Speciale/ Open source al Bundestag?

Pubblichiamo i testi completi della petizione Bundestux per l'adozione dell'open source nelle istituzioni tedesche e della risposta di Microsoft Deutschland. L'argomento sembra guadagnare una sempre maggiore attenzione in Germania

Speciale/ Open source al Bundestag?Roma - Roma - Grazie alla preziosa collaborazione di Luca Bertoncello, riportiamo di seguito i testi integrali e tradotti della petizione Bundestux e della risposta ufficiale di Microsoft Deutschland. Come riportato nei giorni scorsi da Punto Informatico, la petizione chiede al Parlamento tedesco di far sì che l'open source costituisca il cuore degli investimenti software istituzionali in Germania. Mentre scriviamo giungono anche notizie di alcuni interventi politici sulla questione, notizie di cui daremo conto non appena possibile su queste pagine.

Ma ecco il testo della petizione "Werk21" proposta da Bundestux.de:

"Dalla fine dello scorso anno c'è una discussione aperta a proposito di quale sistema dovrà venir utilizzato, dal prossimo anno, nel Bundestag (l'equivalente tedesco della Camera dei Deputati, ndr). Questo dibattito si sta facendo molto intenso, in quanto occorre decidere tra due differenti filosofie di Software.
Il nocciolo della discussione riguarda la scelta tra la filosofia del Software libero proposta dal Sistema Operativo OpenSource Linux e la teoria monopolista e proprietaria offerta da Windows.
I firmatari di questa petizione sono dell'opinione che l'introduzione di un sistema operativo libero nel Bundestag è indispensabile per la Germania, come segnale di politica giusta, concorrenziale e democratica.
Altre considerazione come sicurezza, risparmio e flessibilità non sono considerate in questo dibattito, in quanto sono già state sufficientemente analizzate in altre sedi.
POLITICA E LIBERA CONCORRENZA
Il dibattito non è a proposito della domanda astratta "è meglio l'OpenSource o il Software proprietario" bensì, molto concretamente, se, in futuro, il Bundestag debba continuare con l'uso di combinazioni di Sistemi Operativi Microsoft, Internet Browser Microsoft, programmi di E-Mail Microsoft, Suite Office Microsoft, etc. o se sia il caso di dare una possibilità ad altre alternative di mostrare le loro potenzialità.
Il Software sopra citato detiene il monopolio non solo nel Bundestag, bensì in oltre il 90% del mercato tedesco.
In una società con un libero mercato, il Governo ha il compito di bloccare i monopoli e di garantire una corretta competizione tra i prodotti. L'introduzione di un'alternativa alla scelta monopolistica è quindi un passo sicuro e praticabile in questa direzione.
Il Software libero non è, di per sè, una garanzia di libera concorrenza. Tuttavia, nella situazione attuale non esiste alcuna alternativa per la scelta legislativa di un prodotto economicamente conveniente e sicuro nel campo dell'IT.

DEMOCRAZIA
Le commissioni tedesche dovrebbero porre particolare attenzione nell'operare con scelte democratiche nel campo dell'IT. Solo il Software libero consente, tramite la libera visualizzazione del suo codice, un completo controllo delle funzionalità e un costante miglioramento dei programmi.
La programmazione affrettata può solo condurre a un lavoro imperfetto.
Il lavoro ampio e decentralizzato con molti programmatori, come accade nel Software libero, consente invece si ottenere un Software perfettamente maturo.
La questione non si riduce solo all'aumentata sicurezza e flessibilità, bensì a un'espressione avanzata del concetto di democrazia, che include anche lo sviluppo tecnologico ed economico.
Da queste considerazioni, è un dovere, per un paese democratico, introdurre Software libero.
L'accesso illimitato di tutti i cittadini alla conoscenza e alla pubblica amministrazione può essere realizzato in maniera razionale ed economicamente conveniente con Software libero. Una reale partecipazione del cittadino al procedimento online non può fallire a causa dai costi.

I VANTAGGI DELL'USO DI SOFTWARE LIBERO
In molte nazioni della Terra, l'utilizzo del Software libero nella pubblica amministrazione ha un grosso peso. Alcuni esempi presi dai giornali:
- La Corea ordina 120.000 soluzioni Office OpenSource e risparmia circa l'80% dei costi.
- La Gran Bretagna vuole prescrive l'uso del Software libero nell'amministrazione pubblica.
- Il punto centrale dell'iniziativa IT della Commissione Europea "e-europe" è la richiesta di sviluppo e diffusione di piattaforme di sicurezza con Software OpenSource.

