SchilliX, OpenSolaris canta live

La disponibilitÓ del codice sorgente di OpenSolaris ha giÓ permesso ad un gruppo di sviluppatori tedesco di forgiare una distribuzione non ufficiale in grado di avviarsi da un supporto ottico o da una memoria USB

Roma - Sono trascorsi solo pochi giorni dal rilascio del codice sorgente di OpenSolaris e giÓ Ŕ disponibile la prima distribuzione non ufficiale. Si tratta di SchilliX, un live CD che permette di provare OpenSolaris senza la necessitÓ di installarlo su hard disk.

"L'obiettivo di questa distribuzione Ŕ quello di aiutare le persone a scoprire OpenSolaris", ha affermato J÷rg Schilling, uno degli sviluppatori del progetto. "SchilliX Ŕ la prima distribuzione ad utilizzare il codice pubblicato sotto la licenza CDDL di Sun".

SchilliX Ŕ stata studiata per avviarsi direttamente da un CD o da una chiavetta USB ma, all'occorrenza, pu˛ anche essere installata sul disco fisso e utilizzata dai programmatori per sviluppare e compilare codice per OpenSolaris. Il team di sviluppo sostiene che il boot da hard disk (fino al prompt del log-in) avviene in un tempo non superiore ai 30 secondi.
La neo distribuzione, che Ŕ un sistema operativo Unix a tutti gli effetti, include alcune delle avanzate tecnologie di self healing alla base di Solaris insieme a un certo numero di software, tra cui diversi tool di sviluppo, il programma di masterizzazione cdrecord, il download manager wget, e varie shell, tra cui la bash.

La versione 0.1 di SchilliX, disponibile in lingua inglese e tedesca, pu˛ essere scaricata sotto forma di codice sorgente e immagine ISO da qui.
77 Commenti alla Notizia SchilliX, OpenSolaris canta live
Ordina
  • Mi piacerebbe realmente sapere quanti, fra chi osanna l'opensource (secondo me ha pregi e difetti, ma non è questo il mio dubbio) sono in grado di metter mano al codice dei vari applicativi opensource (OpenSolaris compreso, magari).

    Secondo me il conteggio, soprattutto tra i frequentatori di questo forum, rasenterebbe lo zero assoluto... certo qualcuno sicuramente c'è, ma leggendo un po' di commenti, sia di utenti anonimi che registrati, ho avuto questa sensazione.

    Fine della predica...

    ;)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Mi piacerebbe realmente sapere quanti, fra chi
    > osanna l'opensource (secondo me ha pregi e
    > difetti, ma non è questo il mio dubbio) sono in
    > grado di metter mano al codice dei vari
    > applicativi opensource (OpenSolaris compreso,
    > magari).
    >
    > Secondo me il conteggio, soprattutto tra i
    > frequentatori di questo forum, rasenterebbe lo
    > zero assoluto... certo qualcuno sicuramente c'è,
    > ma leggendo un po' di commenti, sia di utenti
    > anonimi che registrati, ho avuto questa
    > sensazione.
    >
    > Fine della predica...
    >
    >Occhiolino

    Che ci vuole, prendi una riga random da un file random e cambi una stringa: hai messo mano al codice.

    La domanda invece è: che importa ?
    non+autenticato
  • > Che ci vuole, prendi una riga random da un file
    > random e cambi una stringa: hai messo mano al
    > codice.
    >
    > La domanda invece è: che importa ?

    Questo è certo.
    Ma è altrettanto certo che intendessi modifiche un po' più sostanzialiOcchiolino

    Importa perchè molti dicono "io uso Linux perchè è opensource e ognuno può modificarne il codice", la mia era una provocazione... quante di queste persone modifica realmente il codice di Linux?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Che ci vuole, prendi una riga random da un file
    > > random e cambi una stringa: hai messo mano al
    > > codice.
    > >
    > > La domanda invece è: che importa ?
    >
    > Questo è certo.
    > Ma è altrettanto certo che intendessi modifiche
    > un po' più sostanzialiOcchiolino
    >
    > Importa perchè molti dicono "io uso Linux perchè
    > è opensource e ognuno può modificarne il codice",
    > la mia era una provocazione... quante di queste
    > persone modifica realmente il codice di Linux?

    A me personalmente e' capitato, e piu' di una volta.
    Non a livello kernel, ma piccole patch di programmi che mi servono (il primo che mi viene in mente e' qmail).

