Attac: una foto contro i brevetti

Sorprendente ed intrigante la modalità di protesta online ideata da Attac, per consentire agli utenti di mettere il loro volto in piazza e manifestare virtualmente contro la direttiva per i brevetti sul software

Roma - Una manifestazione elettronica via Internet contro la possibilità che l'Unione Europea si doti di una direttiva per i brevetti sul software considerata un attentato non solo al libero sviluppo ma anche alle scelte del consumatore, un affronto contro i paesi in via di sviluppo e un attacco ai lavoratori informatici europei.

Questo quanto messo in piedi dalla celeberrima associazione internazionale Attac, che si è lanciata con creatività in una forma di mobilitazione innovativa che chiede un impegno personale reale a tutti coloro che in rete vogliono manifestare il proprio dissenso alla direttiva.

"La manifestazione - spiega Attac - consiste nella generazione di un mosaico che rappresenta un manifesto contro i brevetti software. Il mosaico della protesta è costituito dalle foto caricate online dai partecipanti alla manifestazione".
Questo è il succo dell'operazione: attraverso una semplicissima maschera di inserimento, chiunque può caricare nel mosaico la propria fotografia, abbinandola ad una frase-slogan che viene visualizzata al passaggio del mouse sul mosaico stesso.

"Più persone parteciperanno più il mosaico apparirà in maniera chiara e dettagliata", spiega Attac. Il "no" alla direttiva creato in questo modo via Internet sarà stampato in un grande striscione che verrà mostrato dinanzi al Parlamento Europeo poco prima che questo sia chiamato all'ultima votazione sulla direttiva.

"Quando un'immagine è stata inserita nella manifestazione online - spiega Attac - e hai scritto il tuo indirizzo e-mail, ti invieremo una mail con un link che ti porterà alla posizione della tua immagine nella manifestazione. Se non hai immesso l'indirizzo e-mail dovrai cercare l'immagine nella manifestazione online. Quando clicchi su una parte dell'immagine grande, questa parte apparirà più grande. A quel punto potrai "camminare" attraverso la manifestazione cliccando sulle freccie ai lati dell'immagine".

Le immagini non vengono caricate "in diretta": ogni sera alle 23:00 le nuove immagini vengono infatti caricate nella manifestazione online. "Questa operazione - conclude Attac - può durare fino ad un'ora. Durante tale periodo la manifestazione non è visibile".

Questo notevolissimo strumento è disponibile qui
TAG: brevetti
36 Commenti alla Notizia Attac: una foto contro i brevetti
Ordina
  • l'idea di fare una sorta di marcia virtuale risale a greenpeace e alle grandi manifestazioni internazionali contro la guerra del 2003...l'effetto e senz'altro "scenografico" e bello ma in quanto all'efficacia nutro forti dubbi! Cmq ridotti allla disperazione si provano tutte...
    a proposito ben arrivati a quelli di attac, non avevo ancora sentito di un loro coinvolgimento ma ho molta stima per loro e per Susan George
    PS: marce virtuali...se volete testarne l'effetto in questi giorni c'è anche quella per la moratoria sulla caccia alle balene, naturalmente organizzata da greenpeace:
    http://whales.greenpeace.org/

    ==================================
    Modificato dall'autore il 11/06/2005 9.16.59
  • Il primo caso italiano di azione legale per violazione di brevetto dovrebbe essere quello di Godado contro NetZapping.
    Nonostante NetZapping abbia rimosso la propria funzione di ricerca dal sito portalino.it, come imposto da Godado, dovrebbe essere in corso una disputa legale.
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=48881

    Il brevetto è stato registrato in Inghilterra (UKPO) e valido anche in Italia.
    In verità l'idea non è stupida, ma comunque alla portata di molte persone.
    http://gauss.ffii.org/PatentView/EP1160686

    Se questa pratica viene ulteriormente diffusa e legittimata, inevitabilmente i soggetti più ricchi punteranno ad assumere il monopolio nei rispettivi settori.
    Sarà sufficiente un brevetto qualunque per acquisire la facoltà di sguinzagliare gli avvocati.
    Visto che i piccoli soggetti possono essere facilmente messi fuori gioco dalle spese per sostenere una causa.

