Antipirateria, i corsi di BSA

Si rinnovano gli incontri e i seminari delle major a cui partecipa la Guardia di Finanza: si analizzano le nuove strategie dei contraffattori

Roma - Ieri una nota diffusa dalla Business Software Alliance (BSA) ha annunciato come la stessa BSA, assieme alla federazione antipirateria sull'audiovisivo FAPAV e alla federazione contro la pirateria musicale FPM, abbia ripreso i corsi di aggiornamento per la Guardia di Finanza. Sono corsi ritenuti strategici nel sostenere la battaglia contro la pirateria.

L'annuncio non rappresenta una sorpresa, vista la sempre più stretta collaborazione dei detentori dei diritti d'autore nel riconoscere i materiali contraffatti e nel sostenere le indagini svolte dalle Fiamme Gialle. Inoltre già in passato in più occasioni si sono svolti incontri di questo genere, veri e propri corsi dedicati, per lo studio delle ultime tecniche e metodologie adottate dai pirati e contraffattori, in particolare quelli legati alla criminalità organizzata. Il fatto che le forze dell'ordine partecipino a questi incontri sembra dimostrare il ruolo che gli stessi giocano nelle indagini sugli abusi.

"I militari dei Comandi della Guardia di Finanza di Salerno, Trieste, Firenze e Brescia - si legge nella nota - hanno incontrato, in momenti diversi, i rappresentanti di BSA, FPM e FAPAV nell'ambito dei corsi di aggiornamento sulle nuove metodologie per contrastare la pirateria informatica, audiovisiva, digitale e satellitare, sulla normativa vigente relativa alla proprietà intellettuale e sulle più recenti evoluzioni tecnologiche sulla tutela del diritto d'autore".
Di interesse il fatto che oltre alle associazioni già citate, uno dei corsi rivolti a circa 150 militari sia stato tenuto anche da SKY.

"I relatori - si legge nella nota - hanno introdotto il tema della pirateria informatica spiegando le diverse forme in cui si manifesta, illustrando la normativa vigente in materia di proprietà intellettuale e presentando le metodologie più moderne per condurre indagini e verifiche contro organizzazioni criminali sempre più aggiornate a livello tecnologico".
75 Commenti alla Notizia Antipirateria, i corsi di BSA
Ordina
  • che nell'orario di lavoro pagato dai contribuenti italiani frequentino corsi per proteggere corporations straniere
    non+autenticato
  • Guarda che in SKy TV ci lavorano italiani, che in BSA ci sono aziende completamente italiane (e anche nelle altre ci lavorano italiani), che la RAI (che mi pare italiana Sorride è associata alla FAPAV, e così via...
    O pensi che i tarocchi siano solo di prodotti stranieri?
    Ci vantiamo del "Made in Italy" ma poi quando la GdF fa un corso di aggiornamento sui temi dell'anticontraffazione (suo compito istituzionale), che tanto danneggia le imprese italiane (oltre che quelle multinazionali) ci scandalizziamo.
    Bah
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > GdF fa un corso di aggiornamento sui temi
    > dell'anticontraffazione (suo compito
    > istituzionale), che tanto danneggia le imprese
    > italiane

    Certo, certo, e la marmotta incartava la cioccolata...
    non+autenticato
  • Criminali sono quei GRASSATORI pidocchiosi della BSA & C. che si son fatti fare leggi ad hoc per proteggere i loro sporchi affari e si fanno anche aiutare dalla GDF utilizzandola come una polizia privata col consenso di parlamentari venduti ai grassatori.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Criminali sono quei GRASSATORI pidocchiosi della
    > BSA & C. che si son fatti fare leggi ad hoc per
    > proteggere i loro sporchi affari e si fanno anche
    > aiutare dalla GDF utilizzandola come una polizia
    > privata col consenso di parlamentari venduti ai
    > grassatori.

