Gates: ricetta Microsoft contro l'AIDS

Nord e Sud del Mondo sono separati prima di tutto dalle condizioni sanitarie e dalle patologie che la povertà non può sconfiggere. Il chairman Microsoft di nuovo in prima linea

Ginevra - Un'astuta mossa mediatica per rimanere al centro dell'attenzione? Non è sicuramente il caso di Bill Gates, più volte dimostratosi tanto generoso quanto abile a muoversi nel mercato. Durante un summit dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, svoltosi a Ginevra, il fondatore di Microsoft ha annunciato una donazione di 250 milioni di dollari per aiutare i paesi più poveri.

Gli aiuti, sotto forma di finanziamenti per attività di ricerca farmaceutica, saranno coordinati come sempre dalla Bill and Melinda Gates Foundation, l'associazione benefica fondata dai due coniugi che brilla nel vasto universo delle associazioni caritatevoli: dal momento della sua fondazione ha raccolto oltre ventotto miliardi di dollari in aiuti per i bisognosi.

Gates ha ora annunciato che intende dar vita ad un team di scienziati per fermare le epidemie che creano quello che definisce il vero abisso tra nord e sud del Mondo: AIDS, malaria e tubercolosi. Intende così distribuire nuovi farmaci, iniziare programmi di vaccinazione ed attrezzare ospedali negli stati più devastati dalle malattie infettive.
I popoli più poveri, soprattutto in Africa, sono continuamente messi a repentaglio dal disinteresse dei grandi gruppi farmaceutici e dalla mancanza di strutture sanitarie adeguate. L'analisi di Gates è lucida e non nasconde, tuttavia, una strisciante ambivalenza economica: prima di poter colmare il digital divide bisogna creare condizioni sanitarie eccellenti.

"Se riusciamo a migliorare la salute nei paesi poveri, abbiamo buone probabilità di diminuire il boom demografico: questo crea un circolo virtuoso che porterà a generazioni più sane e più istruite", ha dichiarato di fronte ai membri dell'OMS. "Voglio fare come ho fatto con Microsoft", ha proposto durante l'annuncio del progetto, "ed unire le migliori menti per creare prodotti a basso costo che possono effettivamente migliorare le vite di milioni di persone".

T.L.
TAG: microsoft
70 Commenti alla Notizia Gates: ricetta Microsoft contro l'AIDS
Ordina
  • Tutti gli utenti Linux, che qualche soldino devono averlo messo da parte, doneranno 1 euro per i malati in Africa.

    Che dite?
    non+autenticato
  • Caro Larry Ellison, che vuoi essere da meno del citrullo di Redmond? Orsù, dai dai pure tu i 250 milioni di dollari per una causa buona, non sprecarli per quella bagnarola di Oracle che tanto la Americans Cup non la vinci.........



    non+autenticato
  • Quando e' giusto e' giusto.
    Mr. Gates, da questo punto di vista sarebbe un esempio da seguire.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Quando e' giusto e' giusto.
    > Mr. Gates, da questo punto di vista sarebbe un
    > esempio da seguire.
    Ecco,......seguilo te Mr. Gates! ...e affoga con lui.
    non+autenticato

  • E forse periodo di dichiarazione dei redditi?

    Si perche', per chi non lo sapesse la fondazione Gate$ e' un enorme detrattore fiscale.

    In USA la beneficenza e' detraibile per intero dalle tasse.

    In molti casi le donazioni che fa la Micro$oft avvengono sotto forma di licenze di suoi software che non hanno un costo reale per l'azienda.
    L'aberrazione piu' grande, la beffa del mondo dell'informatica e' l'essere riusciti a dare un valore commerciale ad un software. Ossia il permettere di rivendere all'infinito copie e copie della stessa cosa allo stesso costo una volta che si e' prodotto.

    In questo modo la M$ e' riuscita a dare un valore economico al software e darlo in beneficenza sotto forma di un cartoncino ed un fogliettino filigranato messo dentro un preservativo di plastica con su scritto "Licenza d'Uso" e "Non Rivendibile".

    Ovviamente insieme con un set di questi foglietti di carta igienica ci girano giusto un paio di CD, che se ne regalassero migliaia (di CD) costerebbero anche troppo e si vanificherebbe il risparmio.

    Con queste armi la Fondazione Gate$ non solo recupera dalle tasse milioni di $$$, ma ne ottiene un impressionante ritorno di immagine per lavare la coscienza della M$, dei suoi precedenti penali, delle attivita' monopolistiche, dei ricatti ai produttori di PC, i licenziamenti, la distruzione di interi mercati del software, l'inglobamento e il fagocitamento con conseguente ristrutturazione di centinaia di piccole aziende, il sostegno ai brevetti sul software, la corruzione politica e le regalie per vincere appalti e via discorrendo.

