GTA vietato ai minori in America

Tripla X per il celebre gioco prodotto da Rockstar Games. Una vittoria per la classe politica americana che preannuncia un cambio di paradigma per l'industria videoludica?

Washington - ESRB, l'ente americano che vigila sui contenuti videoludici, ha emesso il suo verdetto: l'ultimo capitolo della saga di Grand Theft Auto è stato proibito ai minori - le autorità hanno immediatamente predisposto la rimozione del gioco da tutti gli scaffali delle grandi catene di negozi. Take Two Interactive, distributore ufficiale del titolo, teme un terribile calo nelle vendite per il prossimo quadrimestre: il presidente dell'azienda parla di perdite nell'ordine dei 50 milioni di dollari.

Un bruttissimo colpo per Rockstar Games, convinta fino all'ultimo minuto che il gigantesco scandalo nato da una semplice patch si sarebbe risolto con un lieto fine. Ma la modifica amatoriale che aggiunge scene di sesso esplicito, tuona la presidente di ESRB, Patricia Vance, sbloccherebbe dei contenuti deliberatamente inseriti all'interno del gioco dagli stessi programmatori: "Rockstar Games è colpevole di avere violato le attuali norme che regolano il rating dei videogiochi, ingannandoci: la nostra credibilità ha subito un duro colpo".

Il verdetto giunge al termine di un'indagine approfondita, promossa da molti soggetti istituzionali. Secondo quanto emerso dal lavoro degli inquirenti, diretti dalla Federal Trade Commission, persino le versioni per console di Grand Theft Auto conterrebbero queste controverse sequenze esplicite. Bocciato dunque l'"alibi" dei produttori, secondo cui sarebbe tutta colpa dei pirati: alcuni appassionati garantiscono che per attivare il "sottogioco" piccante basterebbe inserire una combinazione di tasti.
I portavoce di Take Two Interactive chiudono in difesa e parlano di una semplice svista grossolana che ha innescato una reazione a catena quasi incontrollabile: "La creazione di un videogioco è un processo molto laborioso ed è normale che qualcosa di insolito possa rimanere, involontariamente, nella versione definitiva del prodotto". Ma il presidente della società, Paul Eibeler, non sembra condividere altrettanta ingenuità e coglie l'occasione per criticare l'intera vicenda: "E' preoccupante che una semplice patch non autorizzata, programmata da un fan, abbia portato ad un nuovo rating da parte di ESRB: bisogna riflettere su questo".

Si chiude così l'ultimo capito dello scandalo videoludico che ha infiammato l'opinione pubblica statunitense, mobilitando poteri forti e classe politica. Tanto che alcuni senatori, appartenenti ad entrambi gli schieramenti, hanno avuto un peso più che rilevante nel corso della storia: "Era evidente che l'azienda fosse responsabile di tutto questo", puntualizza la senatrice Hillary Clinton, in prima linea per difendere i bambini da qualsiasi contenuto digitale nocivo.

I parlamentari americani sembrano sempre più determinati ad influenzare l'industria videoludica: un aspetto sempre più lucroso dell'informatica contemporanea, capace di avere un grande impatto sulla società per la sua enorme diffusione nelle case di mezzo mondo.

Tommaso Lombardi
54 Commenti alla Notizia GTA vietato ai minori in America
Ordina
  • se una ragazza compie 18 anni in America è libera di poter partire con l' aereo e ritornare in italia anche contro la volontà dei genitori la legge lo permette o ci vogliono 21 anni rispondetemi è iportante grazie
  • - Scritto da: franco77
    > se una ragazza compie 18 anni in America è libera
    > di poter partire con l' aereo e ritornare in
    > italia anche contro la volontà dei genitori la
    > legge lo permette o ci vogliono 21 anni
    > rispondetemi è iportante
    > grazie

    A 18 può fare quel che le pare (tranne bere, fino a 21).
    Può anche prima se affronta un processo di emancipazione, l'età minima per questo processo varia da stato a stato ma in diversi stati americani questo richiede l'approvazione dei genitori o grave mancanza da parte degli stessi (maltrattamenti, ecc) e comunque richiede la presenza di un adulto che si occupi del ragazzo/ragazza (solitamente un nonno o qualche parente).

    In alcuni stati l'età anziché essere 18 è 16, come nello stato di New York per esempio... anche se ultimamente le leggi in materia (sempre nello stato di NY) stanno cambiando [se non sono già cambiate] in quanto il genitore, fino ai 18, è comunque legalmente responsabile di quello che combina il figlio/a... che viva o meno con loro... e questo a molti genitori non va giù.

