La Internet colpevole

Ne parla un lettore che, dietro a servizi sulla criminalità che prospera in Internet vede un tentativo di delegittimazione della rete a favore dei media tradizionali

Roma - Salve, ho un'azienda fornitrice di servizi web, le scrivo per esprimere la preoccupazione riguardo alle notizie che il tg2 delle 13, in data odierna, ha trasmesso come primo servizio (anche il TG1, ma non come prima notizia).

Il servizio in questione riporta il fenomeno della pedofilia, purtroppo incontrollabile fenomeno, se non in alcune azioni giudiziarie, che condivido pienamente.

Quasi tutti i giorni sui giornali e sulle televisioni, vengono riportate notizie a caratteri cubitali, in modo di porre più attenzione, che riguardano il "brutto mondo" di Internet, riferito esclusivamente alle truffe e alla pedofilia, compiute da "persone insospettabili" (tanto per creare ancor di più diffidenza), senza contare che in questo modo danneggiano anche gli onesti, che attraverso Internet affidano le loro idee ed esperienza, cercando di portare il miglior servizio possibile verso chi utilizza il Web.
I pedofili, le truffe, sono conseguenze di una parte di mentalità umana, infatti ricordo che fino a quando non esisteva Internet i pedofili li trovavano davanti ad alcune scuole, in alcune piscine e nei luoghi normalmente frequentati dai soggetti offesi, quindi Internet non è che un mezzo utilizzato per raggiungere questi scopi, non è possibile continuare con queste informazioni "guidate", non è Internet il pedofilo, è meglio educare i nostri figli ad una maggiore attenzione, il che fa comodo anche quando sono fuori casa.

Questa "deterrenza" proviene ovviamente da tutte le altre forme di informazione, giornali & televisione, presumo, acerrimi nemici di Internet, che nessuno difende, infatti le migliaia di posti di lavoro, le continue ricerche di personale specializzato delle aziende, le informazioni che possiamo trovare in un attimo, non vengono mai evidenziate.
Non sarà che questa "deterrenza" è fatta apposta per denigrare Internet per poi continuare ad offrire le informazioni (monopolizzate) a pagamento?

Se internet prende piede, che fine fanno i giornalisti, i cronisti etc etc? Se le opinioni e proteste delle persone, vengono rese pubbliche, che fine farà la politica? Esagero?

Cordiali saluti
Alessandro P.