    Delle donazioni spesso inutili per coloro che le ricevono proprio perche' a chi le riceve farebbero molto piu' comodo i contanti, e le licenze donate che fanno fare tanta bella figura a M$ sono abilmente di tipo "Non Rivendibile" per impedire che queste tornino nel mercato e facciano concorrenza alle licenze Retail e OEM ufficiali.

    In questo periodo a Micro$oft serve racimolare $$ per un periodo di crisi che sta passando, e riguadagnare in immagine minata dalle recenti porcate sulla sicurezza e il diffuso malcontento nei suoi confronti da parte degli utenti.

    Non importa se la notizia dice:

    "Gli aiuti, sotto forma di finanziamenti per attività di ricerca farmaceutica, saranno coordinati come sempre dalla Bill and Melinda Gates Foundation, l'associazione benefica fondata dai due coniugi che brilla nel vasto universo delle associazioni caritatevoli: dal momento della sua fondazione ha raccolto oltre ventotto miliardi di dollari in aiuti per i bisognosi."

    Primo perche' molti di questi soldi sono stati raccolti e non appartengono a Micro$oft. Poi non sappiamo quanto di suo ci abbia realmente messo M$ e Bill Gate$ personalmente.

    Ma soprattutto, fatte le dovute proporzioni di guadagno e ricchezze personali, alla fine sono stato piu' misericordioso io con 10 euro presi da uno stipendio di 1500 euro al mese, che lui coi suoi 250 milioni (di che e' tutto da vedere), a confronto con la disponibilita' dell'uomo piu' ricco del mondo che vende solo miliardi di copie della stessa cosa.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > In molti casi le donazioni che fa la Micro$oft
    > avvengono sotto forma di licenze di suoi software
    > che non hanno un costo reale per l'azienda.
    > L'aberrazione piu' grande, la beffa del mondo
    > dell'informatica e' l'essere riusciti a dare un
    > valore commerciale ad un software. Ossia il
    > permettere di rivendere all'infinito copie e
    > copie della stessa cosa allo stesso costo una
    > volta che si e' prodotto.
    >

    Anch'io odio il vedere gente che ha i capitali, fa produrre a 2 disgraziati un software fenomenale (magari sfruttandoli o quasi), ne produce milioni di copie e si fa i soldi senza neppure farsi la fatica di distribuirlo, dare assistenza ecc...
    Questo non e' (almeno da quanto ne so') il caso di Microsoft ma e' il caso imo + diffuso.

    Io che campo principalmente di software e pagine web, devo sbattermi a destra e a manca e una volta finito un lavoro devo ri-iniziare da capo. X me l'abuso del copyright e delle royalties fa girare il mondo male... (poi e' solo 1 mia idea, credo non molto condivisa...)


    > Con queste armi la Fondazione Gate$ non solo
    > recupera dalle tasse milioni di $$$, ma ne
    > ottiene un impressionante ritorno di immagine per
    > lavare la coscienza della M$, dei suoi precedenti
    > penali, delle attivita' monopolistiche, dei
    > ricatti ai produttori di PC, i licenziamenti, la
    > distruzione di interi mercati del software,
    > l'inglobamento e il fagocitamento con conseguente
    > ristrutturazione di centinaia di piccole aziende,
    > il sostegno ai brevetti sul software, la
    > corruzione politica e le regalie per vincere
    > appalti e via discorrendo.
    >
    > Delle donazioni spesso inutili per coloro che le
    > ricevono proprio perche' a chi le riceve
    > farebbero molto piu' comodo i contanti, e le
    > licenze donate che fanno fare tanta bella figura
    > a M$ sono abilmente di tipo "Non Rivendibile" per
    > impedire che queste tornino nel mercato e
    > facciano concorrenza alle licenze Retail e OEM
    > ufficiali.
    >
    Come cavolo fai a sapere tutte queste cose???
    6 meglio di Beppe Grillo!!A bocca aperta

    > Primo perche' molti di questi soldi sono stati
    > raccolti e non appartengono a Micro$oft. Poi non
    > sappiamo quanto di suo ci abbia realmente messo
    > M$ e Bill Gate$ personalmente.

    Questo era un dubbio che mi era passato x la testa, ma non ho avuto il coraggio di dirlo cosi' esplicitamente...