    Ciao,
    Wakko Warner
    non+autenticato
  • ciao ti ringrazzio di cuore per la risposta datami vedi sto veramente male perche la mia ragazza contro il suo volere sta partendo per l'america mi sembra in michigan se non erro la sua famiglia vuole andare li ma lei mi ha promesso che ritornerà qui da me appena compiuti quei maledetti 18 anni
    figurati per spaventarla gli hanno detto che lei era libera di andarsene a 21 in quel caso momento volevo morire ma ggrazie a te sono rinato ed è rinata la speranza di ripoterla vedere garazie grazie di vero cuore francesco

  • - Scritto da: franco77
    > ciao ti ringrazzio di cuore per la risposta
    > datami vedi sto veramente male perche la mia
    > ragazza contro il suo volere sta partendo per
    > l'america mi sembra in michigan se non erro la
    > sua famiglia vuole andare li ma lei mi ha
    > promesso che ritornerà qui da me appena compiuti
    > quei maledetti 18
    > anni
    > figurati per spaventarla gli hanno detto che lei
    > era libera di andarsene a 21 in quel caso momento
    > volevo morire ma ggrazie a te sono rinato ed è
    > rinata la speranza di ripoterla vedere garazie
    > grazie di vero cuore
    > francesco

    Immaginavo.

    Potresti trovare questo http://courts.co.calhoun.mi.us/questjuv.htm di qualche utilità. Immagino si possano anche spedire delle domande... in qualche modo... magari all'indirizzo email in fondo alla pagina.

    Nel caso voi due dobbiate aspettare tanto tenetevi in contatto in qualche modo, via Internet è il mezzo preferibile e meno costoso... oppure via posta. Se ha un amico di 18 o più anni là dove andrà a vivere potrebbe considerare di prendere una PO-Box http://www.usps.com/receive/businesssolutions/pobo... che la renderebbe "indipendente" per quello che riguarda la ricezione della posta.

    Ciao e buona fortuna,
    Wakko Warner
    non+autenticato
  • eh si eh, il gioco aveva fatto tanto parlare di sè e aveva venduto assieme alla "nuova" pstwo, ora per il lancio delle versioni pc e xbox dovevano trovare un modo di promuoverlo..
    personalmente credo che tutti i giochi fps vadano vietati ai bambini allora (ricordo in XIII che pure se fumettoso il sangue schizza dalla testa del nemico se colpito col fucile di precisione), non si può fare censura a metà, sesso si e violenza libera? è solo una manovra commerciale..se veramente volessero avrebbero fatto fallire sony e microsoft bloccandogli le vendite di tanti giochi, lasciando solo la nintendo
    non+autenticato
  • certo perche' Resident Evil 4 e' edulcoratoA bocca aperta
    non+autenticato
  • >proibito ai minori - le autorità hanno immediatamente >predisposto la rimozione del gioco da tutti gli scaffali >delle grandi catene di negozi
    non+autenticato
  • Che buffonata!
    Per la rockstar si tratta sicuramente di ottima pubblicità gratuita, tanto che adesso vado a comprarne subito una copia!Sorride

    E sarebbe ora di finirla con assurdi moralismi estremizzati per demonizzare giochi/film etc quando poi non si muove un dito per affrontare seriamente le situazioni reali.

    Inoltre da sempre giochi, film, fumetti e soci che trattano violenza, sesso, avventure, fantascienza fantapolitica e chi più ne ha più ne metta svolgono una funzione di sfogo mentale secondo me importantissima, soprattutto per bambini e adolescenti.

    Siamo stati ragazzini tutti, e basta usare quel che resta del nostro cervello per ricordarci che a quell'età esplorare il proibito ed evadere le regole ALMENO nei giochi era la cosa che più ci piaceva, ci permetteva di capire meglio il mondo e le sue sfumature.

    Privare la gente dalle sue valvole di sfogo porta solo a creare individui compressi e frustrati, e alcuni di questi talvolta scoprono come sfogarsi nella REALTA'.

    Ma la realtà si sa riempie la bocca dei perbenisti ed i loro bravi telegiornali di propaganda.

    Giù tutti a delirare!!! ;P

    Cia!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma la realtà si sa riempie la bocca dei
    > perbenisti

    Già, mentre Hilary si riempie la bocca di sborra! Con la lingua fuori A bocca aperta
    non+autenticato
  • > metta svolgono una funzione di sfogo mentale
    > secondo me importantissima, soprattutto per

    O forse il cervello glielo bruciano, oltre un certo livello di esposizione?

    > a quell'età esplorare il proibito ed evadere le
    > regole ALMENO nei giochi era la cosa che più ci
    > piaceva, ci permetteva di capire meglio il mondo

    Parla per te. Io non mi sono mai sentito grande solo perché violavo una regola tanto per il gusto di violarla. Forse perché capivo già che dietro certe regole c'era una valida ragione.

