Kyro vivrà. Per aggredire Nvidia e ATI

Kyro non morirà. Ad assicurarlo è la stessa PowerVR, licenziataria della tecnologia alla base dei chip prodotti da STM, ed Hercules, che punta ancora su Kyro come terzo incomodo nella lotta per il 3D

Kyro vivrà. Per aggredire Nvidia e ATIRoma - Come riportato la scorsa settimana, STMicroelectronics sta cercando un compratore per la sua divisione relativa alla grafica per PC, una mossa che ha sollevato non pochi dubbi sul destino della famiglia di chipset grafici Kyro.

I chip Kyro, di cui STM possiede il marchio, sono frutto di una partnership stretta nel 1999 fra il grosso chipmaker europeo e PowerVR, una divisione di Imagination Technologies che possiede l'omonima tecnologia integrata nei chip di STM. Le schede grafiche basate sulla prima e seconda generazione di Kyro si rivolgono alla fascia bassa del mercato dei videogiocatori, la stessa in cui da qualche tempo si è rafforzata l'offerta dei due top player: ATI e Nvidia.

Vittorio Ravaioli, Responsabile Comunicazione di Hercules Italia, ha assicurato a Punto Informatico come l'attuale linea di schede grafiche Hercules basate su Kyro e Kyro II continuerà ad essere disponibile sul mercato e supportata dall'assistenza tecnica.
Hercules è stato uno dei primi produttori di schede grafiche ad aver adottato i chip Kyro come alternativa ai prodotti di fascia bassa di Nvidia.

Ravaioli, che ha negato ogni possibile interesse, da parte di Hercules o Guillemot, nell'acquisto della divisione grafica di STM, sostiene che i chip Kyro e tutti i progetti futuri (come il Kyro III) non dovrebbero subire cancellazioni.

"La comunità dei videogiocatori - ha detto Ravaioli - può quindi stare tranquilla: Kyro continuerà ad esistere e a convincere con le sue prestazioni".

La stessa Imagination, in un comunicato stampa, dichiara di essersi attivata per aiutare STM a trovare un acquirente, sottolineando poi come diversi produttori di chip per PC abbiano mostrato interesse nell'accedere alla tecnologia PowerVR.

Imagination e STM, che lo scorso hanno avevano rinnovato il proprio accordo commerciale per lo sviluppo di chip basati sulle nuove tecnologie PowerVR4 e 5, manterranno aperta la propria partnership per quel che riguarda il mercato delle set-top box.
TAG: hw
24 Commenti alla Notizia Kyro vivrà. Per aggredire Nvidia e ATI
Ordina
  • Se stm vuole puo' produrre un chip che fa impallidire l'nv2x di nVidia.
    STM e' entrata nel mercato e ha fatto scelte conservative, ciononostante il kyro regge bene la concorrenza e ha un rapporto qualita' prezzo davvero notevole. Il problema sta nel fatto che i guadagni sono marginali e la situazione volge talmente tanto a favore di nvidia che e' molto difficile scalzarla. Chi decide dove vanno i vs e i ps ti dice come devi fare la scheda e non credo che stm abbia la benche' minima intenzione di sottostare ad un giochetto simile. Credete che intel o amd non sarebbero in grado di tirare fuori un mostro di potenza da 700?? La intel ha affrontato i problemi che affronta nvidia oggi con i vs piu' di 20 anni fa. Ch acquisterebbe una scheda da 700? made in intel (o amd) che da' il meglio su un api proprietaria tipo glide? nessuno.
    OpenGL e' in crisi e dopo l'uscita dell'xbox il binomio M$/nVidia e' diventato ancora piu' forte.
    Fortuna che M$ dimostra correttezza nei confronti di ati.
    non+autenticato
  • se Kyro o ATI .....
    distribuissero le specifiche e gli sdk
    gratuitamente ......
    e' probrabile che avrebbero
    un nuovo mercato molto interessato
    sia a sviluppare che a usare i loro prodotti

    la chave per fottere i monopoli di fatto

    e' L'OPEN SOURCE
    non+autenticato
  • ATI lo fa' Kyro mi pare proprio di no e Nvidia distribuisce i driver sotto forma di binari ma niente sorci.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Pino Pallino
    > se Kyro o ATI .....