    >
    > Ma soprattutto, fatte le dovute proporzioni di
    > guadagno e ricchezze personali, alla fine sono
    > stato piu' misericordioso io con 10 euro presi da
    > uno stipendio di 1500 euro al mese, che lui coi
    > suoi 250 milioni (di che e' tutto da vedere), a
    > confronto con la disponibilita' dell'uomo piu'
    > ricco del mondo che vende solo miliardi di copie
    > della stessa cosa.
    >

    Quoto in pieno. Conosco gente veramente in gamba che lavora duro eppure passa tutto il tempo libero nei camion della Caritas o a fare volontariato del genere e regala quotidianamente diversi soldi a famiglie disgraziate. Questa si' che e' gente che vale. Mi dispiace davvero ma io, dal punto di vista umano, non mi emoziono di fronte alla quantita' ma alla qualita'.

    Ripeto che del fatto che abbia donato un mucchio inenarrabile di soldi non lo dubita nessuno...
  • Ma come?

    Prima dici che Gates lo ha fatto perche' le donazioni sono detraibili (il che significa comunque che poco capisci di fiscalita') e poi dici:

    > Primo perche' molti di questi soldi sono stati
    > raccolti e non appartengono a Micro$oft. Poi non
    > sappiamo quanto di suo ci abbia realmente messo
    > M$ e Bill Gate$ personalmente.

    Mi sembra che tu abbia non poca confusione nella testa...

  • - Scritto da: SyS64738
    > Ma come?
    >
    > Prima dici che Gates lo ha fatto perche' le
    > donazioni sono detraibili (il che significa
    > comunque che poco capisci di fiscalita') e poi
    > dici:
    >
    > > Primo perche' molti di questi soldi sono stati
    > > raccolti e non appartengono a Micro$oft. Poi non
    > > sappiamo quanto di suo ci abbia realmente messo
    > > M$ e Bill Gate$ personalmente.
    >
    > Mi sembra che tu abbia non poca confusione nella
    > testa...

    30 miliardi di $ sono quelli raccolti da varie aziende presumo vengano donati in maniera mirata, ma nessuno potrebbe vietare di prendere questo contante e cambiarlo sotto forma di licenze di software, non dico che cio' avvenga ma sarebbe possibilissimo e lecito, perche' il mercato da ancora alle licenze software un valore reale in denaro.
    Poi 250 milioni si aggiungono ad altri milioni degli anni precedenti.
    Ogni anno Micro$oft fa delle cosiddette "donazioni" a scadenze piu' o meno regolari come detrazione fiscale e come "lavaggio" d'immagine hanno un tempismo perfetto, specie nei periodi di maggior malcontento a causa di virus e problemi dei suoi sistemi operativi.

    Non a caso Bill Gate$ e' stato definito dal nostro Agnoletto il leader del movimento no-global un "falso altruista".

    Se le donazioni avvengono sotto forma di licenze software, che all'azienda non costano nulla se non migliaia di foglietti di licenza su un cartoncino dentro una bustina di plastica, e alcune centinaia di CD, e le detrazioni dalle tasse per le casse di M$ sono in moneta REALE, potrai capire quanto conviene fare questo tipo di beneficenza.

    Per non parlare del ritorno in immagine difficilmente quantificabile, poiche' da solo vale la fiducia di milioni di utenti Winzozz in giro per il mondo che di fronte all'ennesimo aggiornamento forzato invece che migrare magari decidono di rinnovare la fiducia nell'azienda grande benefattrice dei poveri.

    non+autenticato
  • Ripeto che hai molta confusione nella testa.
    A parte il fatto che tu "ipotizzi" che la Microsoft faccia donazioni in licenze software (ma che se ne fanno quelli dell Burundi di 1000 licenze di windows?!?) quindi io ipotizzo che tu stia invece preparando un piano per far esplodere una bomba atomica in un asilo.

    Le ipotesi sono gratuite, danno soddisfazione e sopratutto sono difficili da smontare.

    A parte cio', ripeto che di fiscalita' e detrazioni non capisci un accidente. I soldi che vengono scaricati dalle tasse sono quell iche effettivamente metti a perdita dovuti a cessioni effettive di capitale.

    il resto e' blah blah
  • - Scritto da: SyS64738
    > Ripeto che hai molta confusione nella testa.
    > A parte il fatto che tu "ipotizzi" che la
    > Microsoft faccia donazioni in licenze software
    > (ma che se ne fanno quelli dell Burundi di 1000
    > licenze di windows?!?) quindi io ipotizzo che tu
    > stia invece preparando un piano per far esplodere
    > una bomba atomica in un asilo.
    >
    > Le ipotesi sono gratuite, danno soddisfazione e
    > sopratutto sono difficili da smontare.
    >
    > A parte cio', ripeto che di fiscalita' e
    > detrazioni non capisci un accidente. I soldi che
    > vengono scaricati dalle tasse sono quell iche
    > effettivamente metti a perdita dovuti a cessioni
    > effettive di capitale.
    >
    > il resto e' blah blah
    Ripubblico:

    Ciao,
    spesso torna questa cosa del Bill Gates anima candida, buono dolce e gentile.