    Ma la tua provocazione non ha molto senso..
    Anche se magari nessuno lo fa, rimane sempre la possibilita' di studiare per fare quella determinata modifica, ed e' questo il grande vantaggio

    Anonymous
  • Io l'ho usato spesso Solaris e devo dire che non è cattivo come sistema operativo.

    Qualcuno lo osanna e lo definisce anni luce sopra Linux, io non credo che sia così speciale, forse il confronto andrebbe fatto con SCO Unix, quello sì è uno unix subnormale.

    Solaris mi ha dato molte rogne quando fu portato su Intel, però una volta ben configurato ci se lo scorda.

    Ma il massimo lo raggiunge legato alle sue macchine le UltraSparc.
    Se si ha modo di usare entrambe le versioni per Sparc e Intel si tocca davvero con mano la differenza tra un'architettura RISC e quella schifezza dell'architettura Intel.
    L'efficienza del sistema è su un altro pianeta, ma soprattutto quando hai dei dischi SCSI veri con vero controller con CPU indiendente e un vero DMA, il sistema operativo sembra non avere rallentamenti mentre che sta facendo attività disco intensiva.

    Poi come tutti gli altri sistemi operativi non riuscirà ad guagliare la quantità di software disponibile per Linux, ma tanto portato il gcc e le glibc ultime versioni ci compili praticamente tutto, quindi oggi qualsiasi unix può potenzialmente accedere al parco software creato per Linux.

    Per il resto Solaris è uno unix stabile, purtroppo molto pesante ma scalabile verso l'alto.
    Non mi è parso invece molto scalabile verso il basso, ossia riducibile ai minimi termini come Linux per farne dei router e dei controller.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Io l'ho usato spesso Solaris e devo dire che non
    > è cattivo come sistema operativo.

    Sulla qualita' del kernel non mi pronuncio, per quel poco che so' pare sia fatto molto bene.
    Quel che manca, pero', e' una installazioen "ricca" come Linux. Mi sono trovato per le mani una macchina sulla quale dover installare un piccolo wiki, e mi sono dovuto cercare e installare tutti i singoli pacchetti (gcc, apache, php, vim, ...) a mano.
    Forse sbaglio io, ma non esiste il concetto di "repository" come quelli offerti dalle distribuzioni Linux ? Qualcosa stile "installami php" e lui va' sul sito della SUN e preleva/installa tutti i pacchetti necessari ?
    11237
  • http://www.sunfreeware.com

    Scarichi i pacchetti e li installi con 'pkgadd'
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > http://www.sunfreeware.com
    >
    > Scarichi i pacchetti e li installi con 'pkgadd'

    Si insomma siamo alla preistoria del software impacchettato.
    Dipendenze?
    Update automatici?

    Ecco perchè la comunità Linux lo ama così tanto e non lo cambierebbe con nessun Solaris o OpenBSD.

    Ma da qualche parte anche questi dovranno pur iniziare...
    E Linux dimostra ancora a tutti quanto sia più avanti.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > http://www.sunfreeware.com
    > >
    > > Scarichi i pacchetti e li installi con 'pkgadd'
    >
    > Si insomma siamo alla preistoria del software
    > impacchettato.
    > Dipendenze?
    > Update automatici?
    >
    > Ecco perchè la comunità Linux lo ama così tanto e
    > non lo cambierebbe con nessun Solaris o OpenBSD.
    >
    > Ma da qualche parte anche questi dovranno pur
    > iniziare...
    > E Linux dimostra ancora a tutti quanto sia più
    > avanti.
    >

    Mah... personalmente preferisco un buon sistema di packaging anche senza repository online e roba varia, dove spesso le versioni che si trovano non sono proprio recentissime... molto meglio scaricarsi dai vari siti le ultime release, installandole poi con un buon sistema... e pkgadd non mi sembra malvagio.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Dipendenze?
    > Update automatici?
    >
    > Ecco perchè la comunità Linux lo ama così tanto e
    > non lo cambierebbe con nessun Solaris o OpenBSD.
    >
    > Ma da qualche parte anche questi dovranno pur
    > iniziare...
    > E Linux dimostra ancora a tutti quanto sia più
    > avanti.
    >