Gentile Alessandro
ciò di cui parli non è una novità: da molti anni purtroppo certa informazione sembra parlare dei crimini commessi "a mezzo Internet" come fatti di cui è in qualche modo responsabile la rete stessa. E per anni Punto Informatico ha segnalato questa tendenza. Le conseguenze di questo atteggiamento sono tangibili: sfiducia nelle promesse della rete, dalla libera circolazione delle idee ai nuovi modelli di condivisione della cultura, ma anche in questioni chiave per lo sviluppo, come l'e-commerce, anche quando realizzato con tutti i crismi dell'affidabilità e della sicurezza, o come l'informazione online, dai blog ai notiziari professionali o, ancora, come i servizi Internet di cui lei, come moltissimi altri, ha fatto una professione.
Non credo si tratti di "complotto" quanto invece di ignoranza delle cose della rete, diffusa ancora oggi in ogni ambiente, da quello giornalistico a quello politico. Per fortuna non sempre e non tutto è così: accanto a servizi "informativi" come quello che lei cita c'è anche chi produce nei media tradizionali informazione attenta e rigorosa attorno alla rete. E questo accade anche nella politica. C'è solo da sperare che, con il tempo, i pregiudizi che circondano Internet siano superati nei fatti dalle grandi opportunità che la rete rappresenta.
A presto, Paolo De Andreis
63 Commenti alla Notizia La Internet colpevole
Ordina
  • Ieri mattina ero in mare in Versilia, facevo delle fotografie ad un gruppo di ragazzi e ragazze in mezzo alle onde con i loro serf.
    Dopo pochi minuti ero circondato da alcune persone che mi indicavano e parlottavano, dopo poco arriva il bagnino che mi intima di non fare foto altrimenti mi avrebbe spaccato la macchina, non mi resta che andarmene...qualcuno mi ha urlato "pedofilo".
    Come se fare una foto dove sono raggruppate + persone,   con l'acqua che ti arriva alle spalle sia cosa pedofila.
    Vadano a fare in culo i giornali e le televisioni di chi sfrutta la gente per fare male ad altra gente.
    Giornalisti allarmisti, spero che un giorno possiate morire voi di fame, visto che per lo stipendio, quindi per soldi, fate male ad altre persone.
  • Salve gente;
    Mi chiamo Gio e sono di Modena, il 2 dicembre del 2004 alle 06 del mattino, ho ricevuto la visita della guardia di finanza nella mia abitazione, per quanto professionali e competenti quelli del nucleo tecnologico di Roma, hanno fatto un putiferio, avendo in casa 4 pc per un totale di 1000 gb e circa 2000 cd di vario genere, si sono trovati davanti ad un incognita, cosa fare?:"per sicurezza portiamo via tutto" e cosi anno fatto, ecco perché nella immancabile conferenza stampa del PM, si registrava l?enorme mole di materiale sequestrato, si sono portati via anche la mia machina fotografica a pellicola e una serie di negativi di famiglia, compresa tutta la collezione di VHS walt disney di mio figlio,.
    Passiamo ai fatti:
    nel decreto di perquisizione c'era scritto che l'indagine partita nel febbraio del 2003 mi si accusava di aver sharato tramite kazaa il materiale vietato,da qui le accuse con Art. 600 ter e quater.
    rimanendo scettico sull'accusa ma probabile visto il funzionamento dei programmi p2p, dopo la loro uscita di casa mi sono recato dal mio avvocato e abbiamo valutato la situazione.
    premetto che per sharare uso principalmente dc++ per lo piu vecchi film e mp3, ma non nascondo anche qualche gioco e qualche film, Utilizzando kazaa solo per scaricare AIME'' file porno, in particolare dei siti "bang bus" e "teen for cash" "8th street" "cum fiesta" ai cui si accede con password. siti a mio avviso e a quello del mio avvocato legali,( visitate i siti per controllare) naturalmente visto il funzionamento del programma e abbastanza probabile scaricare visto le chiavi di ricerca (teen, sex, pregnant, mom, Mature, ecc.) anche del materiale vietato , (sfido chiunque a dire di non averne mai incontrato) ., infatti una volta controllato i file scaricati provvedo a cancellare quello non interessante e vietato.
    Ora premettiamo il fatto che quando scarichi con l'adsl avvolte lasci il pc acceso anche per giorni continuando a scaricare, probabile che fino a quando non vai a controllare il materiale scaricato puoi sharare qualsiasi file scaricato,anche vietato, ( provare per credere) basta che la Guardia di finanza scarica da te con una chiave di ricerca attinente al pedoporno, riscontrare dei file vietati sul tuo pc in quel momento rilevare l'IP ed il gioco è fatto. da questo momento si richiede al provider a chi risale l'IP e mettere il tuo nome e il tuo nik in una lista nera,. Appena la lista e abbastanza piena scattano le perquisizioni, se nelle operazioni sugli hard disk sono conservati file vietati, eccoti l'incriminazione sull'art 600. Ma faccio notare che l?operazione è partita nel 2003, e in 2 anni chi usa il pc per sharare, provare, giochi e programmi ,minimo avrà formattato il pc 4 volte.

    Fortunatamente sul mio pc non c'era materiale pedofilo ma solo dire qualche file porno ambiguo su qualche diciottenne che può o non essere, ma naturalmente uno che scarica di tutto e probabile che sia stato ritrovato qualche file vietato.
    Da qui incomincia il mio calvario, per gestire la causa il mio avvocato ha voluto 4000 ?uro, (anche perché quello di ufficio me ne ha chiesto 3.500 ?. ) per il disbrigo pratiche . Si solo per quello perché dopo 3 mesi mi hanno restituito tutto il materiale e l?accusa a mio nome e decaduta, con la motivazione che il fatto non costituisce reato. Quindi sono uscito fuori STRAPULITO.
    Pulito?
    NO
    Il 20 marzo , dopo una settimana che mi avevano restituito i pc, alle 06 del mattino si presentano i Carabinieri, con un mandato di perquisizione della procura di Aqui Terme, con l?accusa di aver divulgato materiale pedofilo, tramite WinMx il 3 febbraio del 2003, Praticamente appena uscito da una causa ne sono entrato in altra, appena riavuto i miei pc se li sono riportati, a nulla è servita la documentazione di tutto quello precedente,.
    Adesso mi sto organizzando per trovare altri ? 4000 , per il mio avvocato.
    Ragazzi attenti per megalomania di qualche PM rischiamo tutti un procedimento come il mio
    Sono a vostra disposizione per dare tutte le delucidazioni e spiegazioni su quello che mi è capitato
    non+autenticato
  • Prima versione:

    Internet un tempo era una novita`, e come tale veniva dipinta come qualcosa di innovativo, stimolante: doveva essere pubblicizzata perche` tutti la conoscessero, per dare una giusta opportunita` a questa nuove tecnologia. Ma tutte le novita`, col tempo, invecchiano, ed oggi tutti, pressappoco, sanno cos'e` e come funziona. Da che mondo e` mondo i TG non sono innamorati delle belle notizie, e con internet non succede nulla di diverso dalla norma: le notizie di crimini e abusi generano piu` attenzione nel pubblico, e vengono privilegiate.

    Seconda versione:

    Finche` la limitata diffusione di internet non la metteva in grado di insidiare i media tradizionali, specialmente televisivi e cartacei, i media stessi non avevano interesse a screditarla. Ma col tempo hanno cominciato a sentirsi minacciati, ed e` per questo che non perdono l'occasione di sottolinearne i lati negativi, in modo da inculcare nella testa di chi ancora non la conoscesse, la convinzione che sia davvero un postaccio, mentre i presunti miracoli dal DTT vengono pubblicizzati a destra e a sinistra.

    Io credo alla seconda, ma non saprei con che argomentazioni, e/o prove, smontare la prima.

    Sono pero` certo di una cosa: non considero seriamente il sito di un'organizzazione se non e` presente un forum, una sezione commenti, o altro canale di discussione, a cui si possa partecipare senza scaricare nulla, senza registrarsi con dati anagrafici, senza pagare, e con al massimo un minimo di interventi di moderazione.

    Oltre a milioni (letteralmente) di altri vantaggi, e` principalmente questo che per me fa molta differenza: la TV insegna solo ad ascoltare e tacere, e se un tempo questa era la sola cosa possibile, ad oggi e` del tutto anacronistica.
    non+autenticato
  • Hanno fatto un intero servizio per difendere la Tv dalle accuse piovutele contro dopo l'omicidio di Lecco, da p arte della mamma che voleva fare la velina.
    Invece MAI una sola virgola in favore di internet, che viene usata sempre a parlare di pedofili, pirati, furti telematici...Triste
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Hanno fatto un intero servizio per difendere la
    > Tv dalle accuse piovutele contro dopo l'omicidio
    > di Lecco, da p arte della mamma che voleva fare
    > la velina.
    > Invece MAI una sola virgola in favore di
    > internet, che viene usata sempre a parlare di
    > pedofili, pirati, furti telematici...Triste

    l'ho visto anch'io il servizio, penoso !
    non+autenticato
  • ...c'era il proibizionismo e ci si lamentava di questo. Crollò su se stesso aiutato da chi voleva la libertà. Adesso c'è libertà allo stato puro e ci si lamenta perchè ce ne è troppa. Siamo umani, ci lamentiamo sempre di quello che abbiamo voluto. Purtroppo chi se ne approfitta sta sempre più in alto, vede chi si lamenta sta in basso e gli "offre a modo suo" quello che vuole. Risultato ?? Secondo me era meglio quando c'era il proibizionismo.....e non politicizzatemi, la mia è solo un'osservazione da chi sta in basso.

    Paolo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ...c'era il proibizionismo e ci si lamentava di
    > questo. Crollò su se stesso aiutato da chi voleva
    > la libertà. Adesso c'è libertà allo stato puro e
    > ci si lamenta perchè ce ne è troppa. Siamo umani,
    > ci lamentiamo sempre di quello che abbiamo
    > voluto. Purtroppo chi se ne approfitta sta sempre
    > più in alto, vede chi si lamenta sta in basso e
    > gli "offre a modo suo" quello che vuole.
    > Risultato ?? Secondo me era meglio quando c'era
    > il proibizionismo.....e non politicizzatemi, la
    > mia è solo un'osservazione da chi sta in basso.

    Scusa dov'è che avremmo tutte queste libertà adesso?

