Caso Autistici, la replica di Aruba

Il provider illustra nei dettagli la propria posizione sulla questione sollevata dall'Associazione a proposito delle indagini sui propri server ospitati da Aruba. L'ISP ha eseguito quanto ordinato dalla magistratura

Roma - Riceviamo e di seguito volentieri pubblichiamo la replica di Aruba alle accuse rivolte al provider nei giorni scorsi, di cui Punto Informatico ha dato notizia il 24 giugno

Con riferimento alle notizie circolate in questi giorni sul web e su alcuni newsgroup e riprese da alcuni quotidiani e altri organi di stampa nazionali, riguardo la presunta violazione, da parte di Aruba, dei diritti del cliente Associazione Investici siamo a precisare quanto segue:

- in data 14 giugno 2004, in forza ed esecuzione di un ordine di esibizione e di acquisizione di atti e documenti emesso ex art. 256 c.p.p. dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bologna nel contesto di un procedimento penale contro ignoti per i reati di cui agli artt. 280 e 81 c.p. ai danni di Prodi Romano e altri, agenti ed ufficiali di Polizia Giudiziaria del servizio di Polizia Postale e delle Comunicazioni si presentavano presso la nostra sede chiedendo fosse loro consegnata copia dei contenuti delle memorie di massa (hard disk) installati all'interno del server di proprietà dell'associazione Investici e collocato in housing presso la server farm Aruba;
- una volta eseguita la notifica del predetto ordine la Polizia Giudiziaria, previa individuazione del server ivi indicato, lo faceva scollegare dalla rete dal personale Aruba ed acquisiva copia dei contenuti delle memorie di massa ivi installati, "invitando" detto personale di mantenere "riservata" tale acquisizione.

Ciò posto è del tutto evidente come siano stati travisati e distorti i fatti all'origine della vicenda e, per l'effetto, quanto possano essere infondate e diffamatorie nei confronti di Aruba, le notizie circolate in questi giorni e riprese da alcuni quotidiani e dagli altri organi di stampa fino a provocare, pare, un'interrogazione parlamentare da parte dei deputati verdi Mauro Bulgarelli e Paolo Cento.

In realtà Aruba si è limitata ad eseguire l'ordine della Procura della Repubblica di Bologna come notificatogli dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni poichè gli ordini dell'Autorità Giudiziaria non possono e non devono essere discussi o approvati, ma semplicemente eseguiti giusto quanto previsto dall'art. 650 c.p. (inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità).

Tuttavia, per chiarezza e trasparenza nei confronti dei nostri clienti, vogliamo far rilevare quanto segue:

- Aruba si è limitata ad eseguire alla lettera il provvedimento notificatogli dalla Polizia Giudiziaria e le altre direttive da essa impartite;

- dopo aver consegnato alla Polizia Giudiziaria quanto indicato nel predetto provvedimento Aruba non ha ricevuto da questa altre richieste ed è rimasta completamente estranea a qualsiasi altra successiva ed eventuale attività investigativa;

- il personale Aruba non era in alcun modo autorizzato ad informare il cliente dell'attività svolta dalla Polizia Giudiziaria senza incorrere a sua volta in responsabilità penali (es. art. 379 bis. c.p.). Invero, ogni giorno l'Autorità Giudiziaria dispone decine e decine di intercettazioni telefoniche ma i gestori della telefonia coinvolti si guardano bene dal darne comunicazione ai clienti interessati;

- la Polizia Giudiziaria ha potuto acquisire tutti i dati presenti sul server dell'associazione Investici invece dei soli dati presenti sul sito oggetto di indagine non solo perchè così disponeva il provvedimento emesso dall'Autorità Giudiziaria, ma anche perchè detto server era di esclusiva proprietà dell'Associazione ed era da essa gestito in proprio senza alcun coinvolgimento di Aruba (housing) che, in tali casi, fornisce solo connettività e alloggio al server; viceversa, se il sito oggetto di indagine si fosse trovato su di un server Aruba (hosting), poichè in tale ipotesi esso viene gestito da noi, l'acquisizione sarebbe stata limitata ai soli dati relativi al sito interessato;

- nella fattispecie ad Aruba non può essere imputata neppure la violazione della normativa in materia di privacy poiché i contenuti delle memorie di massa del server dell'associazione Investici sono stati acquisiti nel contesto di un'attività di indagine svolta esclusivamente dalla Polizia Giudiziaria.

