Nascono sopra la tastiera

Sono piccoli, hanno tre, quattro o cinque anni, imparano a usare il PC prima di imparare a leggere, considerano il digitale e Internet alla stregua del mondo fisico. Sono soprattutto americani

Washington (USA) - Esistono hacker in tutte le famiglie: i bambini, spinti da una innata curiosità e passione per tutto ciò che è affascinante. E cosa c'è di più affascinante, per un bimbo, se non innumerevoli tasti da schiacciare e coloratissime immagini da vedere? Non c'è quindi da stupirsi leggendo i risultati dell'ultimo studio condotto dal Ministero per l'Educazione degli USA: l'attuale generazione di giovani americani ha la tecnologia nel sangue.

Non sanno ancora leggere, ma utilizzano il computer e la connessione ad Internet per guardare cartoni animati e seguire lezioni interattive online. Un fenomeno che coinvolge addirittura il 23% dei piccoli d'età compresa tra i 3 ed i 5 anni, tanto che il governo di Washington ne ha immediatamente approfittato per ribadire l'importanza delle piattaforme informatiche nei processi didattici. Utilizzando i servizi messi a disposizione da appositi siti web, i piccoli informatici possono esercitarsi nel riconoscere le lettere dell'alfabeto, imparare i fondamenti della logica e le basi della calligrafia. L'indagine ha messo in evidenza che circa l'80% dei bambini in età da asilo riesce complessivamente a destreggiarsi con mouse e tastiera sia in famiglia che a scuola, essendoci entrato in contatto a partire dal terzo anno di età.

I più piccoli, secondo la ricerca statunitense, sembrano aver sviluppato una sorta di istinto naturale per l'alta tecnologia. Un fenomeno dovuto all'ubiquità del digitale: una responsabile del Ministero dell'Educazione, Susan Patrick, spiega il fenomeno dicendo che "i bambini non riescono a discernere la differenza tra lezioni frontali ed Internet, perché sono nati nell'età dell'informatica e percepiscono queste tecnologie come parte integrante della loro esistenza".
Questo insolito istinto, coltivato da un accurato programma nazionale di alfabetizzazione informatica, è così uno dei tanti effetti scaturiti dalla larghissima diffusione di informatica ed Internet: oltre l'80% delle case americane è dotato di un PC connesso alla Rete, mentre in tutte le scuole del paese c'è un computer ogni cinque alunni. L'uso di tecnologie informatiche coinvolge addirittura il 97% degli studenti americani al momento della scuola superiore. Cifre che fanno riflettere, specialmente perché noi italiani rimaniamo indietro anche in questo caso: il 40% degli studenti italiani oltre i 14 anni non utilizza mai nè computer nè Internet (fonte: Federcomin-ANIE).

Tommaso Lombardi
TAG: 
38 Commenti alla Notizia Nascono sopra la tastiera
Ordina

  • hanno perso Gli anni 80

    e la nascita dei micro e degli os per micros ..

    ora hanno poche scelte e poco su cui studiare veramente ....

    hanno solo linux su cui sgrugnarsi per imparare come funzionano queste maledette macchine ...
    e la maggior parte di loro non lo considera   nemmeno ...
    tropppo impegnati a usare pappa pronta a caro prezzo ...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > hanno perso Gli anni 80
    >
    > e la nascita dei micro e degli os per micros ..
    >
    > ora hanno poche scelte e poco su cui studiare
    > veramente ....
    >
    > hanno solo linux su cui sgrugnarsi per imparare
    > come funzionano queste maledette macchine ...
    > e la maggior parte di loro non lo considera
    > nemmeno ...
    > tropppo impegnati a usare pappa pronta a caro
    > prezzo ...
    >

    Tutte le future generazioni si perderanno gli anni 80, ma non vedo di cosa si dovrebbero rammaricare
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo

    > > hanno perso Gli anni 80
    > > e la nascita dei micro e degli os per micros ..
    > > ora hanno poche scelte e poco su cui studiare
    > > veramente ....

    > > hanno solo linux su cui sgrugnarsi per imparare
    > > come funzionano queste maledette macchine ...
    > > e la maggior parte di loro non lo considera
    > > nemmeno ...
    > > tropppo impegnati a usare pappa pronta a caro
    > > prezzo ...