    http://www.bolthole.com/solaris/pkg-get.html

    Informati prima, e continua ad usare pure Linux.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Io l'ho usato spesso Solaris e devo dire che non
    > è cattivo come sistema operativo.
    >
    > Qualcuno lo osanna e lo definisce anni luce sopra
    > Linux, io non credo che sia così speciale, forse
    > il confronto andrebbe fatto con SCO Unix, quello
    > sì è uno unix subnormale.
    Beh credo che linux manchi di alcune piccole cose che per chi ha un server vero e non un giocattolo a casa non fanno schifo:
    - Snapshot di filesystem
    - Cache FS
    - Un client e un server NFS degno di questo nome
    - Un ottima predisposizione a reggere alti picchi di richieste.
    - Buon supporto per applicazioni commerciali e delle libc che non cambiano ogni venti secondi.
    - Uno stack tcp/ip che scala perfettamente in SMP con prestazioni superiori a quelle di linux.

    Se prendi i binari della versione di 10 anni fa girano ancora sul solaris odierno, cosa che con linux non puoi fare.

    > Per il resto Solaris è uno unix stabile,
    > purtroppo molto pesante ma scalabile verso
    > l'alto.
    Se spieghi cosa intendi tecnicamente per "pesante" potrei anche pensarlo anche io.
    L'unica cosa che gli manca sono i pinguini al boot, ma non credo che nessun server funzionera' peggio per questo.

    > Non mi è parso invece molto scalabile verso il
    > basso, ossia riducibile ai minimi termini come
    > Linux per farne dei router e dei controller.

    E' uno unix non un IOS, comunque la 8 gira perfettametne su un Pentium90 con 128 Mb di ram sul quale si difende tranquillamente.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Beh credo che linux manchi di alcune piccole cose
    > che per chi ha un server vero e non un giocattolo
    > a casa non fanno schifo:
    > - Snapshot di filesystem
    > - Cache FS
    > - Un client e un server NFS degno di questo nome
    > - Un ottima predisposizione a reggere alti picchi
    > di richieste.

    Perchè dici che a Linux mancano se è stata la stessa Sun a donare queste cose alla comunità Linux? Specie il file system e informazioni per migliorare il supporto a NFS. Anche perchè Samba era più avanti e più semplice ed NFS stava un pò cadendo nel dimenticatoio.

    > - Buon supporto per applicazioni commerciali e
    > delle libc che non cambiano ogni venti secondi.
    > - Uno stack tcp/ip che scala perfettamente in SMP
    > con prestazioni superiori a quelle di linux.

    Le libc di Linux sono molto più evolute.
    E comunque è stata necessaria una riscrittura poichè oltre alla correzione di numerose inefficienze, sulle libc originali pendevano numerosi copyright e diritti di terzi che vi hanno aggiunto negli anni caratteristiche utili e meno utili.
    Le prestazioni delle ultime glibc di Linux sono superiori a qualsiasi altra libc per Unix.

    > Se prendi i binari della versione di 10 anni fa
    > girano ancora sul solaris odierno, cosa che con
    > linux non puoi fare.

    Non stento a crederlo, ma a che pro?
    Se si innova si innova, non ci si trascina il carrozzone della compatibilità degli ultimi 10 anni, direi che bastano gli ultimi 3-4. Ma quando il software è disponibile in maniera libera aggiornare è immediato e naturale.
    Se poi hai acquistato quella versione di un software proprietario o un workdperfect del 1992, e vuoi per forza farli funzionare anche oggi, senza volersi sforzare di cercare un'alternativa moderna beh buona fortuna. Perchè questi comportamenti ricadono tranquillamente nel voler fare del retro-computing. Come riesumare AOS/VS e CPM...

    > Se spieghi cosa intendi tecnicamente per
    > "pesante" potrei anche pensarlo anche io.

    Lento, con librerie "massiccie" e corpose, che hanno tanto codice ridondante e poco ottimizzato.
    Funziona ma ti da un feeling scarso, per fare un esempio dopo il login prima di darti il prompt sta a rimuginare, non è immediato.

    Poi dopo l'installazione ha dei gravi problemi di sicurezza come un X-Window che broadcasta sulla rete dicendo a tutti che è disponibile e accetta connessioni in chiaro.
    Dopo installato deve cominciare un fine tuning di un sistemista esperto.
    Un pò come una RedHat vecchio stile.

    > L'unica cosa che gli manca sono i pinguini al
    > boot, ma non credo che nessun server funzionera'
    > peggio per questo.

    Ripeto Solaris non mi dispiace, ma solo per compiti di uno Unix tradizionale. Lo installo, lo configuro per bene per quei 2-3 servizi utili e lo tocco il meno possibile.