In conclusione. Nessun addebito può essere rivolto ad Aruba per aver adempiuto ad un ordine della competente Autorità Giudiziaria. Resta ovviamente inteso che questa società si riserva di tutelare la propria immagine e la propria reputazione in tutte le competenti sedi giudiziarie per le notizie tanto diffamatorie quanto infondate fatte circolare in questi giorni in suo danno con tanta disinvoltura e senza conoscere realmente i fatti.

Aruba.it
TAG: 
371 Commenti alla Notizia Caso Autistici, la replica di Aruba
Ordina
  • Premesso che non sono più un fan di Aruba da parecchi anni.
    Ho anche scritto una guida per comprare i servizi di Aruba risparmiando:
    http://hosting-provider.jujol.com/arubait-davvero-.../
    da cui si evince che sono un po' cari.

    ma sicuramente non si può dire che non siano seri, non potevano fare altro che eseguire l'ordine della Procura della Repubblica di Bologna come notificatogli dalla Polizia Postale.
    non+autenticato
  • Aruba si risparmi comunicati stampa che in fondo non dicono nulla... il loro è solo un tentativo ridicolo di salvare la faccia, facendo la semplice analisi dei fatti (e delle dichiarazioni di entrambe le parti) la verità è una sola.... Aruba ha mentito!!! Il primo Provider di Italia non ha esitato a piegare la schiena.... Boicott Aruba!!!! Andiamo subito a trasferire i nostri domini da qualche altra parte...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Aruba si risparmi comunicati stampa che in fondo
    > non dicono nulla... il loro è solo un tentativo
    > ridicolo di salvare la faccia, facendo la
    > semplice analisi dei fatti (e delle dichiarazioni
    > di entrambe le parti) la verità è una sola....
    > Aruba ha mentito!!! Il primo Provider di Italia
    > non ha esitato a piegare la schiena.... Boicott
    > Aruba!!!! Andiamo subito a trasferire i nostri
    > domini da qualche altra parte...

    Vedo che non ti sei dato pena di leggere gli altri post... l'avessi fatto avresti capito parecchie cosette... e, soprattutto, che le cose sono diverse da come ha detto autistici... bye!Sorride
    non+autenticato
  • Si presentano con un ordine di un magistrato, vogliono il server e ti dicono di star zitto.

    TU LO FAI.. stiamo parlando della magistratura.

    Se ha sbagliato la magistratura.. o chi ha emesso quell'ordine è un altro discorso.. ma voi, se foste stati ARUBA, con che autorità avreste violato un odine del tribunale ???

    No dico..... vi vorrei vedere a tutti voi troll a dire di andare a cagare agli ufficiali giudiziari...

    Se volete prendervela con qualcuno (giustamente o ingiustamente) prendetevela con quel magistrato.. ma non con un privato che può solo ESEGUIRE.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Si presentano con un ordine di un magistrato,
    > vogliono il server e ti dicono di star zitto.
    >
    > TU LO FAI.. stiamo parlando della magistratura.
    >
    > Se ha sbagliato la magistratura.. o chi ha emesso
    > quell'ordine è un altro discorso.. ma voi, se
    > foste stati ARUBA, con che autorità avreste
    > violato un odine del tribunale ???
    >
    > No dico..... vi vorrei vedere a tutti voi troll a
    > dire di andare a cagare agli ufficiali
    > giudiziari...
    >
    > Se volete prendervela con qualcuno (giustamente o
    > ingiustamente) prendetevela con quel magistrato..
    > ma non con un privato che può solo ESEGUIRE.