    Cercano di vietare il p2p, la gangia è vietata, per TV è vietato parlare di certi argomenti, i film sono sempre più censurati, una buona legge contro il fumo rende però quasi impossibile aprire salette per fumatori che devono così fumare sotto la grandine, non si può può fare ricerca sugli embrioni, l'aborto farmaceutico è vietato, per un mp3 ti danno quattro anni di galera, fra un po' metteranno in galera anche chi fuma mezzo spinello, se uno ha la ragazza in un paese extracomunitario non riesce a farla venire qui nemmeno per turismo e nemmeno garantendo per tutto, stavano per mettere in galera chi si limitava a fare solo dei disegni o a vedere ragazze maggiorenni che sembrano più giovani, non si può più donare e ricevere sperma al di fuori della coppia, censurano i cartoni per TV, è vietato farsi la pensione solo privatamente, è vietato stare in spiaggia di sera con gli amici, a Bologna non si può più bersi una birra fuori da un locale, se sei omosessuale o convivi e la'ltro ha una malattia terminale non puoi andarlo a trovare in ospedale se i parenti non vogliono, non si possono fare i contratti prematrimoniali, per il divorzio è vietato aspettare solo un anno di separazione come nel resto del mondo ma ne devi aspettare addirittura tre, se un extracomunitario trova un lavoro in Italia non può venire perché deve aspettare le quote e sperare di finirci dentro a fortuna, la Polizia Postale ha il permssso di violare la tua privacy casalinga anche solo per vedere se stai scaricando un film, la prostituzione privata e consenziente sembra permessa ma in realtà è un illecito..........
    Devo continuare?
    Mi sembra di vivere in Cina!
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ...c'era il proibizionismo e ci si lamentava di
    > > questo. Crollò su se stesso aiutato da chi
    > voleva
    > > la libertà. Adesso c'è libertà allo stato puro e
    > > ci si lamenta perchè ce ne è troppa. Siamo
    > umani,
    > > ci lamentiamo sempre di quello che abbiamo
    > > voluto. Purtroppo chi se ne approfitta sta
    > sempre
    > > più in alto, vede chi si lamenta sta in basso e
    > > gli "offre a modo suo" quello che vuole.
    > > Risultato ?? Secondo me era meglio quando c'era
    > > il proibizionismo.....e non politicizzatemi, la
    > > mia è solo un'osservazione da chi sta in basso.
    >
    > Scusa dov'è che avremmo tutte queste libertà
    > adesso?
    >
    > Cercano di vietare il p2p, la gangia è vietata,
    > per TV è vietato parlare di certi argomenti, i
    > film sono sempre più censurati, una buona legge
    > contro il fumo rende però quasi impossibile
    > aprire salette per fumatori che devono così
    > fumare sotto la grandine, non si può può fare
    > ricerca sugli embrioni, l'aborto farmaceutico è
    > vietato, per un mp3 ti danno quattro anni di
    > galera, fra un po' metteranno in galera anche chi
    > fuma mezzo spinello, se uno ha la ragazza in un
    > paese extracomunitario non riesce a farla venire
    > qui nemmeno per turismo e nemmeno garantendo per
    > tutto, stavano per mettere in galera chi si
    > limitava a fare solo dei disegni o a vedere
    > ragazze maggiorenni che sembrano più giovani, non
    > si può più donare e ricevere sperma al di fuori
    > della coppia, censurano i cartoni per TV, è
    > vietato farsi la pensione solo privatamente, è
    > vietato stare in spiaggia di sera con gli amici,
    > a Bologna non si può più bersi una birra fuori da
    > un locale, se sei omosessuale o convivi e la'ltro
    > ha una malattia terminale non puoi andarlo a
    > trovare in ospedale se i parenti non vogliono,
    > non si possono fare i contratti prematrimoniali,
    > per il divorzio è vietato aspettare solo un anno
    > di separazione come nel resto del mondo ma ne
    > devi aspettare addirittura tre, se un
    > extracomunitario trova un lavoro in Italia non
    > può venire perché deve aspettare le quote e
    > sperare di finirci dentro a fortuna, la Polizia
    > Postale ha il permssso di violare la tua privacy
    > casalinga anche solo per vedere se stai
    > scaricando un film, la prostituzione privata e
    > consenziente sembra permessa ma in realtà è un
    > illecito..........
    > Devo continuare?
    > Mi sembra di vivere in Cina!
    Sì ed io sono comunistaIndiavolato !
    Non c'è neanche bisogno di vivere in Cina per vedere le schifezze di questo capitalismo liberista e plutocratico; non è che ce l'abbia contro il capitalismo ,ma dal modo con cui viene concepito! Anonimo
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)