    > Tutte le future generazioni si perderanno gli
    > anni 80, ma non vedo di cosa si dovrebbero
    > rammaricare

    Bhe, di non aver potuto usare il computer (migliore e) piu' venduto al mondo per 2 anni di seguito Sorride

                                             Fan Amiga
    non+autenticato
  • una volta si diceva ( e ancor si diceSorride ) " chiudi la tv... sei ore che sei li davanti"; praticamente si subiva passivamente tutto ciò che passava nel tubo catodicoSorride

    Adesso c'è la rete, internet, i videogiochi.... e si interagisce con questi "nuovi" sistemi...

    Non è cambiato molto....
    Solo che a mio avviso ora è possibile che i bambini, che hanno una identità in crescita, possano facilmente diventare schiavi di questi mezzi, che offrono maggiore interattività rispetto alla tv.

    Quindi occhio all'internet abduction e cose simili...
    anche perche spesso, i bambini, copiano quello che
    facciamo noi, che magari passiamo ore davanti al pc...

    chi più chi meno! Sorride

    La "misura" è sempre alla fine un buon comportamento da adottare.


    Ciao
    non+autenticato
  • Io ho avuto un VIC20 quando avevo 3 anni, poi un Amiga 500 etc. la differenza è che al tempo i genitori non ne sapevano mediamente di più dei loro figli riguardo al mondo dei computer, e quindi anche un bambino di 3 o 4 spesso si doveva "arrangiare".

    I figli di ora hanno in gran parte genitori che conoscono già minimamente l'informatica, e le conoscenze non le acquisiranno in gran parte autonomamente, ma verranno "imboccati dai genitori", bloccando la loro creatività.

    Anche le stesse interfacce dei vari sistemi... nell'Amiga avevo Amiga DOS 1.1, poi nel "mondo x86" MS-DOS, poi Windows 3.1... capirete bene che partendo da basi come queste, dalla riga di comando ad esempio, si assume un esperienza più vasta... mentre per i bambini di oggi che sono nati con Windows XP, tutto sarà semplice, elementare, cresceranno nella bambagia.

    Probabilmente chi prima di me utilizzava software scritto su schede forate ha potenzialmente una cultura informatica ancora più vasta, tuttavia la cose stanno mutando sempre più in fretta negli ultimi tempi.
    non+autenticato
  • Concordo pienamente.
    I miei usano ancora la stilografica e sono felice per loro perchè stanno benissimo così e non corrono dietro all' ultima novità senza mai poterla raggiungere come facciamo noi.
    Io ho 29 anni, non so se con i computer di adesso proverei la stessa gioia nello scoprire come far apparire le striscioline colorate (e psichedeliche) sullo sfondo dello schermo del c64...
    C' è chi ha avuto il '68, noi abbiamo avuto la Commodore; sono momenti di pionerismo che non si ripeteranno, solo chissà quando ce ne sarà un altro dal quale quasi sicuramente saremo tagliati fuori perchè saremo come i nostri genitori trent' anni fa.
    O forse è solo che allora tutto era più divertente perchè eravamo più spensierati e più tempo per goderci ciò che ci piace...
    A proposito, torno al lavoro che è meglio Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Concordo pienamente.
    > I miei usano ancora la stilografica e sono felice
    > per loro perchè stanno benissimo così e non
    > corrono dietro all' ultima novità senza mai
    > poterla raggiungere come facciamo noi.
    Mia mamma ha imparato a mandare i messaggi e li usa devo dire senza soluzione di continuità: dove sei? cosa fai? ma mollami! Occhiolino
    > Io ho 29 anni, non so se con i computer di adesso
    > proverei la stessa gioia nello scoprire come far
    > apparire le striscioline colorate (e
    > psichedeliche) sullo sfondo dello schermo del
    > c64...
    Beato te che avevi il c64, io avevo il c16 e tutti, dico tutti mi prendevano per il c..o perchè mi dicevano:
    vuoi il giochino del calcio? Ma vaff.....o, sul c16 non andava, monitor a FOSFORI VERDI (allora giù di BASIC)
    > C' è chi ha avuto il '68, noi abbiamo avuto la
    > Commodore; sono momenti di pionerismo che non si
    > ripeteranno, solo chissà quando ce ne sarà un
    > altro dal quale quasi sicuramente saremo tagliati
    > fuori perchè saremo come i nostri genitori trent'
    > anni fa.
    Non penso, l'evoluzione dell'informatica è verso i web-services per quanto riguarda i sistemi informativi e verso le interfacce per quanto riguarda i dispositivi personali.
    Guarda che si è già fatto molto per questo, guarda l'interfaccia di windows media center o di mythTV, mi vengono i brividi...chi cresce con queste cose quanto avrà voglia di imparare se funziona già (praticamente) tutto?
    Il problema è che, come in tutte le cose, semplicità per l'utente significa estrema complessità per il progettista.
    L'unico sogno che ho io è quello di far parte in qualche maniera di quei progettisti e non degli utenti, non per disprezzo, ma per l'interesse che ho nei dettagli tecnici e nelle implementazioni.