    L'ignoranza è una gran brutta cosa... speriamo abbiano la modestia di leggere e riflettere anche sulle posizioni e le spiegazioni degli altri: non vuol dire che perchè diverse dalle loro siano di parte e quindi errate... ma faglielo capire...Perplesso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo


    > TU LO FAI.. stiamo parlando della magistratura.

    Da come lo dici sembrerebbe piuttosto "stiamo parlando di Dio"

    Imbarazzato


    > Se ha sbagliato la magistratura.. o chi ha emesso
    > quell'ordine è un altro discorso..


    Appunto è un altro discorso, ma mi serverebbe approfondirlo per poi tornare al discorso principale:

    e se ha sbalgiato la magistratura?
    Che succede? cosa si può fare?

    > ma voi, se foste stati ARUBA, con che autorità
    > avreste violato un odine del tribunale ???

    Non si tratta di violare,
    ma di presentare ricorso, di opporsi in maniera lecita e legittima

    "caro signor Presidente del Tribunale, il sequestro di TUTTO il server arreca ingiusto e immotivato danno ai nostri clienti, alla maggior parte dei clienti dei nostri client, e anche alla nostra cosietà che non può più continuare la propria offerta dei sirvizi al proprio cliente.

    Quando basterebbe acquisire con sequestro solo i dati pertinenti alle indagini.

    Le invio pertanto questo ai sensi dell'art. ..... codice di procedura penale, che dispone una vostra temepstiva ed appropriata risposta entro ... giorni,
    per chiedere di non convalidare / revocare il sequestro, e disporre invece misure più opportune per garantire non solo il procedeimento delle indagini e l'assunzione dei mezzi di prova, ma anche i diritti dei terzi coinvolti".


    > No dico..... vi vorrei vedere a tutti voi troll a
    > dire di andare a cagare agli ufficiali
    > giudiziari...

    Qui nessuno ha consigliato di dire .... ehm ... quella parola lì.

    > Se volete prendervela con qualcuno (giustamente o
    > ingiustamente) prendetevela con quel magistrato..
    > ma non con un privato che può solo ESEGUIRE.

    E come si fa a prendersela?

    (lo chiedo realmente: non so come di faccia.
    Forse con un esposto a CSM ? )


  • - Scritto da: chemicalbit
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > > TU LO FAI.. stiamo parlando della magistratura.
    >
    > Da come lo dici sembrerebbe piuttosto "stiamo
    > parlando di Dio"
    >
    > Imbarazzato
    >
    >
    > > Se ha sbagliato la magistratura.. o chi ha
    > emesso
    > > quell'ordine è un altro discorso..
    >
    >
    > Appunto è un altro discorso, ma mi serverebbe
    > approfondirlo per poi tornare al discorso
    > principale:
    >
    > e se ha sbalgiato la magistratura?
    > Che succede? cosa si può fare?
    >
    > > ma voi, se foste stati ARUBA, con che autorità
    > > avreste violato un odine del tribunale ???
    >
    > Non si tratta di violare,
    > ma di presentare ricorso, di opporsi in maniera
    > lecita e legittima
    >
    > "caro signor Presidente del Tribunale, il
    > sequestro di TUTTO il server arreca ingiusto e
    > immotivato danno ai nostri clienti, alla maggior
    > parte dei clienti dei nostri client, e anche alla
    > nostra cosietà che non può più continuare la
    > propria offerta dei sirvizi al proprio cliente.
    >
    > Quando basterebbe acquisire con sequestro solo i
    > dati pertinenti alle indagini.
    >
    > Le invio pertanto questo ai sensi dell'art.
    > ..... codice di procedura penale, che dispone una
    > vostra temepstiva ed appropriata risposta entro
    > ... giorni,
    > per chiedere di non convalidare / revocare il
    > sequestro, e disporre invece misure più opportune
    > per garantire non solo il procedeimento delle
    > indagini e l'assunzione dei mezzi di prova, ma
    > anche i diritti dei terzi coinvolti".
    >
    >
    > > No dico..... vi vorrei vedere a tutti voi troll
    > a
    > > dire di andare a cagare agli ufficiali
    > > giudiziari...
    >
    > Qui nessuno ha consigliato di dire .... ehm ...
    > quella parola lì.
    >
    > > Se volete prendervela con qualcuno (giustamente
    > o
    > > ingiustamente) prendetevela con quel
    > magistrato..
    > > ma non con un privato che può solo ESEGUIRE.
    >
    > E come si fa a prendersela?
    >
    > (lo chiedo realmente: non so come di faccia.
    > Forse con un esposto a CSM ? )
    >

