Nel mondo cellulari come se piovesse

Secondo gli ultimi studi, sul pianeta sarebbero ormai 700 milioni i telefonini. La crescita continuerà, anche se rallenterà in certe zone del mondo

Parigi - La rivoluzione della comunicazione wireless prosegue a ritmo forsennato in tutto il mondo. Secondo l'OMSYC, Osservatorio mondiale dei sistemi di comunicazione, alla fine del 2001 il numero di abbonati a servizi di telefonia mobile ha superato quota 716 milioni.

Questo significa che vi sarebbero oggi 131 cellulari ogni mille abitanti. Nel 1995, rilevano gli esperti, c'erano soltanto 16 cellulari ogni mille persone.

Secondo l'Osservatorio, il mercato complessivo della telefonia mobile ha ormai superato quota 307 miliardi di dollari, ed è a questo mercato che si deve il 54 per cento della crescita complessiva che il settore delle TLC ha registrato tra il 1995 e il 2001.
A farla da padrona in quanto a numero di utenze attive è l'Europa, dove si agita il 32,4 per cento del mercato globale della telefonia wireless. Sempre in Europa, il 40 per cento delle entrate nel settore TLC arriva dalla telefonia mobile. In Giappone la percentuale è addirittura al 45 per cento mentre scende al 30 per cento negli USA e al 19 per cento nelle altre aree del pianeta.

OMSYC prevede che nel 2008 l'80 per cento degli europei avrà un telefono cellulare, così come il 70 per cento dei giapponesi, il 60 per cento degli americani e il 20 per cento dei cinesi.
1 Commenti alla Notizia Nel mondo cellulari come se piovesse
Ordina