Solo in Arabia i fotofonini da frusta

Sono quelli che quando li accendi ti mettono nei guai e possono portare alla fustigazione di Stato. Lo prevede una nuova proposta di legge. Mille nerbate a chi trasgredisce

Riad (Arabia Saudita) - Era ormai nell'aria, da tempo. Dopo le reticenze dimostrate con l'arrivo dei telefonini 3G, la rigida teocrazia saudita stupisce tutti presentando una legge-shock al Majlis Al-Shura, il consiglio degli anziani nominati dal Re.

La bozza di legge, accolta di buon grado dai 150 membri della Shura, prevede punizioni corporali e multe salatissime per chiunque utilizzi la nuova tecnologia in maniera immorale e peccaminosa. Tradotto in termini pratici, usare un cellulare per fotografare una donna priva di velo diventerà rischiosissimo. La formulazione di queste nuove regole arriva dopo la condanna di due cittadini sauditi accusati di avere filmato e diffuso lo stupro di una ragazza di 17 anni.

La Sharìa (codice di leggi derivato dalla rigida interpretazione dei precetti coranici) si abbatte così anche sulla telefonia mobile. L'Arabia Saudita conferma di voler competere con Cina, Iran e Vietnam per diventare il più pericoloso mattatoio delle libertà digitali.
I trasgressori andranno incontro ad una pena pari a 1000 frustate, una ammenda fino a 100mila riyad (equivalenti ad oltre 20mila euro), nonché la reclusione fino a 12 anni. La notizia è stata comunicata dai giornali ufficiali con l'augurio che "i cittadini, compresi i residenti all'estero, apprezzino queste nuove regole che prevengono l'abuso dei nuovi telefonini", riporta il portale Arab News.

In caso di recidiva, gli imputati vedranno la propria pena aumentare ulteriormente di 200 frustate e di un anno aggiuntivo di reclusione. Il corpo delle nuove leggi segue la messa al bando delle importazioni di telefonini di ultima generazione, risalente allo scorso gennaio, considerati altamente pericolosi dalle autorità religiose.

Nonostante la cappa asfissiante che sovrasta le nuove tecnologie in Arabia Saudita, le aziende occidentali non si lasciano intimidire e si lanciano alla conquista di nuovi clienti. Margaret Rice-Jones, vicepresidente di Motorola, sostiene che "l'Arabia Saudita è un mercato ad alta crescita per la telecomunicazione mobile. La nostra collaborazione con Mobily (il maggiore operatore saudita) porterà alla nascita di servizi avanzati per i nostri utenti".

Tommaso Lombardi
37 Commenti alla Notizia Solo in Arabia i fotofonini da frusta
Ordina
  • comunque un fondo di verità bisogna dirlo,che i telefonini servono per telefonare e non per rompere le scatole alla gente!!!
    e chiaro che se tu fotografi una donna che non è la tua,o registri qualche immagine non troppo lecita,si incazzano!!la morale coranica non va pari passo con un uso smodato della tecnologia
    non+autenticato
  • ma la condanna così pesante è scattata per lo stupro o per la diffusione dello stesso tramite il telefonino?
    non+autenticato
  • "L'Arabia Saudita conferma di voler competere con Cina, Iran e Vietnam per diventare il più pericoloso mattatoio delle libertà digitali."

    Ma vogliamo scherzare, o l'articolista stava solo fumando la cosa sbagliata ?

    da quando in qua sarebbe lecita liberta' digitale trasmettere uno stupro in diretta, col telefonino o altri mezzi ?

    cmc, se la religione islamica proibisce di riprendere donne nude non si vede perche' debba valere per telecamere e fotocamere e non per i cellulari, sono a casa loro e sono nel pieno diritto di far rispettare le loro leggi

    ma si tranquillizzino le multinazionali, ci sono dovunque milioni di cretini che non sognano altro che acquistare l'ultimo modello di inutilino per fare delle pessime "fotografie", qundi non perderanno neppure un dollaro Occhiolino

    Alex
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > "L'Arabia Saudita conferma di voler competere con
    > Cina, Iran e Vietnam per diventare il più
    > pericoloso mattatoio delle libertà digitali."
    >
    > Ma vogliamo scherzare, o l'articolista stava solo
    > fumando la cosa sbagliata ?


    Dico ma lo sai che in Arabia non ci sono ISP indipendenti e che tutte le comunicazioni passano per server di Stato?
    Ecco, ora lo sai.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > "L'Arabia Saudita conferma di voler competere
    > con
    > > Cina, Iran e Vietnam per diventare il più
    > > pericoloso mattatoio delle libertà digitali."
    > >
    > > Ma vogliamo scherzare, o l'articolista stava
    > solo
    > > fumando la cosa sbagliata ?
    >
    >
    > Dico ma lo sai che in Arabia non ci sono ISP
    > indipendenti e che tutte le comunicazioni passano
    > per server di Stato?
    > Ecco, ora lo sai.

    ma chi gli rispondi a fare?...