    Si sarebbe dovuto approvare il referendum della responsabilità dei magistrati... ma allora erano intoccabili... mani pulite etc.... un altro po' li si beatificava pure...Perplesso
    non+autenticato
  • Già, Aruba sembra lavarsene le mani,
    ma dovrebbe essere la prima a difendere se non il proprio cliente, perlomeno la possibilità di svolgere la propia attività (in questo caso offrire un servizio ad Autistici).

    Il server di Autistici è stato scollegato,
    per cui Aruba non può offrire un servizio.
    PEr questo non dovrà paghare danni ad Autistici (le condizioni del contratto prevederanno bene che in questi casi pososno interrompere senza prevviso, ecc. ecc.), ma perderà comuqnue dei soldi.
    (Autistici devepagare per il periodo non coperto dal servizio? E comunque dubito che in futuro vorrà rinnovare il contratto con loro)

    Perlomeno per sporchi motivi capitalistici Occhiolino dovrebeb difendersi con tutti i mezzi legali.
  • PRIVACY VIOLATA - La polemica ora investe direttamente Aruba accusato da Autistici/Inventati di non avere dato alcuna notizia all'associazione dell'intervento della polizia postale consentendo così la violazione potenziale della privacy di migliaia di utenti. Tra questi anche gli avvocati del Genova Legal Forum che fanno riferimento al sito Supporto Legale, che ora denunciano come le strategie difensive degli imputati per i fatti del G8 di Genova possano teoricamente finire, attraverso la polizia postale e la procura di Bologna, nelle mani della controparte.
    LA REPLICA DI ARUBA - Secondo Aruba, tuttavia, non c'è stata alcuna violazione dei diritti di Autistici/Inventati perché l'intervento degli agenti era accompagnato da regolare ordine di acquisizione della Procura e perché gli stessi poliziotti avevano provveduto a fare una copia degli hard disk invitando il personale di Aruba, che ha eseguito materialmente il distacco temporaneo del server di Autistici dalla rete, a mantenere «riservata» l'acquisizione di dati. Aruba si richiama insomma all'articolo 650 del codice penale sulla «inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità», che prevede l'arresto fino a tre mesi per chi commette la violazione. «Ci siamo limitati ad eseguire l'ordine della procura della Repubblica - sottolineano quelli di Aruba - poiché gli ordini dell'autorità giudiziaria non possono e non devono essere discussi o approvati, ma semplicemente eseguiti». Viene inoltre fatto notare come ogni giorno vengano disposte decine e decine di intercettazioni telefoniche ma senza che i gestori telefonici si sentano in dovere di avvisare i propri clienti.
    L'avviso sul rischio per la privacy degli utenti di Autistici/Inventati
    IL NUOVO SERVER «PULITO» - Dal canto suo Autistici/Inventati fa sapere che nonostante al momento «i nostri servizi sono in condizioni di non sicurezza», i server non saranno disattivati. «Solamente nel passaggio al nuovo server "pulito", che faremo al piu' presto e vi comunicheremo tempestivamente - fa sapere l'associazione, che non ha scopi di lucro e che offre servizi email garantiti da protezione crittografica (che per questo sono utlizzati da avvocati, giornalisti, organizzazioni sindacali e politiche, gruppi universitari e network internazionali) -. I servizi saranno temporaneamente non raggiungibili e solo dopo questo passaggio i servizi potranno nuovamente essere considerati completamente operativi».
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Successiva
(pagina 1/10 - 50 discussioni)