Un nuovo crackdown italiano?

Autistici/Inventati denuncia: da più di un anno le forze dell'ordine tengono sotto controllo un server che gestisce numerosi siti e moltissime mailing list. Già partita una interrogazione parlamentare

Roma - Un anno fa, il 15 giugno 2004, gli agenti della Polizia Postale sotto il coordinamento della Procura di Bologna hanno avuto accesso al server dell'associazione Autistici/Inventati che si trova nella server farm di Aruba, il celebre fornitore di servizi internet e - afferma l'Associazione - dopo aver "spento il nostro server" hanno copiato "le chiavi necessarie a rendere possibile la decrittazione della WebMail; da allora hanno avuto, potenzialmente, accesso a tutto il contenuto del disco, compresi i dati sensibili di tutti gli utenti".

Questa la denuncia diffusa dall'associazione Autistici/Inventati secondo cui né la PolPost né Aruba si presero la briga quel giorno di avvertire l'Associazione in merito ad una inchiesta che si focalizzava sul monitoraggio dell'email "croceneraanarchica@inventati.org". "Tutto questo - sottolinea l'Associazione a PI - avrebbe seguito ben altre strade se fosse stato contattato all'epoca il responsabile legale del server".

Una questione delicata, come si vede, se si considera che quei server e quei servizi sono utilizzati quotidianamente da circa 30mila persone, con siti web e servizi email che fanno capo ad avvocati, giornalisti, politici, attivisti, associazioni umanitarie, uffici legali, sindacalisti, gruppi universitari, network internazionali e molto altro. Non è un caso, la protezione crittografica offerta dall'Associazione interessa da vicino tutti coloro che intendono tutelare la privacy delle proprie comunicazioni. Ed è questa protezione che ora si ritiene violata illecitamente.
"Abbiamo saputo solo ora di quanto avvenuto - spiega a Punto Informatico uno dei membri del collettivo di Autistici/Inventati - perché gli atti di questo procedimento li abbiamo potuti leggere soltanto adesso". Il riferimento è evidentemente al sequestro del sito di Crocenera Anarchica, ospitato dai server dell'Associazione che ha dunque potuto aver accesso alla documentazione relativa a quell'inchiesta (i sette arresti collegati a quell'operazione sono poi stati invalidati in quanto "immotivati").

Ed è proprio nell'ambito di quell'inchiesta, sostiene l'Associazione, che emergono particolari definiti "molto più che preoccupanti". Nel ravanare negli atti, infatti, l'Associazione ha dichiarato di aver accertato che il 15 giugno dello scorso anno gli agenti della Polizia Postale hanno chiesto ed ottenuto l'accesso ai contenuti del server e, tra questi, ai certificati per la crittografia delle comunicazioni. Con conseguenze potenzialmente importanti, secondo l'Associazione, visto che, per fare un esempio, sono comunicazioni utilizzate dal Genova Legal Forum, grazie alle quali avvocati e consulenti operano e coordinano le proprie attività.

Supportolegale in una nota parla dell'operazione in termini molto duri: "Per la seconda volta, dopo il sequestro dei computer portatili di due consulenti tecnici avvenuto a marzo, tutta la strategia difensiva del Genova Legal Forum é a disposizione delle procure: documenti, analisi, atti e reperti non ancora presentati in tribunale. Con buona pace del segreto istruttorio e del rispetto dei diritti della difesa".

Le accuse sono pesanti: in un comunicato diffuso dall'Associazione, di Aruba si dice che "si inventarono dei finti problemi tecnici, decidendo senza troppo soffrirne, che i loro clienti, le loro clausole contrattuali, i diritti degli utenti di un provider non valgono nemmeno una telefonata per avvertire i proprietari del server; un posto dove conta di più la menzogna e l'assenza di rispetto dei più basilari diritti civili". "Quello che è successo - sottolineano all'Associazione - è per noi molto grave, e non vogliamo nasconderci dietro difficili prospettive di revanche. Sarà una battaglia dura, che combatteremo su tutti i fronti possibili, non ultimo quello legale. La nostra quotidiana paranoia nella gestione dei dati personali, tesa e difendere i dati di tutti i nostri utenti, non è stata sufficiente, per mancanza di risorse e forse anche per il senso di inconscia ed ingiustificata fiducia nei confronti della legislazione che regola il diritto alla privacy".
TAG: 
319 Commenti alla Notizia Un nuovo crackdown italiano?
Ordina
  • Adesso vediamo di porre la parola fine. Quelli che hanno avuto fretta di parlare e ancor peggio di giudicare, riflettano..

    http://assistenza.aruba.it/news.php?newsid=27
    non+autenticato
  • Salve,
    Siamo l'Anacron Group Italy,
    vi volevamo informare di una protesta da noi organizzata contro aruba riguardo all'intercettazione nei confronti di Autistici/Inventati.

    Abbiamo indetto un NETSTRIKE per giorno
    11 luglio 2005
    dalle ore 10:00 alle ore 22:00
    contro il sito: www.aruba.it

    Invitiamo TUTTI a partecipare, a divulgare il nostro comunicato e la relativa data del netstrike e ad inserire sulle vostre pagine il banner da noi realizzato.

    Bisogna agire e farlo subito !!!
    DIFFONDETE !!!!!

    Link:
    http://www.autistici.org/anacron-group-italy/aruba...

