Amazon brevetta la history degli utenti

Questa volta il brevetto riguarda la relazione tra due o più prodotti visti da un utente durante una sessione di navigazione. Problemi in arrivo per molti negozi web?

San Francisco (USA) - "Metodi per tracciare le attività di browsing dell'utente che indichino gli interessi dello stesso per particolari prodotti o altri elementi, e per l'uso di queste informazioni per identificare prodotti collegati l'uno all'altro".

Questa la sintesi della descrizione di un singolare brevetto che Amazon ha richiesto nel 2001 e che nelle scorse ore è stato approvato dall'Ufficio brevetti americano. Non appena è stato notato su Slashdot, la notizia ha comprensibilmente iniziato a fare il giro della rete.

L'Ufficio brevetti, dunque, ritiene che il titolo 6,912,505 sia del tutto legittimo. Stando alla descrizione del brevetto, Amazon avrebbe dunque la paternità di una metodologia già ampiamente utilizzata da moltissimi negozi online, e non solo, quella che, per tornare all'abstract del brevetto, "mette in relazione i prodotti di un catalogo online identificando i prodotti più visti da un singolo utente nel corso di una sessione di navigazione".
Non è la prima volta che Amazon ottiene il deposito di un brevetto di questo tipo. Lo shop fondato da Jeff Bezos era già stato sotterrato di critiche dopo aver registrato il singolo clic per l'acquisto ma aveva poi insistito con altri brevetti, come quello sull'acquisto di usato e persino un titolo per tracciare gli utenti durante gli acquisti.

Per violare il nuovo brevetto, dunque, basterà che un negozio qualsiasi metta in relazione due prodotti visti da un singolo utente, un "suggerimento" tipico e, come detto, ampiamente utilizzato. Non è ancora chiaro se Amazon abbia intenzione di ottenere royalty da tutti gli shop online che utilizzano questa tecnica.
TAG: brevetti
38 Commenti alla Notizia Amazon brevetta la history degli utenti
Ordina
  • Per quale motivo quando una o più piccole aziende registrano un brevetto che danneggia una o più grandi aziende o corporation vengono chiamate

    "I troll dei brevetti"
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=53378

    E si fa retorica su quanto siano cattivi questi troll,
    Mentre quando è una grande azienda o una corp. a registrare un brevetto che ne danneggia tante piccole va tutto bene, e si fa business?

    Proprio non capisco....
    Quando qualcuno registra un brevetto a scopo di estorsione se pesti i piedi ai grandi sei un troll che va eliminato, se pesti i piedi al resto del mondo stai proteggendo i tuoi investimenti e facendo business?
    non+autenticato
  • Patent-pending #12994294918248
    P.E.T.O.
    "Processo bio-industriale per il quale si espelle dall'orefizio anale aria mista a gas derivanti dalla fermentazione mediante un rilascio della muscolatura rettale.
    Tale procedimento causa, oltre che un benefico effetto a livello dell'abbassamento del senso di costipazione, una emissione audio di indubbio utilizzo nell'industria dell'entrarteinment.
    Le emissioni di bio-gas possono essere utilizzate sia utilizzate proficuamente in attività di difesa personale - allontamento di persone indesiderate."

    La prossima settimana giungerà a tutti voi una mia raccomandata che dovrete restituirmi compilata con tempi, mc di emissione e decibel.
    Signori, pagare le royalties!!!
    non+autenticato
  • Mettiamo che io sia una ditta software e che investi per la ricerca di un algoritmo, per esempio, di manipolazione di immagini.Naturalmente ci voglio trarre profitto, e allora avrei 2 posibilita´: o scrivo un sofware (closed source) che utilizza il mio algoritmo oppure vendo la libreria (sempre closed source).
    Che centra il brevetto?Mica devo per forza brevettare: "algoritmo che migliora la mia faccia in un´immagine digitale".
    Alla fine chi vuole utilizzare il mio algoritmo compra la mia libreria, e se qualcuno ne scrive uno migliore, mea culpa, vuol dire che devo migliorarlo (poi l´aggettivo migliore e´ relativo...).
    Se poi rivelo i segreti del mio algoritmo, vuol dire che non ci voglio + guadagnare e stop, anche se in realta´ posso sempre vendere la mia implementazione.
    Illuminatemi!!!
    non+autenticato
  • In molti casi i brevetti sono le armi di una guerra fredda. Finché non vengono usati per succhiare soldi da qualcuno (vedi Eolas), servono ad evitare che qualcuno lo faccia a te. In qualche altro caso possono essere usati come come arma in più nei processi, per evitare di perdere su tutti i fronti. Così iniziano ad avere vero valore commerciale.
  • "Per violare il nuovo brevetto, dunque, basterà che un negozio qualsiasi metta in relazione due prodotti visti da un singolo utente, un "suggerimento" tipico e, come detto, ampiamente utilizzato. Non è ancora chiaro se Amazon abbia intenzione di ottenere royalty da tutti gli shop online che utilizzano questa tecnica."

    Ecco ancora una lapide sulla democrazia e sulla libertà di scrivere programmi.

    Cosa ne pensano gli iscritti della confindustria, favorevole ai brevetti software?

    Se imbrocchiamo questa strada vedo un futuro molto scuro.
    Se le tecnologie del futuro saranno farcite di brevetti i costi saranno superiore al loro valore, e subiremo un rapido salto all'indietro nel medioevo. Con la certezza di non uscirne più.

    Il brevetto un privilegio per i pochi che li dentengono a scapito dei tanti che li usano.
    Non esiste democrazia con i brevetti. Sopratutto con QUESTI brevetti.
  • La democrazia non è mai esistita ma è sempre stata una dittatura del denaro sotto mentite spoglie.
    Una volta qualcuno disse (+ o - riporto il concetto le parole esatte non le ricordo): "Era meglio vivere nel medioevo. Uno nasceva contadino e sapeva che sarebbe morto contadino, così come il cavaliere, il nobile, il prete ecc.ecc. Ora invece si vive nell'illusione di migliorare mentre invece si continua ad essere quello che si è sempre stati."
    non+autenticato
  • ... Qualcuno si scasserà i cosiddetti, prenderà una bella Magnum, scaricherà il contenuto in testa al prossimo cerebroleso che avrà brevettato l'uovo di Colombo...
    ... e correrà all'uffico brevetti americano per registrare "un metodo per vuotare il caricatore di un'arma corta, con fori di entrata ed uscita dalla scatola cranica e abbondante spargimento di sangue emateria cerebrale" Cylon
  • Quel qualcuno sarà probabilmente il piccolo imprenditore che s'è creato qualcosa dopo 30 anni di fatica e che nel giro di un amen vedrà tutto crollare a causa di queste cose
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)