    A parte che la GdF ha come compito la tutela del diritto di autore e dei marchi e brevetti e quindi non è certo al soldo di "BSA & C." come tu dici.
    In secondo luogo, se vuoi usare software gratis anziché comperarlo dai "grassatori" (sempre per usare la tua terminologia) esiste Linux ed esiste il freeware e l'open source; guarda caso è anche compatibile con i software prodotti dai "grassatori". Usalo!
    Però, ahimé, costa fatica... allora è meglio RUBARLO ai famosi "grassatori" di prima, perché masterizzarsi un CD è facile.
    Io sviluppo software e , nel mio piccolo, lo vendo. Partecipo anche a progetti open source, e faccio consulenza a chi usa quel software. Pensi che mi faccia piacere quando copiano il mio software? Sono LADRI e CRIMINALI perché rubano i miei soldi e non pagano le tasse, altroché!!!!!!!
    E bada bene che io non parlo del ragazzino che si copia il programma dall'amico perché i genitori non gli danno i soldi per comprarsi il giochino ultimo grido, parlo di aziende solide e floride che scopiazzano di tutto di più.
    Ma li leggi i giornali o vivi sulla Luna?
    Più della metà delle aziende italiane scopiazzano allegramente. Non nascondiamoci dietro ad un dito: copiare software (a parte il caso del freeware e dell'open source) è un FURTO! Lo si giustifica perché è facile ed è a portata di tutti.
    Ben venga la lotta alla pirateria, non ci vivono solo i magnati americani sul software.
    non+autenticato
  • a catania un ragazzo è stato fermato in macchina dalla gdf, e trovato in possesso di cd masterizzati, è stato invitato a far vedere gli originali. con un mandato di perquisizione "urgente" (forse poteva ammazzare qualcuno!) gli hanno messo a soqquadro la casa per sequestrargli PC, videocassette, CD, DVD e quant'altro e adesso c'è un procedimento penale a suo carico ... non ho parole
    non+autenticato
  • E' inutile che continuate a scandalizzarvi,strepitare e frignare come dei bambini.Questa mossa da parte della Bsa era piuttosto prevedibile e in un mondo come questo, diventerà la normalità.Le multinazionali,grazie al loro devastante potere economico e mediatico,si stanno gradualmente sostituendo agli stati.Guardate solo cosa succede negli Stati Uniti,dove la Disney crea addirittura centri residenziali propri e le strade vengono nominate con i marchi aziendali.Per quanto ce lo possono ripetere ogni giorno,noi non viviamo effettivamente in una democrazia,ma più precisamente in una soldocrazia dove i banchieri,veri manipolatori del denaro,rappresentano i capi assoluti ( le corporation sono una loro appendice e infatti in ogni cda ci son sempre i soliti finanziatori: J.P. Morgan,Barclays,Rothscild,ecc. ).Più i giorni passano,più il sistema collassa.Loro lo sanno,ma la maggior parte di noi non lo sa anche se inconsciamente lo sente.Il terrorrismo odierno è uno dei più gravi sintomi di ciò e con esso le illusioni democratiche verrano spazzate via.

    G.B





    non+autenticato
  • Ma secondo chi ha vomitato odio contro questa iniziativa ritiene forse legale copiare CD? Ritiene legale vendere false schede di Sky?
    E non tirate in ballo la storia di "avrebbero meglio da fare". Il compito della GDF è _anche_ colpire i falsari (che sono anche evasori di IVA e tasse). Non è il 30% dell'organico dedicato a tempo pieno. Sono 150 finanzieri per un corso di qualche ora.
    Mi sembra di sentire quelli che prendono le multe per divieto di sosta: "La polizia dovrebbe prendere gli assassini non perseguire chi parcheggia male".
    Mi sembra che qui ci sia la solita paura che un domani non si possa più scopiazzare i CD e scaricare gli mp3 da internet.

  • - Scritto da: abbasso
    > Ma secondo chi ha vomitato odio contro questa
    > iniziativa ritiene forse legale copiare CD?
    > Ritiene legale vendere false schede di Sky?
    > E non tirate in ballo la storia di "avrebbero
    > meglio da fare". Il compito della GDF è _anche_
    > colpire i falsari (che sono anche evasori di IVA
    > e tasse). Non è il 30% dell'organico dedicato a
    > tempo pieno. Sono 150 finanzieri per un corso di
    > qualche ora.
    > Mi sembra di sentire quelli che prendono le multe
    > per divieto di sosta: "La polizia dovrebbe
    > prendere gli assassini non perseguire chi
    > parcheggia male".
    > Mi sembra che qui ci sia la solita paura che un
    > domani non si possa più scopiazzare i CD e
    > scaricare gli mp3 da internet.