    Tanto e' vero che da sei mesi ho una macchina
    con una hercules 4500 kyro II
    e non ho ancora potuto installarci
    linux mandrake in quanto... niente driverx linux.
    Tra l'altro, se qualcuno ne sa qualcosa...
    grazie.
    non+autenticato


  • - Scritto da: RangeLife
    >
    >
    > - Scritto da: Pino Pallino
    > > se Kyro o ATI .....
    >
    > Tanto e' vero che da sei mesi ho una macchina
    > con una hercules

    se hercules ancora non fa driver x LINUX, chiuda pure e vada in pax.
    non+autenticato
  • Eh no. Anche 3dfx dava i driver linux (con sorgenti). Per un periodo ha dato anche i sorgenti delle glide 2.x e ha pubblicato tutte le specifiche della banshee. Guarda come e' finita.
    Il mercato dei videogiochi e' al 99,9% win32 e
    nvidia si puo' pemettere di far uscire schede da 600-650$.
    Gli sdk li distribuiscono tutti gratuitamente (forse powervr no, ma potrei sbagliarmi). Il punto e' che nVidia e M$ ci hanno portato fin qua e la situazione di monopolio purtroppo fa comodo.
    Testi su due schede e hai contatti con due vendor.
    Fatto questo, fatto tutto.

    - Scritto da: Pino Pallino
    > se Kyro o ATI .....
    > distribuissero le specifiche e gli sdk
    > gratuitamente ......
    > e' probrabile che avrebbero
    > un nuovo mercato molto interessato
    > sia a sviluppare che a usare i loro prodotti
    >
    > la chave per fottere i monopoli di fatto
    >
    > e' L'OPEN SOURCE
    non+autenticato
  • guarda che basterebbe che rilaciassero le specifiche come fa' ATI, poi a implementare i driver ci pensano i sviluppatori linux.
    non+autenticato

  • Ma state tutti in fissa con l'open source?
    Facciamo tutto open source, ma come si fa???

    Quando un azienda investe miliardi per un progetto poi si certo lo fa open source! eheheheh

    Ma tu dove vivi sulla luna? la luna si è open source, chiunque può andarci!! ahahahahah




    - Scritto da: Pino Pallino
    > se Kyro o ATI .....
    > distribuissero le specifiche e gli sdk
    > gratuitamente ......
    > e' probrabile che avrebbero
    > un nuovo mercato molto interessato
    > sia a sviluppare che a usare i loro prodotti
    >
    > la chave per fottere i monopoli di fatto
    >
    > e' L'OPEN SOURCE
    non+autenticato
  • guarda che si sat parlando di hardware in questo caso, che i driver siano opensource o no a chi costruisce la scheda non esce di tasca una lira (loro guadagnano sul pezzo di silicio mica sui driver; inoltre basterebbe rilasciassero le specifiche come fa' ATI e sarebbero gli stessi sviluppatori linux a codare i driver)
    non+autenticato
  • - Scritto da: z2

    > sarebbero gli stessi sviluppatori linux a
    > codare i driver)

    non quelli di xfree? strano
    hai firmato la petizione??
    non+autenticato
  • linux inteso come GNU/Linux (quindi sono compresi pure quelli di xfree), sei un attimino pignolo e'?
    non+autenticato
  • Ma che speranze vuoi che abbia? Nvidia ormai s'e' mangiata tutti, pare pure che Ati sia li' li' per essere comprata... La nuova MS del treddi'.
    non+autenticato
  • Guarda che PowerVR non è esattamente l'ultima arrivata: se trova un buon partner che gli produce i chip c'è speranza per il futuro.