    Gli esempi stranieri sono già numerosi e certamente le aziende non si mostreranno agressive proprio mentre la direttiva è in discussione a Bruxelles.
    Chi sostiene che i brevetti non fanno male a nessuno è un bontempone o stipendiato da EICTA.
  • Sembra sia una tragedia greca questa dei brevetti.
    Invece state vedendo una tempesta in un bicchiere d'acqua...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sembra sia una tragedia greca questa dei brevetti.
    > Invece state vedendo una tempesta in un bicchiere
    > d'acqua...

    Mazza detected Troll
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sembra sia una tragedia greca questa dei brevetti.
    > Invece state vedendo una tempesta in un bicchiere
    > d'acqua...

    Per niente?
    E' evidente che non leggi le notizie in tema..
    Fatti una ricerca con chiave "brevetto" ....    cosi' scoprirai quante cause sorgono per reclamare brevetti su cose strausate da tempo , magari cose banali ma che certo non si poteva sapere se qualcuno le aveva brevettate.
    Ma tu vero hai i soldi e tempo per fare ricerche su decine di migliaia di brevetti... per sostenere cause in tribunale....

  • - Scritto da: Alessandrox
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Sembra sia una tragedia greca questa dei
    > brevetti.
    > > Invece state vedendo una tempesta in un
    > bicchiere
    > > d'acqua...
    >
    > Per niente?
    > E' evidente che non leggi le notizie in tema..
    > Fatti una ricerca con chiave "brevetto" ....   
    > cosi' scoprirai quante cause sorgono per
    > reclamare brevetti su cose strausate da tempo ,
    > magari cose banali ma che certo non si poteva
    > sapere se qualcuno le aveva brevettate.
    > Ma tu vero hai i soldi e tempo per fare ricerche
    > su decine di migliaia di brevetti... per
    > sostenere cause in tribunale....

    Citami una grande azienda che ha fatto una causa per un brevetto basato su una cosa banalissima strausata.
    non+autenticato

  • > Citami una grande azienda che ha fatto una causa
    > per un brevetto basato su una cosa banalissima
    > strausata.

    Forgent Networks per JPG
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Citami una grande azienda che ha fatto una causa
    > > per un brevetto basato su una cosa banalissima
    > > strausata.
    >
    > Forgent Networks per JPG

    Appunto, non è una grande azienda ma una media che grazie ai brevetti può battere cassa da Sony e altri colossi. Oppure intendete dire che Sony non ha i soldi per i brevetti e le spese legali? O che Forgent è più grande di Sony?
    Come vedete i brevetti non sono quell'incubo che qui viene raffigurato: Golia che frega Davide, ma al massimo il contrario.
    In america i brevetti software ci sono da parecchi anni e di casi di piccole aziende stritolate dalle multinazionali non se ne sentono. Non escludo che qualche piccolo caso ci sia stato, ma non è la norma. E' un falso problema.
    non+autenticato



  • > In america i brevetti software ci sono da
    > parecchi anni e di casi di piccole aziende
    > stritolate dalle multinazionali non se ne
    > sentono. Non escludo che qualche piccolo caso ci
    > sia stato, ma non è la norma. E' un falso
    > problema.
    Il fatto che le grande aziende non lo facciano ma lo possono fare è gia' un problema, esempio: hai presente le tue belle pennine USB? Ecco, molte utilizzano il sistema FAT per archiviare i dati. Teoricamente microsoft potrebbe permettersi di chiedere le royalties per l'utilizzo del sistema fat all'interno di tutte le pennette USB (un sistema inventato ormai 20 anni fa...!!!!!!) ma non lo fa' per grazia ricevuta.Per una ditta gia' avere un fardello del genere in testa non è una gran cosa....
    Oppure vogliamo guardare quando magari una ditta comincia a farsi un po' di strada e allora comincia a pestare i piedi ad un'altra un po' più grande? cosa succede??? la ditta grande va dalla ditta piccola e dice "Allora, tu hai violato questo questo e quest'altro brevetto, cosa facciamo?Ti fai acquisire dal sottoscritto o ti faccio causa????" Ovviamente la ditta piccola alza le mani e dice :"Prego, eccoti la ditta in un piatto d'argento....!!!"
    E' ovvio che senti poche cause di questo tipo...finisco prima!!!!
  • > Il fatto che le grande aziende non lo facciano ma
    > lo possono fare è gia' un problema, esempio: hai
    > presente le tue belle pennine USB? Ecco, molte
    > utilizzano il sistema FAT per archiviare i dati.
    > Teoricamente microsoft potrebbe permettersi di
    > chiedere le royalties per l'utilizzo del sistema
    > fat all'interno di tutte le pennette USB (un
    > sistema inventato ormai 20 anni fa...!!!!!!) ma
    > non lo fa' per grazia ricevuta.

