La fuel cell DoCoMo dura di più

Il gigante giapponese sviluppa un'ulteriore evoluzione della propria mini fuel cell per cellulari, in grado di garantire un'autonomia quattro volte maggiore. Sul mercato tra un anno

Tokyo (Giappone) - Le fuel cell per i telefoni cellulari sono ormai ad un piccolo passo dal mercato. A dichiararlo è il gigante giapponese della telefonia mobile NTT DoCoMo che, nella giornata di ieri, ha svelato una cella a combustibile in grado di fornire un'autonomia pari a 8 ore continuate di conversazione.

La nuova fuel cell, sviluppata in collaborazione con Fujitsu, dura circa quattro volte di più rispetto al prototipo svelato lo scorso anno e, secondo DoCoMo, il suo costo è già inferiore a quello di un'equivalente batteria agli ioni di litio. Rimane il problema del peso: la nuova cella pesa infatti 190 grammi, dunque ben più del telefono che la dovrebbe ospitare. I due colossi nipponici contano di risolvere tutti i problemi ancora legati a questa giovane tecnologia per la prossima primavera.

Come noto, le fuel cell sono batterie alimentate da combustibili come il metanolo che possono essere ricaricate attraverso speciali cartridge sostituibili e che, in genere, promettono autonomie sensibilmente superiori rispetto a quelle fornite dalle batterie convenzionali.
Nonostante il grande interesse mostrato dall'industria verso le pile a combustibile, ed in particolare quelle DMFC (Cella a Combustibile con Alimentazione Diretta al Metanolo), i produttori di batterie ricaricabili non stanno a guardare: sono già diversi quelli che, nell'ultimo periodo, hanno mostrato nuove tecnologie capaci di raddoppiare o triplicare l'autonomia delle comuni batterie al litio. Oltre che sull'autonomia, però, la guerra fra tecnologie di alimentazione portatile si combatterà anche e soprattutto sui prezzi. Ed infatti il grande punto interrogativo che ancora grava sulle fuel cell riguarda il costo delle ricariche, un fattore che potrebbe influire pesantemente sulle scelte dei consumatori.

La produzione di batterie sempre più potenti è cruciale per l'evoluzione di un mercato, quello mobile, che vede l'arrivo di dispositivi sempre più sofisticati e in grado di sfruttare le potenzialità delle reti mobili 3G.

DoCoMo, che è stato fra i primi giganti della telefonia al mondo a lanciare servizi mobili basati su tecnologie 2,5G e 3G, spera che l'adozione delle fuel cell possa spingere la vendita dei suoi cellulari di ultima generazione FOMA.
TAG: 
11 Commenti alla Notizia La fuel cell DoCoMo dura di più
Ordina
  • quando si potranno ricaricare con le bombolette degli accendini: le "speciali cartridge" la gente mi sa che glie le ficcherà su dove dico io (salvo magari tenerne una di riserva in caso di estrema necessità)

    inoltre, mi fa incazzare leggere che "i produttori di batterie ricaricabili non stanno a guardare: sono già diversi quelli che, nell'ultimo periodo, hanno mostrato nuove tecnologie capaci di raddoppiare o triplicare l'autonomia delle comuni batterie al litio.", segno che erano già CAPACISSIMI a farle ma non hanno mai voluto prima per ragioni di mercato, così, batteria meno capace=più cicli di ricarica=batteria che si fotte prima...
    non+autenticato
  • a quando risale l'ultima notizia simile per i pc portatitili?
    non+autenticato
  • Sono molto buoni anche se non vanno a metanolo ancora ...ma non riesco a trovarli nei siti europei..perchè ??? Hanno fotocamere da 3 MP e symbian come Os. Piccolo e potenti no come i cessi che vendono la 3.
    non+autenticato
  • non funzionano qui, e poi sono in giapponeseCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • ho visto gli smartphone che vendono in corea giappone e taiwan e sono anni luce + avanti di noi ...hanno dei pc portatili in tutto e per tutto pazzesco
    noi siamo all eta della pietra in confronto....
    non+autenticato
  • "possono essere ricaricate attraverso speciali cartridge sostituibili"
    di grazia, con il costo dell'energia elettrica equivalente ad una ricarica per otto ore di conversazione che è assolutamente bassissimo, come *** pensano (pensano???) di potere costruire un packaging ed una forma di distribuzione di un bene fisico come una cartridge (anche se fosse riciclabile) vagamente al di sotto del costo che oggi sostengo per mettere in carica il cellulare?
    Verrò a spendere almeno 1000 volte tanto ogni ricarica perchè devono darmi la bumba per il cellulare dentro un packaging fisico (costi di produzione, stoccaggio trasporto al grossista, di nuovo stoccaggio, trasporto per la distribuzione al dettaglio, stoccaggio, trasporto, mio, che vado a compramele... e sono stato ottimista sui passaggi) anzichè sotto forma di energia che scorre nei fili (o in condutture di metanolo???).
    Mi sa che il metanolo se lo sono bevuto questi qua!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Carlo_Martello
    > "possono essere ricaricate attraverso speciali
    > cartridge sostituibili"
    > di grazia, con il costo dell'energia elettrica
    > equivalente ad una ricarica per otto ore di
    > conversazione che è assolutamente bassissimo,
    > come *** pensano (pensano???) di potere costruire
    > un packaging ed una forma di distribuzione di un
    > bene fisico come una cartridge (anche se fosse
    > riciclabile) vagamente al di sotto del costo che
    > oggi sostengo per mettere in carica il cellulare?
    > Verrò a spendere almeno 1000 volte tanto ogni
    > ricarica perchè devono darmi la bumba per il
    > cellulare dentro un packaging fisico (costi di
    > produzione, stoccaggio trasporto al grossista, di
    > nuovo stoccaggio, trasporto per la distribuzione
    > al dettaglio, stoccaggio, trasporto, mio, che
    > vado a compramele... e sono stato ottimista sui
    > passaggi) anzichè sotto forma di energia che
    > scorre nei fili (o in condutture di metanolo???).
    > Mi sa che il metanolo se lo sono bevuto questi
    > qua!

    Ecco! Verranno rese disponibili in massa comode cartucce con dosi di metanolo sufficienti ad accecare o uccidere chiunque ti stia sui maroni. Questo è progresso!
    non+autenticato
  • Per paura che una maggiore disponibilità di etanolo possa danneggiare le politiche contro l'alcolismo, verrà incoraggiata la produzione di metanolo come fonte energetica, voglio proprio vedere se non aumenteranno frodi alimentari potenzialmente mortali o gravemente invalidanti.
    non+autenticato
  • vedremo la gente ai bordi delle strade tranguigiare pile duracell invece che la classica bottiglia col sacchetto del pane ?
    non+autenticato
  • No, vedremo gente che userà raccolti per produrre metanolo.
    non+autenticato
  • spreco italicoTriste
    non+autenticato