    I comunisti pro islam darebbero l'anima ad allàh pur di difendere quei talebani antioccidentali...

    Ecco, ora lo sai Occhiolino
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > "L'Arabia Saudita conferma di voler competere
    > > con
    > > > Cina, Iran e Vietnam per diventare il più
    > > > pericoloso mattatoio delle libertà digitali."
    > > >
    > > > Ma vogliamo scherzare, o l'articolista stava
    > > solo
    > > > fumando la cosa sbagliata ?
    > >
    > >
    > > Dico ma lo sai che in Arabia non ci sono ISP
    > > indipendenti e che tutte le comunicazioni
    > passano
    > > per server di Stato?
    > > Ecco, ora lo sai.
    >
    > ma chi gli rispondi a fare?...
    >
    > I comunisti pro islam darebbero l'anima ad allàh
    > pur di difendere quei talebani antioccidentali...
    >
    > Ecco, ora lo sai Occhiolino

    cosa c'entrano gli isp e i comunisti pro islam quando hanno diffuso un video di uno STUPRO DI UNA MINORENNE dopo averlo filmato con il fotofonino (o chiamalo come cavolo ti pare)...

    mi sa che gli interventi voi anonimi manco li leggete ma ci sputate solo sopra...

    complimenti...
  • C'è una bella differenza tra fotografare una donna senza velo in faccia e filmare uno stupro. Qui invece sembrano cose di pari livello.
    E comunque secondo me ci sono parecchi stupratori perché c'è troppa repressione. Se le donne iniziassero a girare abbigliate come a Baywatch forse ci sarebbe meno bisogno di stupri, e più gente felice. Troppo moralismo produce eccessi.
    Rimango comunque d'accordo sulle frustate agli stupratori.

    non+autenticato
  • > C'è una bella differenza tra fotografare una
    > donna senza velo in faccia e filmare uno stupro.
    > Qui invece sembrano cose di pari livello.
    > E comunque secondo me ci sono parecchi stupratori
    > perché c'è troppa repressione. Se le donne
    > iniziassero a girare abbigliate come a Baywatch
    > forse ci sarebbe meno bisogno di stupri, e più
    > gente felice. Troppo moralismo produce eccessi.
    > Rimango comunque d'accordo sulle frustate agli
    > stupratori.

    Concorso sulla prima frase, la differenza è enorme almeno secondo le tradizioni "occidentali" (non ho idea riguardo a quelle islamiche)
    Quanto al resto non sono sicuro di condividere.
  • (Scusate il doppio post, problemi di connessione Triste)

    ==================================
    Modificato dall'autore il 18/04/2005 9.47.58
  • > Se le donne iniziassero a girare abbigliate come a Baywatch
    > forse ci sarebbe meno bisogno di stupri, e più
    > gente felice.

    Meno bisogno?Sorpresa

    ... e comunque, non pensare che a Los Angeles, per esempio, ci sono meno stupri che in Arabia Saudita.

    Comuque non capisco. Se e' vietato per una donna andare in giro senza velo, che problema c'e' nel non poterla fotografare?
    Al limite il problema e' il primo, non il secondo. O no?
  • Filmare uno stupro con un vedeofonino (che tra l'altro mi sembra l'invenzione piu stupida e inutile mai concepita dall'uomo) non fa parte di nessun tipo di libertà. La fustigazione mi sembra invece il minimo per un reato cosi grave e nauseabondo.
    non+autenticato
  • lo stupro è un altro reato. e un altro discorso.

    ma tu pensa a cosa ti succede se fai una foto alla tua ragazza al mare...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > lo stupro è un altro reato. e un altro discorso.
    >
    > ma tu pensa a cosa ti succede se fai una foto
    > alla tua ragazza al mare...

    niente per ora, dato che si parla di "trasmissione" di materiale immorale. Insomma, a meno che non fai una foto alla tua ragazza e poi me la mandi puoi fare un po' quel che vuoi.

    Cmq rimane che andiamo sempre peggio... cavoli...

  • - Scritto da: Anonimo
    > lo stupro è un altro reato. e un altro discorso.
    >
    > ma tu pensa a cosa ti succede se fai una foto
    > alla tua ragazza al mare...

    E' la mentalità del paese a imporre dei limiti, non puoi scoprirti, non puoi fotografare, non puoi guardare ecc ecc, il telefonino è l'ultimo dei problemi
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)