British Airways vuole gli RFID sui bagagli

La compagnia aerea anglosassone spinge per l'adozione della tecnologia RFID che, a suo dire, potrebbe fargli risparmiare più di 700 milioni di dollari

Londra - La Radio Frequency Identification (RFID) potrebbe essere veramente la tecnologia che rivoluzionerà la logistica. Le piccole tessere con chip integrato in grado di comunicare costantemente con le centrali di controllo e i palmari non solo permetteranno una localizzazione immediata di ogni oggetto, ma anche il loro costante monitoraggio. Le compagnie aree, le grandi reti di distribuzione, i centri commerciali ci stanno pensando da tempo, ma solo adesso il salto sembra possibile. Il costo di ogni singolo chip è ormai bassissimo, e più aumenteranno gli ordini più ci si avvicinerà alla soglia dei pochi centesimi di dollaro.

British Airways ha dichiarato che l'adozione di questa tecnologia le permetterebbe di risparmiare almeno 400 milioni di sterline (circa 729 milioni di dollari). Questa è l'incredibile cifra che la compagnia anglosassone ha sborsato per risarcire lo smarrimento dei bagagli.

Rod Eddington, CEO di BA, sta facendo di tutto per convincere l'International Air Trade Association (IATA) ad approvare l'utilizzo della tecnologia RFID in ambito aeroportuale.
BA perde circa 18 bagagli per ogni 1000 che gestisce, e paga gli sventurati clienti una media di 55 sterline (circa 100 dollari) per pezzo. Utilizzando la tecnologia RFID questa voce dovrebbe scendere a zero. Certamente potrebbe essere l'ultima spiaggia per la società anglosassone, che nel 2004 ha perso quasi 11 mila bagagli a causa di numerosi scioperi.

Inoltre l'idea sembra essere quella di inserire le schedine all'interno del bagaglio, più che attaccarle esternamente. Il sistema, infatti, permette la comunicazione wireless senza il bisogno di una linea di vista e anche attraverso i materiali.

La SITA, azienda leader nella fornitura di soluzioni informatiche e di telecomunicazione per il settore aereo, sostiene che l'ampio utilizzo di RFID permetterebbe alle compagnie un risparmio globale di circa un miliardo di dollari.

Dario d'Elia
TAG: 
18 Commenti alla Notizia British Airways vuole gli RFID sui bagagli
Ordina
  • ...BA has previously been reluctant to consider full-scale implementation [degli RFID]. However, the airline suffered a high-profile baggage disaster last year when 11,000 bags were lost following strikes...

    da: http://zdnet.com.au/news/hardware/0,2000061702,391...

    Il problema pare essere che 11.000 bagagli sono stati persi l'anno scorso in seguito a scioperi e non che sono stati persi 11.000 bagagli.
    non+autenticato
  • Articolo scritto coi piedi (senza offesa) per dire che non è stata usata molto la testa.

    British Airways nel 2004 ha perso 18 bagagli ogni mille e ne ha perso quasi 11000. Vuol dire che nel 2004 ne ha trasportati circa 611000.
    Ora 611000/365=1673 bagagli trasportati ogni giorno.
    Ammesso che ogni persona porti un solo bagaglio e che la media di persone su un aereo sia 100:
    1673/100=16,7 voli al giorno
    e se la media di persone su un aereo è 50:
    1673/50=33,4 voli al giorno
    British airways fa solo 34 voli al giorno?