    Sai cos'è? E' che ritengo vergognoso che in un paese che si dice civile, sia concesso far finire sul lastrico centinaia di migliaia di risparmiatori, o dichiararsi nulla tenenti mandando i capitali all'estero e facendoli rientrare con lo scudo fiscale, o usufruire di condoni fiscali e tombali senza pagare pegno, ma si rischia il carcere a scaricare un MP3.
    Ok è illegale scaricare MP3, perfettamente daccordo.
    Ma se esiste il concetto di pena commisurata al reato, se per un MP3 si rischia il carcere, per il falso in bilancio si dovrebbe rischiare la pena di morte. Mentre invece è stato depenalizzato.
    Come dicevo da qualche altra parte, se si ha intenzione di continuare su questa strada, allora sarebbe il caso di aggiornare il significato della parola democrazia, da potere del popolo a potere di chi può comprarsela. Sempre se vogliamo vuole continuare a chiamarci democrazia.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Sai cos'è? E' che ritengo vergognoso che in un
    > paese che si dice civile, sia concesso far finire
    > sul lastrico centinaia di migliaia di
    > risparmiatori, o dichiararsi nulla tenenti
    > mandando i capitali all'estero e facendoli
    > rientrare con lo scudo fiscale, o usufruire di
    > condoni fiscali e tombali senza pagare pegno, ma
    > si rischia il carcere a scaricare un MP3.

    No ma allora qui si fraintende o si fa finta di fraintendere: forse non mandando la GDF a reprimere la falsificazione si sarebbe evitato il crack Parmalat? Non penso proprio. Se ci sei rimasto dentro, mi dispiace, sinceramente. Avendo certe competenze in campo finanziario ho seguito la vicenda e lo schifo salta fuori dappertutto. Ma questo non ha nulla a che fare con il copiare i CD.

    > Ok è illegale scaricare MP3, perfettamente
    > daccordo.
    > Ma se esiste il concetto di pena commisurata al
    > reato, se per un MP3 si rischia il carcere, per
    > il falso in bilancio si dovrebbe rischiare la
    > pena di morte. Mentre invece è stato
    > depenalizzato.

    A parte il fatto che la Urbani è stata modificata e chi scarica un mp3 non rischia il carcere, qui non si parla di chi scarica un mp3, ma di chi ha un'organizzazione dedita alla falsificazione.

    > Come dicevo da qualche altra parte, se si ha
    > intenzione di continuare su questa strada, allora
    > sarebbe il caso di aggiornare il significato
    > della parola democrazia, da potere del popolo a
    > potere di chi può comprarsela. Sempre se vogliamo
    > vuole continuare a chiamarci democrazia.

    Non è democrazia poter scopiazzare liberamente.

  • - Scritto da: abbasso

    > non si parla di chi scarica un mp3, ma di chi ha
    > un'organizzazione dedita alla falsificazione.

    Visto che ultimamente l'attacco dell'industria è stato rivolto fondamentalmente ai privati cittadini per la loro deprecabile abitudine di scambiarsi i così detti contenuti protetti, costume che l'industria dell'intrattenimento, per sua stessa ammissione, considera un pericolo pari, se non superiore a quello della criminalità organizzata (dato che il dato rilevante per loro è l'impatto sul loro portafogli, e non sulle attività criminali collaterali), permettimi di nutrire qualche dubbio sul fatto che questi corsi siano focalizzati esclusivamente sulle infrazioni a scopo di lucro.

    Inoltre contesto questi "corsi di formazione" proprio a livello di principio, come puoi leggere nel post di sopra.

    > Non è democrazia poter scopiazzare liberamente.

    Non vedo cosa ci sia di male a "copiare", ammesso di farlo nel rispetto della legge. Se non lo si fa nel rispetto della legge ci sono modi e metodi per reprimere questo comportamento.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: abbasso
    > > Ma secondo chi ha vomitato odio contro questa
    > > iniziativa ritiene forse legale copiare CD?
    > > Ritiene legale vendere false schede di Sky?

    Di base questi corsi sono sistemi con cui le corporation influenzano forze dell'ordine che *dovrebbero* svolgere un pubblico servizio e non vigilanza privata per le aziende.

    Ci viene giustamente insegnato che dalla formazione di un professionista dipende il suo operato, quindi ha un'importanza fondamentale, per questo la formazione di questi agenti dovrebbe dipendere solamente dallo stato.

    La GdF viene mantenuta mediante le nostre tasse, con la quale paghiamo anche la formazione di nuovi agenti.

    La BSA o la FAPAV, in quanto soggetti privati con interessi che non coincidono ne' con quelli supposti della collettività (per quanto aleatoria sia la pretesa di conoscerli) nè con quelli del governo (che perlomeno è stato eletto democraticamente) nè delle leggi (non essendo giudici in grado di darne un'autonoma intepretazione pubblicamente accettabile) non dovrebbero nemmeno entrare nelle aule di formazione della GdF. E' qui lo scandalo di un paese che non si vergogna di assecondare le pretese dei potentati economici.


