UK, lab governativo per l'open source

Non più soltanto dichiarazioni: l'amministrazione Blair finanzia un laboratorio che consentirà alle pubbliche amministrazioni di testare e sviluppare tecnologie aperte

Londra - Passo passo il Governo britannico va avvicinandosi all'open source e l'ultima novità è la realizzazione dell'Open Source Laboratory, nuova divisione tecnologica varata in seno al National Computing Centre (NCC) e sviluppata nell'ambito della Open Source Academy, iniziativa governativa che mira al coinvolgimento sul software libero di tutte le amministrazioni.

L'idea di fondo del nuovo lab è consentire ai singoli enti che sviluppano soluzioni aperte di sperimentarne il funzionamento e ottimizzarle prima del loro impiego sulle proprie infrastrutture telematiche. Avvalendosi dei fondi e dei tecnici del lab, dunque, i diversi soggetti potranno cooperare alla realizzazione di soluzioni che potranno poi essere reimpiegate e riutilizzate anche da altri soggetti pubblici.

Lo scopo del Lab, così come dell'Academy, non è soltanto quello di portare a nuove applicazioni ma anche valutare la capacità delle PA di collaborare verso un obiettivo univoco. Va detto che le soluzioni che saranno adottate non saranno necessariamente imperniate in modo esclusivo sui software aperti: già il primo progetto con cui parte il lab, seguito dal Cleshire County Council in realtà prevede un mix di soluzioni proprietarie e aperte.
Sia come sia, quella del NCC è una decisione che accelera la marcia di avvicinamento dell'amministrazione Blair all'open source. Una marcia iniziata nel 2002 con il varo di una nuova policy sul codice aperto, linee guida che impongono alle amministrazioni di preferire l'adozione di tecnologie open rispetto a quelle proprietarie a parità di costo.

Il dinamismo che il Governo sta dimostrando su questo fronte, d'altra parte, ha già attirato IBM, che da due anni sostiene lo sviluppo di questo genere di codice per la PA, e persino di Microsoft che si è già detta pronta a competere con le soluzioni aperte britanniche.
21 Commenti alla Notizia UK, lab governativo per l'open source
Ordina

  • Non vi illudete: è solo una guerra tra IBM
    e Microsoft. Dietro l'open source dei
    governi ci sono forniture per miliardi
    di tecnologia e servizi IBM.

    Alla fine, è sempre questione di quale
    multinazionale riesce ad offrire la tangente
    più grossa... e gli inglesi sanno tirare bene
    sul prezzo, tutto qui.
    non+autenticato
  • Ma i brevetti software non sono gia legali in UK?
    e cosa fanno? il governo aiuta l'opensource?

    Boh!
    non+autenticato
  • semplice, UK presta i brevetti ai muli che gratis gli fanno i programmi e poi se li riprende
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > semplice, UK presta i brevetti ai muli che gratis
    > gli fanno i programmi e poi se li riprende
    al galoppo mulo vai vaiiiiiiii(riferito all'autore del posto ovviamente, metti che non capisce visto che è un animale)
    non+autenticato
  • se non fosse per i "muli" in ogni ambito della conoscenza non saremmo neanche arriati all'eta' del ferro.....ma chi lo dice che chi ha buon cervello debba per forza preferire arricchire solo se stesso piuttosto che l'umanita' intera?? e poi non mi pare che le code per le distribuzioni di pasti caldi gratis siano affollate di programmatori di OSS....
    non+autenticato
  • ma gli uffici di collocamento si
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > ma gli uffici di collocamento si

    Gli uffici di collocamento sono pieni di gente che sa usare uindous facendo aprire uord o eccel.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma i brevetti software non sono gia legali in UK?
    > e cosa fanno? il governo aiuta l'opensource?

    Non capisco il nesso fra i brevetti software e l'open source... e sono convinto che non lo capisci neppure tu...
    non+autenticato
  • Anche l'Inghilterra si è convertita al movimento
    free software
    per redmond si prospettano tempi bui
    :)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Anche l'Inghilterra si è convertita al movimento
    > free software
    > per redmond si prospettano tempi bui
    >Sorride


    ma no, non è possibile. potrebbero campare anche se i computer smettessero di funzionare per almeno 50 anni.


    (anche perché non farli funzionare è il loro forte)

  • - Scritto da: Anonimo
    > Anche l'Inghilterra si è convertita al movimento
    > free software
    > per redmond si prospettano tempi bui
    >Sorride