    Credo che le notizie le dovrebbe controllare chi le scrive e non chi le legge.
    Altrimenti chi scrive (Dario D'elia) e il direttore De Andreis perdono di credibilità.
    non+autenticato
  • carissimo... ah scusa non so neanche il tuo nome
    1) la fonte è autorevole
    2) prima di addormentarti con la calcolatrice in mano forse dovresti considerare i dati. Gli 11000 bagagli persi nel 2004 sono quelli gestiti PERSONALMENTE dalla compagnia... mai sentito parlare di appalti?

    a questo punto il castello di critiche dovrebbe crollare, o no? Sicuramente no, aspettiamo con ansia la prossima contestazione A bocca aperta

  • > - Scritto da: starlette
    > carissimo... ah scusa non so neanche il tuo nome
    > 1) la fonte è autorevole

    Magari è la traduzione che è scarsa

    > 2) prima di addormentarti con la calcolatrice in
    > mano forse dovresti considerare i dati. Gli 11000
    > bagagli persi nel 2004 sono quelli gestiti
    > PERSONALMENTE dalla compagnia... mai sentito
    > parlare di appalti?

    Il problema pare essere che 11.000 bagagli sono stati persi l'anno scorso in seguito a scioperi e non che sono stati persi 11.000 bagagli.

    fonte: http://zdnet.com.au/news/hardware/0,2000061702,391...
    ...BA has previously been reluctant to consider full-scale implementation [degli RFID]. However, the airline suffered a high-profile baggage disaster last year when 11,000 bags were lost following strikes...


    > a questo punto il castello di critiche dovrebbe
    > crollare, o no? Sicuramente no, aspettiamo con
    > ansia la prossima contestazione A bocca aperta

    eccoti accontentato
    non+autenticato

  • la mia fonte s'è mangiata i following strikes...

    i tuoi numeri erano comunque sballati, perchè partivano dall'assunto che BA gestisse in proprio tutti i bagagli, anche se nella news era specificato il contrario.

    comunque ben accette le critiche che possano migliorare il servizio. A bocca aperta





  • > - Scritto da: starlette
    >
    > la mia fonte s'è mangiata i following strikes...

    Ho citato la mia fonte.
    Puoi citarmi la tua?
    non+autenticato
  • - Scritto da anonimo

    > > - Scritto da: starlette
    > >
    > > la mia fonte s'è mangiata i following strikes...
    >
    > Ho citato la mia fonte.
    > Puoi citarmi la tua?

    Ripeto, se vuoi continuare il confronto mi dovresti
    citare la tua fonte.

    Ciao!
    non+autenticato
  • ho il diritto di non citarla ancor di + se ha sbagliato, prendo ovviamente io la responsabilità

    non verrà + utilizzata per reperire notizie, grazie della segnalazione


  • Non per pignoleria, ma se la BA perde 400 milioni di sterline all'anno, e paga 55 sterline mediamente a bagaglio, viene che i bagagli persi all'anno sono oltre 7 milioni di pezzi (che e' una cifra impressionante Deluso ) e non 11mila come scritto nell'articolo (che per il traffico gestito da una compagnia come la BA sarebbe una cifra estremamente bassa). Forse si voleva scrivere 11 milioni di bagagli?
    Ciao.
    pjt
    378
  • probabilmente sono numeri un pò accomodati.
    anche 18 bagagli su mille sembra troppo, forse volevano dire ogni mille voli si perdono 18 bagagli (almeno spero)
    yuptost
    non+autenticato

  • - Scritto da: pjt
    > Non per pignoleria, ma se la BA perde 400 milioni
    > di sterline all'anno, e paga 55 sterline
    > mediamente a bagaglio, viene che i bagagli persi
    > all'anno sono oltre 7 milioni di pezzi (che e'
    > una cifra impressionante Deluso ) e non 11mila come
    > scritto nell'articolo (che per il traffico
    > gestito da una compagnia come la BA sarebbe una
    > cifra estremamente bassa). Forse si voleva
    > scrivere 11 milioni di bagagli?
    > Ciao.

    Per forza non tornano: innanzi tutto hai sbagliaot la divisione e poi equipari perdita a rimborso.

    Tu hai fatto 4.000.000/55 = 72.727
    Quindi innanzi tutto si parla di 72 MILA e non 7 milioni.

    In secondo luogo questo 72mila differisce dagli 11mila bagagli dichiarati perche' tu consideri SOLO il mero rimborso, ma una pratica di rimborso, lo stipendio annuale di impiegati costretti a seguire esclusivamente questo problema e le pratiche, il controllo e l'aggiornamento del personale, il tutto gonfia le perdite.