    non ti credere che non ci abbiano provato :

    http://www.microsoft.com/mscorp/ip/tech/fat.asp

    http://www.theregister.com/2004/04/15/fat_patent_r.../

    e per ntfs e' pure peggio (secondo te perche' il supporto per la scrittura in ntfs e' "latitante" in linux ?)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Citami una grande azienda che ha fatto una causa
    > per un brevetto basato su una cosa banalissima
    > strausata.

    Forse mi sbaglio, ma mi pare amazon con il suo 1-click ...
    11237
  • - Scritto da: Giambo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Citami una grande azienda che ha fatto una causa
    > > per un brevetto basato su una cosa banalissima
    > > strausata.
    >
    > Forse mi sbaglio, ma mi pare amazon con il suo
    > 1-click ...

    Il word processor giapponese Ichitaro affondato dalla Matsushita con il brevetto n. 2,803,236

    Da una sveltina su google
    http://wiki.ffii.org/Ichitaro0502En
    http://www.pcworldmalta.com/news/2005/Feb/041.htm
    http://www.computerworld.co.nz/news.nsf/0/3BDE7283...


    Indovinate chi era il mandante di questa porcata?
    Bravi, avete indovinato
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Alessandrox
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > Sembra sia una tragedia greca questa dei
    > > brevetti.
    > > > Invece state vedendo una tempesta in un
    > > bicchiere
    > > > d'acqua...
    > >
    > > Per niente?
    > > E' evidente che non leggi le notizie in tema..
    > > Fatti una ricerca con chiave "brevetto" ....   
    > > cosi' scoprirai quante cause sorgono per
    > > reclamare brevetti su cose strausate da tempo ,
    > > magari cose banali ma che certo non si poteva
    > > sapere se qualcuno le aveva brevettate.
    > > Ma tu vero hai i soldi e tempo per fare
    > ricerche
    > > su decine di migliaia di brevetti... per
    > > sostenere cause in tribunale....
    >
    > Citami una grande azienda che ha fatto una causa
    > per un brevetto basato su una cosa banalissima
    > strausata.



    Microsoft con la FAT
    non+autenticato
  • Realizzazione semplicissima, ma che idea!

    La ciliegina sulla torta sarebbe riuscire a convincere gli autori di Centarsia (il programma che quasi sicuramente viene usato per il mosaico) a convertire il programma in open source, anche a pagamento, perché no.

    Attualmente Centarsia è freeware fino a tot immagini, ma comunque non open source, mi pare.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Realizzazione semplicissima, ma che idea!

    vero bisognerebbe....BREVETTARLA! ^__^

    lol
    Fan Linux

  • - Scritto da: Anonimo
    > come da oggetto.

    IL suo commento pare possa far riferimento al nostro brevetto :cool(tm) cool wave(tm) US2004207638

    benche non sia presente l'elemento grafico/geometrico registrato con brevetto US2004207638

    http://l2.espacenet.com/espacenet/viewer?PN=US2004...

    la semplice espressione cool, pensiamo sia univocamente riferibile al nostro prodotto, la invitiamo quindi a provvedere al versamento di un indennizzo per uso non autorizzato del nostro prodotto.

    ^_^ va da se che scherzo, ma questo non toglie che c'e' chi a brevettato un disegno del cacchio e relativo nome
    cool wave
    non+autenticato