    - Scritto da: Invidia
    > Ma che speranze vuoi che abbia? Nvidia ormai
    > s'e' mangiata tutti, pare pure che Ati sia
    > li' li' per essere comprata... La nuova MS
    > del treddi'.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Invidia
    > Ma che speranze vuoi che abbia? Nvidia ormai
    > s'e' mangiata tutti, pare pure che Ati sia
    > li' li' per essere comprata... La nuova MS
    > del treddi'.

    Insomma, il chipset e' interessante, sotto certi punti di vista un passo piu' avanti rispetto alla concorrenza, per i concetti che vi sono sviluppati. Gli manca solo un'azienda interessata a proporlo adeguatamente. E in questo senso ben venga la vendita della divisione che lo sviluppa.
    non+autenticato

  • Si vede bene che tu di informatica non capisci un tupo, forse usi il PC da una settimana. Il PowerVR della Kyro è un ottimo processore, e questa tecnologia esiste da oltre 10 anni e sfrutta la piattaforma RISC (Reduced Instruction Set Computer), al contrario dei CISC di Nvidia, (Complex Instruction Set Computer), ma dubito che capisci la differenza, significa che i chip Nvidia per fare le stesse operazioni impiegano il triplo di tempo, fai tu i calcoli.

    Se Kyro sfruttasse PowerVR a dovere non ne avrebbe per nessuno. Io non sono contro Nvidia anzi, sono in possesso di una Geforce3 Ti500 e ho da poco ordinato la nuova Geforce4, ma una futura Kyro avrà sicuramente posto su uno dei miei computer.

    Per tua informazione il PowerVR è anche sfruttato dal Dreamcast



    - Scritto da: Invidia
    > Ma che speranze vuoi che abbia? Nvidia ormai
    > s'e' mangiata tutti, pare pure che Ati sia
    > li' li' per essere comprata... La nuova MS
    > del treddi'.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Hotair
    >
    > Si vede bene che tu di informatica non
    > capisci un tupo, forse usi il PC da una
    > settimana. Il PowerVR della Kyro è un ottimo
    > processore, e questa tecnologia esiste da
    > oltre 10 anni e sfrutta la piattaforma RISC
    > (Reduced Instruction Set Computer), al
    > contrario dei CISC di Nvidia, (Complex
    > Instruction Set Computer), ma dubito che
    > capisci la differenza, significa che i chip
    > Nvidia per fare le stesse operazioni
    > impiegano il triplo di tempo, fai tu i
    > calcoli.

    Guarda che il discorso non è cosi semplice come
    dici, certi tipi di funzioni vengono svolte meglio da una piattaforma rispetto un'altra e viceversa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hotair
    > Per tua informazione il PowerVR è anche
    > sfruttato dal Dreamcast

    Tra l'altro, nel Dreamcast e' utilizzato la versione 2 del PowerVR, che e' uscita per pc sotto forma di una scheda con prestazioni paragonabili a quelle di una TNT (1, non 2), o di una Savage4. Questo per dire che la tecnologia in se' e per se' e' ottima, ma mal sfruttata su PC.


    non+autenticato
  • Per tua informazione stai parlando di processori grafici e non microprocessori... quindi ne Risc ne CIsc ne VLIW.. Di programmabile hanno ben poco (a parte il vertex SHader dei Gf3 ) e tutto quello che fanno sono in sostanza algoritmi implementati in Hardware..
    non+autenticato

  • Tu che se esperto mi dici la differenza tra processore grafico e microprocessore? Che poi il PowerVR sia un processore RISC lo sanno anche i muri. Vai a vedere i processori UltraSPARC che sono su tecnologia RISC a 64bit programmabile.