La Germania non può permettersi di perdere questi sviluppi. Lo sviluppo di sistemi operativi OpenSource gioca un ruolo importantissimo in questa nazione. Investire nel campo del Software libero appare un'attrattiva particolare per la Repubblica federale tedesca. Tutte le condizioni di base lo dimostrano.

Diciamo quindi, chiaro e tondo:
SI! POSSIAMO INTRODURRE IL SOFTWARE LIBERO NEL BUNDESTAG, DAL DESKTOP AL SERVER!"
(segue Form per la sottoscrizione all'appello).

Ma ecco, qui di seguito, la lettera aperta con cui Microsoft GmbH ha risposto alla petizione.
232 Commenti alla Notizia Speciale/ Open source al Bundestag?
Ordina
  • Come vedo anche voi siete in sostanza d'accordo con me. NESSUN sistema operativo è attualmente il migliore. E allora ???
    Facciamocelo !!!
    Certo voi direte che è un lavoro immane, ma credo che se si uniscono le forze ci si possa riuscire.
    Cercando in rete ho trovato piccoli progetti di sistemi operativi davvero innovativi ed interessanti (conoscete Unminimum ? è un "motore operativo" organico => http://uuu.sf.net/).
    Il progetto è quello di creare un grande portale dove raggruppare tutte le informazioni, articoli, software e quant'altro necessario agli sviluppatori di sistemi operativi aperti nonchè fornire la possibilità di scambio di conoscenza e promozione di collaborazioni.

    Se siste interessati, collegatevi al forum di discussione provvisorio dove saremo lieti di ascoltare i vostri suggerimenti, critiche e quant'altro di costruttivo avrete da proporre per il portale.

    http://pub72.ezboard.com/bosprojects
    non+autenticato
  • Solo tenendo conto delle ore non lavorate in tutto il mondo solo nell`ultimo anno a causa: dei problemi sw e dei dati persi dopo il passaggio di un virus e` facile capire che qualsiasi sistema operativo e` meglio di windows.
    Inoltre stiamo parlando qui di pubblica amministrazione, ovvero anche di uffici postali, uffici imposte, ministeri, servizi segreti etc. tutti posti dove la sicurezza dei dati e` fondamentale e dove non e` nemmeno immaginabile che dei dati possano venire cancellati.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pietro
    > Solo tenendo conto delle ore non lavorate in
    > tutto il mondo solo nell`ultimo anno a
    > causa: dei problemi sw e dei dati persi dopo
    > il passaggio di un virus e` facile capire
    > che qualsiasi sistema operativo e` meglio di
    > windows.
    Beh, non esageriamo!

    Ad ogni modo in italia i programmi scritti per le banche, l'inps, o anche molte aziende di telecomunicazioni sono in... Cobol! Si, avete letto bene! IntesaBCI, ad esempio, ha tutto il software scritto in Cobol che gira su piattaforma OS/390 IBM!
    Poi sui vari terminali vengono usati PC con su installato Windows sul quale viene caricato l'emulatore di terminale os/390 (3270).

    Ora se ci pensate in casi come questi la sostituzione dei terminali winzozz sarebbe indolore, dato che i programmi continuano a girare su os/390 ed esistono anche ottimi emulatori 3270 per Linux.

    Possibile che nessuno ci abbia mai pensato?
    non+autenticato
  • - Scritto da: un lamer
    > - Scritto da: Pietro
    > > Solo tenendo conto delle ore non lavorate
    > > in tutto il mondo solo nell`ultimo anno a
    > > causa: dei problemi sw e dei dati persi
    > > dopo il passaggio di un virus e` facile
    > > capire che qualsiasi sistema operativo e`
    > > meglio di windows.

    Non dimentichiamo poi i costi di connessione nel caso dei vari worm che scannano in giroSorride

    > Ad ogni modo in italia i programmi scritti
    > per le banche, l'inps, o anche molte aziende
    > di telecomunicazioni sono in... Cobol! Si,
    > avete letto bene! IntesaBCI, ad esempio, ha
    > tutto il software scritto in Cobol che gira
    > su piattaforma OS/390 IBM!
    > Poi sui vari terminali vengono usati PC con
    > su installato Windows sul quale viene
    > caricato l'emulatore di terminale os/390
    > (3270).

    Pultroppo confermoTriste
    Ci lavoro...