    > > E non tirate in ballo la storia di "avrebbero
    > > meglio da fare". Il compito della GDF

    No, non ti dirò che hanno di meglio da fare, l'illegalità è pur sempre illegalità, contesto i metodi e le leggi, contesto l'uso del codice penale per reprimere violentemente un illecito banale come l'infrazione al diritto d'autore *senza* scopo di lucro, contesto l'abuso di sequestri e perquisizioni per le infrazioni suddette, contesto leggi che equiparano ad un reato penale perfino l'inserimento di un seriale non corretto all'interno di un programma proprietario (controlla il codice penale e lo potrai verificare), contesto l'attacco ad un nostro diritto come la copia privata che diventa sempre più impossibile da esercitare per via di protezioni che sono state protette da altre leggi penali in contrasto con questo diritto, contesto cioè quelle leggi e quelle metodologie operative che, per stragarantire le prerogative di una minoranza, seppur economicamente forte, di cittadini, finiscono per umiliare e sminuire i diritti di tutti.


    > > Mi sembra che qui ci sia la solita paura che un
    > > domani non si possa più scopiazzare i CD e
    > > scaricare gli mp3 da internet.

    Se scaricare un MP3 venisse sanzionato con una sanzione amministrativa allora ti darei ragione, ma visto che facendolo rischi di piu' che a falsificare il bilancio della tua azienda allora no, mi dispiace, a questa evidente manipolazione della legge non mi piego, e continuero' a combattere affinchè chi mi circonda ne sia consapevole e non dica, come fai tu "in fin dei conti è illegale, quindi va bene tutto". Non va bene tutto. Ad esempio in Italia non abbiamo la pena di morte. Lo sai perchè? Iniziamo a farci queste semplici domande invece di accantonare qualsiasi critica con questo pressappochismo.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > La BSA o la FAPAV ... non
    > dovrebbero nemmeno entrare nelle aule di
    > formazione della GdF. E' qui lo scandalo di un
    > paese che non si vergogna di assecondare le
    > pretese dei potentati economici.

    E' di poco tempo fa una notizia che pubblicava una convenzione tra Confindustria e la Guardia di Finanza per una collaborazione e uno scambio di informazioni. Io vivo di prodotto e il fatto che, ad esempio, un cinese copi il mio prodotto mi danneggia. E non poco. Notate che io non sono il padrone dell'azienda, ma comunque sul prodotto ci vivo.
    Ora, dove pensate che la Guardia di Finanza vada a prendere informazioni per riconoscere un prodotto contraffatto, ad esempio una borsa, da uno "tarocco"? Dal produttore, è ovvio. Notate che tra i compiti della Guardia di finanza c'è la tutela di marchi e brvetti, oltre che del diritto d'autore.
    Ora, dove pensate che vadano a prendere informazioni per riconoscere una scheda pirata, un DVD, o un CD falso (per falso non intendo il semplice masterizzato, ma quello contraffatto) se non dai produttori? Che c'è da stupirsi?
    E badate bene che la GdF combattendo la contraffazione difende un sacco di interessi, non solo le multinazionali ma anche quelli di tante piccole imprese italiane e anche di un povero agente di commercio come me. Pensate che chi venda tarocchi paghi l'IVA? Pensate che lo facciano per beneficenza? Svegliatevi, dietro la contraffazione ci sono imprese disoneste, italiane ed estere, che fanno miliardi senza pagare una lira di tasse.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    ....un DVD, o un CD falso (per falso non intendo il
    > semplice masterizzato, ma quello contraffatto) se
    > non dai produttori? ....


    perchè ci vuole in genio? Ce lo scrivono pure sopra "FAC-SIMILE solo a scopo dimostrativo"

    per il resto che hai detto non sono niente daccordo e pensa che lavoro nella pelletteria...

    non+autenticato
  • anch'io voglio fare il corso alla BSA, ma alla fine ti assumono?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > anch'io voglio fare il corso alla BSA, ma alla
    > fine ti assumono?

    No! Ma almeno impari che il crack non è solo una droga.......
    Ficoso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > anch'io voglio fare il corso alla BSA, ma alla
    > fine ti assumono?

    Sì, ma prima ti devi mettere a 90gradi e farti inchiappettare dai dirigenti pederesti della BSA!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)