    Linux è più versatile e aperto alle innovazioni e alle sperimentazioni. E da prestazioni superiori se queste dovessero servire a discapito della stabilità assoluta.

    > E' uno unix non un IOS, comunque la 8 gira
    > perfettametne su un Pentium90 con 128 Mb di ram
    > sul quale si difende tranquillamente.

    Si ma le vecchie versioni sono farraginose. La SBS (Solaris Base Server) era pure dossabile e cadeva se gli mandavi pacchetti a datagramma modificato.
    Non va fatto affacciare su Internet, diciamo che è buono come server di un programmillo di contabilità cobol in una rete interna di una PMI.
    E poi ci ho bestemiato parecchio per farci funzionare delle multiport seriali Specialix e Stallion. Driver che non ti creavano manco i device in /dev. Tutto manuale file per file...

    non+autenticato
  • > > Beh credo che linux manchi di alcune piccole
    > cose
    > > che per chi ha un server vero e non un
    > giocattolo
    > > a casa non fanno schifo:
    > > - Cache FS

    Mai sentito parlare di XFS o comunque di filesystem un po' più performanti di EXT2/EXT3? XFS fa largo uso del caching.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > > Beh credo che linux manchi di alcune piccole
    > > cose
    > > > che per chi ha un server vero e non un
    > > giocattolo
    > > > a casa non fanno schifo:
    > > > - Cache FS
    >
    > Mai sentito parlare di XFS o comunque di
    > filesystem un po' più performanti di EXT2/EXT3?
    > XFS fa largo uso del caching.


    Ma scherzi?
    Ti dico che il supporto a XFS in Linux c'e' da oltre un anno!

    Linux supporta questi file system journaling:

    ReiserFS, XFS, JFS, GFS, ext3

    Tutti journaling e con algoritmi di caching più o meno sofisticati.
    ReiserFS è quello che preferisco...
    Ma niente mi vieta di formattare ed usare tutti gli altri.
    E anzi Linux fa di più perchè è in grado di combinare queste partizioni nei virtual device che ti permette di vedere partizioni anche con file system diversi ed anche in posizioni diverse sul disco e su dischi diversi, come fossero un unico pseudo-device fisico.

    Ed in più supporta anche tutti questi:

    0 Vuoto           1e Hidden W95 FAT1 80 Vecchio Minix   be Solaris boot
    1 FAT12           24 NEC DOS         81 Minix / vecchio bf Solaris
    2 XENIX root     39 Plan 9         82 Linux swap / So c1 DRDOS/sec (FAT-
    3 XENIX usr       3c Recupero Partit 83 Linux           c4 DRDOS/sec (FAT-
    4 FAT16 <32M     40 Venix 80286     84 C nascosto OS/2 c6 DRDOS/sec (FAT-
    5 Esteso         41 PPC PReP Boot   85 Linux esteso    c7 Syrinx
    6 FAT16           42 SFS             86 set volume NTFS da Non-FS data
    7 HPFS/NTFS       4d QNX4.x         87 set volume NTFS db CP/M / CTOS / .
    8 AIX             4e QNX4.x 2a parti 88 Linux plaintext de Dell Utility
    9 AIX avviabile   4f QNX4.x 3rd part 8e Linux LVM       df BootIt
    a OS/2 Boot Manag 50 OnTrack DM     93 Amoeba         e1 accesso DOS
    b W95 FAT32       51 OnTrack DM6 Aux 94 Amoeba BBT     e3 DOS R/O
    c W95 FAT32 (LBA) 52 CP/M            9f BSD/OS         e4   SpeedStor
    e W95 FAT16 (LBA) 53 OnTrack DM6 Aux a0 Ibernazione IBM eb BeOS fs
    f W95 Ext'd (LBA) 54 OnTrackDM6     a5 FreeBSD         ee EFI GPT
    10 OPUS            55   EZ-Drive       a6 OpenBSD         ef EFI (FAT-12/16/
    11 FAT12 nascosto 56 Golden Bow     a7 NeXTSTEP        f0 Linux/PA-RISC b
    12 Diagnostica Com 5c Priam Edisk     a8 Darwin UFS     f1   SpeedStor
    14 FAT16 nascosto 61   SpeedStor     a9 NetBSD         f4   SpeedStor
    16 FAT16 nascosto 63 GNU HURD o SysV ab Darwin boot     f2 DOS secondario
    17 HPFS/NTFS nasco 64 Novell Netware b7 BSDI fs         fd Autorilevamento
    18 AST SmartSleep 65 Novell Netware b8 BSDI swap       fe LANstep
    1b Hidden W95 FAT3 70 DiskSecure Mult bb Boot Wizard hid ff BBT
    1c Hidden W95 FAT3 75 PC/IX
    non+autenticato
  • > Ma il massimo lo raggiunge legato alle sue
    > macchine le UltraSparc.
    > Se si ha modo di usare entrambe le versioni per
    > Sparc e Intel si tocca davvero con mano la
    > differenza tra un'architettura RISC e quella
    > schifezza dell'architettura Intel.

