GARR-B: internet costa troppo

Dal GARR-B la denuncia: i costi della connettività nel nostro paese sono i più alti d'Europa. E sono un ostacolo per tutti. Bacchettate anche da Bruxelles

Roma - Gli utenti lo sperimentano ogni giorno sulla propria pelle e soprattutto sul proprio portafoglio: la connettività in Italia costa ancora molto e collegarsi spesso e per lungo tempo alla rete finisce per avere un peso tutt'altro che indifferente sul bilancio delle famiglie e delle aziende. Ed è questo il senso della denuncia che il GARR-B ha presentato venerdì scorso, in occasione dell'incontro di lancio di Società Internet, divisione italiana di Internet Society. Una denuncia che arriva contestualmente ad una bacchettata contro le tariffe italiane vibrata da Bruxelles.

Secondo Enzo Valente, responsabile di GARR-B, la rete italiana della ricerca, in Italia si paga per la connessione ad internet dieci volte più di quanto non accada negli altri paesi dell'Unione Europea. Un esempio portato da Valente è quello della connettività maltese: collegarsi da Malta agli Stati Uniti costa dieci volte meno di quanto costi connettersi da Malta a Catania...

Valente ha spiegato che siamo dinanzi ad una "anomalia" che ha un effetto devastante sulla società dell'informazione in Italia e sullo sviluppo delle relative attività, con conseguenze pesantissime anche sull'economia.
"Non c'è dubbio - ha spiegato Valente - che un limite importante alla diffusione dei collegamenti internet tra le aziende e tra i consumatori è dato dall'alto costo della connessione di rete. Un dato che ci accomuna a Grecia e Portogallo, ci allontana dagli altri paesi industrializzati della Comunità Europea e potrebbe diventare drammatico con l'introduzione dei moderni servizi di rete".

Un digital divide italiano, dunque, causato da un mercato, quello delle TLC, che non ha seguito una liberalizzazione efficace. "Le alte tariffe imposte dall'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ha infatti sottolineato Valente - introdotte per evitare che Telecom Italia potesse avvantaggiarsi come ex-monopolista, non hanno favorito in realtà il libero gioco della concorrenza, visto che gli altri operatori si sono adeguati di fatto alle tariffe più alte. Unico rimedio sembra allora essere quello di liberalizzare i costi dei circuiti tra le varie compagnie".

Sebbene si parli di tariffe in senso ampio, dal gas all'energia, una ulteriore conferma dei problemi della connettività italiana arriva anche da "Riforme strutturali in Italia", rapporto esaminato in sede europea dal Comitato per la Politica economica dell'Ecofin.

Un Rapporto che striglia l'Italia sostenendo che a causa delle tariffe la connettività internet di famiglie e giovani è al di sotto delle medie registrate negli altri paesi europei. E afferma che se le chiamate urbane costano mediamente meno che nel resto d'Europa (0,25 euro di media in Italia contro gli 0,41 europei), quelle verso gli Stati Uniti e le interurbane costano ancora troppo.
12 Commenti alla Notizia GARR-B: internet costa troppo
Ordina
  • Io ho l'ADSL, spendo circa 100.000 al mese e rimango collegato 24 ore su 24, il mio computer scarica programmi giochi ed mp3 per tutto il giorno, leggo ogni giorno le ultime notizie, mi guardo film e cartoni animati online in modo piuttosto fluido, ecc. ecc. tra l'altro da casa non uso nemmeno piu' il telefono, comunico solo tramite internet, sms, e-mail e collegamenti a voce, sia con l'ufficio che con quasi tutti i miei amici.

    quindi, risparmio: i soldi dei cd musicali (40.000 a cd), i soldi di noleggio di giochi e videocassette, telefonate e sms, acquisti di giornali.

    personalmente non mi pare di pagare una cifra poi cosi' esosa, anche se sicuramente preferirei pagare di meno... comunque in confronto a prima, con il modem a 56k e la linea normale, spendevo circa il triplo, stavo collegato la meta' del tempo e scaricavo a un quinto della velotità, direi che le cose sono abbondantemente migliorate.

