, no ....
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | Successiva
(pagina 1/18 - 89 discussioni)