    non e' risc a essere superiore a x86
    sono le ultrasparc ad essere superiori ai pc
    voglio dire
    una ultrasparc costa decine di migliaia di euro
    un pc ne costa qualche centinaio
    qualche differenza dovra esserci, o no?

    > L'efficienza del sistema è su un altro pianeta,
    > ma soprattutto quando hai dei dischi SCSI veri
    > con vero controller con CPU indiendente e un vero
    > DMA, il sistema operativo sembra non avere
    > rallentamenti mentre che sta facendo attività
    > disco intensiva.
    >

    questo con qualsiasi controller scsi serio

    non+autenticato
  • OpenSolaris rulez
    adesso sono veramente stracazzi amari per il pinguazzo
    hahahahahah
    Rotola dal ridere
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > OpenSolaris rulez
    > adesso sono veramente stracazzi amari per il
    > pinguazzo
    > hahahahahah
    > Rotola dal ridere

    Ma anche se fosse che c'avrai da ridere...
    Tanto è sempre opensource.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > OpenSolaris rulez
    > adesso sono veramente stracazzi amari per il
    > pinguazzo
    > hahahahahah
    > Rotola dal ridere

    Istintivamente, stavo x risponderti all'Abbattantuono... cmq il tuo ragionamento non e' poi cosi' masochistico...A bocca aperta

    In effetti sono sempre stato incuriosito dal mondo Solaris ma, un po' x antipatia x la Sun (... o meglio la sua politica commerciale), un altro po' xche' il mio linux regna...A bocca aperta

    Cominciero' subito a fare un po' di scaricamento... speriamo sia qualcosa x cui ne valga la pena...
  • - Scritto da: Anonimo
    lol, ma va'

    > OpenSolaris rulez
    > adesso sono veramente stracazzi amari per il
    > pinguazzo

    Per carità, non date da mangiare a questo troll psicolabile.
    Riot
    551
  • Se credi realmente a quanto detto, sei un illuso. Potevi aver un minimo di ragione, se questa manovra fosse stata fatta parecchi anni fa, ma adesso ne è passata di acqua sotto i ponti Occhiolino

  • - Scritto da: Michele Vivona
    > Se credi realmente a quanto detto, sei un illuso.
    > Potevi aver un minimo di ragione, se questa
    > manovra fosse stata fatta parecchi anni fa, ma
    > adesso ne è passata di acqua sotto i ponti Occhiolino

    guarda ti do ragione solo per via dei 4 screenshots
    che ho visto,l'interfaccia grafica è supercacosaSorride
    non+autenticato
  • > guarda ti do ragione solo per via dei 4
    > screenshots
    > che ho visto,l'interfaccia grafica è supercacosa
    >Sorride

    Se ci limitiamo a questo, allora siamo proprio alla frutta.
    Continua ad usare il tuo WinSux con la sua grafica super-eccezionale, e astieniti da commenti tecnici.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Se ci limitiamo a questo, allora siamo proprio
    > alla frutta.
    > Continua ad usare il tuo WinSux con la sua
    > grafica super-eccezionale, e astieniti da
    > commenti tecnici.

    Em io veramente uso kubuntu con kde 3.4 A bocca storta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Se ci limitiamo a questo, allora siamo proprio
    > > alla frutta.
    > > Continua ad usare il tuo WinSux con la sua
    > > grafica super-eccezionale, e astieniti da
    > > commenti tecnici.
    >
    > Em io veramente uso kubuntu con kde 3.4 A bocca storta

    dio quanto odio la kubuntu
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Em io veramente uso kubuntu con kde 3.4 A bocca storta
    >
    > dio quanto odio la kubuntu

    perchè che ti ha fatto di male ?
    parla
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > > Em io veramente uso kubuntu con kde 3.4 A bocca storta
    > >
    > > dio quanto odio la kubuntu
    >
    > perchè che ti ha fatto di male ?
    > parla
    >
    è il lato oscuro dell'open sourceSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Grandi!