    > Ora se ci pensate in casi come questi la
    > sostituzione dei terminali winzozz sarebbe
    > indolore, dato che i programmi continuano a
    > girare su os/390 ed esistono anche ottimi
    > emulatori 3270 per Linux.

    Qui tendenzialmente si danno Windows castratissimi, in cui in teoria un operatore non puo' connettersi in rete, non puo' chattare con gli altri PC, niente condivisioni, ecc...

    Peccato che regolarmente, tempo 2 giorni dall'installazione del sistema e l'operatore di turno si porta sul floppino i due pezzettini che gli servono per poter di nuovo fare tutto, e senza nemmeno la password di Admin !!!

    > Possibile che nessuno ci abbia mai pensato?

    Certo che qualcuno ci ha pensato: i commerciali M$ che infatti fanno di tutto per sputtanare a destra & a manca il pinguino. Almeno in questi ambienti.
    non+autenticato
  • Ormai quello che può essere offerto dal monopolio di microsoft può essere facilmente sostituito da quanto disponibile da altri privati e dal mondo open source.

    Rimane solo un passo da effettuare: l'esclusione forzata delle piattaforme windows dalle gare pubbliche.

    Questo atto non va interpretato come una discriminazione contro un'azienda privata in generale, ma come correttivo alla deformazione del mercato che una azienda monopolistica è stata in grado di imprimere e mantenere (illegalmente)

    Da un atto di limitazione del monopolista, non può che guadagnarci l'intera comunità ICT, che avrà altri canali attraverso cui far utilizzare i servizi e i prodotti.

    L'unico che ci perde è il monopolista, che naturalmente ha una schiera di lobbisti per tentare di frenare la rivincita del libero mercato.

    E questo esercito non è l'unico "corpo" con cui microsoft esercita la sua nefasta influenza: molti operatori dell'IT (programmatori, sistemisti, manager), nati e cresciuti all'ombra delle applicazioni del monopolista, sentono di non avere le forze (o solo la voglia) per fare una conversione delle proprie capacità in caso di un giro di vite contro il loro nume tutelare di Redmond; sentono che il monopolio va difeso comunque, perché dalla saldezza del monopolio traggono (solo loro) i vantaggi economici sottratti ad altri operatori ICT.

    Queste persone temono semplicemente la libertà di mercato, perché finora hanno avuto le spalle coperte dalla cortina di ferro creata dalle condizioni di monopolio.
    La loro reazione è di paura, perchè sanno che non saprebbero misurarsi con un mercato vero.

    Microsoft sa di poter contare su queste persone, e sta già attuando questa strategia di dissuasione. lo fa attraverso tuti i canali che ha a disposizione, tra cui questi forum.

    non+autenticato
  • - Scritto da: zap

    > Microsoft sa di poter contare su queste
    > persone, e sta già attuando questa strategia
    > di dissuasione. lo fa attraverso tuti i
    > canali che ha a disposizione, tra cui questi
    > forum.

    Vero !!! Il loro incaricato qui si chiama Dart Vader, anche se non ci ha mai detto quanto guadagna a lavorare per M$.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Castro
    > - Scritto da: zap
    >
    > > Microsoft sa di poter contare su queste
    > > persone, e sta già attuando questa
    > strategia
    > > di dissuasione. lo fa attraverso tuti i
    > > canali che ha a disposizione, tra cui
    > questi
    > > forum.
    >    
    > Vero !!! Il loro incaricato qui si chiama
    > Dart Vader, anche se non ci ha mai detto
    > quanto guadagna a lavorare per M$.

    nel caso di dart, noto mentitore (ad esempio sul caso microsoft, nientemeno), mi risulta (non ho connferme) che sia titolare di azioni del monopolista microsoft.

    Non mi sorprende la sua difesa a oltranza di un'azienda da cui dipende la sua fortuna economica.
    non+autenticato
  • il open source non funziona.
    Io ho provato a compilare un *.tar.gz e mi ha dato un sacco di errori.
    E poi che razza di compilatore è "make install" che non ha nemmeno l'help?

    Ho riformattato il hard disk e ho rimesso Windows XP che funziona parecchio meglio e non ha bachi.
    Se tutti i server tedeschi fosssero XP ma anche 95 sarebbe parecchio meglio per loro.
    E io sono quasi un hacker, ho usato anche il Intel pentium III
    non+autenticato


  • - Scritto da: Aurelio Sagone
    > il open source non funziona.

    opinione opinabile

    > Io ho provato a compilare un *.tar.gz e mi
    > ha dato un sacco di errori.

    il tuo intervento è il classico intervento di un win-maniac che fa finta di non conoscere i pacchetti rpm o deb.