    Se questi sono i soggetti del clan Linux sono
    fiero di far parte della folta schiera dei Windows fan.....
    Deluso
    non+autenticato
  • Hahahahah beh effettivamente come darti torto?
    Comuque anche secondo me a tirare i fili sotto è Ibm ...
    mah

    ciao ciaoSorride
    non+autenticato
  • "clan linux? "schiera dei windows-fan"? mamma mia,mi pare di risentire la diatriba spandau ballet contro duran duran....ma ripigliatevi tutti che i talebani sono sempre degli idioti,qualunque sia la forma di "talebanismo" (dallo sfegatato linux,al leghista intransigente,al musulmano estremista,fino ad arrivare a "sei per i Beatles o gli Stones? Come i beatles? non capisci un c...o!!!!) la pochezza mentale e' sempre quella
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > "clan linux? "schiera dei windows-fan"? mamma
    > mia,mi pare di risentire la diatriba spandau
    > ballet contro duran duran....ma ripigliatevi
    > tutti che i talebani sono sempre degli
    > idioti,qualunque sia la forma di "talebanismo"
    > (dallo sfegatato linux,al leghista
    > intransigente,al musulmano estremista,fino ad
    > arrivare a "sei per i Beatles o gli Stones? Come
    > i beatles? non capisci un c...o!!!!) la pochezza
    > mentale e' sempre quella

    è arrivato il MAC OSX fan mascherato
    non+autenticato
  • Vuoi la lista dei sistemi operativi che uso?
    -Windows 2k a casa
    -macosx sul client al lavoro
    -FreeBSD sui server al lavoro

    e tutti e 3,nell'ambito in cui mi servono,fanno egregiamente il loro lavoro,e non mi sognerei mai di sputare su nessuno di loro, come neanche su linux,solaris e chi + ne ha + ne metta. Insomma,ognuno dovrebbe vedere cio' che gli serve in quel momento ed usare lo strumento (SO in questo caso) + adatto,senza tante manfrine ideologiche.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Vuoi la lista dei sistemi operativi che uso?
    > -Windows 2k a casa
    > -macosx sul client al lavoro
    > -FreeBSD sui server al lavoro

    > e tutti e 3,nell'ambito in cui mi servono,fanno
    > egregiamente il loro lavoro,e non mi sognerei mai
    > di sputare su nessuno di loro, come neanche su
    > linux,solaris e chi + ne ha + ne metta.
    > Insomma,ognuno dovrebbe vedere cio' che gli serve
    > in quel momento ed usare lo strumento (SO in
    > questo caso) + adatto,senza tante manfrine
    > ideologiche.

    Certo per una cosa del genere e' necessario conoscere adeguatamente i vari sistemi, cosa che spesso i sistemisti, soprattutto quelli che si fossilizzano su windows, non hanno intenzione di fare; e' il solito esempio di mancanza di cultura che fa vittime tra i clienti a causa dell'ignoranza del prestatore d'opera.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Certo per una cosa del genere e' necessario
    > conoscere adeguatamente i vari sistemi, cosa che
    > spesso i sistemisti, soprattutto quelli che si
    > fossilizzano su windows, non hanno intenzione di
    > fare;

    la solita retorica del linaro pavone.....
    quando la finirete di prendere per il culo voi stessi ?
    tanto è inutile non crede nessuno alle vostre stronzate
    il sistemista windows vale quanto il sistemista smanettone linux.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Anche l'Inghilterra si è convertita al movimento
    > > free software
    > > per redmond si prospettano tempi bui
    > >Sorride
    >
    > Se questi sono i soggetti del clan Linux sono
    > fiero di far parte della folta schiera dei
    > Windows fan.....
    > Deluso

    nessuno dei 2 argomenti reputo corretto, a ciascuno il sistema che preferisce.

    Io sono tendenzialmente a favore di linux, ma il mio windows 2000 resiste ancora sul mio pc...

    su alcuni compiti linux e' imbattibile, mentre su altri windows tiene botta.

    e poi un regime di SANA concorrenza non guasta per entrambi, si e' portati a spingere un pó nell'innovazione in entrambi i sistemi (non che a linux sia necessario vista l'evoluzione negli ultimi 2 anni).
  • > nessuno dei 2 argomenti reputo corretto, a
    > ciascuno il sistema che preferisce.
    >
    > Io sono tendenzialmente a favore di linux, ma il
    > mio windows 2000 resiste ancora sul mio pc...
    >
    Basta ricordare che non sono paragonabili, uno e' fatto in un modo e l'altro e' diverso, inutile tergiversare sui fan club o l'interfaccia simpatica o meno, sono diversi in modo sostanziale.
    A me piace di piu' linux, come idea, poi mi capita di usare anche il mac il vvin, l'importante e' rimanere curiosi e non smettere mai d'imparare.
    Newbie, inespertoRotola dal ridereIdea!:s:D
    non+autenticato
  • Sveglio il lacchè UK su queste cose, molte sveglio.
    Ha la vista lunga.
    Bravo Blair.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Sveglio il lacchè UK su queste cose, molte
    > sveglio.
    > Ha la vista lunga.
    > Bravo Blair.

    e non vogliamo spendere una parola per il nostro Pera?

    aveva invitato bill gates un po' di tempo fa promettendo ponti d'oro, ma dato che non ci sono più soldi, e forse s'è avveduto, ha deciso che è più saggio migrare i server su linux.


    senato.it ora è sul pinguino a quanto pare.

    Senato della Repubblica    82.112.217.105    Linux    Apache    23-Sep-2004
    Senato della Repubblica    193.43.65.133    Windows 2000    Microsoft-IIS/5.0    29-Jun-2004