    Comunicato:

    :: Quando ti accorgi di loro, e' gia' passato un anno ::

    Si pensa spesso e molte volte fa' male, ma delle volte forse sarebbe meglio farlo ed evitare cosi' lo schifo che in questi giorni sta inondando la rete e le nostre teste.
    Fidarsi ?? No, non era possibile prima che tanti complotti, cospirazioni, etc. venissero alla luce, figuriamoci ora !!
    Ma un minimo di senso del 'rispetto'; ok nessun rispetto, ma un minimo di senso 'professionale', lo si abbia (parliamo con voi Aruba.it); invece e' come parlare davanti un muro, anzi a differenza le pareti ascoltano !!

    15/06/04 la Polizia Postale fa' visita alla web farm di aruba dove sono 'ospitati' i server del collettivo Autistici/Inventati, ed indovinate poi cosa succede ??
    Il Server viene brutalmente spento, la Polizia Postale con l'intento di indagare su UNA casella di posta copia indiscriminatamente l'intero contenuto del server, copia le chiavi crittografiche che permettono le comunicazioni crittate tra gli utenti e lo stesso server e potenzialmente installa uno sniffer per filtrare tutto il traffico diretto a quest'ultimo..

    A causa del down del server, gli autistici contattano il provider di aruba chiedendo spiegazioni, e quest'ultimo sapete cosa risponde ??

    ">"

    Mentono !!! Parlano di guasto tecnico ma in realta' la macchina e' stata spenta !!!

    21/06/05 rispolverando alcune carte di atti giudiziari si scopre della compromissione del server, tutto cio' perche' aruba non ha contattato i proprietari informandoli della perquisizione, tutto cio' perche' un anno fa' si e' perpetrata una menzogna che e' cresciuta fino ad oggi..
    Ed e' da un anno che l'intero server, che ospita circa 30.000 persone, tra cui attivisti, associazioni indipendenti, smanettoni di qualsivoglia genere, insomma gente scomoda al sistema odierno, e' sotto INTERCETTAZIONE !!!
    E' da un anno che le nostre e-mail vengono lette in maniera 'illecita' dalla Polizia Postale, insieme a qualsiasi dato ipotetico che sia giunto da noi alla macchina..

    Un anno di VIOLAZIONE DELLA NOSTRA/VOSTRA PRIVACY !!!

    Da parte nostra siamo indignati, arrabbiati, pensando che se e' stato possibile ledere la sicurezza dell'intero server di Autistici/Inventati figuriamoci cosa accade altrove, figuriamoci lo schifo che esiste, ma molti preferiscono chiudere gli occhi e dormire un sonno in un insensato torpore..

    Noi NO !!

    Noi, come chi tiene a cuore la propria privacy e se stesso, difronte a quanto accaduto non rimaniamo inermi e zitti, ma ci schieriamo in prima fila contro tutto questo, e proponiamo:

    NETSTRIKE contro il sito: www.aruba.it
    GIORNO 11 Luglio 2005
    dalle ore 10:00 alle ore 22:00

    Esatto, ben 12 ore di protesta in rete, per far capire che siamo determinati, per far capire che non siamo pochi, per far capire che siamo incazzati, per far capire che NON ci fermiamo !!!

    NOTA: Per chi non sapesse, un netstrike e' una protesta che si svolge in rete, simile ai cortei su strada, ma qui il vostro manifesto e' il vostro browser e l'ente contro cui manifestate e' il sito www.aruba.it. Lo scopo della manifestazione e' fare numerose e continue richieste con i propri browser al sito contro il quale si protesta, cercando di consumarne la banda, quindi piu' siamo meglio e' !!!

    Invitiamo TUTTE le persone che hanno a cuore la propria privacy, tutti i fratelli/sorelle di Autistici/Inventati, tutte le persone indignate dall'accaduto di inserire sulle proprie pagine il banner sottostante, di spargere in maniera capillare questo testo e quindi la notizia del netstrike e soprattutto di partecipare abbondantemente, TUTTI !!!




    Link at: http://www.autistici.org/anacron-group-italy/aruba...


    E' in questi momenti che bisogna farsi sentire in maniera pesante, altrimenti si rischia che un giorno aime' non molto lontano, violazioni personali di questo tipo siano fatte passare come cosa leggittima per la caccia e la lotta ad un mostro non ancora ben definito !!!

    Alzatevi ed agite !!!


    Silentium et Next Time
    Anacron Group Italy

    root@anacron:/# cat ~/protests/crackdownLinks.txt

    http://www.autistici.org/ai/crackdown
    http://www.autistici.org/ai/crackdown/aruba.html "Boicotta Aruba"
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=53654&r=PI
    non+autenticato
  • =croccante e sottile pane tostato per mongolini?
    non+autenticato
  • Ciao a tutti,

    Ma come ci si puo' fidare di un sito che sventola ai 4 venti sicurezza e privacy e poi non ha il controllo fisico dei propri server? La cosa in assoluto più importante!

    Francamente se fossi uno dei clienti di questi tizzi gli farei causa dato che non hanno saputo proteggere la proprio privacy!

    :|

    Ciaooooo
    non+autenticato
  • Se vedete un anarchico che sposa tesi marxiste, diffidate, è un impostore, anarchici veri e marxisti sono nemici giurati, coi secondi che spesso hanno sfruttato i primi ai propri fini, definendoli "utili idioti".
    Lo stesso dicasi se vedete un anarchico che oltre ad avversare un governo occidentale, e questo lo farebbe qualsiasi vero anarchico, allo stesso tempo sia condiscendente con qualsiasi altro governo autoritario, magari addirittura teocratico, non occidentale, questo per un vero anarchico non sta né in cielo né in terra.
    Per chi avesse bisogno di un esempio: non esiste che un vero anarchico sia contro Bush, ma appoggi, che so, Kim Jong Il o Gheddafi o Chirac.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | Successiva
(pagina 1/9 - 42 discussioni)