    Sei finto

    > E poi che razza di compilatore è "make
    > install" che non ha nemmeno l'help?

    ma vi stampano a Redmond?

    > Se tutti i server tedeschi fosssero XP ma
    > anche 95 sarebbe parecchio meglio per loro.

    e anche meglio per microsoft

    > E io sono quasi un hacker, ho usato anche il
    > Intel pentium III

    sei il primo troll della giornata.

    non+autenticato
  • - Scritto da: zap
    > - Scritto da: Aurelio Sagone
    > > il open source non funziona.

    Neanche il tuo itt'Aliano.

    > opinione opinabile

    > > Io ho provato a compilare un *.tar.gz e mi
    > > ha dato un sacco di errori.
    > il tuo intervento è il classico intervento
    > di un win-maniac che fa finta di non
    > conoscere i pacchetti rpm o deb.

    O di uno che non e' riuscito a superare i test d'intelligenza per essere assunto come scimmia allo zoo.

    > > E poi che razza di compilatore è "make
    > > install" che non ha nemmeno l'help?

    hahahahahahahaha cerca l'help !!!!
        
    > > Se tutti i server tedeschi fosssero XP ma
    > > anche 95 sarebbe parecchio meglio per
    > loro.

    Si, cosi' anche i lavoratori delle PA tedeske scoprirebbero che e' piu' bello andare in web e videogiocare che lavorareSorride))

    > > E io sono quasi un hacker, ho usato anche
    > > il Intel pentium III

    > sei il primo troll della giornata.

    Ma come fanno di mattina cosi' presto ad avere tutta sta fantasia ??? Mangiato peperonata la sera prima ????
    non+autenticato


  • - Scritto da: Aurelio Sagone

    > E io sono quasi un hacker, ho usato anche il
    > Intel pentium III

    E io che stavo per risponderti a tono!

    ^_____________________^
    non+autenticato


  • - Scritto da: Aurelio Sagone
    > il open source non funziona.
    > Io ho provato a compilare un *.tar.gz e mi
    > ha dato un sacco di errori.
    > E poi che razza di compilatore è "make
    > install" che non ha nemmeno l'help?


    Non funziona l'open source o il tuo cervello?
    Mai sentito parlare di man pages?
    >
    > Ho riformattato il hard disk e ho rimesso
    > Windows XP che funziona parecchio meglio e
    > non ha bachi.
    > Se tutti i server tedeschi fosssero XP ma
    > anche 95 sarebbe parecchio meglio per loro.
    > E io sono quasi un hacker, ho usato anche il
    > Intel pentium III

    Ah, per essere hackers basta avere usato (in che senso? Usato TU o il S.O.??) il PIII. E dal modo in cui parli del make install si direbbe che non l'hai mai visto prima.
    Anche la comunità informatica "sarebbe parecchio meglio" se i sedicenti hacker non fossero come te.
    Get a brain, dude.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Flying Penguin
    >
    > - Scritto da: Aurelio Sagone
    > > il open source non funziona.
    >
    > Non funziona l'open source o il tuo cervello?
    > Mai sentito parlare di man pages?

    Non ti arrabbiare, era un messaggio falso.
    Ho sempre avuto il sospetto che molti messaggi sono scritti per provocare e divertirsi alle spalle degli altri
    Volevo dimostrare che il 90% di quelli che difendono Windows e insultano l'open source in realtà linuxari che si divertono alle spalle di altri linuxari.

    Secondo me i veri utenti Windows non leggono PI e non hanno la cultura per usare i newsgroup e robe simili.
    Siamo noi che ci caschiamo come pere cotte.

    non+autenticato


  • - Scritto da: Aurelio Sagone
    > - Scritto da: Flying Penguin
    ....
    > > Mai sentito parlare di man pages?
    >
    > Non ti arrabbiare, era un messaggio falso.
    ....