    > O forse è solo che allora tutto era più
    > divertente perchè eravamo più spensierati e più
    > tempo per goderci ciò che ci piace...
    > A proposito, torno al lavoro che è meglio Sorride
    buon lavoro
    beka
    149

  • - Scritto da: beka

    > Mia mamma ha imparato a mandare i messaggi e li
    > usa devo dire senza soluzione di continuità: dove
    > sei? cosa fai? ma mollami! Occhiolino

    Allora sto meglio io: con la penna stilografica è più difficile stressare i figli Occhiolino

    > Non penso, l'evoluzione dell'informatica è verso
    > i web-services per quanto riguarda i sistemi
    > informativi e verso le interfacce per quanto
    > riguarda i dispositivi personali.

    Io parlavo in generale, non solo dell' informatica: e mi ritengo fortunato per avere avuto la possibilità di "smanettare" per spremere al meglio quei miseri (in confronto agli standard odierni) 64K di memoria!

    > L'unico sogno che ho io è quello di far parte in
    > qualche maniera di quei progettisti e non degli
    > utenti, non per disprezzo, ma per l'interesse che
    > ho nei dettagli tecnici e nelle implementazioni.

    Concordo pienamente, e sto cercano di portare la mia carriera verso tale scopo

    non+autenticato
  • Usa tv, DVD, telefono (cazzen possibile che non si possa "bloccare" il cordless!!!) e ADORA vedere i siti per bambini (winny the pooh etc)

    La situazione e' identica a quella che abbiamo vissuto tutti noi quando e' arrivato il VCR nelle nostre case, no?
    Alla fine chi era che programmava le registrazioni?

    Noi che ora abbiamo 35 anni, non certo mia mamma.

    Ora la tv e' stata vietata (a mmia figlia!!) ma il pc con me tutte le volte che vuole!! A bocca aperta

    non+autenticato
  • Mmmm.... devo smettere di scrivere a quest'ora....
    scusate l'italiano sconnesso...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Usa tv, DVD, telefono (cazzen possibile che non
    > si possa "bloccare" il cordless!!!) e ADORA
    > vedere i siti per bambini (winny the pooh etc)

    I pedagoghi dicono che è sbagliato far vedere queste cose ai bambini sotto i 3 anni.
    Moltre volte si dice che i pedagoghi dicano solo stupidaggini ma su questa ci hanno preso.
    Vedrai più avanti come sarà complicato staccarla da quelle cose. Ti sei infilato in un casino che non hai idea.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Usa tv, DVD, telefono (cazzen possibile che non
    > > si possa "bloccare" il cordless!!!) e ADORA
    > > vedere i siti per bambini (winny the pooh etc)
    >
    > I pedagoghi dicono che è sbagliato far vedere
    > queste cose ai bambini sotto i 3 anni.
    > Moltre volte si dice che i pedagoghi dicano solo
    > stupidaggini ma su questa ci hanno preso.
    > Vedrai più avanti come sarà complicato staccarla
    > da quelle cose. Ti sei infilato in un casino che
    > non hai idea.

    mia figlia (2,5 anni) dopo circa 30 min. di computer si stufa e gioca con altro. si comporta meglio di me...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > mia figlia (2,5 anni) dopo circa 30 min. di
    > computer si stufa e gioca con altro. si comporta
    > meglio di me...

    A quell'età non ci deve stare neanche mezzo minuto, ma vedrai nei prossimi anni gli effetti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > mia figlia (2,5 anni) dopo circa 30 min. di
    > > computer si stufa e gioca con altro. si comporta
    > > meglio di me...
    >
    > A quell'età non ci deve stare neanche mezzo
    > minuto, ma vedrai nei prossimi anni gli effetti.

    Capirai meglio di fronte alla tv ....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Capirai meglio di fronte alla tv ....

    che discorsi! Chi ha detto che è meglio farla stare davanti alla tv?
    A quell'età non devi farla stare nè davanti alla tv , nè davanti al pc......30 minuti al giorno poi è tantissimo!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Capirai meglio di fronte alla tv ....
    >
    > che discorsi! Chi ha detto che è meglio farla
    > stare davanti alla tv?
    > A quell'età non devi farla stare nè davanti alla
    > tv , nè davanti al pc......30 minuti al giorno
    > poi è tantissimo!

