Riapre il sito ribelle. Terrorismo?

Solleva una quantità di polemiche il rilancio su server finlandesi di un sito che secondo Mosca istiga al terrorismo. Sulle sue pagine si invita a sostenere l'indipendenza della Cecenia

Helsinki - Il sito più controverso del web finlandese, Kavkaz Center, riapre i battenti. L'imprenditore finlandese Mikael Strosjo ha deciso di rilanciare l'unico quotidiano indipendente dedicato all'instabile situazione nel Caucaso. Il sito è disponibile in russo, turco ed inglese. Secondo quanto si legge sulle sue pagine, il portale, nuovamente ospitato da server finlandesi, vuole essere il "punto d'incontro telematico" per chiunque caldeggi l'indipendenza della Cecenia.

La riapertura del sito è una grande vittoria per la libertà d'espressione su Internet. Una vittoria sicuramente scomoda per la diplomazia russa: Mosca ha ripetuto molte volte che il sito in questione "è il megafono dei ribelli e dei terroristi ceceni". Nel settembre del 2004 aveva pubblicato gli appelli di Shamil Basayev, "signore della guerra" ritenuto responsabile della strage di Beslan, in Ossezia. Una sanguinosa mattanza che causò oltre 320 vittime tra i civili.

Dopo l'accaduto, Storsjo decise di sospendere le pubblicazioni. Le pagine di Kavkaz vennero così trasferite su computer in Lituania e Svezia. Adesso che la situazione sembra più calma, gli uffici di Helsinki hanno riaperto le porte. Tuttavia sono immediatamente riaffiorati i problemi di sempre.
Accusati di sostenere le rivolte armate in Cecenia, i nuovi servizi del sito hanno scatenato numerose polemiche nell'opinione pubblica finlandese. Infatti Storsjo ha recentemente utilizzato le pagine del giornale per avviare una controversa raccolta fondi tuttora avvolta dal mistero: i destinatari di questa campagna di solidarietà sarebbero ipotetici collaboratori in situ.

La polizia di Helsinki si è subito interessata al caso, sollevando numerosi dubbi sulla bontà dell'iniziativa: i soldi raccolti da Kavkaz potrebbero effettivamente finire nelle tasche dei terroristi. Secondo Hannuu Moilanen, del dipartimento per la sicurezza interna finlandese, "è ancora troppo presto per tirare conclusioni affrettate. La raccolta fondi in questione, finora, è protetta dalle norme che garantiscono la libertà d'espressione". Strumentalizzando così il supporto alla libertà di stampa, Storsjo potrebbe aver trovato un pericoloso metodo per finanziare il terrorismo internazionale in apparente tranquillità.

In una intervista ad un'agenzia giornalistica finlandese, lo scaltro direttore ha ribadito che in Cecenia "c'è una guerra di informazione che percorre gli stessi binari della guerra armata. I Russi intendono monopolizzare tutte le comunicazioni provenienti da quella regione". Interrogato sulle finalità della raccolta fondi, non ha fornito alcuna delucidazione, limitandosi ad auspicare che "vi sia la totale collaborazione delle autorità finlandesi, affinchè tutto risulti trasparente e non venga commessa alcuna illegalità".

Tommaso Lombardi
TAG: 
12 Commenti alla Notizia Riapre il sito ribelle. Terrorismo?
Ordina
  • TORNATE NELLE FOGNE TOPI
    non+autenticato
  • I terroristi ci tolgono la cosa piu' importante, la liberta'!
    Raggiungono il loro scopo costringendoci a rinunciare a parte della nostra liberta' pur di arginare i loro attacchi. Ottengono un parziale successo nel demolire il nostro sistema di garanzie e di diritti. Questo e' un obiettivo dichiarato del terrorismo islamico, cioe' il terrorismo al momento piu' pericoloso quanto a fondi, capacita' operativa e distribuzione geografica, ma e' anche un obiettivo di tanti piccoli focolai di terrorismo provinciale e regionale, spesso ispirati a teorie massimaliste o religiose dichiaratamente ostili al nostro modello di societa' razionale.
    non+autenticato
  • > Raggiungono il loro scopo costringendoci a
    > rinunciare a parte della nostra liberta' pur di
    > arginare i loro attacchi.

    ... e di quel poco di liberta' che ci rimane ne approfittano per portare i loro attacchi dall'interno.

    ma noi siamo buoni, troppo buoni...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > I terroristi ci tolgono la cosa piu' importante, la liberta'!
    No quella la tolgono i governanti al massimo, specialmente se   hanno interessi da difendere e la scusa buona.

    > Raggiungono il loro scopo costringendoci a
    > rinunciare a parte della nostra liberta' pur di
    > arginare i loro attacchi.
    Abbiamo passato il terrorismo degli anni 70 che era sicuramente più capillare in italia senza tutte queste restrizioni questione di classi dirigenti e di votanti con teste differenti.

    > Ottengono un parziale successo nel demolire il nostro
    > sistema di garanzie e di diritti.
    No questo lo vogliono le grandi lobby perche' vogliono degli operai non degli uomini che vivono per fargli comperare la nuova villa o il nuovo macchinone.
    E questo succede quando l'etica e' surclassata dall'estetica.

    >Questo e' un obiettivo
    > dichiarato del terrorismo islamico, cioe' il
    > terrorismo al momento piu' pericoloso quanto a
    > fondi, capacita' operativa e distribuzione
    > geografica, ma e' anche un obiettivo di tanti
    > piccoli focolai di terrorismo provinciale e
    > regionale, spesso ispirati a teorie massimaliste
    > o religiose dichiaratamente ostili al nostro
    > modello di societa' razionale.