    > Privare la gente dalle sue valvole di sfogo porta
    > solo a creare individui compressi e frustrati, e
    > alcuni di questi talvolta scoprono come sfogarsi
    > nella REALTA'.

    Anche sovraesporli in continuazione a certi stimoli alla fine gli impedisce di distinguere fra fantasia e realtà. E la frustrazione può proprio nascere dall'impossibilità di coniugare il mondo immaginario con quello reale.
    non+autenticato
  • Se la prendono per scene di sesso e non si lamentano per il resto dei contenuti violenti del gioco e non solo di questo in particolare... che senso ha?
    Almeno se vogliono fare i moralisti, che lo facciano decentemente, non solo dove conviene loro.
    Oltretutto si è sparsa la notizia che sono stati gli hacker ad inserire queste famigerate scene, quando in realtà queste erano già nel software e sono state solamente sbloccate...

    Va beh...
    non+autenticato
  • Le opinioni ed esperienze personali sono sacrosante e vanno rispettate, la mia, la tua, quella di tutti.

    Concordo con te nel dire che sovraesposizione ed esagerazione possono essere dannosi, come tutte le cose di questo mondo quando si esagera e le si estremizza.
    Potresti morire anche ingurgitando 600 litri di latte, ma non per questo ne è vietato l'acquisto ai minori.Sorride

    La realtà è che vedo poca volontà da parte della gente ad andare oltre la superfice delle cose.

    Il mondo non sarà migliore dando il via ad assurde cacce alle streghe.

    Non sarà certo proibendo una scena di sesso tra due personaggi di un videogioco che miglioreremo il mondo. Se pensi che rinchiudere i giovani in una scatola sicura e protetta che li tenga lontani da ogni forma di male possa aiutarli a capire il mondo "reale" quando ci verranno catapultati sbagli, è molto più facile che poi ne siano spaventati e traumatizzati.

    Devi cadere per imparare ad alzarti.

    Ma non voglio scendere nel retorico, sia perchè sarebbe OT, sia perchè è un discorso ampissimo, difficile da riassumere in maniera sensata nelle poche righe di un forum.Sorride

    In parole povere penso che per aiutare i bambini e gli adolescenti a crescere, rinchiuderli in un guscio protettivo NON sia il modo giusto.

    Non serve nascondere le cose ai bambini, sono perfettamente in grado di capirle se solo qualcuno si sprecasse a spiegargliele.

    E demonizzare i giochi come i libri i film e i fumetti viene percepito più come una lesione della propria libertà e della propria intelligenza dalla stragrande maggioranza dei giovani.

    "Quando sarai più grande... " in genere è troppo tardiSorride

    non+autenticato
  • > Potresti morire anche ingurgitando 600 litri di
    > latte, ma non per questo ne è vietato l'acquisto
    > ai minori.Sorride

    Nel caso non fai male ad altriSorride

    > Non sarà certo proibendo una scena di sesso tra
    > due personaggi di un videogioco che miglioreremo
    > il mondo. Se pensi che rinchiudere i giovani in
    [cut]
    > e gli adolescenti a crescere, rinchiuderli in un
    > guscio protettivo NON sia il modo giusto.


    Credo che sia importante però far capire cosa è "buono" e cosa è "cattivo". Relativizzando tutto perdi la capacità di discernere il "bene" dal "male".

    Certo, vedere che si inalberano solo per il sesso e non per altri tipi di violenza fa pensare che siano un gruppo di bacchettoni, ma sarei interessato a sapere qual'è il tipo di violenza più diffuso fra minori.

    Ad esempio il bullismo fra minori con le conseguenti prevaricazioni è in aumento (dati Telefono Azzurro). Sicuramente giochi di questo tipo non aiutano. Certo, il discorso va ampliato ad ogni tipo di violenza, e non voglio certo solo videogiochi con Winni the Poo o i Teletubbies, ma va fatta molta attenzione ai modelli che proponiamo ai più giovani che spesso non hanno gli "anticorpi mentali" per discernere e capire.

    Il mito del "buon selvaggio" è falso, e non si cresce bene solo "provando di tutto". Qualche paletto ben posto fa bene, troppi paletti probabilmente male.

    A me sinceramente un modello commerciale che punta solo ad istinti "primordiali" comincia a preoccupare. A volte i neuroni vanno tenuti in esercizio, non solo gli ormoni.
    non+autenticato

  • >
    > Certo, vedere che si inalberano solo per il sesso
    > e non per altri tipi di violenza fa pensare che
    > siano un gruppo di bacchettoni, ma sarei
    > interessato a sapere qual'è il tipo di violenza
    > più diffuso fra minori.
    >

    il sesso NON è un tipo di violenza
    non+autenticato
  • .. sono molto piu' perversi e violenti degli adulti. Vorrà dire che si sfogheranno da qualche altra parte, tipo vandalismo su strutture pubbliche.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)