    Voto del thread: 2,50
    quando nel messaggio c'è scritto solo 'grandi'.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > - Scritto da: Anonimo
    > > Grandi!

    > Voto del thread: 2,50
    > quando nel messaggio c'è scritto solo 'grandi'.

    Gia'... interessante.

    Beh i pensieri profondi vanno sempre premiati.
  • E va bè , l'importante è "open" ! Ficoso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > E va bè , l'importante è "open" ! Ficoso

    anche se e open, cosa te ne fai di preciso ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > E va bè , l'importante è "open" ! Ficoso
    >
    > anche se e open, cosa te ne fai di preciso ?

    Ogni volta che del software viene liberato è una buona notizia per se, indipendentemente dall'uso che poi se ne farà.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > E va bè , l'importante è "open" ! Ficoso
    > >
    > > anche se e open, cosa te ne fai di preciso ?
    >
    > Ogni volta che del software viene liberato è una
    > buona notizia per se, indipendentemente dall'uso
    > che poi se ne farà.

    "liberato" da chi ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > E va bè , l'importante è "open" ! Ficoso
    > > >
    > > > anche se e open, cosa te ne fai di preciso ?
    > >
    > > Ogni volta che del software viene liberato è una
    > > buona notizia per se, indipendentemente dall'uso
    > > che poi se ne farà.
    >
    > "liberato" da chi ?

    Dalla Sun.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > >
    > > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > > E va bè , l'importante è "open" ! Ficoso
    > > > >
    > > > > anche se e open, cosa te ne fai di preciso ?
    > > >
    > > > Ogni volta che del software viene liberato è
    > una
    > > > buona notizia per se, indipendentemente
    > dall'uso
    > > > che poi se ne farà.
    > >
    > > "liberato" da chi ?
    >
    > Dalla Sun.



    mica e stato imprigionato...Sorride

    comunque, a mio avviso, ora nascerà decine (o più) di distribuzioni?
    il solito miscuglio (tipo le varie distro di linux)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > >
    > > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > >
    > > > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > > > E va bè , l'importante è "open" ! Ficoso
    > > > > >
    > > > > > anche se e open, cosa te ne fai di
    > preciso ?
    > > > >
    > > > > Ogni volta che del software viene liberato è
    > > una
    > > > > buona notizia per se, indipendentemente
    > > dall'uso
    > > > > che poi se ne farà.
    > > >
    > > > "liberato" da chi ?
    > >
    > > Dalla Sun.
    >
    >
    >
    > mica e stato imprigionato...Sorride

    Ormai si usa dire così.

    > comunque, a mio avviso, ora nascerà decine (o
    > più) di distribuzioni?
    > il solito miscuglio (tipo le varie distro di
    > linux)

    Sono i vantaggi e gli svantaggi dell'opensource.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > comunque, a mio avviso, ora nascerà decine (o
    > più) di distribuzioni?
    > il solito miscuglio (tipo le varie distro di
    > linux)

    fico... altra gente che torna all'ovile (Redmond)
    :D
    non+autenticato
  • > comunque, a mio avviso, ora nascerà decine (o
    > più) di distribuzioni?
    > il solito miscuglio (tipo le varie distro di
    > linux)

    Può sicuramente nascere qualche "distribuzione" parallela, ma OpenSolaris rimarrà sempre un punto di riferimento. Questo perchè OpenSolaris è un sistema operativo completo, al contrario di Linux che è solo un kernel e quindi necessita per forza di cose di essere inserito in una "distribuzione".
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Può sicuramente nascere qualche "distribuzione"
    > parallela, ma OpenSolaris rimarrà sempre un punto
    > di riferimento. Questo perchè OpenSolaris è un
    > sistema operativo completo, al contrario di Linux
    > che è solo un kernel e quindi necessita per forza
    > di cose di essere inserito in una
    > "distribuzione".

    Se la licenza non lo vieta espressamente comincerai a vedere interessanti "mutazioni genetiche". Forse anche un Linaris, con kernel Solaris e il resto tutto preso da Linux.


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > "liberato" da chi ?

    è stato liberato da mio cuggino
    Rotola dal ridere
    non+autenticato