    Quindi la BA PAGA 55 solo di rimborso, ma PERDE molto di piu': oltre alle gia' citate spese indotte, se per esempio un tot di clienti rinuncia a volare con BA a causa della cattiva fama sui bagagli, anch'essa e' una perdita.

    Quindi potremmo ricavare anche il prezzo medio di costo per la BA per ogni collo perso: 4.000.000/11.000=363,64 sterline, di cui 55 vanno in rimborso.
    non+autenticato
  • > Per forza non tornano: innanzi tutto hai
    > sbagliaot la divisione e poi equipari perdita a
    > rimborso.
    >
    > Tu hai fatto 4.000.000/55 = 72.727
    > Quindi innanzi tutto si parla di 72 MILA e non 7
    > milioni.

    L'articolo parla di 400 milioni, non 4.
  • Ma anche una scimmia riuscirebbe a fare un lavoro migliore... Arrabbiato

  • - Scritto da: Palla
    > Ma anche una scimmia riuscirebbe a fare un lavoro
    > migliore... Arrabbiato

    E' anche questione di ladri fra il personale. Mai passato da Bergamo (anche se forse non ci vola la BA)?
  • credete ancora alla storia ke i bagagli si PERDONO ?!?!!?

    se li sgraffignianooooo !!! MALPENSA DOCET
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > credete ancora alla storia ke i bagagli si
    > PERDONO ?!?!!?

    Ma certo, uno per sbaglio li mette su un aereo sbagliato, finiscono a Toronto dove c'e' la festa del bagaglio e tutti credono che sia un dono per la festa cittadina. E' facilissimo e puo' accadere a chiunque.

    Comunque e' ovvio che un bagaglio scomparso venga dichiarato perduto, non rubato, fino a prova contraria, e cosi' e' corretto chiamarli. Che sia lecito sospettare furti, non cambia il fatto che siano perduti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > credete ancora alla storia ke i bagagli si
    > > PERDONO ?!?!!?
    >
    > Ma certo, uno per sbaglio li mette su un aereo
    > sbagliato, finiscono a Toronto ...
    >
    > Comunque e' ovvio che un bagaglio scomparso venga
    > dichiarato perduto, non rubato, fino a prova
    > contraria,...

    be' allora ha ragione l'altro: sai dove se l'attaccano l' RFID i ladri di bagagli...
    e se il problema e' come dici te lo smarrimento x smistamento errato allora bisogna spendere x organizzare meglio il sistema di smistamento e sinceramente non ho mai capito che cacchio di difficolta' ci sia oggigiorno ad automatizzare l'inoltro dei bagagli sull'aereo giusto
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > credete ancora alla storia ke i bagagli si
    > > > PERDONO ?!?!!?
    > >
    > > Ma certo, uno per sbaglio li mette su un aereo
    > > sbagliato, finiscono a Toronto ...
    > >
    > > Comunque e' ovvio che un bagaglio scomparso
    > venga
    > > dichiarato perduto, non rubato, fino a prova
    > > contraria,...
    >
    > be' allora ha ragione l'altro: sai dove se
    > l'attaccano l' RFID i ladri di bagagli...

    Chiariamo: un bagaglio, anche rubato, e' definito perduto, perche' non si ha la certezza che sia stato rubato, mentre si ha la certezza che sia perduto.
    perduto

    "Perduto"
    part. pass. di perdere, agg.
    1 riferito a cosa, che non è più in possesso, perché sottratto, smarrito, scomparso.

    > e se il problema e' come dici te lo smarrimento x
    > smistamento errato

    Non ho mai detto che il problema sia lo smarrimento per lo smistamento errato, quello di Toronto era una battuta non un esempio; hai mai sentito parlare di una "Festa del bagaglio di Toronto"?

    La verita' e' che ci sono i ladri e anche tanti.
    Piu' chiaro adesso?
    non+autenticato