    Processori RISC o CISC possono essere programmabili o meno, io queste cose le studio da 11 anni, tu le avrai lette su qualche sito di schede grafiche, tipo che il vertex shader è programmabile Sorride



    - Scritto da: Foxie
    > Per tua informazione stai parlando di
    > processori grafici e non microprocessori...
    > quindi ne Risc ne CIsc ne VLIW.. Di
    > programmabile hanno ben poco (a parte il
    > vertex SHader dei Gf3 ) e tutto quello che
    > fanno sono in sostanza algoritmi
    > implementati in Hardware..
    non+autenticato
  • Allora...
    il processore di per se' esegue istruzioni (in sequenza e non) prese da un set vasto o meno che sia. L'insieme della sequenza di istruzioni e' un programma e la sequenza con cui queste istruzioni sono combinate e' arbitraria seppur con delle regole (un salto condizionato sul cambio del registro di stato deve stare dopo un istruzione che modifica lo stesso).


    Processore Video..
    Sino alla generazione precedente ai chip T&L i processori video si occupavano di recuperare dati dalla ram video e mandarli in sequenza a un DAC per l'uscita su Video. Alcune funzioni + o - complesse sono realizzate in Hw (bit blitting, tracciamento linee e altre amenita'). Con la generazione dei T&L sono state introdotte altre funzioni per accelerare il processo di visualizzazione dei poligoni a video, come la trasformazione in Hw.. tutte queste belle cose sono delle FUNZIONI in hardware (banalmente la traduzione con porte logiche di vari algoritmi).
    Il processore video di per se' quindi non interpreta un emerita mazza e non ha un set di istruzioni ergo non e' un CISC non e' un RISC .. semmai un set di funzioni. Qualcosa di simile al vecchio chipset di Amiga.. un processore e 3 coprocessori dedicati a compiti specifici (bit blitting, sincronia con il segnale video e altre cosine). Il pixel e il vertex shader del Gf3 invece eseguono un set fisso di funzioni combinabili in modi diversi per ottenere effetti diversi qualcosa di simile a un processore ma ancora non ci siamo..

    Direi che meno banale di cosi' non saprei proprio come metterla.
    Felice di ricredermi se mi dimostri che tanto il Kyro che le Radeon che i Geforce riescono ad interpretare ed eseguire un programma.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Foxie
    > Con la generazione
    > dei T&L sono state introdotte altre funzioni
    > per accelerare il processo di
    > visualizzazione dei poligoni a video, come
    > la trasformazione in Hw.. tutte queste belle
    > cose sono delle FUNZIONI in hardware
    > (banalmente la traduzione con porte logiche
    > di vari algoritmi).
    > Il processore video di per se' quindi non
    > interpreta un emerita mazza e non ha un set
    > di istruzioni ergo non e' un CISC non e' un
    > RISC .. semmai un set di funzioni.

    di grazia...

    Quale cavolo è la differenza tra una istruzione e una funzione?

    comunque, a parte questa sottigliezza, come cavolo credi che siano
    implementate le funzioni? Possono   essere implementate secondo la
    filosofia CISC o RISC (sai no, nella prima hai una macchinetta con nano
    e una micro rom che fa il conto in più passaggi, nel secondo la funzione
    è tutta cablata). Ma forse parli senza sapere come si progetta un
    processore...

    Studia, che è meglio.

    > Direi che meno banale di cosi' non saprei
    > proprio come metterla.
    > Felice di ricredermi se mi dimostri che
    > tanto il Kyro che le Radeon che i Geforce
    > riescono ad interpretare ed eseguire un
    > programma.


    considerando che i processori grafici vengono mappati in ram e per
    farli funzionare si copiano nelle loro locazioni di memoria pezzi di
    eseguibile....
    non+autenticato
  • Cazzarola! Ma in questo forum sono tutti ingegneri elettronici!
    E poi dicono che in italia finiscono gli studi universitari solo il 10% di quelli che si iscrivono alle facoltà ingegneristiche! Bhè se passano di qua...rifanno le statistiche!
    Con ironia, Tyler Durden
    non+autenticato