    L'unica cosa che vi posso consigliare e': non abbiate paura, aggiornatevi, vi conviene.
    non+autenticato
  • Quando metteranno l'adsl dalle mie parti gli altri avranno già il teletrasporto...
    non+autenticato
  • Ovvero.... solo ora il mondo si accorge che l'italia è una repubblica delle banane doove paghi la telecom anche se non la usi (canone) dove all'enel paghi un fisso e via di seguito.
    In Italia internet non decolla?
    Ma va!... chissà perchè.
    non+autenticato
  • Enzo Valente non ha parlato di Stati Uniti, nell'esempio del collegamento da Malta, ma ha parlato di Svizzera (Chiasso per esattezza). Scusate la pignoleria Sorride
    non+autenticato
  • Insomma, ho vissuto a Niarobi, in Kenya, dove oggi si paga per l'accesso ad internet circa centomila al mese, si pagano le chiamate urbane circa 500lire ogni tre minuti, dove non esistono flat, la rete è lenta, e una specie di dsl, in realtà ben piu lenta, di circa 12K/S costa una cifra spropositata come un milione al mese esclusa l'installazione.
    Daccordo, è africa, non c'è infrastruttura, ma forse dovremmo preoccuparci anche di quanto costa li, altrimenti non ci sarà mai sviluppo.

    saluti,

    Afrocor3
    non+autenticato
  • Va bene...
    possiamo vantarci di esser messi meglio del KenyaSorride
    non+autenticato
  • ma se le chiamate locali sono più economiche e in Italia ci sono numerosi provider free (per cui si paga solo la chiamata) perchè dovrebbe essere più costoso che in altri paesi?
    Io ho notato che in molti altri paesi connettersi ad Internet costa molto di più che in Italia, dal momento che non ci sono provider gratuiti e che le tariffe telefoniche sono più alte.

    Sono ovviamente anche io favorevole ad una diminuzione dei costi ma per cortesia cerchiamo di mettere le cose in contesto e comprendere che il caso italiano è (ancora, dall'ottobre 95 quando Tiscali decise di offrire il free Internet) un'isola abbastanza felice nel panorama europeo e mondiale.
    non+autenticato
  • Si in USA paghi la connessione ma è via cavo e 24h su 24h. Quanto ti costerebbe la bolletta se tu rimanessi attaccato al tefefono 24h su 24 ? fatti un po' di conti.....
    non+autenticato


  • - Scritto da: Luca
    > ma se le chiamate locali sono più economiche
    > e in Italia ci sono numerosi provider free
    > (per cui si paga solo la chiamata) perchè
    > dovrebbe essere più costoso che in altri
    > paesi?
    - Cosa è economico in Italia?
    enel: anche SENZA consumare energia elettrica, pago a bimestre 67.000 lire di SPESE FISSE, e consumando 4 kwh a bimestre pago sempre 67.000 lire di spese fisse + 1.000 lire di energia el. effettivamente consumata.-
    - telecom: anche senza fare alcuna telefonata, lo sai a quanto ammontano le spese fisse sulla bolletta a bimestre? (stessa risposta come sopra!).-
    - Per te, cosa vuol dire spendere x connettersi ad internet via dialup? Quanto tempo consideri una media giornaliera? mezz'ora, un'ora, 3 ore? sai fare i conti quanto ti costano SOLTANTO 3 ore col + economico ip italiano? e poi 3 ore sono solo 3 ore, ma se fossero 6 ore? (una famiglia con 3 persone che si alternano, ad es?).
    - lo sai quale è il reale potere d'acquisto dell'? per un italiano? te lo dico io, cioè è la metà dell'? di un cittadino tedesco, è un terzo della moneta di un cittadino britannico, ecc...
    - chiaro?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)