    No sono ostili al fatto che gli si vada a rompere le scatole nei loro paesi o li si usi come pupazzi per combattere il proprio nemico come e' stato fatto fino ad ora e non li si rispetti come civiltà.
    Saddam Hussein e' stato un uomo della CIA.
    L'afghanistan e' stato voluto cosi' dalla CIA (i taliban erano sostenuti contro la russia) una popolazione con 10 anni di signori della guerra.
    Cosi' e' stato pure per il viethnam 20 anni fa.
    I ceceni credo che qualche soldino da qualcuno per rompere le scatole alla russia li prenderanno.
    Se poi qualcuno si incazza beh credo fosse gia' messo in conto, l'importante e' che i soliti noti draghino sempre bene i soldi.
    non+autenticato

  • > I ceceni credo che qualche soldino da qualcuno
    > per rompere le scatole alla russia li
    > prenderanno.

    Non entro nel merito del discorso, volevo solo riprende
    questa affermazione. Spero che tu sia al corrente di cio'
    che i russi hanno fatto ai ceceni..
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > I terroristi ci tolgono la cosa piu'
    > importante, la liberta'!
    > No quella la tolgono i governanti al massimo,
    > specialmente se   hanno interessi da difendere e
    > la scusa buona.

    ma vatti a studiare la storia e l'attualità ragazzino... invece di frequentare solo ed esclusivamente i centri sociali e vedrai... che cosa è il popolo islamico e la sua cultura, e chi toglie davvero la libertà

    VERGOGNATI
    non+autenticato
  • > ma vatti a studiare la storia e l'attualità
    > ragazzino... invece di frequentare solo ed
    > esclusivamente i centri sociali e vedrai... che
    > cosa è il popolo islamico e la sua cultura, e chi
    > toglie davvero la libertà
    >
    > VERGOGNATI

    vergognati tu invece!
    ma di che attualità stai parlando?
    di quella che vedi nel tg5 sicuramente... togliti quelle fette di salame che hai negli occhi e smettila di frequentare i centri commerciali, ne guadagnerai in salute, sopratutto per chi ti sta intorno.


    non+autenticato

  • > Cosi' e' stato pure per il viethnam 20 anni fa.

    Scusami l'ignoranza, cosa è successo in Vietnam nel 1985?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > I terroristi ci tolgono la cosa piu' importante,
    > la liberta'!
    > Raggiungono il loro scopo costringendoci a
    > rinunciare a parte della nostra liberta' pur di
    > arginare i loro attacchi. Ottengono un parziale
    > successo nel demolire il nostro sistema di
    > garanzie e di diritti.

    Spero tu sia consapevole che persone che hanno costituito questo sistema di "garanzie e diritti" sono le stesse che finanziano il terrorismo. Come l'attacco alle torri gemelle mi pare abbia dimostrato, la distruzione rende il sistema solamente più forte: negli anni '50-'60 in america la ribellione fece danni nel "sistema" perchè questa non era un'eventualità non contemplata dal "potere", che ora invece ha imparato a sfruttarla per rafforzarsi.
    La soluzione? anarchia, individualismo: il pesce piccolo non fa gola alla balena che é invogliata dai banchi di migliaia.

    > Questo e' un obiettivo
    > dichiarato del terrorismo islamico, cioe' il
    > terrorismo al momento piu' pericoloso quanto a
    > fondi, capacita' operativa e distribuzione
    > geografica, ma e' anche un obiettivo di tanti
    > piccoli focolai di terrorismo provinciale e
    > regionale, spesso ispirati a teorie massimaliste
    > o religiose dichiaratamente ostili al nostro
    > modello di societa' razionale.

    Capisci che il terrorismo é solo "virtuale"? Dichiarano obiettivii per metterci paura, per creare diffidenza, odio e censura, imbrigliare i pensieri e le parole.... ma di chi é la mano che compie questi atti? la stessa a cui paghi le tue tasse.
    Se ci pensi chi ci governa ha tutto l'interesse a fare di noi delle menti e degli spiriti deboli: la vera arma contro il terrorismo sarebbe spingere noi stessi ad affrontare le nostre paure, semplicemente a salutare o addirittura conoscere tutte quelle persone che incrociamo ogni mattina... siamo circondati da esseri umani che vedono, pensano e sentono come noi ma ci comportiamo come degli esseri solitari, circondati da estranei che non ci considerano o addirittura ci vogliono male... continueremo ad insegnare ai nostri figli a "non accettare le caramelle dagli sconosciuti", inconsapevoli di ricreare un mondo Orwelliano in cui denunceremo il nostro vicino di casa perchè "sospetto" e poi finire denunciati a nostra volta dai nostri stessi figli.

    "Ritengo che, in quanto specie, gli esseri umani ritengano come propria una realtà fatta di miseria e di orrore"
    (Agente Smith)

    Ma chi lo vuole un mondo migliore?
  • Tutte scuse fatte di interessi economici ! Indiavolato
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Tutte scuse fatte di interessi economici ! Indiavolato

    e tu sei il frutto migliore della furba e falsa politica del tuo caro fausto

    che nausea!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Tutte scuse fatte di interessi economici ! Indiavolato
    >
    > e tu sei il frutto migliore della furba e falsa
    > politica del tuo caro fausto
    >
    > che nausea!
    Chi ?
    Vai , vai bello vai a " flammare " da qualche altra parte!
    L'autodeterminazione dei popoli è un diritto , ma le bombe da qualunque parte vengano no!