    Vladimir ha fatto adepti ? Sorride
    non+autenticato


  • - Scritto da: Aurelio Sagone
    > - Scritto da: Flying Penguin
    > >
    > > - Scritto da: Aurelio Sagone
    > > > il open source non funziona.
    > >
    > > Non funziona l'open source o il tuo
    > cervello?
    > > Mai sentito parlare di man pages?
    >
    > Non ti arrabbiare, era un messaggio falso.
    > Ho sempre avuto il sospetto che molti
    > messaggi sono scritti per provocare e
    > divertirsi alle spalle degli altri
    > Volevo dimostrare che il 90% di quelli che
    > difendono Windows e insultano l'open source
    > in realtà linuxari che si divertono alle
    > spalle di altri linuxari.
    >
    > Secondo me i veri utenti Windows non leggono
    > PI e non hanno la cultura per usare i
    > newsgroup e robe simili.
    > Siamo noi che ci caschiamo come pere cotte.


    vediamo se hai ragione


    non+autenticato
  • Ma non avete capito che è una presa in giro?
    Guardate l'ultima frase!
    E qualche cretino (tipo zap) che gli risponde a tono senza capire che è uno scherzo. Zap, ci sei con la test? Hai capacità intellettive limitate o sei solo stupido di natura?
    COntinuano a provocarci e continueranno a farlo, se coglioni come te accettano le provocazioni, anche quelle palesemente fasulle.
    SOno stufo di questi provocatori. Il canale Linux è diventato una merda piena solo di litigi.
    E sono stufo anche di qualche minorato mentale che dà retta ai provocatori comunque e sempre.
    Basta! Gli uni e gli altri. Basta.
    E tu zap, e quelli come te, tipo blah e compagnia brutta, smettetela per un po' di impestare questo forum. Non vi rendete conto che lo state rovinando. Ho girato copia di questo messaggio direttamente a PI. Bisogna fare qualcosa: autocensuratevi o datevi una calmata.
    Scusate l'indignazione e le parolacce, ma non ce la faccio più.

    Mikonos
    non+autenticato
  • WARNING WARNING WARNING!
    Scaricate il modulo "ironia" prima di procedere nella lettura di questo messaggio. Pena qualche crash di sistema mentale e lunghe telefonate con un helpdesk psicologico.

    - - - - - - - -


    Linux è un sistema operativo solo per cornuti.
    Appena lo installi, la tipa ti tradisce.

    Linux porta sfiga.
    E già chi è costretto ad usarlo è sfigato di suo.

    Linux fa sudare.
    Controllatevi le ascelle e verificate.

    Linux dà problemi sessuali.
    Se state leggendo queste righe, vuol dire che non state facendo sesso, quindi...

    Linux è peccato.
    L'undicesimo comandamento (ora perduto) citava "Non usare Linux!"

    Linux è indigesto.
    Provate a mangiarvi la confezione di qualche distro e poi ditemi.

    Linux è antipatico.
    Basta vedere il tono del forum. Tutti che si prendono sul serio.

    Linux è il sistema operativo di Moggi.
    E lo usa per contattare gli arbitri via e-mail

    Linux è fascista.
    I suoi utenti sono intolleranti, nullafacenti e puzzoni.

    Linux è comunista.
    I suoi utenti credono nella libertà, nell'uguaglianza e nella democrazia.

    Linux è democristiano.
    I suoi utenti lo venerano come la Madonna.

    Linux è ateo.
    Perché non crede all'esistenza di Dio Gates

    Linux è per soli uomini.
    Basta guardare questo forum: peggio di uno spogliatoio.

    Linux è per sole donne.
    Nel senso che quando lo usate, le vostre fidanzate si divertono con altri.

    Linux è per persone intelligenti.
    Certo, intelligentissime...

    Linux è per stupidi.
    A giudicare dal forum, si direbbe di sì.

    Linux è per soli informatici.
    Vedi alla voce "stupidi" e "cornuti".

    Linux è per la casalinga di Voghera.
    Non usa nemmeno Windows.

    Linux è bello.
    Forse sì, ma i suoi utenti fanno schifo, a giudicare dal tono dei loro messaggi.

    Linux è brutto.
    Sì, una merda colossale. Piace solo a qualche informatico sfigato che combatte battaglie di retroguardia politica, mentre a Timor Est o in Angola si muore di fame.

    Linux è importante.
    No: parliamo d'altro. Il mondo brucia e noi siamo qui.

    Linux non è importante.
    Appunto: rimbocchiamoci le mani e parliamo d'altro.

    Linux è il tuo sistema operativo?
    Il mio sì. Al lavoro no, purtroppo.

    non+autenticato
  • Forte!
    Non ho capito se sei pro o contro linux,
    ma mi hai fatto schiantare dalle risate in entrambi i casi.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | Successiva
(pagina 1/7 - 32 discussioni)