    Purtroppo la realta' e' ben altra: prima dei suoi guai giudiziari, nonostante le sue immense ricchezze, NON DONAVA UN QUARTO DI DOLLARO.
    Anzi, era diventato particolarmente famoso per questo.

    Il cambio di rotta e' avvenuto con i guai giudiziari, su suggerimento dei suoi "curatori di immagine": stava facendo una pessima figura, visto che rifiutava anche gli inviti a donare da parte di importanti figure del jet-set internazionale....
    C'e' da dire che la manovra sta riuscendo perfettamente, visto che sta ottenendo l' "onore delle armi" anche da chi lo detesta. E tutto semplicemente investendo una piccola somma (per lui, ovviamente). Direi che funziona piu' della pessima pubblicita' dei dinosauri... che orrore!

    Cosi'... si e' assistito all'aumento di capitali donati ogni volta che gli attacchi legali alla societa' e al suo monopolio aumentano.

    Inoltre era stato attaccato anche sugli obiettivi delle prime donazioni: all'alba di questo "cambio di rotta", spesso le donazioni consistevano in forniture di software x biblioteche/enti pubblici/associazioni no-profit. Una beneficenza interessata, insomma.

    Direi che il piano non e' cambiato: l'Unione Europea sta procedendo contro di lui, dunque lui pubblicizza la sua bonta', passando dall' "oppressore" all' "oppresso". Povero!!!

    Beh, a questo punto direi: FORZA GIUDICI!!!!
    FORZA UE!!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Purtroppo la realta' e' ben altra: prima dei suoi
    > guai giudiziari, nonostante le sue immense
    > ricchezze, NON DONAVA UN QUARTO DI DOLLARO.
    > Anzi, era diventato particolarmente famoso per
    > questo.
    >
    > Il cambio di rotta e' avvenuto con i guai
    > giudiziari, su suggerimento dei suoi "curatori di
    > immagine": stava facendo una pessima figura,
    > visto che rifiutava anche gli inviti a donare da
    > parte di importanti figure del jet-set
    > internazionale....


    Dalle mie parti c'e' un detto: "chi nasce tondo non puo' morire quadrato".
    Che l'uomo piu' ricco della terra fosse anche il piu' tirchio era risaputo.
    Ma che un tirchio potesse diventare d'un tratto altruista e' cosa proprio difficile...

    Ecco perche' e' definito un "falso altruista", non e' un altruismo disinteressato.



    non+autenticato

  • - Scritto da: SyS64738

    > Le ipotesi sono gratuite, danno soddisfazione e
    > sopratutto sono difficili da smontare.

    Beh a parte che di testimonianze piu' o meno ufficiali ce ne sono parecchie anche di scuole ed onlus del terzo mondo o delle stesse associazioni no-profit americane ed europee che hanno ricevuto di questo tipo di donazioni...

    > A parte cio', ripeto che di fiscalita' e
    > detrazioni non capisci un accidente. I soldi che
    > vengono scaricati dalle tasse sono quell iche
    > effettivamente metti a perdita dovuti a cessioni
    > effettive di capitale.
    >
    > il resto e' blah blah

    Non e' vero, perche' le donazioni possono avvenire in denaro ma anche in beni.
    Il software che Micro$oft dona viene valorizzato allo stesso prezzo di un generico contratto di fornitura alla distribuzione.
    Quindi come una licenza OEM equiparabile a circa $60-$70 per un XP Home Edition.

    non+autenticato
  • Le donazioni in beni ti abbassano il magazzino ma non ti abbassano gli utili.
    Continua a occuparti di informatica che ti riesce meglio
    non+autenticato
  • Ce ne fossero...

    persone che danno un impulso all'economia e allo sviluppo tecnico-mediatico-scientifico,
    ma soprattutto persone che oltre a guardare il proprio ombelico, si prefiggono il bene comune (non solo del proprio gruppo, ma di tutti, in particolare di coloro che hanno maggiore necessità.

    E i detrattori, i dietrologi... forse non hanno le medesime motivazioni


  • - Scritto da: u211155
    > Ce ne fossero...
    , i dietrologi...

    te devi sicuramete essere un esperto di DIETRO.....LOGIE......
    PERNACCHIONE PRETORIANO!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)