    Certo li surgeli stanno.. svegli 10 ore sono iperattivi qualcosa dovrai pure farlgi fare...
    Mi chiedo se abbiano mai avuto a che fare con dei ragazzini veri i pedagoghi..
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Usa tv, DVD, telefono (cazzen possibile che non
    > > si possa "bloccare" il cordless!!!) e ADORA
    > > vedere i siti per bambini (winny the pooh etc)
    >
    > I pedagoghi dicono che è sbagliato far vedere
    > queste cose ai bambini sotto i 3 anni.
    > Moltre volte si dice che i pedagoghi dicano solo
    > stupidaggini ma su questa ci hanno preso.
    > Vedrai più avanti come sarà complicato staccarla
    > da quelle cose. Ti sei infilato in un casino che
    > non hai idea.


    I pedagoghi lasciali perdere fanno più danni che altro.Come in tutte le cose ci vuole buon senso.Mio figlio e mia figlia sono cresciuti /stanno crescendo giocando con la tastiera . Il più grande a tre anni scriveva e a tre e mezzo ha cominciato a leggere e scrivere in modo abbastanza strutturato. A 4 ha dimostrato attitudine per il calcolo matematico. L'unico problema vero è che il sistema scolastico è del tutto inadeguato ad affrontare "il problema ".Fargli fare l'anticipo è stato una lotta in mezzo alla burocrazia..... la sua attività preferita ? Giocare a pallone con i suoi amici ed andare in piscina. L'unica differenza sostanziale con i coetanei è che detesta la TV .... Questi sono bimbi normalissimi che giocano con i nuovi media e da questi imparano ad avere abilità manuali e logiche che altrimenti dovrebbero imparare con fatica.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > I pedagoghi lasciali perdere fanno più danni che
    > altro.Come in tutte le cose ci vuole buon
    > senso.Mio figlio e mia figlia ...

    Ah certo mio figlio e mia figlia, un parere imparziale!!! Poi certo le statistiche si fanno prendendo 2 casi...
    non+autenticato
  • C'entra un cazzo, io fin da piccolo giocavo con il pc e tutt'ora ci gioco, piu' cresco e piu' ho moderazione nell'usarlo.

    Personalmente meglio lasciare davanti ad un videogioco che in giro per la strada il proprio figlio che potrebbe creare piu' danni, prendere denuncie e fare le cagate piu' assurde.
    non+autenticato
  • " il 40% degli studenti italiani oltre i 14 anni non utilizza mai nè computer nè Internet (fonte: Federcomin-ANIE)."

    Meglio così!!! Almeno si rendono conto che "la vita è là fuori.."(tm)

    Oddio, è anche vero che invece di stare attacati al computer stanno attaccati a sti cacchi di cellulari....e sinceramente non saprei quale delle due abitudini sia peggiore....a vederli i ragazzini d'oggi sembrano tutti rimbecilliti....chissà in america a che punto stanno....

  • > Meglio così!!! Almeno si rendono conto che "la
    > vita è là fuori.."(tm)

    si rendono conto della vita è dentro una PS o un GameBoy, vorrai dire.

    > Oddio, è anche vero che invece di stare attacati
    > al computer stanno attaccati a sti cacchi di
    > cellulari....e sinceramente non saprei quale
    > delle due abitudini sia peggiore....

    dipende sempre che uso ne fai dello strumento


    > ragazzini d'oggi sembrano tutti
    > rimbecilliti....chissà in america a che punto
    > stanno....

    guardati "bowling 4 columbine"
    non+autenticato


  • > dipende sempre che uso ne fai dello strumento

    O dall'uso che lo strumento fa di te: il ribaltamento dei ruoli mi pare in dirittura d'arrivo
    non+autenticato
  • Preferisco vedere i giovani attaccati a un computer che imparano più cose possibili, piuttosto che attaccati a un cellulare tutto il giorno...

    Sarà che sono un mezzo nerd da quando avevo 4 anni (si si solito discorso del C64, siamo una grande famiglia qua!), ma vedere intere compagnie di ragazzi che non sanno manco cosa è internet mi fa un po' ridere (per noi che lo usiamo TUTTI i giorni).
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)